Nuove ricette

Ricette Astice

Ricette Astice

Ciao a tutti sono Misya, ovvero Flavia Imperatore, ho 34 anni, sposata con Ivano e mamma di Elisa, sono napoletana,amante dei viaggi, del buon cibo e dell'ottima compagnia.


Come cucinare l'astice

L'astice è uno di quegli ingredienti che appiano sulle tavole solo in occasioni molto speciali. Una cenetta romantica, una cena da vigilia di Natale, un evento importante: non importa cosa si festeggi, ma questo crostaceo sancisce l'importanza del pasto con la sua polpa pregiata, che non richiede altro condimento se non olio e limone. Ecco qualche consiglio su come cucinare l'astice.

Ricette di primi con astice

Linguine all'astice

Maltagliati con fagioli e astice saltato

<h2>Astice o aragosta: cosa cambia?</h2>
Per un osservatore superficiale l'astice e l'aragosta sono piuttosto simili. Naturalmente è falso. Astice e aragosta sono entrambi decapodi - hanno cioè 10 zampe, come gli scampi. Ma, mentre l’astice appartiene alla famiglia degli astacidei, l’aragosta rientra nell’ordine dei palinuri. Il primo ha il carapace liscio ed è dotato di chele sugli arti, strumenti difensivi indispensabili per la cattura di prede. Il secondo invece ha a disposizione due lunghe antenne e, sul carapace, una serie di spine a difesa dell’organismo.

L'astice arriva a misurare dai 30 ai 40 centimetri, mentre l'aragosta mantiene dimensioni leggermente più contenute, dai 20 ai 40 centimetri.

L'astice predilige le acque fredde, come quelle delle coste atlantiche della Francia, della Gran Bretagna, della Norvegia. Ma gli esemplari migliori - contraddistinti dal carapace color blu-verdastro con profili arancione, si pescano nel mediterraneo. Quelli meno pregiati vengono dal Sud Africa. La corazza dell’aragosta è caratterizzata invece da un colore tendente all’aranciato, rosso-brunastro o viola-brunastro.

L'astice è molto apprezzato per le sue carni sode bianco-rosate e il sapore deciso. L'aragosta invece ha una polpa più dolce e delicata, meno dura e molto pregiata. Infine, l'astice è più economico dell'aragosta, il che lo rende un ingrediente preferibile, soprattutto per una cena importante con tanti ospiti da sfamare.

<h2>Perché si dice vada cucinato vivo?</h2>
La cottura dell'astice andrebbe sempre fatta dal vivo perché questo crostaceo deperisce molto velocemente. Una volta morto, la sua carne rimane fresca per pochissimo tempo, a meno che non subisca particolari processi di surgelamento.

In molti affrontano la cottura dell'astice come una vera e propria esecuzione dell'animale, con tanto di urla da parte del crostaceo. Il sibilo che si ode è solo l'aumento della pressione dei gas all'interno del carapace. Inoltre, gli astici muoiono al primo contatto con l'acqua bollente, senza ulteriori e inutili sofferenze.

Gli astici vivi sono pericolosi per noi che li cuciniamo, specie se ci viene in mente di togliere gli elastici che hanno attorno alle chele. Dato che in questa parte del corpo del crostaceo c'è una grande forza, necessaria per afferrare le prede, slegare le chele significa condannarsi a pizzichimi molto dolorosi. Per questo vanno cotti con le chele legate.

<h2>Astice alla griglia</h2>
Cuocere l'astice alla griglia è uno dei metodi più utilizzati per consumare questo gustoso crostaceo. Non deve essere cotto a fuoco vivo: la brace deve aver raggiunto una temperatura costante. Posiziona l'astice sulla griglia, dal lato della corazza, dopo aver inciso il ventre per far penetrare meglio il calore. Anche qui, quando la corazza sarà diventata rossa (fenomeno che osserverai dopo circa 10 minuti), sarà pronto da gustare. Puoi servire il tuo astice grigliato con delle verdure .

