Nuove ricette

I cani ora possono cenare all'aperto nei ristoranti di New York

I cani ora possono cenare all'aperto nei ristoranti di New York

Un disegno di legge approvato martedì consentirà ai cani di accedere ai posti a sedere all'aperto

Il legislatore dello Stato di New York ha approvato un disegno di legge che consente ai cani di cenare all'aperto.

Buone notizie per i proprietari di cani: puoi portare il tuo amico peloso a cenare all'aperto!

Martedì il legislatore dello Stato di New York ha approvato un disegno di legge chiamato "Dining with Dogs", che consente ai cani di sedersi con i loro proprietari in aree con posti a sedere all'aperto, secondo The giornale di Wall Street.

Il disegno di legge avvisa che i cani devono essere al guinzaglio e che i proprietari del ristorante hanno l'ultima parola sul fatto che ammetteranno i cani nel ristorante.

La deputata Linda Rosenthal, che ha presentato il disegno di legge all'inizio di quest'anno, ha dichiarato al Wall Street Journal che la decisione avvantaggia più dei semplici proprietari di cani. "Penso che questa sia una vittoria per i cani, perché non devono stare a casa senza i loro proprietari", ha detto.

California, Florida e Maryland hanno approvato leggi simili per consentire ai cani di entrare nei ristoranti. New York City potrebbe anche ottenere un caffè per cani, ora che ne ha aperto uno a Los Angeles.

Forse i ristoranti dovrebbero iniziare a fare menu esclusivamente per cani (c'è, dopotutto, birra per cani!).


I manifestanti del BLM urlano "non ti vogliamo qui" ai commensali fuori dal ristorante di New York

Una folla di manifestanti di Black Lives Matter è stata ripresa dalla telecamera mentre molestava i commensali fuori da una taqueria di Brooklyn a conduzione familiare, con dozzine che urlavano loro di "restare fuori da New York".

“Non ti vogliamo qui,” ha urlato un capobanda in piedi su un tavolo mentre guidava un rabbioso canto di botta e risposta dai suoi compagni che incorniciavano la sala da pranzo all'aperto di Maya Taqueria a Prospect Heights.

“Non vogliamo i tuoi fottuti soldi! Non vogliamo la tua fottuta taqueria, di proprietà di fottuti uomini bianchi!” ha urlato, con la folla che ripeteva ogni riga, come ripreso nel video di The Post.

L'amministratore delegato dell'azienda, secondo i registri pubblici, è David Nasser, 50 anni, che in precedenti interviste ha affermato di aver aperto il ristorante più di 10 anni fa perché desiderava le onnipresenti taquerias della sua nativa San Francisco. Si è trasferito a Brooklyn nel 2001.

Daniel Nasser, il partner operativo del ristorante secondo il suo LinkedIn, ha affermato di aver trascorso molti anni a perfezionare l'arte della cucina in stile messicano con la sua famiglia.

In una recente intervista video con ChowNow, Daniel ha spiegato come tutto il suo staff ha fatto affidamento sul ristorante, un "punto di riferimento del quartiere" di 11 anni per sopravvivere durante la pandemia.

"Non ti vogliamo qui", gridò un capobanda in piedi su un tavolo accanto ai commensali del Maya Taqueria a Prospect Heights. Paul Martinka

“Ci sono dipendenti che hanno bisogno dei loro stipendi su base settimanale per sostenere le loro famiglie,”, ha detto.

Nessuno dei due ha risposto a più richieste di commento mercoledì.

Quando gli è stato chiesto del video, un lavoratore di Maya Taqueria ha detto a The Post: "Non abbiamo assolutamente nulla da dire al riguardo". Anche il personale della seconda sede del ristorante a Park Slope non ha commentato.

Ma la gente del posto e i sostenitori del ristorante sono intervenuti rapidamente in sua difesa online.

Daniel Nassar è indicato come il proprietario della Taqueria. Facebook

"Posso assicurarti che le persone che possiedono Maya Taqueria, a conduzione familiare, li vogliono lì e il loro cibo è delizioso", ha twittato Brooklyn Events.

Un mare di manifestanti è stato visto a New York dopo l'annuncio del verdetto di Derek Chauvin. Paul Martinka

Un altro commensale precedente ha notato che il ristorante è "buono da morire, economico e in realtà non è il problema".

Nel frattempo, i manifestanti sembravano confusi sul fatto che volessero che il ristorante e il personale chiudessero — o ottenessero più soldi.

I manifestanti di Black Lives Matter visti a Brooklyn dopo il verdetto di Derek Chauvin Paul Martinka

Dopo aver urlato per la prima volta "non vogliamo la tua fottuta taqueria", una donna del gruppo grida "mancia del 30 percento!" — con il resto della folla che sembra perdere l'ironia marciando lungo Vanderbilt Ave. cantando: "Tip 30 percento!"

La polizia di New York non è stata chiamata per l'incidente.

Centinaia di persone hanno marciato attraverso Brooklyn martedì sera per celebrare la condanna dell'ex poliziotto Derek Chauvin per l'omicidio di George Floyd e per insistere sul fatto che il movimento per premere per il cambiamento continuasse. Non ci sono stati arresti, ha detto il NYPD.


I pasti al coperto potrebbero espandersi fino al 75% in tutto lo stato a partire dal 19 marzo tranne che a New York

I ristoranti di New York al di fuori dei cinque distretti possono espandere la capacità di ristorazione al coperto al 75% a partire dal 19 marzo, ha annunciato ieri il governatore Andrew Cuomo. I ristoranti di New York, nel frattempo, continueranno a funzionare al 35% di capacità al chiuso per ora.

Tutte le stesse restrizioni di sicurezza rimarranno in vigore per i ristoranti che aumentano la loro capacità fuori città, e Cuomo non ha escluso di cambiare il mandato in caso di aumento dei casi da qui al 19 marzo. La decisione, nel frattempo, dovrà ora essere approvato dal legislatore di New York dopo che Cuomo è stato privato dei suoi poteri di emergenza a causa delle accuse di molestie sessuali contro il governatore e il ruolo della sua amministrazione nello scandalo della casa di cura.

L'annuncio rispecchia la tendenza osservata durante la pandemia. I ristoranti fuori città hanno funzionato per mesi a metà della capacità, mentre quelli in città erano limitati al 25%. I funzionari statali hanno continuamente citato la densità di New York e il fatto che inizialmente fosse l'epicentro della pandemia di COVID-19 negli Stati Uniti, come motivi per riaprire più gradualmente la città. Cuomo non ha indicato domenica se o quando i ristoranti di New York saranno in grado di espandere la capacità. Eater ha contattato l'ufficio di Cuomo per maggiori dettagli.

Questo segna la prima volta che i ristoranti di New York sono stati in grado di operare al 75% della capacità al chiuso dall'inizio delle restrizioni legate alla pandemia nel marzo 2020. La mossa arriva sulla scia dell'annuncio della scorsa settimana del governatore del Connecticut Ned Lamont che i ristoranti in quel lo stato sarà in grado di operare al 100% della capacità a partire dal 19 marzo.

