Nuove ricette

La migliore ricetta degli scones

La migliore ricetta degli scones


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

  • Ricette
  • Tipo di piatto
  • Pane
  • panetti

Dopo molte prove ed errori, sono arrivato a questa ricetta base di scone che rivaleggia con la migliore.

Angela Martini

381 persone lo hanno fatto

IngredientiPorzioni: 12

  • 250 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di cremor tartaro
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 pizzico di sale
  • 4 cucchiai di margarina
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 125 ml (4 once fluide) di latte
  • 2 cucchiai di latte

MetodoPreparazione:15min ›Cottura:10min ›Pronto in:25min

  1. Preriscaldare il forno a 220 C / Gas 7. Rivestire una teglia con carta da forno.
  2. In una ciotola setacciate la farina, il cremor tartaro, il bicarbonato e il sale.
  3. Strofinare il burro fino a quando il composto non assomiglia al pangrattato fine. Incorporare lo zucchero e il latte quanto basta per ottenere un impasto morbido.
  4. Rovesciare su un piano infarinato, impastare leggermente e stendere ad uno spessore di 2 cm. Tagliare a rondelle di 5 cm e adagiarle sulla teglia preparata. Spennellare con il latte per glassare.
  5. Cuocere in forno preriscaldato per 10 minuti poi raffreddare su una gratella. Servire con burro o panna rappresa e marmellata.

Visualizzato recentemente

Recensioni e valutazioniValutazione globale media:(268)

Recensioni in inglese (224)

Quantità di ingredienti alterati. Usato farina autolievitante invece di mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio e 1 cucchiaino di lievito in polvere 30 z di latte fanno 8 focaccine perfette Enjoy-01 Aug 2010

di NINGENSUKI

Non so come gli altri ragazzi maneggiano l'impasto in questa ricetta, ma lo scelgo lo stesso, nonostante le recensioni negative a causa del basso contenuto di grassi. Un paio di consigli per questa ricetta: 1) Non "overub-in" il burro. Sì! si prega di utilizzare il burro per l'aroma, al posto della margarina.2)Assicurarsi che tutto sia estremamente freddo.3)Non impastare l'impasto per più di 8-10 volte, anche quando rimangono delle briciole, basta tamponarle sull'impasto quando lo modellate sulla teglia.4)Invece di cremor tartaro e bicarbonato di sodio, aggiungete 2 cucchiaini di lievito in polvere.Ho fatto molti tanti scones prima, ma mai e poi mai tagliarli a cerchi come suggerito nelle ricette. Invece stendere l'impasto in un cerchio da 6" e setacciare il cerchio in 6 triangoli è il mio metodo preferito.-08 ottobre 2001

di AnnaG

Questa è l'unica ricetta di scone di cui hai bisogno! Questi risultano perfetti ogni volta e non sono carichi di grasso come alcune focaccine. Li faccio con il burro invece della margarina e di solito uso 3 cucchiai di zucchero invece di 2 (1/8 di tazza). Buone aggiunte sono 1 cucchiaio di scorza d'arancia e mirtilli rossi secchi o 1/2 tazza di mirtilli congelati.-20 settembre 2002


Focaccine definitive

Preriscaldare il forno a 220°C/gas 7/ventilato a 200°C e imburrare leggermente una teglia (a meno che non si utilizzi una teglia antiaderente). Versate la farina in una ciotola con il sale. Spara nel burro, quindi strofina insieme con le dita per ottenere un composto sbriciolato ragionevolmente fine, sollevando per aerare il composto mentre procedi. Cerca di non strofinare eccessivamente, poiché la miscela sarà più leggera se è un po' traballante. Incorporare ora lo zucchero.

Misurare il latticello, quindi incorporare il latte per farlo ammorbidire. Con un coltello a lama tonda fare un po' di un pozzo al centro della miscela di farina, quindi versare la maggior parte di questo composto di latticello, tenendone un po' indietro nel caso non fosse necessario. Usando il coltello, lavorare delicatamente il composto fino a formare un impasto morbido, quasi appiccicoso. Lavorare tutti i pezzi secchi sciolti della miscela con il resto del latticello. Non lavorare troppo a questo punto o indurirai l'impasto.

Sollevare la palla di pasta morbida dalla ciotola e metterla su una superficie leggermente infarinata. Impastare il composto solo 3-4 volte per eliminare le crepe.

