Nuove ricette

Pane al cioccolato

Pane al cioccolato

Mettere la farina in una ciotola più grande e fare un buco al centro.

Al centro mettiamo l'uovo, lo zucchero, il sale, il lievito, un po' di latte tiepido e mescoliamo.

Lasciare lievitare il lievito per 15 minuti.

Poi mettiamo il burro morbido, e iniziamo a versare lentamente il latte tiepido e impastiamo fino ad ottenere un impasto elastico e non appiccicoso.

Quindi lasciare lievitare l'impasto fino al raddoppio del volume.

Dopo aver raddoppiato il suo volume, dividere l'impasto in 10 parti uguali.

Rivestiamo il tavolo con la farina, prendiamo ogni pezzo di pasta e lo modelliamo in una palla.

Stendete ogni pallina con il mattarello, mettete al centro un cucchiaino di crema al cioccolato, poi portate al centro ogni estremità e prendetela bene.

Dopo aver finito lasciamo riposare i pacchetti sul tavolo per 20 minuti.

Sbattere l'uovo con il latte.

Rivestite una teglia con della carta da forno, metteteci dentro le confezioni, poi ungetele con l'uovo sbattuto e poi mettetele nel forno preriscaldato fino a che non saranno ben dorate.

Buon appetito!


  • -400 g di formaggio fresco
  • -2 uova
  • -2 cucchiai di miscela di farina d'avena + crusca di psillio
  • -qualche filo di finocchietto selvatico fresco
  • -1 cucchiaio di semi di girasole
  • -1 cucchiaio di semi di zucca
  • -peperoncini secchi e peperoncini piccanti
  • -1 goccia di sale

Come preparare panini o pane?

La ricetta è estremamente semplice: ho amalgamato il tutto e li ho lasciati in frigo per 1 ora in frigo. Il formaggio fresco fermenta naturalmente e quando viene lasciato riposare ne aumenta il volume. La crusca di psillio assorbe i liquidi e si gonfia. Dopo 1 ora, ho infornato un po' di pane nella padella antiaderente, senza olio e ne ho fatti alcuni al forno. Quelle fatte in padella si doravano più duramente, anche se il fuoco era minimo (nelle foto non uscivano benissimo, erano di colore più chiaro). I pani cotti in forno diventavano molto più belli e non doravano molto, erano molto più gustosi. Mi sono piaciuti molto, grazie giuliano per la ricetta e le ripeterò con molto piacere.

Se vuoi fare questi pani Dukan, usa formaggio fresco magro, trascinato solo avena e non aggiungere semi.

Re & # 355eta partecipa & # 259 la Sfida segreta & # 259, ospitato questo mese da Paule.


Metropotam per la degustazione del gelato al buio

Date il gelato al Metropotam e godrà il dolce freddo in qualsiasi condizione e in qualsiasi ambiente, anche in uno che non può vedere. L'animale avido è stato invitato ieri a a degustazione al buio entro "Ingrandisci i tuoi sensi", l'esperienza sul modello della "cena alla cieca" in cui i piatti venivano sostituiti con il gelato.

La sperimentazione al buio più totale è iniziata ieri in un piccolo ambiente al Grand Cafe Van Gogh, ma da oggi potrete vivere la degustazione allo spegnimento delle luci. Il metropotamus ha anche fatto il suo posto tra celebrità, celebrità e altre ragazze famose e ha aspettato (abbastanza perché, beh, le celebrità hanno la priorità) il suo turno per il delizioso sconosciuto.

Prima di addentrarsi nella nebbia nel seminterrato del caffè, ogni partecipante doveva scegliere uno stato d'animo, un'ambientazione che prendesse il posto di una ricetta preparata con cura. Chef esecutivo Henrik Sebok, lo chef di Howard Johnson.

Le varianti che dovevano essere trasformate in ricette sono rappresentate da simboli rilassanti e presentate deliziosamente anche su carta: spiaggia immacolata- luogo dell'oblio e del relax, l'albero all'ombra della quale odi con noncuranza e musica rock dove ti rifugi dallo stress e da altri demoni. Non vi diremo cosa abbiamo scelto perché vi rovineremmo la sorpresa di un'eventuale degustazione e non lo vogliamo.

Una volta scelto l'ambiente in cui volevi essere trasposto dal gusto, sei stato invitato a camminare nel buio. Hai dovuto lasciare alla porta le preoccupazioni dei mostri e un fondato panico (è normale aver paura di qualcosa che non conosci e che ti può attaccare, un avversario che non conosci e non sai difenderti : oscurità ) e lasciati alle cure di a gente cieca che ti ha portato al tavolo.

Entrai nel buio sconosciuto, afferrando la spalla del mio compagno per la spalla di mia madre per la cena e, guidato dalla nostra guida, passai davanti a pesanti tende e tendaggi, cercai di sentire il suolo per sapere come camminare e come muovermi e, infine, Ho raggiunto il tavolo. Guida gentilmente mi ha mostrato dov'è la sedia, dov'è il tavolo, mi ha detto che avevo il cucchiaino e il tovagliolo a destra e poi mi ha portato la tazza che mi ha passato di toccare.

Dopo che mi sono abituato nuova postura in cui la luce e la conoscenza mi avevano lasciato, cercai di avvicinarmi al gelato senza farlo cadere e senza colpirmi. L'esperienza di mangiare senza sapere cosa assaggiare ha reso le cose più emozionanti e mi ha costretto a sentire più intensamente tutti i sapori, a sezionare tutto ciò che era nascosto nella tazza. Le sorprese non hanno cessato di apparire: dal cucchiaio sono atterrati in bocca altri elementi del previsto.

Ok, sapevo che sarebbe stato gelato e ne conoscevo la consistenza e l'aroma fin dall'inizio. Ma hop, improvvisamente le papille gustative sono state bombardate, letteralmente, da broboniti che fanno poco a poco (sai, come quelle dell'infanzia che compriamo in una busta e che mettiamo strategicamente sulla lingua che ci stanno seguendo). Improvvisamente, da freddo e morbido, sono passato a ingredienti con una temperatura normale e difficili da bucare con un cucchiaino aaa, napoletana croccante, ora ti ho riconosciuto. Opa, un frutto, morbido e succoso cosa essere ?! Ah, è deliziosa fragola. mmm.

Volevo davvero vedere che aspetto avesse il dolce scelto, ma sono rimasta rigorosamente soddisfatta in termini di gusto: vaniglia, glassa al cioccolato, raffreddamento dopo la rottura dei panini di pesce, fragole acide. La scoperta del gusto è stato straordinario, incomparabile per trovare una nuova vittima a Baba Oarba. L'esperienza offerta dall'oscurità è stata intensa, gustosa, deliziosa e piena di sorprese, la cui comparsa non potevo nemmeno prevedere nello spazio senza luce.

Nel seminterrato guidato da Il re delle tenebre non era consentito utilizzare alcuna fonte di luce, essendo severamente vietato l'uso di macchine fotografiche, mobili e simili. I commensali obbedirono e, abbastanza rapidamente, il buio né fu così spaventoso, verso la fine dell'esperienza riuscii con naturalezza e abilità nella manovra presa dalla cupa alla bocca.

Ti consigliamo di provare il concetto cena alla cieca (L'invenzione di un prete cieco a Zurigo, Jorge Spielmann, ideatore e primo ristorante di questo tipo nel 1999). Cerca i promotori Magnum in città (capisco che ci saranno dei mimi) e prendi il tuo invito reale per assaggiare al buio. L'esperienza è aperta al pubblico durante il periodo 21 luglio - 15 agosto, al Grand Cafe Van Gogh, dal giovedì alla domenica tra una lezione e l'altra 18:00- 22:00.

Aspettiamo impressioni dopo che ti sarai abituato alla luce e vedrai che ci scriverai. Goditi il ​​buio!


Cioccolato fatto in casa

Il cioccolato fatto in casa è un dolce meraviglioso, una delizia cremosa e profumata.

Per la versione vegana ho sostituito il latte in polvere con quello istantaneo, ho usato il cocco, ma funziona lo stesso. Ho aggiunto anche una crema di anacardi per rendere il cioccolato più cremoso e soffice. E il resto puoi giocare con i gusti che vuoi. Puoi mettere qualsiasi tipo di frutta secca e noci, nocciole, mandorle.