Gli annunci di riapertura riflettono una tendenza nazionale più ampia di restrizioni allentate poiché i casi di COVID-19 continuano a diminuire a livello nazionale. Gli esperti sanitari hanno messo in guardia contro questa recente spinta alla riapertura e il dott. Anthony Fauci, capo consulente medico del presidente Joe Biden, afferma che il paese non dovrebbe allentare le restrizioni fino a quando i casi non scendono in media sotto i 10.000 nuovi casi al giorno. Il numero è attualmente in bilico sotto 50.000. Venerdì, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno pubblicato un rapporto che mostra un aumento dei casi e dei decessi di COVID-19 dopo che gli stati hanno allentato le restrizioni sui pasti al chiuso. La National Restaurant Association ha condannato il rapporto, affermando che non teneva conto delle attività di altre attività aperte.

In altre notizie

Il New York Times Il critico enologico Eric Asimov ha parlato con i direttori del vino dei ristoranti di tutta la città su come sarà il futuro per il settore.

— Un incidente d'auto all'angolo tra la East 50th Street e la Second Avenue venerdì mattina ha lasciato sette persone ferite, ha distrutto la struttura da pranzo all'aperto del Crave Fishbar e uno stand di un venditore di frutta. Il venditore è stato in grado di riaprire solo un giorno dopo con l'aiuto di amici.

- Un incendio a quattro allarmi che è iniziato nel seminterrato di un ristorante di Jackson Heights Prince Kebab & Chinese Restaurant, secondo il FDNY, ha danneggiato diverse attività commerciali vicine la scorsa settimana. Nessun civile è rimasto ferito, ma sei vigili del fuoco sono stati soccorsi sul posto per ferite lievi.

— Un altro fine settimana, un altro rave illegale. L'ufficio dello sceriffo di New York ha interrotto una festa in un magazzino con 142 persone che bevevano e ballavano senza maschere sabato mattina presto.


I migliori hot dog a New York?

1. Le specialità gastronomiche di Katz

I piatti iconici di questo leggendario bancone del Lower East Side sono sempre stati del tipo senza fronzoli, dalle enormi pile di pastrami pepati al rueben svizzero e crauti. L'hot dog non fa eccezione: il wurstel di carne intera viene condito con aglio, sale e paprika sotto il suo budello naturale sodo e leggermente carbonizzato. Un tradizionale topper di senape dorata piccante e crauti piccanti aggiunge un po' di acidità brillante all'interno di un panino morbido e umile.

2. Nathan è famoso

Turisti e fanatici della bistecca fanno il viaggio verso questo punto di riferimento di Brooklyn per un assaggio della storia degli hot dog. Fondato nel 1916, l'ex chiosco 5¢ continua a fare affari d'oro. Il panino è fragile, ma alla fine è solo un veicolo per il wiener che genera la catena, che ha un involucro stretto che lascia il posto a un interno succoso.

3. La cucina di Feltman

Nathan's Famous potrebbe avere il riconoscimento del marchio, ma Feltman's ha la storica buona fede: l'immigrato tedesco Charles Feltman ha inventato l'hot dog a Coney Island nel 1867, quasi 50 anni prima del suo rivale di Surf Avenue. Prendi i tuberi scattanti carichi di crauti, senape e cipolle, peperoncino e salsa di formaggio cheddar e persino salsa di vodka e parmigiano grattugiato.

4. Cani Crif

Le offerte per fumatori di Crif Dogs includono questo best seller perenne, con un cane avvolto nel bacon, peperoncino, insalata di cavolo e jalape e ntildeos sottaceto. Lo scricchiolio della pancetta fritta lascia il posto a un interno morbido e la delicata salsa di peperoncino si inzuppa nel panino, dando ad ogni boccone un tocco in più di sapore carnoso.

5. Il cannibale

I macellai di Brooklyn amanti della birra sanno come muoversi, ehm, carne, un fatto dimostrato nel loro menu ricco di carne di salumi fatti in casa, terrine e, sì, hot dog. Le bistecche del tubo della casa arrivano in coppia e vengono servite &ldquotiger style&rdquo: le frank di manzo sono condite con peperoncino piccante di trippa, una manciata di scalogno e abbondante senape cinese su un panino morbido. Sei fortunato che vengano a due a due, perché ne vorrai seriamente un altro.

6. Il bar NoMad

Daniel Humm, Will Guidara e Leo Robitschek, il trio vincitore del James Beard Award, dietro gli storditori di quartiere Eleven Madison Park e The NoMad, hanno ampliato quest'ultimo per includere questo elegante saloon all'interno dell'hotel NoMad, brulicante di cibo da pub come un hot dog avvolto nel bacon e decorato con tartufi neri.

7. Fossa pianura

Un paio di classici comfort food&mdashhot dog e mac and cheese&mdashuniscono le forze per creare questa gustosa mostruosità. Ogni ordine viene fornito con due cani Sabrett infilati in involtini di patate e ricoperti da una generosa porzione di mac e formaggio, realizzati con una miscela appiccicosa di parmigiano, gruyè e formaggi americani. Il tutto è servito in cima a un mucchio di patatine fritte.

8. Delizie di fine miglio

Questa nuova gastronomia ebraica è meglio conosciuta per aver portato in città carne affumicata in stile Montreal, ma lascia anche il segno su un classico di New York con il suo hot dog da zero. Il franco di manzo alla piastra e i crauti piccanti sono fatti in casa, mentre il panino denso e tempestato di semi di papavero è per gentile concessione di Hot Bread Kitchen. I pranzi nei giorni feriali possono prendere l'assolo del cane di notte, con gusto di sottaceti.

9. Macellai in oro bianco

L'attenzione al laser sugli ingredienti di qualità non è una sorpresa quando si tratta di Bloomfield, ma lo chef stellato Michelin lo porta a un nuovo livello con White Gold Butchers, il suo mercato della carne dell'Upper West Side e il suo ristorante aperto tutto il giorno con macellai stellati Erika Nakamura (LA's Lindy & Grundy) e Jocelyn Guest (Dickson's Farmstand), che scompongono animali interi e agitano rotoli di salsiccia, come un hot dog vestito con coraggioso kimchi e maionese.

10. PDT

Phillip Kirschen-Clark (ex Vandaag) è l'ultimo cappello con il nome in grassetto a lasciare il segno nel menu haute-dog di questo cocktail den. La sua creazione dalle inflessioni scandinave è costruita attorno a un wurstel di carne intera che è stato messo in salamoia nell'aceto di mele. Il franco piccante è bilanciato da crauti al profumo di coriandolo, senape e piccalilli (un condimento in stile inglese).

11. Prontito

In questa cucina colombiana, assapora uno degli imponenti hot dog soffocati fino a renderli invisibili sotto patatine schiacciate, pancetta croccante, insalata di cavolo e carota fresca, formaggio coste e ntildeo sbriciolato, salsa di ananas, ketchup, maionese e salsa rosada &mdash più il fiore all'occhiello: un uovo di quaglia infilzato e sodo. Accompagna il tutto con una bevanda ancora più golosa, il ghiaccio tritato e il latte condensato colado bobbing con frutta tropicale fresca e la doccia in cocco grattugiato.

