Nuove ricette

Time nomina José Andrés una delle 100 persone più influenti del 2018

Time nomina José Andrés una delle 100 persone più influenti del 2018


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il caro amico Emeril Lagasse ha scritto il tributo di Andrés

Emeril Lagasse descrive Andrés come un'icona culinaria, un brillante ristoratore e un eroe

La rivista Time ha pubblicato la sua lista annuale delle 100 persone più influenti del mondo. Per la seconda volta in sei anni, lo chef José Andrés è stato nominato vincitore insieme ad altri 99, tra cui la prodigio dello snowboard Chloe Kim, il rapper Cardi B e gli studenti di Parkland, in Florida.

Il tributo di Andrés è stato scritto dal suo caro amico Emeril Lagasse, uno chef in stile New Orleans vincitore del James Beard Award, amato per la sua cucina creola e cajun. Il 58enne descrive Andrés come un'icona culinaria, un brillante ristoratore e un eroe.

“I suoi soccorsi in luoghi colpiti da disastri naturali come Haiti e Porto Rico hanno avuto effetti profondi e duraturi. Fornendo pasti a persone in situazioni terribili e disperate, non solo pone fine alla loro fame, ma offre loro un potente senso di speranza per il futuro", ha scritto Lagasse.

Andrés e la sua organizzazione no profit World Central Kitchen hanno dato da mangiare a diversi milioni di persone a Porto Rico, in Texas e a Città del Messico nel 2017 a seguito di uragani, inondazioni e terremoti. Ha anche cucinato pasti per californiani sfollati da violenti incendi. Il 48enne originario della Spagna è un grande sostenitore dell'immigrazione e la James Beard Foundation lo ha anche recentemente nominato "Umanitario dell'anno".

Se pensavi che questo ragazzo non potesse migliorare, ti sbagli. Secondo GrubStreet, Andrés riceverà anche una laurea honoris causa a maggio dalla Tufts University per il suo servizio pubblico. Non c'è da meravigliarsi se Lagasse chiama il suo amico "eccezionale, generoso, compassionevole". Hai bisogno di un altro motivo per amare José Andrés? Ecco 18!


Time nomina José Andrés una delle 100 persone più influenti del 2018 - Ricette

Quando pensi agli uomini d'affari cinesi nelle Filippine, forse Henry Sy è il primo che viene in mente. È il fondatore del gruppo SM che possiede centri commerciali e supermercati in tutto il paese. Allo stesso modo Tony Tan, il fondatore di Jolibee, è anche un uomo d'affari cinese il cui impero del fast food continua ad espandersi a livello nazionale e internazionale. Con una nuova ondata di migranti cinesi arrivano gli stessi guai sperimentati dai filippini nel 1917. Molti dei lavoratori cinesi lavorano illegalmente mentre si fingono turisti. Gli investitori hanno causato l'aumento dei prezzi delle case costringendo molti filippini ad uscire dal mercato. Al governo manca la volontà di fare qualcosa per quella che alcuni hanno definito una strisciante invasione cinese.

Questa vignetta è molto interessante alla luce della recente dichiarazione di Duterte che è giusto che gli ufficiali del PNP accettino piccoli doni di poco valore se vengono offerti. L'ex capo del PNP Bato e l'attuale capo Albayalde hanno entrambi ammesso di aver preso regali, principalmente cibo, durante "occasioni speciali", che è esattamente ciò che viene raffigurato in questo cartone animato. Al politico vengono offerti un prosciutto e un po' di frutta in un'occasione speciale e l'implicazione è che si tratta di una tangente indiretta. Forse Duterte non ha ricevuto regali da uomini d'affari cinesi, ma ne ha incontrati molti a Malacañang e la loro influenza su di lui non può essere negata. Molti dei suoi amici più cari, come Jose Kho e Dennis Uy, sono uomini d'affari cinesi.

C'è qualcuno che non sa che la Cina è una delle principali fonti di droghe illegali nelle Filippine? Lo ha detto Duterte, lo ha detto il PNP e lo ha detto il PDEA. La maggior parte della droga proviene dalla Cina e anche con la guerra alla droga non c'è stata tregua. Nascondono la droga in lattine di biscotti, pallet, furgoni e persino sollevatori magnetici e si intrufolano attraverso la dogana senza problemi. Quando la droga è per strada la polizia non è in grado di impedirne la distribuzione. Alcuni poliziotti sono persino coinvolti nello spaccio di droga! E chi ha preso il fuoco nella guerra alla droga? Il piccolo pesce. "Le classi inferiori subiscono la pena" dell'arresto, della reclusione o persino della morte per mano del PNP o degli assassini di motociclisti. I pesci grossi come Peter Lim nuotano via.