È facile da preparare ed è identico al cioccolato fatto in casa che conosciamo fin dall'infanzia. Ecco come lo prepariamo:

INGREDIENTE:

  • 300 g di latte di cocco in polvere
  • 200 ml di acqua
  • 5 cucchiai di polvere di carruba
  • 100 g di anacardi
  • 100 g di datteri secchi (facoltativo)
  • 2 cucchiai di olio di cocco
  • essenza di vaniglia
  • 1 cucchiaio di sciroppo d'agave
  • nocciole, mandorle, noci

METODO DI PREPARAZIONE:

1. Idreremo gli anacardi con acqua per almeno 60 minuti. Idrezzeremo anche i datteri, o la frutta secca che desideri.

2. Filtrare l'acqua degli anacardi e metterli nel frullatore, aggiungere ancora un po' d'acqua e mescolare fino a quando non esce come una crema densa.

3. Filtrare i datteri e metterli nel frullatore per macinarli.

4. Mescolare il latte in polvere istantaneo con la polvere di carruba in una casseruola, aggiungere l'acqua. Mettere la padella sul fuoco basso e mescolare fino a quando il composto inizia ad addensarsi. Aggiungere la crema di anacardi e i datteri tritati, l'olio di cocco, l'essenza di vaniglia e il dolcificante. Potete assaggiare la crema per vedere se ha bisogno di essere zuccherata, secondo i gusti di tutti. A noi piace un po' più amaro.

5. Tritare con un coltello noci, mandorle, nocciole, in modo che non siano né troppo piccole né troppo grandi. Mettiamo una parte nella crema e ne teniamo circa 1/4 per guarnire.

6. Foderare la forma con pellicola o carta da forno, versare la crema al cioccolato e livellarla. Guarnite con il resto delle nocciole tritate e lasciate raffreddare. Dopo che si sarà raffreddata, mettete la teglia in frigorifero fino a quando non si sarà ben indurita.


Pane al cioccolato

La colazione con latte o tè è ottima per gli scolari.
Squallido e facile da preparare.

Ingredienti

  • 500 g di farina
  • 100 g di scaglie di cioccolato
  • 250 ml di latte intero a temperatura ambiente
  • 10 g di lievito fresco
  • 15 g di zucchero a velo
  • 40 g di burro a temperatura ambiente
  • 1 pizzico di sale
  • 1 o

Metodo di preparazione

Step 1: In una ciotola, mescola, usando un cucchiaio, metà della quantità di farina, latte, sale e zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo.

Fase 2: Aggiungere il burro, il lievito tritato finemente, il resto della farina e impastare fino a formare una palla di pasta.

Fase 3: Coprire la ciotola con un panno pulito e lasciare lievitare l'impasto per 1 ora.

Fase 4: Lavorare velocemente l'impasto, aggiungere le scaglie di cioccolato e mescolare.

Fase 5: Formate delle palline di pasta e mettetele in una teglia ricoperta di carta da forno.

Passaggio 6: separare il tuorlo dall'albume e mescolarlo con un cucchiaio di acqua fredda. Usando un pennello, ungere le pagnotte con questo composto.


Pane al cioccolato

La colazione con latte o tè è ottima per gli scolari.
Squallido e facile da preparare.

Ingredienti

  • 500 g di farina
  • 100 g di scaglie di cioccolato
  • 250 ml di latte intero a temperatura ambiente
  • 10 g di lievito fresco
  • 15 g di zucchero a velo
  • 40 g di burro a temperatura ambiente
  • 1 pizzico di sale
  • 1 o

Metodo di preparazione

Step 1: In una ciotola, mescola, usando un cucchiaio, metà della quantità di farina, latte, sale e zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo.

Fase 2: Aggiungere il burro, il lievito tritato finemente, il resto della farina e impastare fino a formare una palla di pasta.

Fase 3: Coprire la ciotola con un panno pulito e lasciare lievitare l'impasto per 1 ora.

Fase 4: Lavorare velocemente l'impasto, aggiungere le scaglie di cioccolato e mescolare.

Fase 5: Formate delle palline di pasta e mettetele in una teglia ricoperta di carta da forno.

Passaggio 6: separare il tuorlo dall'albume e mescolarlo con un cucchiaio di acqua fredda. Usando un pennello, ungere le pagnotte con questo composto.


Cosa dicono i partecipanti ai laboratori di pane alla maionese
Ho ricevuto le seguenti righe via e-mail dai partecipanti al workshop, che ringrazio dal profondo del cuore per le loro belle parole e i significativi feedback, e soprattutto per la presenza dei loro buoni pensieri, la presenza che sento intorno a loro ogni giorno. il loro incoraggiamento mi sostiene a continuare quello che faccio, non importa quanto stanco, affollato o indeciso a volte mi senta

Grazie mille per tutto! Ho imparato tanto in questi giorni, ma soprattutto sono contento di aver acquisito una tale confidenza (che mi hai trasmesso) che ora non vedo l'ora di finire il pane a casa per farne un altro :)) per sperimentare e sii felice delle cose fatte a mano. E il sabato, quando abbiamo sfornato, è stato un tale piacere a casa nostra, i bambini così felici del successo (soprattutto la ragazza, che sono uscite le baguette - abbiamo fallito completamente) e questo pane "santo" è stato mangiato caldo a ungere le nostre anime :). Grazie mille!

Ciao, grazie mille per questa giornata interessante.
Sei riuscito a dissipare la mia paura della maionese, acquisita dopo aver letto tutti i tipi di grandi cose in rete :)
Ho infornato il pane, ne ho preparato un altro per non dimenticare il procedimento, pane che cresceva molto stando caldo in casa
Il pane ha una crosta morbida come piace a me ed è elastico.
Sono emozionata :) Adesso sto cercando di adattarmi alla dieta a basso indice glicemico - di fatto uno stile di vita sano, senza zuccheri e carboidrati in eccesso. In questa dieta il pane alla maionese è l'unico consigliato, perché ha un basso indice glicemico, 34 (invece, tutto il pane lievitato ne ha 100, bianco o integrale, come lo zucchero puro).
Ovviamente, oltre al fatto che è l'unico pane sano.
Non vedo l'ora che arrivi il workshop sulla preparazione della torta maionese :), ovviamente anche altri eventi.
Potrei non essere in grado di cuocere il pane ogni volta che ne ho bisogno, a causa del programma fitto di appuntamenti, ma mi impegnerò il più possibile. Altrimenti, ordinerò da Mamapan.

Buonasera, il mio pane è venuto buonissimo, sono molto contenta di aver partecipato al vostro workshop, voglio ringraziarvi per tutto quello che ci avete insegnato e la pazienza che avete avuto per spiegare molto bene le fasi del pane alla maionese, da oggi in poi ho farò il pane alla maionese per la mia famiglia, ho nutrito la maionese sembra buona, grazie dal profondo del mio cuore, una bella primavera e ti auguro tutto il meglio!

Grazie dal profondo del mio cuore! Ioana e io siamo molto emozionati per l'esperienza di ieri! Il mio pane si è rivelato meraviglioso, ho continuato a testarlo per tutto oggi. delizioso!!

Il laboratorio è stato molto interessante. Ho imparato molte cose nuove. Il pane è venuto benissimo. allego immagine. Luciana

Oggi ho preparato la prima torta di maionese secondo la ricetta nel supporto del corso.

È uscito benissimo. Molto gustoso, soffice. Non pensavo di poter fare una torta del genere (pensavo fosse una tecnica complicata).

Grazie per le ricette e per la maionese.

Faccio il pane ogni settimana (a volte due volte a settimana) ed è sempre molto buono.

Vi auguro buone vacanze e sarei interessato ad altri workshop che sospetto sarebbero interessanti quanto quello a cui ho partecipato.