12. Dickson's Farmstand Meats

Jacob Dickson vende carni provenienti da piccole fattorie locali nel suo primo negozio al dettaglio, nel Chelsea Market. Oltre a manzo, maiale, agnello e pollame, i visitatori possono acquistare salumi fatti in casa, hot dog freschi e salumi.

13. Huertas

La taverna di tapas di Jonah Miller fa il suo debutto con frank in stile spagnolo fuori menu e granite di horchata dalla finestra del take-away. Gustoso fatto in casa chistorra le salsicce vengono ricoperte di aioli e senape piquillo tra un morbido involtino di patate di Martin.

14. Stube di Schaller

In un ex frigorifero per la carne accanto all'ammiraglia di Yorkville di Schaller e Weber, che rifornisce i quartieri alti di carni e salumi tedeschi dal 1937, si trova questa propaggine di salsiccia da 10 posti, guidata dal produttore di wurst di terza generazione Jeremy Schaller. Il bancone lungo la strada distribuisce panini brioche ripieni di tuberi fatti in casa, pollo fritto e i sette wurst di Schaller, tra cui un monello di Nürnberg speziato con maggiorana e cumino.

15. La canna fumaria

L'hot dog tutto Angus di questo barbecue di Brooklyn è fritto, grigliato e insaccato in un panino tostato con burro tirato. Gli amanti dei suini lo portano al livello successivo con un condimento di maiale sfilacciato che è stato affumicato per 12 ore su ampio e hickory.

16. Agitare Shack

Il fast-food di Danny Meyer offre ai Gothamiti un assaggio del Midwest con questo snack in stile Chicago. Il cane da manzo viennese viene diviso e grigliato su una piastra piatta, quindi immerso in un soffice panino di patate. Viene completamente caricato con condimenti, come peperoni sportivi verdi in salamoia e gusto dal produttore di sottaceti del Lower East Side Rick's Picks.

17. Re di Kobe

Questa operazione franca di manzo tutta americana rende omaggio alle iterazioni tradizionali del piatto classico della nazione. Un cane Kobe scattante da sei pollici è incoronato con marmellata di cipolle dolci, crauti aspri e un turbinio piccante di senape gialla.

18. Sigmund's

I maestri di pretzel di Alphabet City abbinano le loro creazioni pastose con i franchi dei venerabili macellai UES Schaller e Weber in questo doppio duo di cani. Il Chicago Dog spalma del gusto pepe-cipolla sul pomodoro in un involtino di semi di papavero, mentre il Classic viene condito con crauti piccanti e speziati e senape.

19. Bar della città vecchia e ristorante

Gli esemplari senza fronzoli di questa venerabile taverna resistono ancora ai parvenu artigiani della città. Prendi il chili dog: un Sabrett di carne alla griglia e segnato viene depositato su un panino tostato con burro insieme a peperoncino piccante fatto in casa con manzo e fagioli rossi, cipolle a dadini e cheddar sminuzzato, oltre a un contorno di patatine fritte.

20. La Perrada de Chalo

Questo misto colombiano produce hot dog latinoamericani e in stile ndash con condimenti come ananas a cubetti, uova e persino mora. Il nostro preferito è il piccante Mexicano, carico di salsa verde, formaggio fuso, patatine schiacciate e scarabocchi di ketchup, senape e maionese piccante.

21. Papaya di Gray

Questa mini-catena ha dominato a lungo il mercato tropicale di bevande e hot dog della zona, con Sabrett di carne croccante dalla pelle croccante a un prezzo imbattibile.

22. Westville

I vegani ben informati prendono i loro cani di soia a Westville, dove i finti franchi alla griglia racchiudono una seria dose di fumo e spezie. Ordina un singolo, o alza la posta per lo speciale: due cani con patatine sottaceto, patatine fritte, insalata o uno dei contorni stagionali del ristorante, come cavolo saltato con scalogno.

23. Frankel's Delicatessen e appetitoso

Nuovo arrivato di recente nella famigerata scena gastronomica della città, questo locale a conduzione familiare di Greenpoint è specializzato in tutti i tipi di appetitosi ritorni al passato, dal pesce affumicato alla zuppa di palline di matzo. Gli amanti degli hot dog possono apprezzare le frank della Brooklyn Hot Dog Company appena grigliate del negozio, che sono lunghe, magre e generosamente piene di crauti. Prendi un paio come "speciale di recessione" giornaliero disponibile con una lattina di soda per sette dollari.

24. Nodo arrugginito

Questo &ldquodive bar&rdquo nautico che abbraccia il fiume Hudson è un ibrido alto-basso confuso ma di successo, come si vede negli elaborati cocktail tiki ideati dal veterano di Milk & Honey Toby Maloney e nel coinvolgente hot dog avvolto in pretzel, una spirale perfetta di pasta dorata e sale in scaglie che ti verrà difficile resistere a sbucciare la parte e mangiare separatamente. Invece, inzuppa quell'elica divina nella senape e accompagnala con un infuso dell'happy hour.

25. Cena di Brooklyn

Potresti aver bisogno di un amico che ti aiuti ad affrontare questo colosso accattivante. Il frank&mdashit di tutto manzo oversize misura ben 15 pollici&mdashis grigliato sul piano piatto e farcito all'interno di un enorme panino, che puoi impilare con i lati delle patatine fritte tagliate a mano e l'insalata di ginepro fatta in casa.