Al momento della stesura di questo documento Duterte è alla sua quinta visita in Cina. Le navi da guerra cinesi stanno transitando nel WPS. L'esercito cinese continua a costruire su isole che appartengono alle Filippine. Un'azienda cinese sta guidando la ricostruzione di Marawi, mentre l'amico d'affari cinese di Duterte, Dennis Uy, si è aggiudicato un contratto per una terza telecomunicazioni. Prestiti cinesi sono stati promessi per finanziare l'iniziativa Build Build Build di Duterte. Ovunque guardi nelle Filippine, è Cina, Cina, Cina! Ma non è una novità. Poiché queste vignette dimostrano che i problemi con i commercianti cinesi sono piuttosto vecchi, così come le accuse di razzismo. Chiunque sollevi questioni sui cinesi o metta in dubbio i veri motivi della Cina nel voler essere amico delle Filippine è accusato di sinofobia.

Nel bene e nel male i cinesi continueranno a influenzare e dominare gli affari, la finanza e la politica nelle Filippine. I filippini dovranno abituarsi. Forse potrebbero imparare qualcosa dall'etica del lavoro cinese.


Time nomina José Andrés una delle 100 persone più influenti del 2018 - Ricette

Quando pensi agli uomini d'affari cinesi nelle Filippine, forse Henry Sy è il primo che viene in mente. È il fondatore del gruppo SM che possiede centri commerciali e supermercati in tutto il paese. Allo stesso modo Tony Tan, il fondatore di Jolibee, è anche un uomo d'affari cinese il cui impero del fast food continua ad espandersi a livello nazionale e internazionale. Con una nuova ondata di migranti cinesi arrivano gli stessi guai sperimentati dai filippini nel 1917. Molti dei lavoratori cinesi lavorano illegalmente mentre si fingono turisti. Gli investitori hanno causato l'aumento dei prezzi delle case costringendo molti filippini ad uscire dal mercato. Al governo manca la volontà di fare qualcosa per quella che alcuni hanno definito una strisciante invasione cinese.

Questa vignetta è molto interessante alla luce della recente dichiarazione di Duterte che è giusto che gli ufficiali del PNP accettino piccoli doni di poco valore se vengono offerti. L'ex capo del PNP Bato e l'attuale capo Albayalde hanno entrambi ammesso di aver preso regali, principalmente cibo, durante "occasioni speciali", che è esattamente ciò che viene raffigurato in questo cartone animato. Al politico vengono offerti un prosciutto e un po' di frutta in un'occasione speciale e l'implicazione è che si tratta di una tangente indiretta. Forse Duterte non ha ricevuto regali da uomini d'affari cinesi, ma ne ha incontrati molti a Malacañang e la loro influenza su di lui non può essere negata. Molti dei suoi amici più cari, come Jose Kho e Dennis Uy, sono uomini d'affari cinesi.

C'è qualcuno che non sa che la Cina è una delle principali fonti di droghe illegali nelle Filippine? Lo ha detto Duterte, lo ha detto il PNP e lo ha detto il PDEA. La maggior parte della droga proviene dalla Cina e anche con la guerra alla droga non c'è stata tregua. Nascondono la droga in lattine di biscotti, pallet, furgoni e persino sollevatori magnetici e si intrufolano attraverso la dogana senza problemi. Quando la droga è per strada la polizia non è in grado di impedirne la distribuzione. Alcuni poliziotti sono persino coinvolti nello spaccio di droga! E chi ha preso il fuoco nella guerra alla droga? Il piccolo pesce. "Le classi inferiori subiscono la pena" dell'arresto, della reclusione o persino della morte per mano del PNP o degli assassini di motociclisti. I pesci grossi come Peter Lim nuotano via.

Al momento della stesura di questo documento Duterte è alla sua quinta visita in Cina. Le navi da guerra cinesi stanno transitando nel WPS. L'esercito cinese continua a costruire su isole che appartengono alle Filippine. Un'azienda cinese sta guidando la ricostruzione di Marawi, mentre l'amico d'affari cinese di Duterte, Dennis Uy, si è aggiudicato un contratto per una terza telecomunicazioni. Prestiti cinesi sono stati promessi per finanziare l'iniziativa Build Build Build di Duterte. Ovunque guardi nelle Filippine, è Cina, Cina, Cina! Ma non è una novità. Poiché queste vignette dimostrano che i problemi con i commercianti cinesi sono piuttosto vecchi, così come le accuse di razzismo. Chiunque sollevi questioni sui cinesi o metta in dubbio i veri motivi della Cina nel voler essere amico delle Filippine è accusato di sinofobia.

Nel bene e nel male i cinesi continueranno a influenzare e dominare gli affari, la finanza e la politica nelle Filippine. I filippini dovranno abituarsi. Forse potrebbero imparare qualcosa dall'etica del lavoro cinese.