Ciao,
Grazie per il corso, ha superato le mie aspettative :) Congratulazioni!
Ecco come è venuto fuori il pane - foto in allegato - siamo molto contenti del risultato.
La maionese si conserva in frigorifero, in attesa dell'impasto successivo.
Bella giornata
*****
Grazie mille per tutto !! Mio marito è felicissimo!! Era uno dei regali di maggior successo che avesse mai ricevuto. Torno con le foto del pane

Buona serata,
Ti scrivo per ringraziarti di quello che stai facendo. Apprezzo molto il fatto che ci insegni a mantenere la tradizione e a mangiare in modo più sano noi stessi e la nostra famiglia.
Il corso di oggi mi è piaciuto molto, sono sicura che i tuoi consigli mi andranno bene e non vedo l'ora di fare il pane in casa.
Ho cotto il pane da portata in una ciotola ovale di yena con coperchio ed è stato più facile per me che con la pietra + il vassoio dell'acqua.
Ti auguro un piacevole fine settimana, Dio aiuti,

Grazie per aver organizzato un corso del genere. Presentato in modo molto chiaro
informazione. Parteciperò anche ad altri workshop organizzati da voi.
Allego anche il pane di ieri e il pane di oggi
*****

Volevo ringraziarti ancora una volta, oggi mi è piaciuto molto, è stato estremamente interessante (e i biscotti e i biscotti erano estremamente gustosi), mi è piaciuto molto il pane bianco, perché per me il pane ideale è costituito da una crosta più dura possibile e con un piccolo nucleo e quanti più fori possibile. Sono un fan di baguette e ciabatta.. c'è ancora nitzel lassù, lo so..

Voglio ringraziarvi per la gentilezza che avete condiviso con noi
I consigli utili della tua esperienza sono molto utili.
Ho sfornato il pane del laboratorio, è uscito gustoso e l'ho mangiato con piacere. penso
avrebbe potuto essere più alto, ma immagino sia stato a causa della temperatura in casa
(piuttosto elevato).
Se hai una lista per annunciare futuri workshop, aggiungi anche l'indirizzo
la mia email, tornerò volentieri.
Grazie ancora e ti auguro tutto il meglio!

Buona serata ! Il mio pane si è rivelato buonissimo, non riesco a credere quanto sia buono ed è cresciuto.L'ho cotto in una pentola con un coperchio di ghisa. Grazie mille per tutte le informazioni ma anche per la tua dedizione.

Grazie per tutto quello che fai per tutti noi attraverso l'attività in cui ci metti tutta la tua anima. Il pane si è rivelato molto buono e gustoso. Non ho potuto fare a meno di mettere il cumino e chi mi è vicino crede letteralmente che sia gustoso. Farò a meno del cumino per tutti i gusti. Dio aiuta!

Grazie mille per aver organizzato il workshop, sono contento
che ti ho conosciuto ed è stato un vero piacere ascoltarti.
Ho ricevuto risposte a tutte le mie domande e il pane è venuto molto bene
buono, bello e gustoso.
Da allora ho fatto altri due pani con le stesse quantità, ma 240
gr farina integrale e 160 gr farina bianca - una calda e una fredda e
L'ho fatto bene. Il che è un buon segno, dico io.
*****
Buona serata,
Grazie per il corso e per le informazioni. Qualcosa di veramente speciale.
Allego due foto del pane di oggi. Gusto particolare, bel colore, crosta dura al tatto ma calma al gusto, profumo gradevole e un po' acidulo. Sapore aspro. Almeno credo di sì, è venuto bene. Sono soddisfatto per la prima volta.
Ho messo mia madre in frigo con un coperchio. spero vada bene.
*****
Ciao!
Ho fatto anche un pane integrale con tanti semi di zucca e girasole
e una pagnotta di pane con segale, curcuma e sesamo nero. Molto saporito :)
Fino a quando non ci incontreremo al laboratorio del pane senza glutine, penso di poter sperimentare anche io
pane con farina di farro. Quel che sarà sarà :))))
*****
Ciao,
Grazie per sabato. Sono molto felice di essere arrivato al workshop, è stato molto istruttivo, con dettagli sul processo e mi ha aiutato a capire quasi tutto ciò che avevo cercato di imparare da Internet. È così che qualcuno con esperienza mette tutte le sue informazioni in un quadro completo.Ho capito con la farina, con i batteri e i lieviti, soprattutto con la cottura (meno male che non ho preso un sasso).
Pane dico che è venuto buonissimo :). Il mio miglior tentativo finora. E stamattina (ieri mattina a dire il vero) ho iniziato a fare un altro pane della maionese d'officina.
Grazie ancora, il workshop è stato meraviglioso. E se fai altre opzioni o per un altro livello, sarei felice di partecipare.
*****
Ciao,
Ho partecipato al tuo corso per imparare a fare il pane con la maionese e voglio dirti che ho iniziato a fare regolarmente il pane per il consumo familiare. Ho seguito esattamente le istruzioni del corso e voglio dirvi che è uscito prima. Sono estremamente felice di aver partecipato a questo corso. (ti mando anche due immagini). Ho preso la farina integrale di Naturalia e la farina bianca 650 Bio di Agranoland.
Grazie ancora per la tua iniziativa di organizzare questi corsi e quando ne farai altri (ex cozonac) fammi sapere.
Rispettosamente,
Drago B.
*****
Ciao Corina!
Grazie mille per il corso! È stato molto interessante e pratico, come me lo immaginavo. Da allora ho già sfornato 4 pagnotte + 1 pizza e sento che sto migliorando le mie capacità dopo ogni esperienza. Come hai detto tu, non credo che tornerò mai al normale pane commerciale.
*****
Ciao,
Fin dal laboratorio dopo averci servito con sale e pane, la mia allergia è lentamente scomparsa.
Ho sfornato il pane la domenica mattina e me lo sono goduto lo stesso giorno! Un miracolo di pane!
Il pane più gustoso e delizioso della mia vita!
Voglio dirvi che ogni giorno preparo una pagnotta!
Grazie per avermi restituito la gioia e la pace di poter mangiare di nuovo il pane. E per sentirsi bene dopo!
Grazie per tutte le informazioni che hai condiviso con noi durante il workshop!
Grazie per aver avuto l'opportunità di incontrarvi e vi auguro che sempre più workshop e sempre più persone scoprano i benefici del pane alla maionese!
Con tanto amore,
*****
Salve signora Munteanu, grazie per le preziose informazioni condivise al workshop. Ieri sera ovviamente non ho avuto la pazienza e ho infornato direttamente il pane. Sono come ci aspettavamo, incredibili. Allego anche la testimonianza :)
Ci alleniamo fino a dicembre, pensando seriamente al laboratorio della torta. Che giorno è?
*****
Oggi ho
ricevuto un pezzo di vita e non posso ringraziarti abbastanza per questo! ho accarezzato
maionese tutto il pomeriggio e penso che sarà molto facile prendersene cura, ho digerito
tutte le informazioni :) Mi è piaciuta molto la torta e voglio condividerla con
tutta la famiglia :), non posso credere che siano stati fatti giovedì, erano meravigliosi
fresco! Anche io non vedo l'ora che arrivi il laboratorio della torta!

Grazie mille! È stato molto interessante e stimolante, l'ho già fatto
Ho cominciato a capire che è un intero universo molto sensibile.
Il pane fatto dopo il laboratorio credo sia venuto bene, mio ​​marito era molto
Lieto.
*****
Buona serata,
Prima della domanda voglio ringraziarvi per il workshop di oggi. Da tutti i punti di vista, togliti il ​​cappello. Come organizzazione, come informazione, come presentazione e altro ancora.
Il mio pane ora è nel forno, è cresciuto bene e il mio cuore è cresciuto con esso.
. grazie e buona fortuna coltivando il gusto del cibo vero.

Buona serata,
Grazie mille per il corso. Era in linea con le mie aspettative. Non vedo l'ora di partecipare al cake party.
Dopo 4 ore ho infornato il pane ed è venuto straordinariamente buono! Non ho il forno a vapore, quindi ci ho messo sopra una tortiera e ho ottenuto una bella crosticina. Il guscio si è leggermente rotto, ma per quanto riguarda il gusto e la consistenza, non ho parole. allego alcune immagini. Spero di fare un altro pane del fine settimana e vi farò sapere se ho bisogno di consigli. Fino ad allora, tiro il pane dal corso. :)

* * * * *
Ciao Corina, voglio ringraziarti per il coinvolgimento e la conoscenza che condividi con noi, coloro che vogliono vivere sani, belli e bene. Dal laboratorio del pane ho imparato che sapore ha davvero il pane, ho iniziato a farlo per la mia famiglia e poi per gli amici. Con tanto affetto Manuela

Ha il profumo più gradevole di casa mia. qualcosa di tenero sta accadendo nella mia anima. il mio pane. la mia pace. Quando impasto la pasta, penso a mia nonna. quando lo sforno penso anche al tuo rapporto semplice e apparentemente santo con il pane!
Grazie ancora per tutto quello che ci hai inviato in officina.
Con tutta ammirazione,

Ciao, grazie mille per tutto quello che ci hai offerto, grazie a ciò che hai imparato e insegnato con grande attenzione e competenza, ti sei assicurato un posto degno delle nostre anime.