Leggi sui ristoranti per cani guida in tutti i 50 Stati

  1. Alabama: Secondo la legge dell'Alabama, un animale di servizio è qualsiasi cane addestrato individualmente per svolgere compiti o svolgere un lavoro a beneficio di una persona con disabilità (fonte).
  2. Alaska: Sia la legge ADA che quella dell'Alaska vietano alle strutture pubbliche di addebitare una tassa di ammissione speciale o di richiedere il pagamento di qualsiasi altro costo aggiuntivo per avere con sé il proprio animale di servizio. Tuttavia, potresti dover pagare per eventuali danni causati dal tuo animale (fonte).
  3. Arizona: In Arizona, solo cani e cavalli possono essere animali di servizio e non sono considerati animali domestici (fonte).
  4. Arkansas: In Arkansas gli individui che hanno animali di servizio che li aiutano con disabilità psichiatriche o mentali non sono protetti dalla legge (fonte).
  5. California: La California consente alle persone con disabilità di portare cani guida addestrati e cani guida psichiatrici ma non animali di supporto emotivo in tutto lo spazio pubblico (fonte).
  6. Colorado: In Colorado gli imprenditori possono porre due domande sugli animali di servizio: (1) il cane è richiesto a causa della tua disabilità? e (2) quale compito svolge? (fonte)
  7. Connecticut: Il Connecticut non ha leggi in vigore sulla falsa affermazione che un cane è un cane da assistenza (fonte).
  8. Delaware: la legge dello stato del Delaware non copre gli animali di servizio che aiutano le persone con disabilità mentali, come gli animali di servizio psichiatrico (fonte).
  9. Florida: In Florida cani guida e cavalli in miniatura sono gli unici animali coperti dalla legge per accedere agli alloggi pubblici, ma con l'alloggio questo limite non si applica (fonte).
  10. Georgia: In Georgia le persone con disabilità fisica possono portare un cane guida negli alloggi pubblici, il che implica che i cani guida psichiatrici non sono sempre coperti dalla legge statale della Georgia (fonte).
  11. Hawaii: Alle Hawaii, un cane guida deve essere autorizzato ad accompagnare l'individuo in tutte le aree della struttura in cui il pubblico è normalmente in grado di recarsi, a meno che la salute e la sicurezza non possano essere compromesse in quelle aree. Gli individui con cani guida non possono essere separati dalle altre persone (fonte).
  12. Idaho: Le leggi dell'Idaho sono più restrittive delle leggi ADA in quanto riguardano solo gli animali che assistono con disabilità fisiche e non quelli che assistono con disabilità mentali. I luoghi pubblici devono seguire sia le leggi ADA che quelle dell'Idaho (fonte).
  13. Illinois: In base alla legge dell'Illinois, i proprietari devono ospitare animali di servizio ma non devono ospitare animali di supporto emotivo (fonte).
  14. Indiana: In base alla legge dell'Indiana, un animale di servizio è addestrato come guida, udito, assistenza, assistenza psichiatrica, mobilità, allarme convulsivo o animale di servizio per autismo, gli animali di supporto emotivo non sono coperti (fonte).
  15. Iowa: In Iowa gli individui con cani guida falsi possono affrontare accuse penali (fonte).
  16. Kansas: Le leggi dello stato del Kansas si applicano ai cani classificati come "cani da assistenza 8220", cioè cani guida, cani per assistenza all'udito e cani guida (fonte).
  17. Kentucky: La legge dello stato del Kentucky richiede che tutte le strutture pubbliche consentano alle persone con disabilità accompagnate da cani da assistenza, ma non definisce ulteriormente i "cani da assistenza" 8221 (fonte).
  18. Louisiana: Louisiana definisce alloggi pubblici come strade, marciapiedi, autostrade e passaggi pedonali, edifici e strutture pubbliche, tutti i trasporti pubblici e mezzi di trasporto comuni, scuole, hotel, ristoranti, teatri, luoghi di divertimento pubblico, alloggi o resort e qualsiasi altro luogo che il il pubblico in generale è invitato (fonte).
  19. Maine: un animale di servizio nel Maine è definito come un “cane addestrato individualmente per svolgere lavori o compiti a beneficio di una persona con disabilità, inclusa una disabilità intellettuale, mentale, psichiatrica, sensoriale o fisica” (fonte).
  20. Maryland: Le leggi sugli animali di servizio del Maryland si applicano ai cani guida, ai cani da segnalazione e ad altri animali addestrati per svolgere compiti per persone con disabilità (fonte).
  21. Massachusetts: In Massachusetts la legge definisce gli animali di servizio come specificamente solo cani (fonte).
  22. Michigan: Sebbene la registrazione obbligatoria degli animali di servizio non sia consentita dall'ADA, il Michigan ha un programma di registrazione volontaria in cui i proprietari possono ottenere una carta d'identità e una toppa rilasciate dallo stato (fonte).
  23. Minnesota: In Minnesota gli animali di servizio sono definiti come cani, ma lo stato accetta anche cavalli in miniatura come animali di servizio a causa delle linee guida ADA (fonte).
  24. Mississippi: Il Support Animal Act del Mississippi definisce un animale di servizio come un cane o altro animale che è specificamente addestrato come guida, leader, ascoltatore o per fornire qualsiasi altra assistenza necessaria per assistere una persona cieca, con problemi di udito o mobilità nelle attività quotidiane (fonte).
  25. Missouri: Secondo la legge del Missouri, le persone possono portare cani guida nei luoghi pubblici, ma anche a causa dell'ADA devono ospitare altri animali guida (fonte).
  26. Montana: La legge del Montana non limita gli animali di servizio a essere solo cani, ma qualsiasi animale che svolge un compito o un servizio a qualcuno con disabilità o è in formazione per farlo (fonte).
  27. Nebraska: La legge del Nebraska copre solo gli animali che assistono con disabilità fisiche e non quelli che assistono con disabilità mentali (fonte).
  28. Nevada: La legge del Nevada definisce gli animali di servizio come cani o cavalli in miniatura che sono stati addestrati per svolgere un lavoro o svolgere un compito a beneficio di una persona con disabilità (fonte).
  29. New Hampshire: Il New Hampshire definisce un animale di servizio come un cane, ma deve ospitare altri animali di servizio come i cavalli in miniatura sotto ADA (fonte).
  30. New Jersey: La legge del New Jersey richiede che le strutture pubbliche consentano alle persone con disabilità di essere accompagnate da un cane guida o da un cane guida (fonte).
  31. Nuovo Messico: Secondo la legge del New Mexico, gli alloggi pubblici devono consentire di essere accompagnati dal tuo “animale di servizio qualificato” (fonte).
  32. New York: New York qualifica un animale di servizio come cani guida, cani guida e cani udenti (fonte).
  33. Carolina del Nord: La Carolina del Nord non definisce gli animali di servizio nella loro legge (fonte).
  34. Nord Dakota: Le leggi sugli animali di servizio del North Dakota sono molto ampie per includere qualsiasi tipo di animale addestrato (fonte).
  35. Ohio: L'Ohio ha due leggi separate sugli animali di servizio e sugli alloggi pubblici ed entrambe descrivono in modo diverso quali animali si qualificano per la protezione (fonte).
  36. Oklahoma: In Oklahoma un animale di servizio è un cane che è stato addestrato individualmente e può entrare in tutte le strutture pubbliche (fonte).
  37. Oregon: In Oregon si usa il termine “animali da assistenza” al posto di animali di servizio (fonte).
  38. Pennsylvania: In Pennsylvania esiste una legge penale che protegge le persone con disabilità dalla discriminazione negli alloggi pubblici per l'utilizzo di un animale guida o di supporto (fonte).
  39. Rhode Island: In base alla legge del RI, puoi essere accompagnato dal tuo animale da assistenza personale, che è un cane, che è stato addestrato come cane guida, uditore o di servizio (fonte).
  40. Carolina del Sud: La legge della Carolina del Sud non definisce il termine “cani da assistenza” ma conferisce alle persone “handicappate” il diritto di portarli in strutture pubbliche (fonte).
  41. Sud Dakota: La legge del South Dakota non definisce il tipo di animale idoneo, ma afferma che chiunque sia fisicamente disabile può portare il proprio animale in strutture pubbliche (fonte).
  42. Tennessee: La legge del Tennessee non usa il termine animali di servizio ma usa il termine “cani guida” (fonte).
  43. Texas: ha un elenco specifico di disabilità che si qualificano per un animale di servizio inclusi, ma non limitati a, sordità, disabilità visive, ecc.
  44. Utah: Secondo la legge dello Utah, un animale di servizio è considerato un'attività che è stata addestrata e svolge un compito per il suo proprietario (fonte).
  45. Vermont: In Vermont la legge non definisce gli animali di servizio (fonte).
  46. Virginia: La legge sulla disabilità della Virginia richiede che i luoghi pubblici consentano l'accesso a cani guida, cani per non udenti e cani guida (fonte).
  47. Washington: La legge di Washington fornisce una definizione molto ampia di alloggio pubblico che consente agli animali di servizio di andare quasi ovunque all'interno dello stato (fonte).
  48. Virginia dell'ovest: La legge sulla canna bianca del West Virginia definisce un animale di servizio come un cane guida, un cane da segnalazione o un altro animale addestrato individualmente per svolgere lavori o compiti per qualcuno con una disabilità fisica o mentale (fonte).
  49. Wisconsin: In Wisconsin, i club privati ​​e senza scopo di lucro che servono solo i membri e i loro ospiti invitati o gli ospiti del club non sono coperti dalla legge statale sugli animali di servizio (fonte).
  50. Wyoming: Il Wyoming utilizza la stessa legge dell'ADA (fonte).