<h2>Astice al vapore</h2>
L'astice al vapore è il secondo metodo più utilizzato per cuocere l'astice. La bollitura del crostaceo va avanti per circa 20 minuti, da calcolare su ogni chilo di peso. Se stai utilizzando astici vivi, dovrai immergerli in acqua bollente.

Se hai scelto il crostaceo surgelato, bisognerà prima lasciarli in acqua tiepida per circa 30 minuti, prima di procedere alla bollitura. Per evitare che la cottura si arricci, lega l'astice su un cucchiaio di legno, in modo che la cottura sia uniforme. Una volta cotto con questa tecnica servi l' astice in salsa cremosa allo zenzero e gremolata .

<h2>Astice al forno</h2>
La cottura dell'astice al forno prevede la preparazione del crostaceo con un composto di odori e, se lo gradisci, del pangrattato per creare una deliziosa crosticina. In questo caso però la parte inferiore del corpo dell'astice dovrà essere pulita e aperta per accogliere i condimenti. Basteranno poi 10 minuti a 200°C per cuocere un perfetto astice gratinato .

<h2>Come pulirlo</h2>
Una volta cotto l'astice, si presenta un altro dilemma: come si pulisce? Tieni presente che, ultimata la cottura, ciò che otterrai sarà pari a circa il 40% del peso del crostaceo. Quindi prima di iniziare a cucinare, prima di fare la spesa, consulta bene la ricetta e scopri di quanta polpa hai bisogno qualora non sia indicato il numero di astici necessari.

L'astice può essere pulito crudo. Se lo hai acquistato fresco ma già morto, sciacqualo, elimina gli elastici sulle chele e togli la testa torcendola con un colpo secco e netto. Tienila da parte, potrà servirti per un brodetto. A questo punto esponi la corazza dell'astice e rimuovi completamente dalla carne il filo nero dell'intestino. Procedi con calma per non rovinare la carne.

Con una forbice incidi il carapace dalla parte della pancia, stando attenta alla polpa sottostante. Pratica anche un taglio sul dorso, apri i due lembi ed estrai la carne. Tieni anche questi scarti da parte. Puoi estrarre polpa anche dalle chele.

<h2>Come si apre da cotto</h2>
Per pulire l'astice cotto, taglia con le forbici i lati della pellicina più morbida posta sul ventre, sollevala ed estrai la polpa delicatamente. Con uno schiaccianoci, tira fuori dalle chele la polpa già cotta.

<h2>Come si capisce che è cotto</h2>
Il colore dell'astice allo stato brado varia dal marrone al bluastro, con striature più o meno scure. Il bel colore aranciato è solo un effetto della cottura. Quando la corazza raggiunge quella tonalità, significa che il crostaceo è pronto.

Spegni il fuoco appena il carapace comincia a diventare rosso e poi lascia l'astice nell'acqua fino a che non si sarà raffreddata. Non farlo cuocere più del necessario o rischi di ottenere della polpa dura e stopposa.

<h2>Idee antipasti con astice</h2>
Tra le migliori ricette con l'astice , per un lussuoso antipasto servi dei mini toast con astice e avocado, oppure dei bocconcini di astice grigliato conditi con olio e limone. Essendo una carne pregiata, si riservano poche preparazioni a questo momento del pasto, lasciando l'astice a primi e secondi piatti.

<h2>Idee per spaghetti e linguine</h2>
Con il suo gusto deciso, la polpa dell'astice si presta benissimo ad aromatizzare sughi e primi piatti di pasta. Il primo piatto più famoso legato a questo ingrediente sono le linguine all'astice . Ma se non ami la pasta lunga, punta sui maltagliati con fagioli e astice saltato : darai ai tuoi legumi un tocco di eleganza e una sferzata di sapore.