Buongiorno, sei un vero PROFESSIONISTA e mi sento onorato di averti come mio maestro. Ero ed ero molto entusiasta del workshop. grazie! Sarei felice di partecipare ad altri workshop organizzati da voi, sono sicuro che ogni volta riunirete persone che vorranno condividere il "tesoro" che avete! Buona fortuna a te e alla tua squadra.

*****
Ciao, grazie per l'hosting e le informazioni ricevute. Il pane è venuto bene e bene.
Ho fatto anche la maionese che, con mia sorpresa, ha fermentato molto velocemente e molto bene, sorprendentemente bene.
*****
Grazie per tutto quello che mi hai insegnato ieri sera, niente è paragonabile all'esperienza diretta, per me contava molto 'sentire' l'impasto, annusare e gustare la maionese. ci sono cose che non puoi imparare dai video in rete.
Mi è piaciuto anche che tu ci abbia permesso di farlo da soli, anche se all'inizio ero un po' insicuro perché sono totalmente un principiante - tanto più mi è piaciuta la cannuccia che ho cotto a casa ieri sera ed è venuta fuori come doveva essere!
Ieri sera ne ho preparato un altro che ho sfornato oggi - buono anche quello! Ho il coraggio di andare prima di acquisire manualità e poi sperimentare.
*****

Quindi, grazie per aver condiviso calorosamente la tua esperienza, sia teorica che soprattutto pratica.
Per me il workshop non è stato solo istruttivo, ma anche rilassante. E voglio ringraziarvi per questa combinazione di successo!
Inoltre, le informazioni che ho trovato mi hanno dato spunti di riflessione: la farina "biologica" con le tre E non mi dà pace e continuo a cercare e immaginare di trovare modi alternativi per procurarmi la farina "pulita". .
Per quanto riguarda il pane è venuta fuori una bontà, per la nostra gioia (di mio marito e mia) :).

*****
Ciao,
È stato fantastico. Era la prima volta in vita mia che contribuivo a una pagnotta. Soprattutto, i miei figli si sono divertiti.
Grazie. Cornelia

Ciao, grazie mille per le informazioni condivise. Il pane era molto buono, domenica ho osato e ho iniziato un'altra porzione. Si è rivelato altrettanto delizioso. Mio marito e mio figlio erano molto emozionati e mi hanno chiesto se questo sarà il pane che mangeremo d'ora in poi, perché è buonissimo :)

Buona serata,
Anche se era un po' affollato, mi sono sentito molto bene in officina. Io ho
lasciato a casa con molte informazioni utili e preziose.
Sei riuscito a catturare la mia attenzione e il mio interesse così tanto che non mi sono nemmeno arresa
rendersi conto quando il tempo è passato.
A casa ho sfornato il pane preparato in officina, e domenica ho fatto altri 2 pani
da un kg di farina integrale.
Allego foto del pane del laboratorio e dei due pani fatti ieri.
Complimenti per la presentazione e per l'iniziativa!
Con grazie,
*****

Ciao! Grazie mille per le informazioni complete, i chiarimenti e i suggerimenti! Ho capito cosa stavo sbagliando e perché i miei tentativi finora non hanno avuto molto successo. Il pane è venuto molto bene e il prossimo l'ho già fatto :)
Buona giornata e in bocca al lupo per i progetti futuri!

La folla in officina mi ha fatto un pensierino all'inizio, ma la tua professionalità, il modo in cui ci hai raccontato e mostrato le cose, semplice, comprensibile a tutti, ma documentato, mi ha fatto cambiare idea. fallo.
Il pane è venuto benissimo, ora ho più fiducia anche se faccio il pane alla maionese da circa due anni, mi sono resa conto che fare il pane è un processo più malleabile, non conto al grammo e ai secondi.
Poiché qualsiasi attività commerciale si basa, oltre alla competitività dei prodotti, sulle vendite, potrebbe essere stato necessario fare una presentazione di vendita dei tuoi prodotti agli studenti. Tutti. Guardo a sinistra, a destra, tutti erano interessati a dove potrebbero trovarli. È più allettante acquistare senza spese di spedizione.
Personalmente mi sarebbe piaciuto tornare a casa con alcuni modelli di pane, croissant, torte, insalate.
Sono contento di essere stato lì e penso che se fai altri workshop, se li prendo e mi ricevo, verranno.
Spero non vi dispiaccia nulla di quello che ho detto, sono semplici impressioni umane come tante e le ho raccontate perché è quello che vorrei che qualcuno mi dicesse, onestamente, criticamente e oggettivamente.
Raramente vedi persone che mettono così tanta anima in quello che fanno.

*****
Ti auguro un anno eccezionalmente buono, in cui hai la forza di continuare tutti i progetti che hai iniziato e con cui rendi felici le persone. quanti entrano in classe. Non ti ho scritto prima, sapendo che sta aspettando tanti altri consigli che ho ricevuto. Ho continuato a fare il pane, senza sperimentare perché pensavo di dover imparare bene cosa fare. Spesso dimenticavo il sale o i semi, dimenticavo anche la maionese. È vero che non fanno nemmeno parte della categoria inventiva e scelgo di realizzare ricette verificate da altri. Ci siamo innamorati di questo pane e lo abbiamo sempre fatto per noi stessi e per gli altri, perché apprezzato da amici e colleghi. Non ho provato tutte le tue ricette, ma l'anno è appena iniziato! Fino a Pasqua spero di essere abbastanza esperto da osare a fare la torta alla maionese, anche se non sono riuscita a partecipare al laboratorio.

Tutti i migliori e migliori auguri per la vigilia di Natale.
Dicevo che ancora non riuscivo a fare una forma di pane per il mio impasto. Aveva un buon sapore.
E qui è successo. Dopo aver comprato il primo pane da MamaPan. Ero con i bambini, intorno a lei, l'ho annusata, è stata toccata, pizzicata (Matei non riusciva a smettere), e poi affettata.
Sentiva la cura, il calore con cui era fatta.
E in qualche modo la sua energia mi è stata trasmessa, e così è apparso il primo pane a forma di pane nel nostro paese. Come se non smettessi di insegnare la lezione sul pane, ma continuassi con ogni pezzo. Tanta forza a te e al tuo team di mamme laboriose.
Buon anno e salute.
Buon compleanno!

Sono un ex studente del Laboratorio del Pane (10 ottobre 2015), e voglio dirvi che da allora tutto il pane che si mangia è fatto in casa. E mi piace così tanto che esce ogni volta. Compro farina integrale di Moara con noccioli e farina bianca di Frutta Secca. ro. Ho fatto anche la Ciabata (ricetta sul sito), ed è venuta perfettamente. Quindi, grazie (ancora una volta) per avermi insegnato a fare il pane con la maionese e vi auguro Buone Feste, salute e buon umore. Ti auguro il meglio,

Grazie mille per tutte le informazioni, sono state molto utili. Ho fatto come mi hai detto e ho cambiato quello che ho imparato nell'altro laboratorio dove sono andato: ho messo più maionese, il pane aveva già una consistenza diversa, crosta molto più morbida ma anche croccante, alla prima occasione quando arrivo a Bucarest ho verrò a mostrartelo.
Il piacere e la gioia sono anche dalla mia parte!
*****
Ciao,