Time nomina José Andrés una delle 100 persone più influenti del 2018 - Ricette

Quando pensi agli uomini d'affari cinesi nelle Filippine, forse Henry Sy è il primo che viene in mente. È il fondatore del gruppo SM che possiede centri commerciali e supermercati in tutto il paese. Allo stesso modo Tony Tan, il fondatore di Jolibee, è anche un uomo d'affari cinese il cui impero del fast food continua ad espandersi a livello nazionale e internazionale. Con una nuova ondata di migranti cinesi arrivano gli stessi guai sperimentati dai filippini nel 1917. Molti dei lavoratori cinesi lavorano illegalmente mentre si fingono turisti. Gli investitori hanno causato l'aumento dei prezzi delle case costringendo molti filippini ad uscire dal mercato. Al governo manca la volontà di fare qualcosa per quella che alcuni hanno definito una strisciante invasione cinese.

Questa vignetta è molto interessante alla luce della recente dichiarazione di Duterte che è giusto che gli ufficiali del PNP accettino piccoli doni di poco valore se vengono offerti. L'ex capo del PNP Bato e l'attuale capo Albayalde hanno entrambi ammesso di aver preso regali, principalmente cibo, durante "occasioni speciali", che è esattamente ciò che viene raffigurato in questo cartone animato. Al politico vengono offerti un prosciutto e un po' di frutta in un'occasione speciale e l'implicazione è che si tratta di una tangente indiretta. Forse Duterte non ha ricevuto regali da uomini d'affari cinesi, ma ne ha incontrati molti a Malacañang e la loro influenza su di lui non può essere negata. Molti dei suoi amici più cari, come Jose Kho e Dennis Uy, sono uomini d'affari cinesi.

C'è qualcuno che non sa che la Cina è una delle principali fonti di droghe illegali nelle Filippine? Lo ha detto Duterte, lo ha detto il PNP e lo ha detto il PDEA. La maggior parte della droga proviene dalla Cina e anche con la guerra alla droga non c'è stata tregua. Nascondono la droga in lattine di biscotti, pallet, furgoni e persino sollevatori magnetici e si intrufolano attraverso la dogana senza problemi. Quando la droga è per strada la polizia non è in grado di impedirne la distribuzione. Alcuni poliziotti sono persino coinvolti nello spaccio di droga! E chi ha preso il fuoco nella guerra alla droga? Il piccolo pesce. "Le classi inferiori subiscono la pena" dell'arresto, della reclusione o persino della morte per mano del PNP o degli assassini di motociclisti. I pesci grossi come Peter Lim nuotano via.

Al momento della stesura di questo documento Duterte è alla sua quinta visita in Cina. Le navi da guerra cinesi stanno transitando nel WPS. L'esercito cinese continua a costruire su isole che appartengono alle Filippine. Un'azienda cinese sta guidando la ricostruzione di Marawi, mentre l'amico d'affari cinese di Duterte, Dennis Uy, si è aggiudicato un contratto per una terza telecomunicazioni. Prestiti cinesi sono stati promessi per finanziare l'iniziativa Build Build Build di Duterte. Ovunque guardi nelle Filippine, è Cina, Cina, Cina! Ma non è una novità. Poiché queste vignette dimostrano che i problemi con i commercianti cinesi sono piuttosto vecchi, così come le accuse di razzismo. Chiunque sollevi le questioni sui cinesi o metta in dubbio i veri motivi della Cina nel voler essere amico delle Filippine è accusato di sinofobia.

Nel bene e nel male i cinesi continueranno a influenzare e dominare gli affari, la finanza e la politica nelle Filippine. I filippini dovranno abituarsi. Forse potrebbero imparare qualcosa dall'etica del lavoro cinese.


Time nomina José Andrés una delle 100 persone più influenti del 2018 - Ricette

Quando pensi agli uomini d'affari cinesi nelle Filippine, forse Henry Sy è il primo che viene in mente. È il fondatore del gruppo SM che possiede centri commerciali e supermercati in tutto il paese. Allo stesso modo Tony Tan, il fondatore di Jolibee, è anche un uomo d'affari cinese il cui impero del fast food continua ad espandersi a livello nazionale e internazionale. Con una nuova ondata di migranti cinesi arrivano gli stessi guai sperimentati dai filippini nel 1917. Molti dei lavoratori cinesi lavorano illegalmente mentre si fingono turisti. Gli investitori hanno causato l'aumento dei prezzi delle case costringendo molti filippini ad uscire dal mercato. Al governo manca la volontà di fare qualcosa per quella che alcuni hanno definito una strisciante invasione cinese.