Battere delicatamente l'impasto con le mani fino a uno spessore non inferiore a 2 cm e non superiore a 2,5 cm. Immergere un coppapasta rotondo da 5,5 cm in una ciotola di farina – questo aiuta a non far attaccare l'impasto, quindi ritagliare gli scones premendo velocemente e con decisione sul taglierino con il palmo della mano – non torcerlo. Sentirai l'impasto emettere un grande sospiro mentre la taglierina entra. Raccogli leggermente i ritagli, quindi tampona e ritaglia un altro paio di focaccine.

Mettere sulla teglia e setacciare sopra una leggera spolverata di farina o glassa se lo si desidera. Infornare per 10-12 minuti fino a quando non saranno lievitati e dorati. Raffreddare su una gratella, scoperta se preferite le cime croccanti, o coperta con un panno per quelle morbide.

Servire con marmellata di fragole e una generosa quantità di panna rappresa (i Cornish mettono prima la marmellata, poi la panna, i Devoniani il contrario). Mangiali più freschi che puoi.


Cos'è uno Scone?

Le focaccine sono una delle nostre prelibatezze preferite per la colazione!! Ci sono così tante varietà tra cui scegliere e oggi abbiamo voluto condividere una semplice ricetta di focaccine che può essere personalizzata come vuoi tu.

Ma cos'è una focaccina? La focaccina varia a seconda di dove vivi. Per qualche ragione le persone che vivono nello Utah preparano una focaccina dolce molto simile al pane fritto, ma per il resto del mondo una focaccina è molto simile a un biscotto.

Uno scone differisce da un biscotto per la quantità di zucchero e grasso e utilizza ingredienti sia dolci che salati per insaporire. Una focaccina più tradizionale è abbastanza semplice e spesso condita con burro, marmellata o panna rappresa. Questa ricetta scone utilizza i mirtilli per un sapore extra. Continua a leggere per altre deliziose varianti di sapore che potresti provare.


Motivi per cui le tue focaccine non salgono

Come detto sopra, ci sono una serie di ragioni per cui le focaccine non salgono. Sfortunatamente, alcuni lotti semplicemente non aumentano come dovrebbero, anche se apparentemente hai fatto tutto bene.

Alcune cose che possono influenzare l'aumento dei tuoi scones sono:

  • Altitudine e umidità – l'altitudine maggiore aiuta con l'aumento
  • Lasciare riposare l'impasto troppo a lungo prima di infornare
  • Usando burro caldo o fuso
  • Impasto troppo umido o troppo secco
  • Non mescolare bene il burro con la farina prima di aggiungere il latte
  • Usando il vecchio lievito in polvere o la farina
  • Impastare troppo l'impasto
  • Ruotando il tagliabiscotti quando si ritagliano i cerchi
  • Infornare prima che sia stata raggiunta la temperatura precisa

Puoi vedere che fare focaccine è pieno di problemi. Se stai contando su uno scone super soffice e ben lievitato, potresti non ottenerlo al primo tentativo (o ogni volta che li prepari).

La buona notizia è che anche quando gli scones non salgono, sono comunque molto gustosi e di solito sono ancora soffici all'interno. Anche se ho momenti in cui gli scones non salgono, sono sempre soffici e leggeri. L'unica volta che non lo saranno è se li mescoli troppo.

Aggiungere la frutta agli scones

Ci sono molti modi diversi per cambiare queste focaccine, se vuoi. Alcune delle nostre aggiunte preferite sono:

  • uva passa
  • Mirtilli rossi secchi
  • mirtilli
  • Scorza di limone
  • Patatine al cioccolato

Se decidi di aggiungere frutta a questa ricetta, è meglio usare frutta disidratata, come uvetta o mirtilli rossi secchi. La frutta fresca, ad eccezione dei frutti di bosco, di solito contiene troppa acqua, che modificherà la consistenza degli scones.

La miscelazione in pezzi di cioccolato aggiunge anche un tocco dolce a questo classico. Assicurati solo di prendere in considerazione il contenuto di zucchero del cioccolato e aggiungi meno zucchero se non vuoi una focaccina super dolce.

Posso congelare questi scones?

L'impasto di questa ricetta si congela bene. Una volta amalgamati tutti gli ingredienti potete congelarlo in un sacchetto di plastica sigillato. Quando si riporta l'impasto a temperatura, assicurarsi di non utilizzare il microonde poiché ciò comprometterà la consistenza dell'impasto.