Volevo condividere con voi il fatto che sono arrivato al pane con il numero 7 (credo di aver preso in considerazione sia quello dell'officina che quello che è arrivato nella spazzatura :) e che da un pane all'altro ho avuto un risultato migliore . È molto difficile per me trovare del tempo per lei nel fitto programma, ma penso sempre a lei e ogni volta non vedo l'ora che arrivi il momento in cui la comincio.
Grazie per aver riportato il vero pane nella mia vita e spero di riuscire a inserire il tempo nella mia agenda il più spesso possibile. Non credo di doverti descrivere la sensazione di soddisfazione che provo quando sforno il pane e quella di impazienza fino al momento in cui lo taglio e scopro se lo sforzo si concretizza nel successo, ma io fallo per ringraziarti ancora una volta e per incoraggiarmi a continuare.
Vi auguro molto successo in futuro e spero di rivedervi presto (spero davvero e desidero avere successo, trovo il tempo per un altro workshop).
Con amore,
John

Ieri sera ho fatto il pane ed è venuto benissimo. L'ho tagliato stamattina ed è meraviglioso. Oggi ho preparato 4 pagnotte (ognuna da 0,400 grammi). Non ho avuto problemi: sono cresciuti perfettamente, non si sono attaccati alla nave, non si sono bruciati. Ho un forno molto buono: l'ho preriscaldato a massimo 40 minuti con la pentola dentro, poi ho introdotto il pane per 20 minuti con coperchio, 20 minuti senza coperchio. Solo quello, niente minuti extra. Li abbiamo fatti nella ciotola in ghisa con coperchio di Ikea ed esattamente come ci hai detto, ecco come sono venuti. Quindi grazie dal profondo del mio cuore per le informazioni corrette che ci hai fornito e per l'organizzazione di tali corsi.

Vorrei raccontarvi un fatto interessante, che sarà utile per esporre i benefici della maionese. Oltre ai 5 che ci hai detto in officina, magari aggiungerai il 6, se quello che ti dico ti sembra pertinente. Mia moglie ha sempre avuto grossi problemi di stitichezza. Ha fatto ricorso a tè, esercizio fisico, persino medicine allopatiche. Nulla fino ad ora ha sortito l'effetto sperato, quello di fare uscite giornaliere (scusatemi, l'argomento è abbastanza imbarazzante). Ho saputo del pane alla maionese da due vicini che stavano parlando in corridoio quando un giorno stavo uscendo per andare al lavoro. Di solito non parlo, ma ora l'argomento mi interessava molto, per l'effetto inaspettato che il pane alla maionese aveva sulla salute del vicino di casa accanto a me. Dansa mi ha parlato del tuo laboratorio, così io, che nella mia vita sono entrato in cucina solo per mangiare, ho deciso di venire e imparare a fare il pane per mia moglie, sperando nello stesso effetto del vicino. Credi che il miracolo sia avvenuto? Da quando ha mangiato il pane con questo, mia moglie è la più felice! Quotidiano! Anch'io e vi ringrazio e vi prego di aggiungere questo sesto effetto miracoloso del maiale nelle vostre presentazioni.

Devo dirvi che il workshop è stata un'esperienza bella e interessante. Voglio congratularmi con te per il workshop. Informazioni utili, chiare e ben strutturate.

Sabato mattina ho fatto il pane. Gli ho dato un'altra forma rotonda e l'ho decorata con farina d'avena. C'era odore di vero pane in tutta la casa. Non mi sono trattenuto e ho fatto anche le crocchette con le olive. La maionese sta tranquilla in frigo e mercoledì ho intenzione di fare un altro pane.

Sono contento che ci siamo incontrati e ci vedremo di sicuro.

Ho dimenticato di specificare che mio figlio ha 17 anni e quando ha assaggiato la prima fetta, mi ha detto sorpreso: ""ehm, questo pane è proprio buono"". Che per me è oooaaauuu. Essendo parte della generazione del fast food (ma comunque cresciuto con più attenzione in fatto di cibo, quelle giuste) mi aspettavo una risposta completamente diversa :). Quindi se ha detto che era buono, per me è più che sufficiente. Mio marito è già un fan, ma abbiamo comunque mangiato il pane alla maionese.

Ciao, grazie e ti sono grato per aver creato questo laboratorio introduttivo sulla preparazione del pane. Ti dico sinceramente che anche adesso sono emozionato e non esagero affatto, ma lascia che ti spieghi più nel dettaglio perché ho questa piacevole sensazione. Prima di tutto, sabato sera quando ho fatto il pane, verso le 21:15, mia figlia e il suo fidanzato stavano morendo di fame alla porta e l'odore del pane appena sfornato ha finito. Ovviamente dopo mezz'ora dovevo spezzare il pane. la reazione è stata straordinaria, anche se il mio forno avesse bruciato un po' più di guscio esterno, non si sarebbero fermati a dire OTTIMO pane! Ho letto le lezioni e stamattina, alle 6.00, ho fatto una preferenza con farina di campagna, spero che cresca fino a stasera. Ho optato per il secondo metodo, ovvero "fermentazione a freddo durante la notte". Inoltre questo pomeriggio mi fermerò al negozio Naturalia su Stirbei Voda a comprare la farina di segale, voglio essere sicura di non perdere da voi la maionese MADRE e di moltiplicarla con un prodotto che sia decisamente di qualità.

Certo, le informazioni del laboratorio mi sono state utili: finalmente ho imparato cosa c'è con quel sigillo, con la parte fine dell'impasto, e il movimento di allenamento. queste cose si imparano solo vedendo qualcuno. Mi iscrivo anche al prossimo workshop sul pane integrale, e al prossimo sulla torta. Confermo come l'ultima volta. Mi è piaciuto molto come ti sei organizzato, sei stato attento ai dettagli, puntuale, posizione f ok, ecc. solo buono. nonostante la fatica accumulata, sono riuscito a concentrarmi =) Ho infornato il pane nella ciotola di ghisa (con il coperchio per i primi 20 minuti, poi senza - non ho notato troppe differenze in fatto di crosta, ora sono vado a prendere della tela di lino così posso avvolgere il pane dopo averlo tirato fuori, forse questo cambierà un po' qualcosa). è venuta buona e la differenza nella qualità della farina rispetto a quella che ho usato io (solaris, sanovita, ecc.) si è fatta sentire subito.

Buona settimana!