Questa vignetta è molto interessante alla luce della recente dichiarazione di Duterte che è giusto che gli ufficiali del PNP accettino piccoli doni di poco valore se vengono offerti. L'ex capo del PNP Bato e l'attuale capo Albayalde hanno entrambi ammesso di aver preso regali, principalmente cibo, durante "occasioni speciali", che è esattamente ciò che viene raffigurato in questo cartone animato. Al politico vengono offerti un prosciutto e un po' di frutta in un'occasione speciale e l'implicazione è che si tratta di una tangente indiretta. Forse Duterte non ha ricevuto regali da uomini d'affari cinesi, ma ne ha incontrati molti a Malacañang e la loro influenza su di lui non può essere negata. Molti dei suoi amici più cari, come Jose Kho e Dennis Uy, sono uomini d'affari cinesi.

C'è qualcuno che non sa che la Cina è una delle principali fonti di droghe illegali nelle Filippine? Lo ha detto Duterte, lo ha detto il PNP e lo ha detto il PDEA. La maggior parte della droga proviene dalla Cina e anche con la guerra alla droga non c'è stata tregua. Nascondono la droga in lattine di biscotti, pallet, furgoni e persino sollevatori magnetici e si intrufolano attraverso la dogana senza problemi. Quando la droga è per strada la polizia non è in grado di impedirne la distribuzione. Alcuni poliziotti sono persino coinvolti nello spaccio di droga! E chi ha preso il fuoco nella guerra alla droga? Il piccolo pesce. "Le classi inferiori subiscono la pena" dell'arresto, della reclusione o persino della morte per mano del PNP o degli assassini di motociclisti. I pesci grossi come Peter Lim nuotano via.

Al momento della stesura di questo documento Duterte è alla sua quinta visita in Cina. Le navi da guerra cinesi stanno facendo il passaggio nel WPS. L'esercito cinese continua a costruire su isole che appartengono alle Filippine. Un'azienda cinese sta guidando la ricostruzione di Marawi, mentre l'amico d'affari cinese di Duterte, Dennis Uy, si è aggiudicato un contratto per una terza telecomunicazioni. Prestiti cinesi sono stati promessi per finanziare l'iniziativa Build Build Build di Duterte. Ovunque guardi nelle Filippine, è Cina, Cina, Cina! Ma non è una novità. Poiché queste vignette dimostrano che i problemi con i commercianti cinesi sono piuttosto vecchi, così come le accuse di razzismo. Chiunque sollevi le questioni sui cinesi o metta in dubbio i veri motivi della Cina nel voler essere amico delle Filippine è accusato di sinofobia.

Nel bene e nel male i cinesi continueranno a influenzare e dominare gli affari, la finanza e la politica nelle Filippine. I filippini dovranno abituarsi. Forse potrebbero imparare qualcosa dall'etica del lavoro cinese.


Time nomina José Andrés una delle 100 persone più influenti del 2018 - Ricette

Quando pensi agli uomini d'affari cinesi nelle Filippine, forse Henry Sy è il primo che viene in mente. È il fondatore del gruppo SM che possiede centri commerciali e supermercati in tutto il paese. Allo stesso modo Tony Tan, il fondatore di Jolibee, è anche un uomo d'affari cinese il cui impero del fast food continua ad espandersi a livello nazionale e internazionale. Con una nuova ondata di migranti cinesi arrivano gli stessi guai sperimentati dai filippini nel 1917. Molti dei lavoratori cinesi lavorano illegalmente mentre si fingono turisti. Gli investitori hanno causato l'aumento dei prezzi delle case costringendo molti filippini ad uscire dal mercato. Al governo manca la volontà di fare qualcosa per quella che alcuni hanno definito una strisciante invasione cinese.

Questa vignetta è molto interessante alla luce della recente dichiarazione di Duterte che è giusto che gli ufficiali del PNP accettino piccoli doni di poco valore se vengono offerti. L'ex capo del PNP Bato e l'attuale capo Albayalde hanno entrambi ammesso di aver preso regali, principalmente cibo, durante "occasioni speciali", che è esattamente ciò che viene raffigurato in questo cartone animato. Al politico vengono offerti un prosciutto e un po' di frutta in un'occasione speciale e l'implicazione è che si tratta di una tangente indiretta. Forse Duterte non ha ricevuto regali da uomini d'affari cinesi, ma ne ha incontrati molti a Malacañang e la loro influenza su di lui non può essere negata. Molti dei suoi amici più cari, come Jose Kho e Dennis Uy, sono uomini d'affari cinesi.

C'è qualcuno che non sa che la Cina è una delle principali fonti di droghe illegali nelle Filippine? Lo ha detto Duterte, lo ha detto il PNP e lo ha detto il PDEA. La maggior parte della droga proviene dalla Cina e anche con la guerra alla droga non c'è stata tregua. Nascondono la droga in lattine di biscotti, pallet, furgoni e persino sollevatori magnetici e si intrufolano attraverso la dogana senza problemi. Quando la droga è per strada la polizia non è in grado di impedirne la distribuzione. Alcuni poliziotti sono persino coinvolti nello spaccio di droga! E chi ha preso il fuoco nella guerra alla droga? Il piccolo pesce. "Le classi inferiori subiscono la pena" dell'arresto, della reclusione o persino della morte per mano del PNP o degli assassini di motociclisti. I pesci grossi come Peter Lim nuotano via.