<h2>Idee secondi piatti con astice</h2>
Tra i secondi di pesce a base di astice puoi preparare l'astice grigliato con verdure, un'insalata tiepida di astice, oppure puntare su una preparazione un po' più sofisticata e puntare su una ceviche di astice con mango .

<h2>Come si conserva</h2>
Per conservare l'astice vivo devi avvolgerlo in un panno bagnato e tenerlo in frigorifero, dove può rimanere per un giorno al massimo. Altrimenti puoi tenerlo in una pentola o una bacinella riempita con acqua di mare: ma ricorda di cambiare spesso l'acqua perché questo crostaceo consuma molto ossigeno. Se hai preso più di un astice, mettili direttamente nella vasca da bagno. Puoi congelare il tuo astice mettendolo dentro un sacchetto ben chiuso, che riporrai in freezer a -18°C.


Occorrente

  • Per l'astice bollito: un astice da 500 g maionese.
  • Per l'astice alla catalana: 1 astice da un chilo 200 g di pomodorini 1 cipolla rossa di Tropea 1 cucchiaio di aceto sale e pepe q.b.
  • Per l'astice al forno: 4 astici 120 g di pan grattato 1 mazzetto di prezzemolo 1 spicchio di aglio origano olio extravergine di oliva sale e pepe q.b.
  • Per l'astice con rucola: 300 g di rucola 4 ravanelli medio-grandi 4 piccoli astici 2,5 dl di panna non dolce un cucchiaio di maionese sale e pepe q.b.
  • Per le coppette di avocado e astice: un astice da 800 g 4 avocado maturi 1 cipolla rossa 2 lime 1 pomodoro olio extravergine di oliva sale e pepe q.b.

Sostituendo i classici gamberi con polpa di astice, renderete il sempreverde cocktail di antipasto un’idea originale e diversa dal solito. La carne dell’astice è più polposa e delicata, e non servirà immergerla in tanta salsa per assaporarla.

Come si potrebbe resistere al tipico piatto che sfoggiano orgogliosamente nei ristoranti di pesce mediterranei? Di solito sono spaghetti, o tagliolini all’uovo, ma la pasta in generale con astice a vista è da noi considerato una pietanza regale. Si punta tutto sul soffritto, in cui fare rosolare 2 astici crudi (per 3-4 persone) per unire poi anche la passata di pomodoro. Appena gli astici sono cotti, toglieteli dal sugo e pulitene uno ricavando la carne da ogni parte (anche chele e zampe). Scolate al dente la pasta nel sugo e mantecate aggiungendo la carne di astice. Servite con accanto l’altro astice intero.


Astice gratinato

1) Tagliate 2 carote e 2 costole di sedano a bastoncini, 3 scalogni a metà, rosolateli per 10 minuti in 4 cucchiai d'olio con 1 foglia d'alloro e 2 rametti di timo, salate, aggiungete 3 grani di pepe e bagnate con 1 bicchiere di vino, il succo del limone e mezzo bicchiere d'acqua. Cuocete per 20 minuti, spegnete e lasciate riposare.

2) Tagliate gli astici a metà. Frullate 6 fette di pancarrè senza crosta con mezzo spicchio d'aglio, una manciata di foglie di prezzemolo, una fettina di zenzero, mezza cipolla, la scorza del limone, sale e pepe. Distribuite la farcia sui mezzi astici e aggiungete qualche fiocchetto di burro.

3) Passate gli astici a gratinare nel forno caldo a 200° C per 10 minuti e serviteli con le verdure tiepide.

I crostacei sono ottimi per la loro carne morbida e saporita, nel piatto sono di grande effetto per il colore rosso acceso del loro carapace, che si abbina perfettamente ai colori del Natale e del Capodanno ecco perchè non potrà mancare sulla vostra tavola delle Feste. L' astice gratinato è ricco di sapore facile da preparare, in poco tempo avrete un buonissimo piatto pronto da servire in tavola.