La mia torta è venuta benissimo, è cresciuta bene (6 ore sul termosifone), è soffice e ha un ottimo sapore, la torta migliore che abbia mai mangiato! Non ho distribuito uniformemente il ripieno, altrimenti è tutto di nostro gusto!
Grazie mille,
GABRIEL
* * * * *
Cara Corina, ho mangiato un'ottima torta. Dico sul serio! Ovviamente è leggermente acido, quanto basta. Penso che ti piaccia, non sto dicendo che io e mia sorella cuocevamo in forni diversi che non erano i nostri.
Ho anche fatto il pane. Si è rivelato molto buono. Dovete sapere che ho applicato il metodo di mia nonna, cioè ho rotto un pezzo di pasta prima di metterlo in forno e l'ho alimentato. Vedo che sta crescendo bene. Vado a fare un altro pane, più grande perché questo piccolo si consumerà in fretta. Che Dio ti dia la salute.
M.
* * * * *
Grazie per avermi ricevuto così tardi e per averci raccontato i migliori segreti sul pane. Non ne avevo idea e il 99% delle persone vorrebbe sapere se assaggia quello che esce. Le mie nonne facevano il pane così e ne ho subito riconosciuto l'odore e il sapore.
Grazie per le immagini. Sabato sera è uscito un filone di pane come lo volevo fare da 10 anni!
costo
* * * * *
I primi due pani, fatti con una combinazione di farina integrale e bianca, si sono comportati bene quando sono stati cotti e rotti - quella fessura distintiva e discreta, come un segno di spunta da qualche parte sul bordo del cerchio. Li ho cotti in pentole di ghisa spesse e pesanti.
L'odore era inebriante, vero pane di grano. Sono rimasto con lei con il naso dentro per molto tempo. Ho evitato di spezzare un pezzo di pane caldo, perché volevo che fosse freddo, come ci hai insegnato. Tuttavia, mi manca questo gesto, quasi rituale, di spezzare una pagnotta di pane caldo. Quando la nonna impastava il pane, ne preparava dell'altro in una tazza di legno infarinata. Mi rotolavo sempre in giro, mi piaceva l'odore oltre che il sapore della pasta cruda. Dalla prima pagnotta che ha tirato fuori dal forno, un angolo era mio. Era il nostro rituale.
Gli altri due pani li ho fatti solo di farina bianca, per darli. Il mondo non è ancora abituato all'idea del pane integrale, di segale, quindi li prendo facilmente, prima con un pane bianco con maionese. Quelli bianchi hanno un aspetto molto più commerciale, simile al pane fatto in casa della nonna, fatto sul focolare. Il guscio ha una lucentezza, una lucentezza e un'ombra più luminosa e più calda.
Quello che mi piace di questo pane alla maionese, oltre alle qualità nutrizionali, è questa crosta croccante ma ancora sottile, che vedo lo mantiene intatto anche dopo diversi giorni.
Per i miei pani lievitati, la crosta è venuta molto più spessa e dura, quindi ci è voluta una spruzzata d'acqua non appena è uscita dal forno, poi una pellicola per strofinare e una coperta spessa per farcirla lì.
Solo allora si poteva mangiare la buccia, dopo che si era un po' raffreddata. Era ancora denso ma non così secco e duro, poteva rompersi più facilmente. Il nocciolo, invece, non aveva la stessa idratazione del nocciolo del pane alla maionese, né aveva la stessa elasticità. Era buono quando il pane era ancora fresco di forno e un po' tiepido, poi dopo un giorno o due diventava o friabile e duro - se lo lasciavo fuoriuscire, o appiccicoso, rimaneva sul coltello e con un forte sapore di lievito fermentato - se lo tenessi in un sacchetto di plastica.
È ora di concludere il messaggio, perché non mi sono nemmeno accorto di quanto ho scritto ma sono euforico. Ho scoperto una nuova passione per l'impasto del pane. Mi calma, mi rilassa, non mi stanca affatto, anche se di notte mi alzavo - come è il caso qui - per infornare un'altra infornata. Faccio il pane per tutti i miei amici e conoscenti, così da poter dare loro almeno un termine di paragone alle varianti sbiadite e insapori che hanno consumato finora.
suona la doina
* * * * *
Grazie per l'officina. Era esattamente quello di cui avevo bisogno.
Era da tempo che volevo provare il pane alla maionese ma non sapevo dove prenderlo. Ci sono alcuni blog con molte informazioni che non ho mai il tempo di leggere.
Ci serve esattamente l'ABC ed è quello che abbiamo.
Il mio pane è venuto bene. E lei ha una storia. Non ho un forno a casa, ho solo un piano cottura. Così l'ho sfornata oggi a casa di un'amica :). Così alla fine l'ho condiviso e tutti hanno detto che era delizioso.
Questa settimana vorrei provare la versione con le colle di cui parlavi, anche per la mancanza del forno. Dalla prossima settimana il problema del forno sarà risolto. Ci trasferiamo temporaneamente a Francoforte e lì avremo un forno :). Ecco perché volevo davvero partecipare al workshop. Era il tempismo perfetto. Sembra che la data sia stata scelta apposta per me.
Ci teniamo in contatto via e-mail. Spero di inviare solo e-mail con feedback positivi e immagini di un bel pane. uff, ho dimenticato di fare la foto questa volta. Mi sono affrettato a tagliarlo per assaggiarlo.
Grazie ancora per tutto.

Preparo il mio pane la sera, per metterlo nel piccolo forno. A volte mi addormento prima di formarlo. Riesco a malapena a piegarlo una volta. Al mattino lo metto così nel vassoio. Non mi interessa la forma. Preferirei allungarlo per avere il guscio, più guscio possibile. Da ieri ho iniziato a metterci sopra un pizzico di sale, prima di infornare. Il guscio divenne più delicato di quanto non fosse. Ovviamente è il mio bisogno di sale, che si verifica quando seguo una dieta restrittiva. Oshawa (tra 5 e 7).
Ho ricevuto da una zia dei succhi di mela, disidratati nel forno a legna. Sono grandi. Li ho tagliati per completare. Ho fatto il pane integrale con la farina di miglio, e oggi con l'orzo cotto prima. Divine. Intensa acidità. Non posso lasciarla riposare dopo averla tolta dal forno. Perché non riesco ad organizzarmi per farlo la sera e mangiarlo il giorno dopo. Sono tre giorni che mangio una pagnotta al giorno, fatta di occhi, non so che peso. Ho usato un pacchetto di farina per 3 pani, è l'unico punto di riferimento. Mangio anche delle mele disidratate e delle mandorle/anacardi.
lascia che ti dica quanto sono felice di averti incontrato? :)
* * * * *

Buonasera, signora Corina
Vi scrivo per augurarvi tutto il meglio per il nuovo anno.
Voglio dirti che sono grato di averti incontrato. La mia vita è cambiata un po' dopo la lezione di pane, ora nutro e nutro i miei figli in modo diverso. Anche i contatti da te forniti mi hanno aiutato molto, ormai uso tanti prodotti naturali per me e per i bambini.
Sono tornato in ufficio da gennaio, lo ammetto, senza entusiasmo. Quest'anno, quando ero con i bambini, è stato assolutamente meraviglioso per me. Inoltre, ho incontrato persone bellissime come te, che hanno cambiato la mia vita in meglio.
Mille grazie, buona salute nel nuovo anno e per favore tienimi nelle tue e-mail, cercherò, col passare del tempo, di incontrarti di nuovo.
Ti auguro il meglio!
Con amore,
alloro
* * * * *

Vorrei dirvi che il vostro seminario di ieri sera è stato per me un incontro terapeutico. Dopo tanto tempo passato nell'atmosfera dell'ufficio, le ore di ieri sera sono state come un'oasi di spiritualità. Anche se sono venuto solo per lavorare con le mie mani, sono venuto per trovare l'armonia del mondo. Grazie.

Ciao!
Volevo ringraziarti ancora una volta per il laboratorio del pane, per i consigli e la maionese.
Siamo riusciti a fare 3 pani con farina integrale:
- farina integrale + farina di sesamo + semi di girasole
- farina integrale + farina di lino + semi di zucca
- farina integrale + rosmarino.
Sono cotti nella macchina del pane perché non abbiamo il forno, per questo non hanno un bell'aspetto, ma il gusto è straordinario.
Una bella serata e un piacevole fine settimana, con amore,
alloro

* * * * *
Ciao,
Sono molto felice e ho dovuto condividere questa felicità con voi.
Ho scoperto che non era la mia casa o il caldo che ha intaccato la maionese, ma l'orribile farina che ho comprato.
Ieri sera ho comprato la farina di 7 spezie. Ho tirato fuori dal frigo il barattolo con la maionese di mia madre. La maionese è passata in frigo perché l'avevo fatta con la farina del villaggio rumeno.
Alla fine, ne ho tenuto solo 100 g e l'ho nutrito.
Si è comportato splendidamente.
Crebbe in una meravigliosa volta poi si stabilizzò e cominciò a cambiare la sua struttura.
Poi l'ho rimesso in frigo.
Non vedo l'ora di tornare a casa e impastare un pane delizioso.
Grazie per avermi ascoltato oggi.
ti abbraccio affettuosamente

Grazie per una serata estremamente piacevole e informazioni preziose! Complimenti per l'iniziativa e grazie per avere persone come te!
Solo bene e successo in tutto ciò che fai!
catinca

* * * * *
Ehi, voglio ringraziarti perché da quando mio marito è venuto da te per imparare a fare il pane e da quando il pane lo facciamo in casa, cioè 1 anno e 9 mesi, ho perso 19 kg, senza cambiare nient'altro nella mia dieta mia! Che ne dici di questo?

N.
* * * * *
Buona serata
Grazie dal profondo del mio cuore per il seminario di stasera.
Sono stato sorpreso di scoprire che ci sono persone che fanno quello che fanno per pura passione.
Hai parlato con così tanto amore e passione della maionese e del pane alla maionese che mi hai cambiato idea su queste due meraviglie.
Per questo e per la bellissima serata trascorsa con voi, grazie dal profondo del cuore.

Ti auguriamo tutto il meglio

Per favore, non dimenticare di iscrivermi al laboratorio di torta di maionese il 13 dicembre.
Non vedo l'ora di partecipare

Grazie mille. È stata un'esperienza molto interessante (è la prima volta che partecipo a un laboratorio del genere), ho imparato tante cose e ho fatto anche un ottimo pane. Facevo il pane lievitato, ma non era paragonabile al sapore della maionese. Vorrei partecipare anche io al laboratorio della torta maionese.
cristina

Grazie per tutte le informazioni fornite al workshop, sono state molto preziose per la nostra pratica, mia e di mia sorella.