Al momento della stesura di questo documento Duterte è alla sua quinta visita in Cina. Le navi da guerra cinesi stanno transitando nel WPS. L'esercito cinese continua a costruire su isole che appartengono alle Filippine. Un'azienda cinese sta guidando la ricostruzione di Marawi, mentre l'amico d'affari cinese di Duterte, Dennis Uy, si è aggiudicato un contratto per una terza telecomunicazioni. Prestiti cinesi sono stati promessi per finanziare l'iniziativa Build Build Build di Duterte. Ovunque guardi nelle Filippine, è Cina, Cina, Cina! Ma non è una novità. Poiché queste vignette dimostrano che i problemi con i commercianti cinesi sono piuttosto vecchi, così come le accuse di razzismo. Chiunque sollevi questioni sui cinesi o metta in dubbio i veri motivi della Cina nel voler essere amico delle Filippine è accusato di sinofobia.

Nel bene e nel male i cinesi continueranno a influenzare e dominare gli affari, la finanza e la politica nelle Filippine. I filippini dovranno abituarsi. Forse potrebbero imparare qualcosa dall'etica del lavoro cinese.


Time nomina José Andrés una delle 100 persone più influenti del 2018 - Ricette

Quando pensi agli uomini d'affari cinesi nelle Filippine, forse Henry Sy è il primo che viene in mente. È il fondatore del gruppo SM che possiede centri commerciali e supermercati in tutto il paese. Allo stesso modo Tony Tan, il fondatore di Jolibee, è anche un uomo d'affari cinese il cui impero del fast food continua ad espandersi a livello nazionale e internazionale. Con una nuova ondata di migranti cinesi arrivano gli stessi guai sperimentati dai filippini nel 1917. Molti dei lavoratori cinesi lavorano illegalmente mentre si fingono turisti. Gli investitori hanno causato l'aumento dei prezzi delle case costringendo molti filippini ad uscire dal mercato. Al governo manca la volontà di fare qualcosa per quella che alcuni hanno definito una strisciante invasione cinese.

Questa vignetta è molto interessante alla luce della recente dichiarazione di Duterte che è giusto che gli ufficiali del PNP accettino piccoli doni di poco valore se vengono offerti. L'ex capo del PNP Bato e l'attuale capo Albayalde hanno entrambi ammesso di aver preso regali, principalmente cibo, durante "occasioni speciali", che è esattamente ciò che viene raffigurato in questo cartone animato. Al politico vengono offerti un prosciutto e un po' di frutta in un'occasione speciale e l'implicazione è che si tratta di una tangente indiretta. Forse Duterte non ha ricevuto regali da uomini d'affari cinesi, ma ne ha incontrati molti a Malacañang e la loro influenza su di lui non può essere negata. Molti dei suoi amici più cari, come Jose Kho e Dennis Uy, sono uomini d'affari cinesi.

C'è qualcuno che non sa che la Cina è una delle principali fonti di droghe illegali nelle Filippine? Lo ha detto Duterte, lo ha detto il PNP e lo ha detto il PDEA. La maggior parte della droga proviene dalla Cina e anche con la guerra alla droga non c'è stata tregua. Nascondono la droga in lattine di biscotti, pallet, furgoni e persino sollevatori magnetici e si intrufolano attraverso la dogana senza problemi. Quando la droga è per strada la polizia non è in grado di impedirne la distribuzione. Alcuni poliziotti sono persino coinvolti nello spaccio di droga! E chi ha preso il fuoco nella guerra alla droga? Il piccolo pesce. "Le classi inferiori subiscono la pena" dell'arresto, della reclusione o persino della morte per mano del PNP o degli assassini di motociclisti. I pesci grossi come Peter Lim nuotano via.

Al momento della stesura di questo documento Duterte è alla sua quinta visita in Cina. Le navi da guerra cinesi stanno facendo il passaggio nel WPS. L'esercito cinese continua a costruire su isole che appartengono alle Filippine. Un'azienda cinese sta guidando la ricostruzione di Marawi, mentre l'amico d'affari cinese di Duterte, Dennis Uy, si è aggiudicato un contratto per una terza telecomunicazioni. Prestiti cinesi sono stati promessi per finanziare l'iniziativa Build Build Build di Duterte. Ovunque guardi nelle Filippine, è Cina, Cina, Cina! Ma non è una novità. Poiché queste vignette dimostrano che i problemi con i commercianti cinesi sono piuttosto vecchi, così come le accuse di razzismo. Chiunque sollevi le questioni sui cinesi o metta in dubbio i veri motivi della Cina nel voler essere amico delle Filippine è accusato di sinofobia.