Tagliolini all'astice su crema di burrata

Per preparare l'astice alla catalana cominciate tagliando a rondelle sottili la cipolla rossa 1 (meglio se di Tropea) e mettetela a bagno in una ciotola coperta con acqua 2 e un cucchiaio di aceto per almeno 20 min.
Se avete acquistato un astice vivo, legate le sue chele con degli elastici spessi, in modo che non vi possa pizzicare.
Nel frattempo mettete a bollire una capiente pentola di acqua, nella quale immergerete rapidamente l&rsquoastice 3 (in alternativa potete utilizzare 2 astici da 600 grammi l'uno) precedentemente sciacquato sotto l&rsquoacqua corrente coprite immediatamente la pentola con un coperchio per evitare schizzi di acqua bollente dovuti al dimenarsi dell&rsquoastice trascorsi non più di 10-12 minuti, estraete l&rsquoastice dall&rsquoacqua e lasciatelo sgocciolare.

Prelevate l'astice dalla pentola e adagiatelo sul tagliere 4 con l'aiuto di un trinciapollo, tagliate la corazza dell'astice 5 sulla parte dell'addome per tutta la lunghezza, quindi divaricate la corazza ed estraete la polpa intera. 6
Volendo potete procedere anche in questo modo: separate la testa dell&rsquoastice dal resto del corpo, quindi con un trinciapollo, tagliate la corazza della coda per il lungo con delicatezza (sia sulla schiena che sull&rsquoaddome) in modo da estrarre la polpa tutta intera.

Una volta aperto l'astice in due parti 7 , tagliate la polpa dell'astice a rondelle, mentre con l&rsquoaiuto dell&rsquoapposito attrezzo o, in mancanza, con uno schiaccianoci (8-9), rompete il guscio delle chele e recuperatene la polpa interna estraendola tutta intera (avrà la stessa forma delle chele).

In una ciotolina raccogliete con un cucchiaino la parte molle contenuta nella testa dell&rsquoastice e mischiatela con olio, limone, sale e pepe macinato. (11-12)
Affettate ora i pomodori, conditeli con olio e sale e stendetene un letto su di un piatto da portata, adagiatevi la polpa dell&rsquoastice tagliata a rondelle e le chele, guarnite con le rondelle di cipolle precedentemente scolate e versatevi sopra la salsina preparata con olio, limone e la parte molle dell'astice raccolta col cucchiaino. 12


Astice alla Catalana

Per preparare gli spaghetti con astice in bellavista incominciate con la pulizia dell’astice. Prendete gli astici e con un coltello divideteli a metà per la lunghezza 1 , poi rompete le pareti delle chele con l'aiuto di uno schiaccianoci, in modo che la carne contenuta in esse rilasci i liquidi saporiti 2 . Tritate finemente lo scalogno 3 e

fatelo rosolare in una padella antiaderente con l’olio e gli spicchi d’aglio in camicia 4 quando l’aglio sarà dorato, toglietelo con delle pinze da cucina 5 e adagiate gli astici in padella 6 , facendoli saltare per 3-4 minuti.

Sfumate con il vino bianco 7 e fate cuocere a fuoco moderato per 2 minuti, quindi aggiungete la passata di pomodoro 8 che dovrà essere piuttosto densa. Cuocete per altri 4-5 minuti, facendo asciugare il sugo e rigirando di tanto in tanto gli astici per una cottura uniforme 9 .

Quando gli astici saranno pronti, toglieteli dal fuoco e metteteli su un tagliere 10 prolungate la cottura del sugo di pomodoro di altri 15 minuti, regolando di sale e pepe 11 . Nel frattempo, ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata che vi servirà per la cottura della pasta. Quando l’acqua avrà sfiorato il bollore, fate cuocere gli spaghetti al dente 12 .

Scolate la pasta 13 e aggiungetela al sugo 14 , mescolando bene con una spatola o con un cucchiaio di legno 15 .