È anche possibile congelare gli scones già cotti. Assicurati che si siano completamente raffreddati prima di sigillarli in un sacchetto per congelatore con tutta l'aria spremuta fuori. Si conservano fino a un mese.


  • Ciotola grande
  • Piccola ciotola
  • Frusta
  • Teglia
  • Pergamena
  • Tagliabiscotti
  • Griglia e cucchiai

Se stai cercando una ricetta di scone irlandese tradizionale, autentica e semplice, sei nel posto giusto. Ecco come li fai (e non dimenticare di ottenere la ricetta completa con le misure, nella pagina in basso):

  1. Potenza della farina! Aggiungere la farina autolievitante in una ciotola capiente.
  2. Burro congelato : Grattugiare il burro congelato nella ciotola. Il burro congelato è il mio ingrediente segreto qui e spiego perché nella prossima sezione.
  3. Aggiungi le tue correzioni. Mescolare l'uvetta, il lievito e lo zucchero.
  4. Latte e uova. Sbattere le uova e il latte in una piccola ciotola separata, aggiungere nella ciotola e mescolare fino a formare un impasto morbido.
  5. Premi e taglia. Su un piano infarinato premete gli scones e poi ritagliateli con un tagliabiscotti. Unire l'impasto avanzato e ripetere fino a esaurire tutto.
  6. Tempo di cottura! Disponete gli scones su una teglia foderata di carta da forno. Dopo aver portato il forno a 425 gradi, infornare prima di raffreddare su una gratella.
  7. È ora di mangiare! Una volta che gli scones si saranno raffreddati, aggiungete il burro, la marmellata e la panna fresca.

Domande frequenti

Posso congelare gli scones?

Si, puoi. Potete congelarli dopo averli tagliati a spicchi su una teglia foderata di carta da forno. Puoi quindi cuocerli subito o conservarli in un sacchetto a chiusura lampo per un massimo di 3 mesi.

Posso usare altra frutta secca?

Sì, certo che puoi. Puoi personalizzare questa ricetta aggiungendo mirtilli rossi secchi, uvetta dorata, gocce di cioccolato o frutti di bosco freschi.

Puoi anche unire due o tre frutta secca insieme per fare gli scones.


Come fare la focaccina perfetta?

È una parte essenziale dello stile di vita britannico ed è minacciato. Felicity Cloake parte alla ricerca della ricetta perfetta per gli scone. Unisciti alla causa, perché se svanisce, è scone per sempre.

Scone con burro e marmellata. Fotografia: Felicity Mantello

Scone con burro e marmellata. Fotografia: Felicity Mantello

Ah, la grande focaccina britannica. Una cosina dall'aspetto così innocuo – semplice davvero, in confronto al cupcake esagerato o al macaron sgargiante – ma quanto più prezioso di questi prodotti da forno più alla moda? L'onesto scone non ha glassa zuccherina o ganache dall'esotico profumo dietro cui nascondersi - si erge o cade sulla sua assoluta freschezza, motivo per cui è impossibile (e per favore correggimi se sbaglio) acquistare un buon esempio sulla strada principale .

Le due sale da tè sono altrettanto inaffidabili, perché gli scones dovrebbero essere gustati direttamente dal forno, con solo brevissime pause per i condimenti necessari (a rischio di perdere alcuni di voi proprio qui, ammetto ora che sono un grumoso denari crema) – che li rende un foraggio ideale per i fornai casalinghi. Il problema è che le focaccine al di sotto degli standard possono essere davvero deludenti - piccole pietre arricciate dense che valgono a malapena lo sforzo di imburrare - ma senza il nostro supporto, la cosa coraggiosa è in pericolo di estinzione. I seguenti risultati sono il mio umile contributo alla causa della loro conservazione.

Ogni produttore di focaccine aspira ai trionfi torreggianti del soufflé - la miracolosa trasformazione di farina e grasso in una nuvola fluttuante di pasta soffice - ma troppo spesso finisce con biscotti ostinatamente piatti. L'agente lievitante è chiaramente importantissimo, ma gli scrittori di libri di cucina sono divisi su quale dia i migliori risultati. Ho sempre usato il bicarbonato di sodio, ma trovo ricette che richiedono lievito, farina autolievitante, cremor tartaro e una combinazione di tutto quanto sopra.