Nel bene e nel male i cinesi continueranno a influenzare e dominare gli affari, la finanza e la politica nelle Filippine. I filippini dovranno abituarsi. Forse potrebbero imparare qualcosa dall'etica del lavoro cinese.


Time nomina José Andrés una delle 100 persone più influenti del 2018 - Ricette

Quando pensi agli uomini d'affari cinesi nelle Filippine, forse Henry Sy è il primo che viene in mente. È il fondatore del gruppo SM che possiede centri commerciali e supermercati in tutto il paese. Allo stesso modo Tony Tan, il fondatore di Jolibee, è anche un uomo d'affari cinese il cui impero del fast food continua ad espandersi a livello nazionale e internazionale. Con una nuova ondata di migranti cinesi arrivano gli stessi guai sperimentati dai filippini nel 1917. Molti dei lavoratori cinesi lavorano illegalmente mentre si fingono turisti. Gli investitori hanno causato l'aumento dei prezzi delle case costringendo molti filippini ad uscire dal mercato. Al governo manca la volontà di fare qualcosa per quella che alcuni hanno definito una strisciante invasione cinese.

Questa vignetta è molto interessante alla luce della recente dichiarazione di Duterte che è giusto che gli ufficiali del PNP accettino piccoli doni di poco valore se vengono offerti. L'ex capo del PNP Bato e l'attuale capo Albayalde hanno entrambi ammesso di aver preso regali, principalmente cibo, durante "occasioni speciali", che è esattamente ciò che viene raffigurato in questo cartone animato. Al politico vengono offerti un prosciutto e un po' di frutta in un'occasione speciale e l'implicazione è che si tratta di una tangente indiretta. Forse Duterte non ha ricevuto regali da uomini d'affari cinesi, ma ne ha incontrati molti a Malacañang e la loro influenza su di lui non può essere negata. Molti dei suoi amici più cari, come Jose Kho e Dennis Uy, sono uomini d'affari cinesi.

C'è qualcuno che non sa che la Cina è una delle principali fonti di droghe illegali nelle Filippine? Lo ha detto Duterte, lo ha detto il PNP e lo ha detto il PDEA. La maggior parte della droga proviene dalla Cina e anche con la guerra alla droga non c'è stata tregua. Nascondono la droga in lattine di biscotti, pallet, furgoni e persino sollevatori magnetici e si intrufolano attraverso la dogana senza problemi. Quando la droga è per strada la polizia non è in grado di impedirne la distribuzione. Alcuni poliziotti sono persino coinvolti nello spaccio di droga! E chi ha preso il fuoco nella guerra alla droga? Il piccolo pesce. "Le classi inferiori subiscono la pena" dell'arresto, della reclusione o persino della morte per mano del PNP o degli assassini di motociclisti. I pesci grossi come Peter Lim nuotano via.

Al momento della stesura di questo documento Duterte è alla sua quinta visita in Cina. Le navi da guerra cinesi stanno transitando nel WPS. L'esercito cinese continua a costruire su isole che appartengono alle Filippine. Un'azienda cinese sta guidando la ricostruzione di Marawi, mentre l'amico d'affari cinese di Duterte, Dennis Uy, si è aggiudicato un contratto per una terza telecomunicazioni. Prestiti cinesi sono stati promessi per finanziare l'iniziativa Build Build Build di Duterte. Ovunque guardi nelle Filippine, è Cina, Cina, Cina! Ma non è una novità. Poiché queste vignette dimostrano che i problemi con i commercianti cinesi sono piuttosto vecchi, così come le accuse di razzismo. Chiunque sollevi questioni sui cinesi o metta in dubbio i veri motivi della Cina nel voler essere amico delle Filippine è accusato di sinofobia.

Nel bene e nel male i cinesi continueranno a influenzare e dominare gli affari, la finanza e la politica nelle Filippine. I filippini dovranno abituarsi. Forse potrebbero imparare qualcosa dall'etica del lavoro cinese.


Time nomina José Andrés una delle 100 persone più influenti del 2018 - Ricette

Quando pensi agli uomini d'affari cinesi nelle Filippine, forse Henry Sy è il primo che viene in mente. È il fondatore del gruppo SM che possiede centri commerciali e supermercati in tutto il paese. Allo stesso modo Tony Tan, il fondatore di Jolibee, è anche un uomo d'affari cinese il cui impero del fast food continua ad espandersi a livello nazionale e internazionale. Con una nuova ondata di migranti cinesi arrivano gli stessi guai sperimentati dai filippini nel 1917. Molti dei lavoratori cinesi lavorano illegalmente mentre si fingono turisti. Gli investitori hanno causato l'aumento dei prezzi delle case costringendo molti filippini ad uscire dal mercato. Al governo manca la volontà di fare qualcosa per quella che alcuni hanno definito una strisciante invasione cinese.