La linea di fondo è che mentre un animale di servizio è in pubblico con il suo gestore, è sull'orologio.


Ultimi aggiornamenti

In effetti, i ristoranti di New York City hanno subito il peso delle restrizioni del governatore. Le restrizioni sui pasti al chiuso nella maggior parte delle altre parti dello stato sono state revocate più rapidamente e quei ristoranti sono stati in grado di funzionare al doppio della capacità consentita in città.

L'industria aveva sperato che lo stato avrebbe permesso ai ristoranti della città di rimanere aperti fino a mezzanotte, ma i funzionari statali hanno rispettato l'orario di chiusura in tutto lo stato delle 22:00.

La decisione del governatore arriva in una fase incredibilmente precaria nella battaglia dello stato contro il virus, che ha ucciso più di 42.500 persone nello Stato di New York, un tempo epicentro della pandemia.

Mentre i tassi di ospedalizzazione e positività dello stato hanno iniziato a diminuire dopo un picco post-festivo, questa settimana più di 150 persone sono morte ogni giorno e più di 8.350 rimangono ricoverate, un livello che non si vedeva dall'inizio di maggio.

Il lancio del vaccino nello stato è stato lento, in parte a causa delle dosi limitate del governo federale, solo il 6% della popolazione di New York è stato vaccinato finora. Sono stati rilevati anche più di 40 casi della variante britannica più contagiosa in tutto lo stato.

A New York City, il numero di casi è costantemente diminuito dopo un recente picco all'inizio di gennaio, ma più di 30 codici postali sono alle prese con un tasso medio di test positivo su sette giorni di oltre il 10%. Mentre il tasso di positività a Manhattan è del 4,41 percento, ben al di sotto della media di sette giorni dell'8,63 percento in tutta la città, altri distretti stanno ancora lottando con una frequenza allarmante di casi. Nel Bronx, il tasso si è aggirato intorno al 10%, secondo i dati della città.

Il sindaco Bill de Blasio ha detto venerdì di aver parlato più volte con il governatore nei giorni scorsi sui pasti al coperto. Il sindaco ha espresso preoccupazione per le nuove varianti e la fornitura di vaccini, ma ha affermato di aver capito che i ristoranti stavano cercando di rimanere a galla.

"L'idea qui è di cercare di trovare il giusto equilibrio, e so che il governatore sta cercando di farlo", ha detto il sindaco poco prima dell'annuncio di Cuomo.

Il governatore ha anche detto venerdì che pubblicherà una guida per consentire lo svolgimento di grandi cerimonie matrimoniali con misure rigorose a partire dal 15 marzo. Gli eventi nuziali dovrebbero essere approvati dai dipartimenti sanitari locali, gli ospiti dovrebbero essere testati e la capacità a le sedi sarebbero limitate al 50 percento, o fino a 150 persone.

Il signor Cuomo, un democratico di terzo mandato, ha fatto della riapertura dell'economia un principio della sua agenda nel 2021, un delicato atto di bilanciamento che richiede di soppesare la salute pubblica con l'urgente necessità di rianimare l'economia e aumentare le entrate fiscali tanto necessarie.

All'inizio di questo mese, ha annunciato una proposta di budget per $ 50 milioni in crediti d'imposta per l'industria della ristorazione, che è stata spesso frustrata dal cambiamento delle regole e dalle linee guida dello stato.

Mercoledì, il governatore ha revocato una serie di restrizioni minori, tra cui regole per quattro persone al tavolo e alcuni limiti sui pasti al coperto, in dozzine di regioni a nord dove l'aumento dei tassi aveva causato preoccupazione alla fine dello scorso anno. Ma aveva ritardato una decisione sui ristoranti di New York City, che forniscono miliardi di attività economica e oltre 100.000 posti di lavoro, citando la densità della città.

Non c'è, ovviamente, alcuna garanzia che i casi continueranno a diminuire, ma il signor Cuomo ha detto che ha dovuto "affrontare i fatti che conosce", aggiungendo che, "se si vuole anticipare le possibilità e non fare nulla, essere congelato sul posto, per sempre."

Bernard Collin, direttore generale di La Goulue, ristorante francese nell'Upper East Side, ha ringraziato per la fluidità della situazione.

"Sono stato, nelle ultime due ore, affannato per cambiare le nostre planimetrie e cambiare la nostra piattaforma di prenotazione online per includere la capacità del 25 percento", ha detto il signor Collin, aggiungendo che il ristorante avrebbe dovuto acquistare più cibo per il suo precedente Menu di San Valentino a prezzo fisso tutto esaurito.

La cena al coperto consentirebbe al ristorante di ospitare 44 persone oltre alle 28 che può servire all'esterno. Questo è ancora inferiore alla capacità massima dell'istituzione di 180 persone prima della pandemia.

"È un colpo al braccio e sicuramente ci aiuterà moltissimo", ha aggiunto il signor Collin. "Ho inviato un messaggio di gruppo allo staff prima che presto saremo in grado di vedere di nuovo volti familiari".


Guida:

Gli 11 migliori nuovi hamburger di New York

Dacia 46

“Proprio come la vegetazione della città in questo momento, Dacha è in piena fioritura. Quello che era iniziato come un pop-up dell'Europa orientale da un appartamento di Bed-Stuy è ora diventato una serie da asporto "Banya Brunch" in stile russo all'interno dell'ex spazio Diner di MeMe a Prospect Heights. La coppia queer sposata che gestisce lo spettacolo sono entrambi chef che hanno lavorato in posti come Red Hook Tavern e Rezdora prima che la pandemia colpisse. Ora, il duo è responsabile della produzione di pelmeni di maiale grassoccio, kievsky alla nocciola e moka e una nuova versione di piroshki ripieni di prodotti per la colazione americana come uova, patate e pancetta ogni fine settimana. Tutti i piatti appena sfornati, morbidi e salati che ho raccolto domenica scorsa erano assolutamente impossibili da mettere giù, e attualmente sto redigendo un'e-mail con parole forti che esorta il team di Dacha a fiorire completamente in un ristorante permanente.