Facevamo già il pane con la maionese, ma la nostra maionese era di farina bianca e solo ora ci siamo resi conto di quanto sia diverso il sapore del pane con la maionese integrale, ci piace molto il sapore acidulo del pane, e i pani della portata sembravano più gustoso. Così io e mia sorella abbiamo rinunciato alla nostra maionese bianca e abbiamo continuato a fare i pani con la maionese integrale ricevuta a lezione, dalla quale mi sono asciugata e sono salita sull'aereo. Anche se scrivo tardi, abbiamo continuato a fare il pane per tutto questo tempo, ho terminato la mia vacanza in Romania e ho lasciato il paese con tutto il lievito della portata secca e del banchetto, più un vantaggio maggiore per fare panico.

Ho già rifatto il lievito secco qui in Brasile, dove vivo ora, e ha funzionato alla grande. Ho già provato la versione con il piatto rumeno, il pane è venuto molto bene, anche se ha impiegato più tempo a cuocere rispetto alla pietra.
Grazie ancora per l'opportunità di partecipare al corso, fare un ottimo lavoro con questo corso e forse in futuro potremo partecipare ad altri corsi, almeno io e mia sorella quando sarò in giro per il paese.

Grazie mille per l'opportunità di partecipare al workshop di sabato. È stato un piacere rincontrarti e conoscere la Sig.ra Manuela, sei una persona speciale ed è meraviglioso che promuovi persone di talento e appassionate di quello che fanno, stimolandoci in questo modo a diventare sempre migliori. Spero di continuare la collaborazione con la signora Manuela e di invitarci ad altri workshop quanto prima. Che Dio ti benedica per la tua generosità e ti dia salute e forza per mettere in pratica tutti i tuoi progetti!

ti devo ringraziare. Oggi ho mangiato il primo buonissimo pane! A causa tua! E lo rifarò questa settimana, perché vedo anche che il forno mi aiuta, era pronto in 35 minuti con mia grande sorpresa. Ero emozionato perché il fuoco era troppo veloce, ma ho corso il rischio ed è uscito un po' pallido e molto molto gustoso. Sono contento di essere riuscito ad arrivarci e dopo un po' non vedo l'ora di passare al livello successivo. Ho controllato il primo pane, fino a 200 c'è ancora molta strada da fare.

Sei una persona molto speciale e mi sento privilegiato per aver ricevuto un po' delle tue conoscenze, che trasmetti con tanta passione e dedizione! Grazie mille e non vedo l'ora di vederti la prossima volta!

Torno di nuovo con buone notizie, dopo una breve pausa. I panini stanno migliorando. Metto la percentuale massima consentita del 40%, il tempo di lievitazione è più lungo, e alla temperatura di cottura mi destreggio ancora tra i 230-250 gradi, perché il pane brucia un po' se è a 250 gradi i 40 minuti di cottura. Ma arriviamo anche alla "formula magica". Siamo tutti molto contenti del pane fatto in casa (compreso il bambino, che si arrabbia molto se qualcuno osa prendergli di mano l'angolo del pane.

L'unico inconveniente è che finisce molto velocemente. Un giorno, hap, hap, mangiò il pane. In altre parole, abbiamo bisogno di più pane.

Grazie ancora per il supporto, e sicuramente ci "ascolteremo" in altre situazioni.

Questo approccio, di poter inserire il pane fatto in casa nella mia routine quotidiana, mi ha colpito! Spero che anche i miei amici siano impressionati e che la tua maionese "fa i polli".

Sarebbe più facile emozionarmi, ma il pane è venuto benissimo. L'ho assaggiato e mi chiedevo se ho fatto questo pane? (Non è la prima volta che faccio il pane in casa, ma questa volta è venuto davvero molto bene) Al di là della retorica, so che la risposta corretta è, almeno in parte, la maionese!!

Ogni giorno che passa, sono sempre più affascinato dai pani che ci hai insegnato a fare. Mi piace lavorare con l'impasto, vedere come prende forma, come cambia la sua consistenza. In più, è pura follia! già tutti i miei amici hanno mangiato il tuo pane alla maionese. Penso che sia un problema genetico, mia madre ha lavorato in una panetteria per tutta la vita.

In effetti, il pane cotto in una ciotola con coperchio ha una crosta straordinaria, finché sono venuto da te, i miei pianoforti sono usciti con lievito bianco, senza colore e duro. non si sono ammorbidite molto. ora sono pazzo, non posso credere a quello che esce dalle mie mani! ed è grazie a te. E grazie dal profondo del mio cuore! Sei un professionista!

Allego altre foto con quello che ho fatto di recente!

Ecco il secondo tentativo ed è fantastico. Ne ho anche asciugati alcuni: sembrano wafer, sottili e un po' duri. Li ho messi in frigorifero nel caso succeda qualcosa alla mia Maia in Russia (della Russia non si sa mai!).

Alcuni dei Maia sono ora con il mio buon amico Mech qui in Olanda e alcuni sono a NEW YORK. Mia nipote ha un posto dove fare colazione e pane a New York e ha preso una pentola.

Quindi, mi sto ancora divertendo, penso che questo pane sia migliore del primo!

Tornerò per posta, in questa santa sera, per diversi motivi:

1. Per ringraziarti ancora una volta per la porta che mi hai aperto, e mi hai spinto attraverso di essa (se non fosse stato per il laboratorio, più il regalo di pollo alla maionese, non so se ho avuto il coraggio di iniziare, mi è sembrato molto complicato fare a meno di una guida, e non attraverso il blog)!

2. Lasciatemi vantare che ho fatto anche le torte, e sono venute comunque buone :)) senza il classico ripieno di noci, solo con uvetta e una spolverata di cioccolato fondente, abbinando le vostre ricette, di Iulian, di Codruta. è venuto fuori qualcosa di molto buono, dopo circa 15-18 ore di attesa con emozione invio in allegato alcune foto, così potete averne la prova

3. Stavo pensando ieri quando ho preparato l'impasto per del pane (uno dei quali con basilico e aglio verde, fff buono e saporito), che miracolo è questo pane con maionese, e come il pane sia l'unico alimento menzionato nella preghiera "Padre nostro", non certo a caso (attraverso il pane e il vino si fa anche la S. Comunione, quindi il cibo dell'anima), e oggi, curiosando nel tuo blog per le indicazioni sui dolci, ho trovato un vecchio post dove parlavi del eternità di pane, purtroppo non ce l'ho ho potuto vedere la relazione con la vecchietta che faceva il pane dalla pasta pregando ho ritrovato il mio pensiero di ieri :)

4. Lascia che ti dica che ho iniziato a fare i pani, quando ho un avanzo di tempo, per regalarli agli amici, ne prenderanno solo il sapore, e ieri la mia madrina mi ha chiamato per chiedere se potevo fare anche il pane e quando Ho tempo per impararlo anch'io :)), così i semi portano frutto, anche se i gusti sono pervertiti dal cibo veloce e spazzatura

5. La prossima settimana ordino banetton dalla Germania e bilance professionali, flirto con un termometro e una lama, nel senso che ho intenzione di andare al campionato professionistico.
Forse c'erano altri motivi, ma questi sono i più importanti, e soprattutto per augurarvi Pasqua con gioia, Luce e serenità!

Grazie mille. Ho imparato cose nuove da te che non sapevo. Adesso mi sono seduta a tavola e ho servito il buonissimo pane che ho sfornato ieri sera, una meraviglia!

Grazie a Dio ci sono ancora persone come te che condividono le loro conoscenze con gli altri.

Sto aspettando il prossimo laboratorio di torte!

Grazie mille per il corso di sabato scorso! Era molto interessato, molto gentile e molto ben organizzato. Sei un uomo meraviglioso!

Grazie per l'esperienza unica e piacevole che ho avuto durante il laboratorio del pane di sabato. Pane eccezionale che ho fatto.