Cremor tartaro, bicarbonato di sodio e lievito. Fotografia: Felicity Mantello

Anche se mi piacerebbe pensare di avere una buona conoscenza della cucina di base, a questo punto devo fermarmi e cercare la differenza tra questi ingredienti familiari. Il bicarbonato, imparo, è un alcali che reagisce con gli acidi (il latticello è la mia scelta abituale, ma si può usare anche il cremor tartaro o il succo di limone) per creare l'anidride carbonica che fa salire la miscela. Il lievito in polvere è semplicemente una miscela di bicarbonato e cremor tartaro e alla farina autolievitante è già stato aggiunto il lievito. Quindi, in teoria, tutti e tre dovrebbero dare risultati abbastanza simili.

In teoria. Ma queste cose vanno sempre verificate. Quindi allineo i miei agenti di allevamento, rispolvero il mio pinny e mi imbarco nell'equivalente da forno di Iron Man. Prima di tutto, è la mia solita ricetta: gli scones al latticello di Sophie Grigson, che richiedono farina e bicarbonato. Quindi preparo la ricetta di Leiths usando solo farina autolievitante, e poi una ricetta di Rachel Allen con bicarbonato di sodio e cremor tartaro. Infine, c'è l'interpretazione di Marcus Wareing dello scone perfetto, che sbatte sopra il budino sia con farina autolievitante che con lievito extra (un metodo preferito anche da Gary Rhodes, noto: questi tipi cheffy non sanno mai quando andarsene da soli) .

Li preparo tutti esattamente allo stesso modo: setacciando la farina, il lievito e il sale in una ciotola, sbattendo velocemente il burro freddo, incorporando lo zucchero e poi aggiungendo il liquido (latticello, latte, oppure latte e uova a seconda della ricetta ) e impastare il tutto per ottenere un impasto. Questa viene poi modellata in uno spessore uniforme, ritagliata, spennellata con un po' di latte e infornata a 200°C per 12 minuti.

Diverse ore piacevoli dopo, ho 24 scones che si raffreddano su una griglia, carini come bottoni al forno (puoi vedere un'immagine di ciascuno dei risultati in questa galleria). Le focaccine al latticello di Sophie Grigson hanno un aspetto quasi granuloso, mentre quelle di Marcus e Rachel hanno un colore dorato intenso, presumibilmente grazie alle uova nelle loro ricette. Rifiutando di lasciarmi distrarre da dettagli frivoli, tiro fuori il metro a nastro. Svettano magnificamente sul resto (di un buon paio di millimetri) gli scones della fragrante Rachel Allen (bicarbonato e cremor tartaro). Non molto indietro ci sono quelli di Marcus Wareing (farina e lievito autolievitanti), seguiti da quelli di Sophie Grigson (bicarb) e infine, dall'aspetto leggermente tozzo, gli scones di farina autolievitanti di Leiths. C'è solo mezzo centimetro tra questi ei vincitori, ma in termini scone, questo li rende un fallimento.

In rialzo per ricetta: Rachel Allen, Leiths con farina 00 e Leiths con farina autolievitante. Fotografia: Felicity Mantello

Questo mi fa pensare al ruolo degli altri ingredienti. La ricetta di Rachel prevedeva anche la farina 00 italiana consigliata anche dal mastro fornaio Dan Lepard: potrebbe essere stato questo il responsabile della loro consistenza leggera come una piuma? Decido di fare un'altra partita di focaccine Leiths come prova, sostituendo la farina autolievitante della ricetta originale con la farina 00 e il lievito. I risultati sono più impressionanti del lotto iniziale, ma non alti quanto quello di Rachel, il che mi suggerisce che sia la combinazione di agenti lievitanti (bicarbonato e cremor tartaro) e farina extrafine che qui ha fatto la differenza.

Avendo goduto di molti buoni numeri fruttati nelle loro varie sale da tè nel corso degli anni, non posso ignorare il libro di ricette tradizionali per l'ora del tè del National Trust, anche se sono sorpreso di scoprire che richiede strutto oltre che burro. (So ​​che il grasso di maiale produce una bella pasta sfoglia, ma sembra uno strano ingrediente in qualcosa di più pane come una focaccina.) Sono comunque adorabili - come sottolinea l'autrice, Jane Pettigrew, "nonostante non contengano uova, queste ricette fa focaccine leggere e ben lievitate": friabili, leggere come una piuma e che spingono decisamente Rachel e Marcus nei pali dell'altezza.