Chikarashi Isso

“Un lato positivo della pandemia: spazi da pranzo all'aperto incredibilmente unici, composti da tavoli a bolle, tettoie, tende e yurte. Chikarashi Isso - the upscale Japanese restaurant from the people behind fast-casual poke spot Chikarashi - has an outdoor dining setup that’s on another level entirely: a 10-seat chef’s counter inside a heated open cabin, currently located on the quiet second-floor terrace of Hotel 50 Bowery in Chinatown. The meal is a 13-course yakitori omakase, grilled over Binchotan charcoal, right in front of you. And while the menu highlights seasonal ingredients, the dish I’m still thinking about is a chicken breast skewer that’s easily the best bite of chicken breast I have ever eaten. If you have a special occasion coming up, this would make for a great date spot, and there’s also a section of the cabin designed for small group dinners.”

Stretch Pizza

“Like me, Chef Wylie Dufresne spent the last year baking an inordinate amount of bread products at home. But after I tried the pizza at the new pop-up from the former chef and owner of WD-50, Alder, and Du’s Doughnuts, my own under-proofed carbs seemed a lot sadder by comparison. At Stretch Pizza (operating out of Breads Bakery), the thin-crusted and modestly sauced 12-inch pies mimic a true New York slice - inexplicably floppy middle, crispy-puffy crust, and all. They’re available in four different varieties, including a classic cheese, a delicate Everything Bagel pizza with a thin layer of cream cheese and mozzarella, and a spicy romesco pie topped with grilled ramps. The only non-pizza item is a breakfast calzone, which also shouldn’t be ignored. It’s stuffed with piping hot scrambled eggs, creamy muenster and american cheeses, and scallions. You can preorder your pizza online ahead of time here, exclusively for pickup at Breads Bakery by Union Square. To no one’s surprise, there’s already a waitlist. Hop on it.”

Chef Katsu Brooklyn

Open for indoor dining, outdoor dining, takeout and delivery

“When I lived in Clinton Hill in 2019, I would have done unspeakable things for a spot like Chef Katsu Club. The newest Japanese restaurant in the area serves the kind of excellent pork and chicken katsu that makes me want to say “F*ck it, I’m getting takeout!” in the middle of a garbage week. The specialty here is katsu burgers stacked high with crispy chicken cutlets and topped with creamy mayo and housemade tartar or curry sauce. If you’d rather have katsu comfort in the form of a rice bowl, they’ve got those too - I recently paired one with their brioche donut sandwich filled with azuki bean paste and green tea ice cream and felt an instant rush of dopamine. And while the food is the primary reason you should eat here, the love story behind this new katsu restaurant in Clinton Hill is a strong second.”

Dr. Clark

Open for indoor dining, outdoor dining, takeout and delivery

“For anyone wondering what’s cool in Manhattan right now, here’s our update: go to Dr. Clark in Chinatown. This Japanese restaurant - located in the home of former Cool Spots like Lalito and divey karaoke bar Winnie’s - focuses on Hokkaido specialties that go nicely with shochu sour cocktails and natural wine. Build your meal around their thinly-sliced, marinated lamb jingisukan, which is grilled tableside and served with a mixture of crunchy marinated onions and bean sprouts. We’d recommend bringing a small group and supplementing the lamb with fresh seafood, like some chewy squid stuffed with uni-laced rice and a bowl of kaisen featuring assorted salmon and tuna sashimi, roe, cucumber, radish, uni, and steamed egg. Beyond the excellent Hokkaido meat and seafood, part of Dr. Clark’s charm is that you get to eat beneath a sparkling disco ball on Bayard Street, surrounded by half-a-dozen Dimes Square denizens and someone who possibly starred on an HBO show in 2012.”

Van Da

Open for outdoor dining, takeout, and delivery

After a pandemic hiatus, Va Da has reopened in its original location on Avenue B in the East Village - and I am so happy it’s back. Sitting outside in the tented parklet is the perfect setting for catching up with a friend you haven’t seen in a year while making your way through a variety of regional Vietnamese dishes. I’d highly recommend you take advantage of their current set menu for two, which includes the Hue sampler (two different types of dumplings and one of my favorite dishes, the banh beo), plus your choice of two mid-course dishes - like a grilled eggplant salad, or the extremely delicious pho short rib grilled cheese - and one entree (we went with the turmeric branzino). The set menu is priced reasonably at $35 per person, and makes ordering with a third-tier friend about as easy as it gets.

Dhamaka

Open for indoor dining and outdoor dining

“When you think of visiting an NYC food hall, do you imagine yourself sitting on a covered patio, gnawing on a smoky lamb rib served in a tin-can grill? What about the idea of soaking up green-chile-laced dal with buttery chapati in between sips of gin, ginger liqueur, and betel leaf swirled together in a martini glass? No? Then you haven’t been to Dhamaka yet. This new Essex Market restaurant is from the chefs behind two of our favorite Indian restaurants in the city, Rahi and Adda, but the menu differs from those other spots. Dhamaka instead focuses on regional specialties you may not have seen elsewhere in New York City (the website says, “This is the other side of India, the forgotten side of India”). Try their version of chicken masala pulao served directly in a pressure cooker, or the tender lamb kidneys and testicles in a fragrant onion-tomato stew and pao shimmering with ghee on the side, and finish your meal with a rich, souffle-like chhena poda for dessert. After you eat Dhamaka’s food, your perception of NYC’s food halls - and the city’s range of Indian cuisine - will change. Plan ahead and make a reservation here for your next big night out, because it’s starting to get busy.”


NYC Restaurant Reopening Guide

Select a topic below for information to help you and your business, including tips to stay safe and prevent the spread of germs.

Latest News

As of 5/17, the curfew for catered events where attendees have proof of vaccination status or negative COVID-19 test result AND for private outdoor dining areas have been lifted. Nota: The midnight curfew for Open Restaurants sidewalk and roadway seating are still in effect.

As of 5/19, in accordance to New York State's summary guidance on mask wearing and social distancing, businesses may allow fully vaccinated individuals to not wear face coverings or socially distance, with proof of vaccination by paper form, digital application, the State's Excelsior Pass, or self-reporting (e.g. honor system).

As of 5/19, indoor dining capacity has been lifted New York City.

Beginning 5/31, the curfew for indoor dining and all catered events will be lifted.

Updated guidelines and rules for dining operations have been developed by New York State and must be followed throughout the reopening phases. These include guidelines for physical distancing, cleaning and disinfection, communication, and screening.

These guidelines and requirements may change, so please check the New York Forward site regularly for specific phase instructions.

You can also visit nycsmallbizcourses.eventbrite.com and search "Reopening Guidelines" to sign up for an upcoming webinar to learn about State requirements, recommendations, and resources available to help businesses reopen in NYC.