Questa vignetta è molto interessante alla luce della recente dichiarazione di Duterte che è giusto che gli ufficiali del PNP accettino piccoli doni di poco valore se vengono offerti. L'ex capo del PNP Bato e l'attuale capo Albayalde hanno entrambi ammesso di aver preso regali, principalmente cibo, durante "occasioni speciali", che è esattamente ciò che viene raffigurato in questo cartone animato. Al politico vengono offerti un prosciutto e un po' di frutta in un'occasione speciale e l'implicazione è che si tratta di una tangente indiretta. Forse Duterte non ha ricevuto regali da uomini d'affari cinesi, ma ne ha incontrati molti a Malacañang e la loro influenza su di lui non può essere negata. Molti dei suoi amici più cari, come Jose Kho e Dennis Uy, sono uomini d'affari cinesi.

C'è qualcuno che non sa che la Cina è una delle principali fonti di droghe illegali nelle Filippine? Lo ha detto Duterte, lo ha detto il PNP e lo ha detto il PDEA. La maggior parte della droga proviene dalla Cina e anche con la guerra alla droga non c'è stata tregua. Nascondono la droga in lattine di biscotti, pallet, furgoni e persino sollevatori magnetici e si intrufolano attraverso la dogana senza problemi. Quando la droga è per strada la polizia non è in grado di impedirne la distribuzione. Alcuni poliziotti sono persino coinvolti nello spaccio di droga! E chi ha preso il fuoco nella guerra alla droga? Il piccolo pesce. "Le classi inferiori subiscono la pena" dell'arresto, della reclusione o persino della morte per mano del PNP o degli assassini di motociclisti. I pesci grossi come Peter Lim nuotano via.

Al momento della stesura di questo documento Duterte è alla sua quinta visita in Cina. Le navi da guerra cinesi stanno transitando nel WPS. L'esercito cinese continua a costruire su isole che appartengono alle Filippine. Un'azienda cinese sta guidando la ricostruzione di Marawi, mentre l'amico d'affari cinese di Duterte, Dennis Uy, si è aggiudicato un contratto per una terza telecomunicazioni. Sono stati promessi prestiti cinesi per finanziare l'iniziativa Build Build Build di Duterte. Ovunque guardi nelle Filippine, è Cina, Cina, Cina! Ma non è una novità. Poiché queste vignette dimostrano che i problemi con i commercianti cinesi sono piuttosto vecchi, così come le accuse di razzismo. Chiunque sollevi questioni sui cinesi o metta in dubbio i veri motivi della Cina nel voler essere amico delle Filippine è accusato di sinofobia.

Nel bene e nel male i cinesi continueranno a influenzare e dominare gli affari, la finanza e la politica nelle Filippine. I filippini dovranno abituarsi. Forse potrebbero imparare qualcosa dall'etica del lavoro cinese.


Time nomina José Andrés una delle 100 persone più influenti del 2018 - Ricette

Quando pensi agli uomini d'affari cinesi nelle Filippine, forse Henry Sy è il primo che viene in mente. È il fondatore del gruppo SM che possiede centri commerciali e supermercati in tutto il paese. Allo stesso modo Tony Tan, il fondatore di Jolibee, è anche un uomo d'affari cinese il cui impero del fast food continua ad espandersi a livello nazionale e internazionale. Con una nuova ondata di migranti cinesi arrivano gli stessi guai sperimentati dai filippini nel 1917. Molti dei lavoratori cinesi lavorano illegalmente mentre si fingono turisti. Gli investitori hanno causato l'aumento dei prezzi delle case costringendo molti filippini ad uscire dal mercato. Al governo manca la volontà di fare qualcosa per quella che alcuni hanno definito una strisciante invasione cinese.

Questa vignetta è molto interessante alla luce della recente dichiarazione di Duterte che è giusto che gli ufficiali del PNP accettino piccoli doni di poco valore se vengono offerti. L'ex capo del PNP Bato e l'attuale capo Albayalde hanno entrambi ammesso di aver preso regali, principalmente cibo, durante "occasioni speciali", che è esattamente ciò che viene raffigurato in questo cartone animato. Al politico vengono offerti un prosciutto e un po' di frutta in un'occasione speciale e l'implicazione è che si tratta di una tangente indiretta. Forse Duterte non ha ricevuto regali da uomini d'affari cinesi, ma ne ha incontrati molti a Malacañang e la loro influenza su di lui non può essere negata. Molti dei suoi amici più cari, come Jose Kho e Dennis Uy, sono uomini d'affari cinesi.