Nel corso della mia ricerca, mi sono imbattuto in molte altre affermazioni riguardanti la focaccina definitiva: giù a River Cottage, ad esempio, il fornaio Dan Stevens ritiene che sia tutto nella preparazione. "Il vero segreto delle focaccine", dice, "è lavorare [la miscela] il meno possibile". Delia, nel frattempo, pensa che la vera prova del coraggio di un produttore di focaccine arrivi all'ultimo minuto: "non arrotolare [l'impasto] più sottile di 2,5 cm", avverte, "e spingere, non torcere il tagliapasta. " Alcuni puristi condannano addirittura l'uso del mattarello per esercitare una violenza non necessaria sull'impasto.

Quindi, nel corso della mia maratona di pasticceria, ho diviso tutti i lotti a metà. Con alcuni, smetto di intromettermi nel momento in cui si uniscono in un impasto, mentre il resto si gode cinque minuti in più di impasto. Ne preparo delicatamente alcuni e arrotolo allegramente il resto. Con l'aiuto del mio fidato metro a nastro, la parte superiore più alta 3 cm e la più piccola sono la metà dell'altezza. Faccio persino sforzi coraggiosi per smettere di torcere la fresa, che risulta essere più difficile di quanto sembri.

In ogni singolo caso, l'impasto troppo lavorato produce un risultato più denso e meno ben lievitato, e gli scones che erano partiti più piatti rimangono tali. Quelle che si sono liberate dalla tirannia del mattarello sono forse un po' meglio lievitate in generale, ma hanno un aspetto selvaggio, indisciplinato, mentre le partite che hanno beneficiato di un uso più attento del cutter sono tutte leggermente sbilenche – grazie al fatto che ho dovuto spingere l'impasto con le dita.

Ma la vera prova è stata nel mangiare, doloroso come è sempre infilarsi in una focaccina senza una comoda coperta di grasso e marmellata. La ricetta di Sophie Grigson ha una nota nota di bicarbonato che sembra piuttosto amara e saponosa accanto alla dolcezza delle focaccine Leiths più piatte. La trama di entrambi è più densa degli altri, anche se non in modo spiacevole. Le ricette di Marcus Wareing e Rachel Allen sono entrambe ricche e ricche di uova, con una mollica umida e dorata: deliziose, ma secondo me, più simili a una torta che a una focaccina. Le versioni lard, che non contengono zucchero, sono piacevolmente puritane, come si addice all'eredità scozzese della focaccina, friabili e assolutamente deliziose una volta che sono state ricompensate con una cucchiaiata di marmellata di lamponi. Sono un convertito alla ricetta del National Trust:

Focaccina con ricetta del National Trust - clicca sull'immagine per ingrandirla. Fotografia: Felicity Mantello

350 g di farina autolievitante, setacciata
50 g di burro, ammorbidito
50 g di strutto, ammorbidito
100-115 ml di latte

Preriscaldare il forno a 190°C. Ungete due teglie da forno. Strofinare i grassi nella farina, lavorando il più velocemente e leggermente possibile con le mani fredde. Aggiungere latte a sufficienza per ottenere un impasto morbido simile al pane. Su una spianatoia infarinata stendere ad uno spessore di 1,5 cm e tagliare a rondelle con un tagliapasta di 6 cm. Disporre sulle teglie preparate e cuocere per 15-20 minuti fino a quando saranno leggermente dorati e ben lievitati. Sfornare e far raffreddare su una gratella.

Sono lievitati bene, avevano una consistenza meravigliosamente leggera e, con l'aggiunta di solo un pizzico di zucchero, si adattavano perfettamente ai miei gusti sobri. Chi ha un'inclinazione più decadente farebbe bene a provare la versione di Rachel Allen: ricca, leggera e dolce, sono abbastanza buone da mangiare da sole e, naturalmente, ancora meglio condite con marmellata. Il segreto, credo, qualunque sia la vostra preferenza, è non lesinare sull'agente lievitante (la farina autolievitante da sola non sembra fare il lavoro), lavorare l'impasto il meno possibile - e assicurarsi di non arrotolatela troppo sottile prima di tagliarla.

Quali sono i tuoi segreti per una focaccina superba? Aggiungi la panna e poi la marmellata, o è una sciocchezza pagana dell'entroterra? E infine, la grande domanda: è uno skon o uno skoan nella tua famiglia?