What Operators Must Do Before Reopening

  1. Read all of the New York State guidelines for the appropriate phase:
    Summary of Guidelines for Outdoor and Take-Out/Delivery Food Services
    Summary of Guidelines for Indoor Food Services
  2. Fill out the affirmation form:
    Read and Affirm Detailed Guidelines for Outdoor and Take-Out/Delivery Food Services
    Read and Affirm Detailed Guidelines for Indoor Food Service
    Once you have finished reading the guidance, make sure to open the link at the bottom of the document to digitally affirm that you read and understand the guidance.
  3. Develop a Safety Plan and keep a copy of it on site:

Resources - Reopening

Health and Safety

Remember the four key actions all New Yorkers should take to prevent COVID-19 transmission:

  • Stay home if sick: unless you are leaving for essential medical care (including testing) or other essential errands.
  • Physical distancing: Stay at least six feet away from other people.
  • Wear a face covering: Protect those around you. You can be contagious without symptoms and spread the disease when you cough, sneeze or talk. A face covering may help reduce the spread of COVID-19.
  • Practice healthy hand hygiene: Wash your hands often with soap and water or use hand sanitizer if soap and water are not available. Clean frequently touched surfaces regularly. Avoid touching your face with unwashed hands, and cover your cough or sneeze with your sleeve, not your hands.

Call the Health Department right away at 866-692-3641 with any questions or to report a confirmed COVID-19 case.

Physical Distancing and Face Coverings

These guidelines, and other health and safety protocols, apply to all areas of your operation, including any outdoor dining areas.

  • Give workers free face coverings and provide replacements. Workers must stay at least six feet from others and wear a face covering if they are less than six feet from others. If you are a small business looking to secure free face coverings for your employees, find a distribution partner located near you.
  • Customers should wear a face covering whenever they may be within six feet of another person. A business may set stricter rules for customers about wearing face coverings, including refusing service for those not wearing face coverings.
  • To help your business reopen safely, the City has compiled this directory of local and national manufacturers and suppliers of non-medical PPE and other supplies for COVID-19 related workplace modifications. (These companies are not endorsed by the City of New York.)

Resources - Health and Safety


    Other Languages: Español | 繁體中文 | 简体中文 | Русский | Kreyòl ayisyen | 한국어 | বাংলা | Italiano | Polski | ײִדיש | العربية | Français | اردو


    A sample log of how businesses can show they are complying with the requirements to clean and disinfect daily
    A sample of how to screen employees before they can enter the workplace each day


    A sample of how businesses can document their daily health screening assessments

    Find community testing sites



Guidance for Outdoor Dining

Currently, NYC restaurants can open for table service in outdoor areas. &ldquoOutdoor space&rdquo is an open-air space without a fixed roof. Outdoor spaces may include public sidewalks, curb lanes or other approved areas, and outdoor private areas on premises.

Enclosures with a temporary or fixed cover (i.e. awning, roof, or tent) must have at least two open sides for airflow to be considered "outdoor space". If three (3) side walls or more are in use, it will be considered indoor dining and may not currently be in use. Enclosed structures, such as plastic domes, must have adequate ventilation to allow for air circulation.

Restaurants with access to privately owned outdoor space may open in this space, as long as following the appropriate NYS and NYC health guidance and NYC DOB Guidelines.

Guidance for Use of Heating Devices

The NYC Department of Buildings (DOB) released additional guidance regarding the use of heating elements to winterize outdoor dining setups.

Participants in the Open Restaurants program interested in providing comfort heating for their customers in outdoor dining areas have three options:

  • Electric radiant heaters will be allowed in sidewalk and roadway seating setups. Full electric radiant heaters guidance from DOB here.
  • Natural gas radiant heaters will be allowed on the sidewalk only. Full natural gas radiant heaters guidance from DOB here. Natural gas radiant heaters must also comply with the Fire Code.
  • Portable heaters fueled by propane will be allowed on the sidewalk only. Propane heating will be regulated by the Fire Department (FDNY), with requirements for safe handling, use and storage. Full propane-fueled portable heating guidance from FDNY here.
  • Portable propane heating equipment must be removed no later than May 31, the end of NYC heat season.

Food service establishments with private outdoor dining spaces may use heating devices subject to the applicable guidance from FDNY and/or DOB.

Open Restaurants Program

Establishments seeking permission to place outdoor seating in front of their establishment on the sidewalk and/or roadway should apply for the NYC Department of Transportation (DOT)'s Open Restaurants Program.

Note: This application is only for establishments seeking permissions to place outdoor seating in front of their establishment on the sidewalk and/or roadway. You do not need to apply if you are looking to place outdoor seating on private property. You must complete an application and certify even if you already have a NYC sidewalk cafe license.

For help completing the application, please call the NYC Department of Small Business Services (SBS) hotline: 888-SBS-4NYC (888-727-4692).

On September 25, 2020, NYC announced that the popular Open Restaurants program will be made permanent. The program, currently under development, will continue to allow food service establishments with business frontage on the ground floor and licensed by the NYC Dept. of Health to utilize sidewalk and roadway area for outdoor seating.

Roadway Barriers

*Important: These adjustments were required by December 15, 2020

Sandbags, reflector tape, snow sticks, and plastic barriers were made available to all participants, free of charge. Participating restaurants were emailed with distribution and pickup detail. Limited deliveries of plastic barriers were made to the "high priority" restaurants those restaurants have all been contacted separately.

  • All 18" roadway barriers must be completely filled with soil or sand
  • Barriers must have a fully built interior wall and bottom to hold filler material
  • Continuous reflector tape must be added along the top outside edges, and snow sticks must be added to the corners of the two barriers facing traffic
  • Diners may not sit in roadway setups. Tables and chairs in roadway must be removed or secured.
  • All electrical heaters in roadway setups must be removed
  • At minimum, regularly remove snow from overhead coverings until the snow alert ends.

Please continue to watch for emails from us (sign up here) as more information will be shared.

For questions about the Open Restaurants program, self-certification process, or translation assistance with the application, please contact DOT online.

Open Streets

NYC is temporarily expanding outdoor seating options for food establishments. The program is expanding seating options for restaurants on select restaurant corridors citywide by temporarily closing streets to traffic to create outdoor dining space. Community-based organizations, BIDs and restaurant groups applying through a single entity may apply for Open Streets: Restaurants online.

Open Restaurants Accessibility Requirements

As NYC re-opens post-COVID19 and restaurants expand outdoor seating to accommodate social distancing, we cannot forget about accessibility. This information lays out the requirements for maintaining physical accessibility for outdoor dining.

Virtual Compliance Consultations: Open Restaurants Program

The NYC Department of Small Business Services (SBS) offers one-on-one free virtual compliance consultations to help you understand how to comply with key City rules. Our virtual consultations will help you understand key City rules and common compliance challenges related to the Open Restaurants Program - we will non issue violations or fines.

Business owners are encouraged to request a consultation if they:

  1. Have recently applied to Open Restaurants and are getting to ready to provide food service
  2. Are actively participating in Open Restaurants but continue to have questions/concerns
  3. Are interested in applying to Open Restaurants but have not yet done so

Open Storefronts

The Open Storefronts program assists existing ground-floor storefront businesses who want to use outdoor areas on a temporary basis. The program allows eligible businesses to conduct activity on sidewalks, on roadways (only in the Open Streets: Restaurants program), or a combination of both. The program has been extended through September 30th, 2021 and now allows businesses to sell pre-packaged food on sidewalks and restaurants to use sidewalks for take-out orders.

For a list of eligible retail activities and detailed siting criteria, visit nyc.gov/openstorefront.