C'è qualcuno che non sa che la Cina è una delle principali fonti di droghe illegali nelle Filippine? Lo ha detto Duterte, lo ha detto il PNP e lo ha detto il PDEA. La maggior parte della droga proviene dalla Cina e anche con la guerra alla droga non c'è stata tregua. Nascondono la droga in lattine di biscotti, pallet, furgoni e persino sollevatori magnetici e si intrufolano attraverso la dogana senza problemi. Quando la droga è per strada la polizia non è in grado di impedirne la distribuzione. Alcuni poliziotti sono persino coinvolti nello spaccio di droga! E chi ha preso il fuoco nella guerra alla droga? Il piccolo pesce. "Le classi inferiori subiscono la pena" dell'arresto, della reclusione o persino della morte per mano del PNP o degli assassini di motociclisti. I pesci grossi come Peter Lim nuotano via.

Al momento della stesura di questo documento Duterte è alla sua quinta visita in Cina. Le navi da guerra cinesi stanno transitando nel WPS. L'esercito cinese continua a costruire su isole che appartengono alle Filippine. Un'azienda cinese sta guidando la ricostruzione di Marawi, mentre l'amico d'affari cinese di Duterte, Dennis Uy, si è aggiudicato un contratto per una terza telecomunicazioni. Chinese loans have been promised to finance Duterte's Build Build Build initiative. Everywhere you look in the Philippines it's China, China, China! But that is nothing new. As these cartoons demonstrate the problems with Chinese merchants is quite old as are charges of racism. Anyone who brings up the issues about the Chinese or questions China's true motives in wishing to be friends with the Philippines is accused of sinophobia.

For good or for ill the Chinese will continue to influence and dominate business, finance, and politics in the Philippines. Filipinos will have to get use to it. Perhaps they could learn a thing or two from the Chinese work ethic.


Time Names José Andrés One of Its 100 Most Influential People of 2018 - Recipes

When you think of Chinese businessmen in the Philippines perhaps Henry Sy is the first to come to mind. He is the founder of the SM Group which owns malls and supermarkets throughout the country. Likewise Tony Tan, the founder of Jolibee, is also a Chinese businessman whose fast food empire continues to expand nationally and internationally. With a new wave of Chinese migrants comes the same woes experienced by Filipinos in 1917. Many of the Chinese workers are working illegally while posing as tourists. Investors have caused housing prices to rise forcing many Filipinos out of the market. The government lacks the will to do anything about what some have called a creeping Chinese invasion.

This cartoon is very interesting in light of the recent pronouncement by Duterte that it is ok for PNP officers to take small gifts of little value if they are offered. Former PNP Chief Bato and current Chief Albayalde both admitted to taking gifts, food mostly, during "special occasions" which is exactly what is being depicted in this cartoon. The politician is being offered a ham and some fruit on a special occasion and the implication is that this is an indirect bribe. Perhaps Duterte has not taken gifts from Chinese businessmen but he has met with plenty of them in Malacañang and their influence on him cannot be denied. Many of his closest friends, like Jose Kho and Dennis Uy, are Chinese businessmen.

Is there anyone who does not know that China is a major source for illegal drugs in the Philippines? Duterte has said it, the PNP has said it, and the PDEA has said it. Most drugs come from China and even with the drug war there has been no let up. They hide drugs in biscuit cans, pallets, vans, and even magnetic lifters and they sneak on through customs with no problem. When the drugs are on the street the police are incapable to prevent their distribution. Some police are even involved in selling drugs! And who has taken the heat in the drug war? The small fish. "The lower classes are made to suffer the penalty" of arrest, imprisonment, or even death at the hands of the PNP or motorcycle assassins. The big fish like Peter Lim swim away.

As of this writing Duterte is on his 5th visit to China. Chinese warships are making passage in the WPS. The Chinese military continues to build on islands that belong to the Philippines. A Chinese firm is leading the rebuilding of Marawi while Duterte's Chinese businessman friend Dennis Uy has been awarded a contract for a 3rd telecom. Chinese loans have been promised to finance Duterte's Build Build Build initiative. Everywhere you look in the Philippines it's China, China, China! But that is nothing new. As these cartoons demonstrate the problems with Chinese merchants is quite old as are charges of racism. Anyone who brings up the issues about the Chinese or questions China's true motives in wishing to be friends with the Philippines is accused of sinophobia.

For good or for ill the Chinese will continue to influence and dominate business, finance, and politics in the Philippines. Filipinos will have to get use to it. Perhaps they could learn a thing or two from the Chinese work ethic.



Commenti:

  1. Hallwell

    La qualità è merda, così come la norma

  2. Thor

    Che bel messaggio

  3. Schmuel

    molto la cosa carina



Scrivi un messaggio