Passaggio 1: preparare l'impasto

Avrai bisogno di una ciotola GRANDE e di un misurino da 2 tazze.

  1. Preriscaldare il forno a 400 gradi.
  2. Nella ciotola grande, mescola la farina, lo zucchero, il lievito, il bicarbonato di sodio e il sale. Unire accuratamente gli ingredienti.
  3. Sbucciare un piccolo limone negli ingredienti secchi (usare solo la parte gialla, non la parte bianca) quindi mescolare accuratamente la scorza negli ingredienti secchi.
  4. Tagliare il burro a pezzetti e spargerlo negli ingredienti secchi. Usando le dita, unisci il burro agli ingredienti secchi fino a ottenere un aspetto simile alla farina di mais. Lascia qualche pezzetto di burro delle dimensioni di piccoli piselli, questo renderà le tue focaccine friabili.
  5. Nel misurino da 2 tazze, schiacciare la banana sbucciata e mescolare finché non si sarà liquefatta.
  6. Dividere il tuorlo e l'albume dell'uovo. Aggiungere il tuorlo agli INGREDIENTI BAGNATI e mettere da parte gli albumi (li userete tra un minuto).
  7. Aggiungi il succo di METÀ del tuo limone.
  8. Versare abbastanza latticello per fare 1 tazza di liquido. A seconda delle dimensioni della tua banana, potresti aggiungere un paio di cucchiaini fino a qualche cucchiaio. L'obiettivo. il gol? Per avere una tazza piena di ingredienti umidi.
  9. Mescolare bene gli ingredienti liquidi.
  10. Ora, TUTTO IN UNA VOLTA, versa gli ingredienti umidi negli ingredienti secchi. Usando una forchetta, mescola fino a quando gli ingredienti secchi e quelli umidi non si saranno amalgamati. Sarai tentato di continuare a mescolare, ma non farlo. Una volta che l'ultima farina sul fondo della tua grande ciotola è stata inumidita, fermati. Questo richiede solo una dozzina di mescolate con la forchetta.

Davvero, è abbastanza semplice. Ecco le 8 segreti Ho imparato negli anni a fare ottimi scones inglesi.

  1. Preriscaldare il forno a una temperatura molto calda - 230 ° C/450 ° F
  2. Inizia con ingredienti freddi e mantieni tutto freddo.
  3. Grattugiare il burro freddo (anche congelato) nella farina e strofinare, ma lasciare piccoli "sassolini" di burro per una maggiore friabilità
  4. Aggiungere il latte freddo tutto in una volta e mescolare velocemente con la lama di un coltello da tavola.
  5. Sformare su una spianatoia MOLTO leggermente infarinata e impastare brevemente... con questo intendo contare velocemente fino a 30 e fermarsi.
  6. Resistere all'aggiunta di più farina: questo impasto è pensato per essere appiccicoso.
  7. Utilizzare un cutter infarinato e NON torcere il cutter. Basta premere verso il basso per tagliare. (Suggerimento: utilizzare un bicchiere infarinato se non si dispone di un tagliapasta)
  8. Non appena gli scones escono dal forno, avvolgerli in un canovaccio pulito per trattenere l'umidità.

Come con qualsiasi focaccina, è davvero meglio se vengono mangiati caldi dal forno. E, voglio dire, chi potrebbe resistere a questo? Ma, anche se questa è la migliore ricetta di focaccine inglesi di sempre, potresti averne qualcuna avanzata.
Puoi conservare gli scones in un contenitore ermetico per il giorno successivo, ma riscaldarli nel microonde prima di dividerli e condirli con marmellata e panna.
Tuttavia, è meglio CONGELARE gli scones avanzati in modo che non si secchino. Mi piace avvolgerli singolarmente in un involucro di plastica, quindi inserirli tutti in una busta con chiusura a zip.
Per scongelare, è sufficiente rimuovere la pellicola e scongelare per 20 secondi nel microonde, girando a metà. È come una focaccina fresca? No, niente batte una focaccina appena sfornata, ma al limite, penso che vada bene.