Next Steps: Businesses that self-certified will receive an email from the City authorizing outdoor retail on the City's sidewalk and/or roadway in front of the establishment, in accordance with all applicable terms and conditions, laws and guidance. Businesses should print and prominently display their Open Storefronts email confirmation.

Resources - Outdoor Dining

Guidance for Indoor Dining

Restaurants and other food service establishments were allowed to reopen for indoor dining starting on February 12. They are subject to rigorous inspection protocols and strict occupancy limits. Some requirements include:

  • Make sure that seating in your indoor dining space does not exceed 25% maximum capacity
  • Check the temperature of every customer at the front door
  • Collect contact information from at least one customer in each party
  • Close bar tops for seating or serving
  • Offer COVID-19 protections like PPE for employees, make sure that employees are wearing face coverings at all times, and remind customers to wear face coverings when not eating or drinking
  • Place tables so that there is at least six feet between each dining party

Catered Private Events

New York State has increased the maximum size of in-person and catered private events from 50 people to 150 people.

A venue operator hosting an indoor event with more than 100 attendees, or outdoor event with more than 200 attendees, must notify the NYC Health Department at least five days prior by submitting an In-Person and Catered Event Notification Form.

For more details on New York State requirements, see page 7 of the NYS Interim Guidance for Food Services During the COVID-19 Public Health Emergency (PDF).

Resources - Indoor Dining

NYS Guidance for Businesses Selling or Serving Alcohol

On June 18, Governor Cuomo amended Executive Order 202.43 (EO) to include updated guidance for food and beverage establishments effective immediately.

Under the amended Executive Order 202.43, businesses selling or serving alcohol to be consumed at the business or elsewhere must ensure that everyone within 100 feet of their business is:

  • In compliance with open-container, social-distancing, and face-covering rules and
  • Following all existing rules, regulations, and laws.

Violations could result in having a license suspended or revoked, with fines up to $10,000 per violation.

Patrons can also be fined for breaking open container or social distancing rules.

Additionally, as part of the "Three Strikes and You're Closed" initiative, any establishment that receives three violations will be shut down. Outdoor dining is for just that: outdoor dining. New York State does not approve outdoor bars where you set up tables for people to place drinks and then have a block party of 100 people mingling outside. Citizens can report violations to the NYS Liquor Authority.

NYS Liquor Authority (SLA) Guidance on Outdoor Expansion of Licensed Premises in Response to COVID-19 Outbreak

Read SLA guidance and FAQs about on-premise licenses in relation to outdoor dining and "to-go" alcoholic beverages here.

Posters and Flyers

Download and print to hang in your place of business with information for employees and customers. If you would like to order copies of these posters and flyers by mail, call 311.


Dr. Fauci Just Said This Is the Only Safe Way to Eat at a Restaurant

The top infectious disease expert says you should only dine indoors if this one rule is being followed.

CNN

For many of us, one of the most difficult adjustments throughout the pandemic has been the loss of beloved local restaurants, diners, and cafés to temporary closures in the name of public health and safety. And while health experts agree that outdoor dining is much less risky than eating inside at a restaurant, some cities such as New York have recently announced they will slowly begin to reopen indoor dining as cold winter weather has made patios and sidewalk seating too frigid to bear. But according to Anthony Fauci, MD, White House chief COVID adviser, there's only one way to stay safe while dining indoors. Read on to see what staying safe while eating inside looks like, and for more places you need to avoid, check out This Is Where You're Most Likely to Catch COVID Now, New Study Says.

Shutterstock

While appearing on CNN on Feb. 2 with Don Lemon, Fauci addressed the issue of the imminent return of indoor dining in some areas. He explained that the only safe way to approach the practice is through social distancing of diners and making sure that tables are placed far enough apart from each other. "If you do indoor dining, you do it in a spaced way where you don't have people sitting right next to each other," he said. And for more ways you can protect yourself in public, find out why Dr. Fauci Says You Should Be Wearing This Kind of Mask Now.

iStock

Fauci, who has long been a vocal critic of the practice of eating indoors due to the potential dangers it presents, also took a moment to defend the hard calls he's had to make over the past year. He clarified that he was aware of the hardships such restrictions created for the restaurant industry, but that safety had to take priority.

"You know, people think sometimes that public health officials are oblivious to the economic considerations—not at all, I mean, we are very empathetic towards that," he confessed. "But we still have to maintain the public health measures if we're going to get our arms around this outbreak." And for more on getting coronavirus safety measures right, check out If Your Mask Doesn't Have These 4 Things, Get a New One, Doctor Says.

iStock

At another point in the interview, Fauci predicted that the end phases of the pandemic would likely begin before the end of the year, saying that society could "get back to normal" and people could resume some daily activities, like eating out safely, within the coming months. "I think if we do it right—if we really efficiently and effectively get people vaccinated—we can do that by the end of the summer [or] the beginning of the fall," he told Lemon.

But Fauci also emphasized that there were still plenty of major hurdles in the way before "normal" could become a reality again. "It's going to be a cohort effect, and what I mean by [that] is you that can't look at yourself in a vacuum," he explained. "Normal is a societal thing, so what we mean if we want our society to get back to normal, you have to get 70 to 85 percent of the population vaccinated. If you can get people protected and get an umbrella of what we call 'herd immunity,' the level of infection is going to go very, very low down in the community, and at that point, the entire community can get back to normal." And for more vaccine news, find out why If You're Over 65, You Shouldn't Get This New Vaccine, Experts Warn.

Shutterstock

New York Gov. Andrew Cuomo's decision to reopen indoor dining has reignited a debate over the topic. In New York City, the seven-day average of new cases per 100,000 people has increased from 40.2 on Dec. 11 when the decision was made to close dining rooms to 66.1 as of Jan. 29, Il New York Times rapporti. According to a study released by the U.S. Centers for Disease Control and Prevention (CDC) in September, those who reported eating out at a restaurant in the previous two weeks were more than twice as likely to test positive for COVID than those who had not—even if basic safety precautions were in place.

"Direction, ventilation, and intensity of airflow might affect virus transmission, even if social distancing measures and mask use are implemented according to current guidance," the agency said in their report. "Masks cannot be effectively worn while eating and drinking, whereas shopping and numerous other indoor activities do not preclude mask use."And for more on who's most likely to get you sick, check out This Is Who Is Most Likely to Give You COVID Now, New Study Says.


Be conscious of shared surfaces.

Although surface contact is not believed to be the primary way the virus spreads, experts still recommend being careful about surfaces that other people may have touched: tabletops, silverware and so forth. Looking at a chalkboard menu might be safer than picking up a laminated one.

If you do touch common surfaces, wash or sanitize your hands and don’t touch your face. Thoughtful restaurateurs will provide sanitizer throughout the establishment, but it’s a good idea to bring your own. If you need to wash your hands in the restroom, Dr. Hedberg suggested that its condition may give you an insight into the restaurant’s overall commitment to a sanitary environment.

Picking up a French fry or a burger with your bare hands is permissible, once you’ve taken care of personal hygiene. But you were probably doing that before the pandemic, too. “You should always be washing your hands before you eat,” Dr. Hedberg said.