Tagliate la polpa dell’astice a tocchetti 16 , poi con un coltello tagliate le chele 17 e prelevate la polpa in esse contenuta con un cucchiaino 18 . Se volete, potete conservare la corazza per la presentazione finale.

Aggiungete la polpa 19 , tenendone da parte una piccola quantità per decorare il piatto, e fate saltare gli spaghetti con il condimento per 2 minuti. Infine spegnete e aggiungete il prezzemolo tritato finemente agli spaghetti 20 . Una volta pronti 21 ,

con l’aiuto di un coppapasta ponete gli spaghetti in un piatto da portata 22 : potete guarnire con l’astice 23 e la polpa che avete tenuto da parte: i vostri spaghetti con astice in bellavista sono pronti per essere serviti 24 !


Secondi piatti con l'astice: le 10 migliori ricette


Oggi seguite i nostri consigli per realizzare 10 gustosi secondi piatti con l’astice. Le ricette che potete realizzare con questo prelibato ingrediente sono davvero tantissime. Anzittuto chiariamo che l’astice è un crostaceo di cui esistono due varietà: quello europeo e quello americano che differiscono per il colore della corazza. Quello americano ha infatti un colore molto più vivo. Tra i due tipi di astice viene preferito quello europeo per un sapore migliore. Questo tipo di astice viene pescato nel Mediterraneo, sulle rive del Marocco, nell’Oceano Atlantico e in Norvegia e viene esportato in tutto il mondo. I piatti che si possono preparare sono tanti, diversi e gustosissimi. Oggi scopriremo i 10 migliori secondi piatti!

Ecco tante idee per servire deliziose torte rustiche pasquali durante il vostro pranzo con amici e parenti: ricette originali e gustosissime, tutte da prov.

Ecco tante idee veloci e originali per portare in tavola un menù di Pasqua vegetariano completo, dall'antipasto al dolce

Lo sapevate che lo zucchero, se conservato correttamente, può durare quasi per sempre? E che il cioccolato fondente può rimanere in dispensa fino a due a.

Per assicurarci di vivere una vita più ecosostenibile, ecco qualche consiglio per trasformare la nostra cucina in versione green

Prezzo, etichetta e denominazione: ecco alcuni trucchi per scegliere un vino di discreta qualità anche tra gli scaffali del supermercato

Una volta cotte, ci troviamo spesso a fare i conti con la difficoltà di sgusciare le uova sode: noi vi sveliamo alcuni metodi infallibili


  1. Preparate il court bouillon seguendo la nostra ricetta, fatelo raffreddare e poi riportatelo a bollore.
  2. Lavate gli astici sotto l’acqua corrente, poi tuffateli nella pentola con il court bouillon bollente, e coprite subito con un coperchio. Se volete che alla fine i vostri astici siano allungati e non ripiegati su se stessi, prima di cuocerli legateli ad una tavoletta o ad un cucchiaio di legno da cucina.

GIeGI è stata collaboratrice di Buttalapasta dal 2008 al 2013, spaziando tra tutte le tipologie di ricette, con un occhio di riguardo a quelle della tradizione regionale.


Preparazione

Versare in una padella dell'olio extra vergine di olive insieme allo spicchio d'aglio sbucciato, unire lo scalogno tagliato grossolanamente e farlo orare.
Aggiungere gli astici (preferibilmente non interi ma spezzati) e dopo averli fatti girare per un paio di minuti, versare il vino nella padella e sfumare.

Lasciare cuocere per circa 10-15 minuti, aggiungere i pomodorini, il sale e continuare la cottura per altri 10 minuti ancora.

Cuocere a parte gli spaghetti, scolarli al dente e unirli in padella in cui avranno completato la cottura gli astici dopo aver eliminato lo spicchio d'aglio.

Completare il condimento con il prezzemolo ed eventualmente una bella manciata di peperoncino se vogliamo dare un tocco piccante al nostro primo di pesce.


Video: Paccheri con lastice - Marta e lastice (Ottobre 2021).