Puoi crearne uno tuo abbastanza facilmente! Ci vogliono solo due ingredienti: farina normale o per tutti gli usi e lievito. Ricorda solo che le diverse marche di lievito in polvere si comportano in modo diverso. Quindi è consigliabile controllare le istruzioni sulla confezione del lievito in polvere che si sta utilizzando.
In Australia per fare la farina autolievitante ti servirà 2 cucchiaini di lievito in polvere per ogni tazza di farina semplice. Tuttavia nel stati Uniti, avrai solo bisogno 1 e frac14 cucchiaini di lievito in polvere per tazza di farina (per tutti gli usi). In altri paesi, controlla la marca di lievito in polvere.


Scones cannella e zabaione

Mi chiedo cosa fare con quel litro di zabaione. oltre a berlo, ovviamente? Usalo per preparare queste deliziose focaccine al profumo di zabaione e alla cannella.

Ingredienti

  • 2 3/4 tazze (326 g) di farina per tutti gli usi non sbiancata di King Arthur
  • 1/4 tazza (50 g) di zucchero
  • 3/4 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata
  • 8 cucchiai (113 g) di burro, freddo, tagliato a fettine o a cubetti
  • 1 tazza (156 g) di scaglie di cannella o pezzetti di cannella
  • 1 uovo grande
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia o 1/2 cucchiaino di sapore di zabaione
  • 3/4 tazza (199 g) di zabaione freddo

Istruzioni

In una grande ciotola, sbatti insieme tutti gli ingredienti secchi.

Lavorare il burro solo fino a quando il composto non è friabile in modo non uniforme, è possibile che alcuni pezzi di burro più grandi rimangano non incorporati.

Unire le scaglie di cannella.

In una ciotola separata, sbatti insieme l'uovo, la vaniglia o un altro sapore di zabaione e lo zabaione.

Perfeziona la tua tecnica

Infornare con lo zabaione

Aggiungere gli ingredienti liquidi agli ingredienti secchi e mescolare fino a quando tutto è inumidito e si tiene insieme.

Trasferire l'impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato, un tappetino in silicone funziona bene qui.

Dividere l'impasto a metà ogni metà peserà circa 18 grammi. Arrotolare e tamponare ciascuna metà in un cerchio di 6 1/2 "di circa 3/4" di spessore.

Usando un coltello o un coltello da banco che hai passato sotto l'acqua fredda, taglia ogni cerchio in 6 spicchi. In alternativa, usa un cutter rotondo da 2 1/4 "per tagliare ogni cerchio in 6-8 giri, raccogliendo, arrotolando e tagliando gli scarti. Oppure taglia un cerchio a spicchi, l'altro a rondelle.

Se hai fatto degli spicchi, trasferisci il cerchio di spicchi su una teglia leggermente unta o foderata di pergamena. Tirare via con cautela i cunei dal centro per separarli solo un po', dovrebbe esserci uno spazio di circa 1/2 "tra di loro, ai loro bordi esterni.

Se hai fatto dei giri, trasferiscili sulla teglia preparata, posizionandoli vicini tra loro e lasciando circa 1/2 pollice tra loro.

Spennellare ogni focaccina con un po' di zabaione e cospargere con zucchero bianco frizzante o zucchero alla cannella.

Per una consistenza migliore e una lievitazione più alta, metti la teglia degli scones nel congelatore per 30 minuti, scoperta. Mentre gli scones si raffreddano, preriscaldare il forno a 425°F.

Cuocere gli scones per circa 20 minuti, o fino a quando non saranno dorati. Quando tiri via uno dagli altri, dovrebbe sembrare cotto, ma non dovrebbe sembrare bagnato o non cotto.

Togliete gli scones dal forno e fateli raffreddare brevemente sulla teglia. Servire caldo. Quando sono completamente freddi, avvolgili nella plastica e conservali a temperatura ambiente per un massimo di diversi giorni.

I consigli dei nostri fornai

Perché congelare gli scones prima di infornare? Perché 30 minuti nel congelatore raffreddano e induriscono il burro, il che alla fine renderà gli scones un po' più friabili.



Commenti:

  1. Volney

    Hai rapidamente trovato una risposta così incomparabile?

  2. Hezekiah

    Hai torto. Sono sicuro. Posso difendere la mia posizione.

  3. Rawls

    Bravo, il tuo pensiero è fantastico

  4. Clayton

    Sono le informazioni giuste

  5. Voodoogrel

    Secondo me, commetti un errore. Posso difendere la posizione. Scrivimi in PM, parleremo.

  6. Jameel

    C'è qualcosa in questo. Grazie per le informazioni, ora lo saprò.



Scrivi un messaggio