Volevo dirti che sono tornato a casa, in Thailandia e ho iniziato a fare la mia t-shirt da 0 perché quella di te l'ho lasciata a mia madre. Ho avuto delle esperienze strane: la prima miscela si è gonfiata per uscire dal barattolo in 24 ore, quella che ho ora fa una pojghita sopra che sembra un po' uno stampo. Dubiosenii. Quel che è certo è che, come sapevamo dai precedenti tentativi, qui posso fare la maionese con la farina più comune in commercio. E l'ho fatto, ora va bene grazie al frigo ma quando lo attivo cresce senza problemi in circa 5 ore.

Ieri ho fatto il pane per la prima volta. Ho avuto una piccola emozione perchè ho preso la maionese riparata quando ha iniziato a cadere. Ma non ho avuto problemi, è andato tutto alla perfezione e il pane è (normale, come altrimenti, è solo mio?) Il più bello e il più buono del mondo :))))). Seriamente, ora è andata bene. Non so esattamente cosa ho fatto di sbagliato perché si è rotto vicino alle mie tacche - puoi vedere nella foto allegata. Il resto è super buono: nucleo morbido e arioso, guscio duro ma non puoi mordere. Sono orgoglioso di me stesso!

Grazie mille, mille, ancora una volta per il workshop, per quello che fai, per continuare a insegnare.

Volevo ringraziarti per il laboratorio del pane. So di averlo fatto prima ma volevo dirvi che ora riesco davvero a fare il pane settimanale e sono venute più buone e meno bruciate. Non vi dico quanto a tutti piaccia il pane come se gli facessi una torta o chissà quali chicche. Grazie per averci portato questa gioia!

Volevo chiederti di iscrivermi al laboratorio di torte. Ovviamente se ci sono ancora posti. Mi piacerebbe imparare a fare la torta. Non l'ho mai fatto e mi è sempre sembrato super difficile da fare (come il pane). Ma visto che ho fatto il laboratorio e ho imparato a fare il pane con la maionese, mi sembra proprio che non sia affatto difficile. So che la torta è più complicata, ma spero di poter fare delle torte in casa per renderle felici per la mia famiglia, grandi e piccoli.

Corina, che Dio ti dia salute per la ricetta della ciabatta! Costin ha preparato due grossi pani secondo la tua ricetta e noi li avremmo divorati senza masticarli! Per fortuna ne abbiamo "sposate" una con mia madre e l'altra l'abbiamo nascosta. Ti abbraccio teneramente e sto aspettando di trovare un altro posto in un laboratorio di cozo!

Per me, il 1 marzo di quest'anno 2014, ha portato un martire di apprendimento. Ho investito il martisor finanziario e ne è uscito un martisor commestibile - posso chiamarlo martisor mnea-mneam, così come alcuni futuri - baby, cioè tutta la conoscenza che darà i suoi frutti dall'inizio del laboratorio del pane.
Dopo le 3 ore trascorse come osservatore, apprendista, pan di spagna e assaggiatore, sono arrivato la sera ad un normale forno a legna, dove ho infornato il pane dopo circa 2-3 ore per lasciarlo gonfiare nel cestino sul tavolo della cucina.

Ho chiesto e mi è stata data una pentola con il coperchio che ho scaldato un po' in forno. Ho girato l'impasto nella pentola, che era buono solo come misura, e l'ho infornato. Lo ammetto, ho ricordato tutto oi crampi dall'incontro che ho avuto con te. Dopo 40' ho tolto la pentola dal forno e, curiosamente, ho alzato il coperchio e, meravigliosamente, il pane ha un bell'aspetto - belle crepe, sorridenti e invitanti a prendermi e ad adagiarmi su un asciugamano. Ovviamente la metto in forno per altri 10 minuti, per essere sicuro che sia cotta. Dimenticavo che potevo provarla se è cotta o no con uno stuzzicadenti. L'ho tolto dalla pentola molto facilmente.

Senza attaccarsi al fondo, il pane sembra molto buono. Come ci hai detto che possiamo stare senza preoccupazioni, da soli, nella pentola, nel forno, aveva calore e vapore, e si spaccava naturalmente, senza aiuto.Abbiamo gioito intorno al pane appena sfornato, lo abbiamo accarezzato con gli occhi, lo abbiamo toccato con le dita per vedere come veniva a galla. Era molto invitante, ma sapevo che ci sarebbero volute altre 3 ore per stare in canovaccio per continuare il completamento della cottura. L'ho lasciata, spero come hanno sentito le mie orecchie, fino al mattino.

Abbiamo dormito con impazienza. Durante la notte mi sono ricordata di aver provato con lo stuzzicadenti, anche se facevo lo stesso quando facevo le torte, circa 10 anni fa, come quando ero una piccola caramella e sostenevo mia nonna. La domenica mattina, mia nipote è sgattaiolata via e ha svelato il meraviglioso pane e poi le ha dato un bacio d'amore. A colazione abbiamo tagliato qualche fetta e ci siamo riempiti di bontà. Il pane aveva una crosta sottile, un colore gradevole e un nucleo leggermente umido. Il sapore con un pizzico di acidità era così naturale - mi è stato detto che assomigliava al pane dei miei nonni.

Ho anche servito i miei colleghi in ufficio e sono rimasti incantati dal gusto.

Lo farò presto perché ho una maionese in frigo di cui avrei bisogno di occuparmi per vedere il risultato fuori dall'officina.

Grazie e attendo con ansia i momenti in cui potrò imparare a preparare dolci da forno

- cozonac, martiri (santi/macinatori), biscotti.

Sai che la settimana scorsa ho portato una pagnotta al mio sacerdote e ieri mi ha detto che sono molto contenti di un pane così vero. Pensava che stessi facendo di più e voleva comprare da me frequentemente.

Ti rendi conto di quanto sono felice che il pane che preparo sia apprezzato da così tante persone.

Mi piacerebbe davvero poter fare più pane e riorientarmi verso di esso. Non conosci nessuno con cui potrei associarmi?
J.

Grazie per il workshop che è stato molto utile e per le foto. Ti aspettavo per darti una buona notizia sul pane. Purtroppo ho bruciato la prima pagnotta (ma dopo aver tolto la parte bruciata, è stata mangiata con molto piacere da tutti in casa) e ho anche bruciato sana la seconda (e all'interno è rimasta completamente disfatta). Il primo l'ho bruciato dopo 20 minuti e il secondo dopo 15 minuti di cottura in forno (in pentole di yena coperte). Mio marito ha avuto pietà di me e ha portato un termometro per misurare la temperatura nel forno e ho scoperto che il primo l'ho bruciato a 303 gradi e il secondo a 265. E si tratta di una stufa povera (a gas) che ovviamente fa non hanno temperature marcate sopra, ma che è davvero molto "veloce" una volta sfornata.

Qualsiasi donna più esperta nella panificazione avrebbe capito fin dalla prima che quella temperatura va bene solo per la lavorazione del metallo, ma dalla seconda ho capito. Ci siamo divertiti tutti con i miei fallimenti e abbiamo deciso di abbandonare la metallurgia e tornare a fare il pane. E non mi sono arreso. Con l'aiuto di Dio, ieri ho fatto 2 pani che ho preparato con mio marito e sono venuti benissimo. I bambini li mangiavano con grande gioia. Adesso faccio il pane e mio marito lo fa! Non essere orgoglioso! Ed è meglio così! Ad ogni modo, i bambini sono molto desiderosi di questi pani e sono felice di poter offrire loro qualcosa di più sano possibile. Grazie a tutti e spero di inviarvi solo buone notizie d'ora in poi!

D'ora in poi, i produttori di pane avranno almeno 3 clienti in meno!

Devi sapere che sono riuscito più volte a fare un pane buonissimo, ben coltivato e con gusto. ho avuto problemi

durante la cottura ho un fornello a gas, ma attraverso diversi tentativi ci sono riuscito e sono molto soddisfatto.

Per la cottura ho usato una pentola di terracotta con coperchio in cui ho messo della carta da forno in modo che non si attacchi.

Anche se non ho usato il vapore e non ho surriscaldato il forno, ne è uscito un ottimo pane. Nei primi 5min. il fuoco è allo stadio più basso dopo di che viene dato un po' più forte e gli ultimi 10-15min senza coperchio, tempo totale 40-45 min.

La pagnotta di cui ho parlato l'ultima volta era rimasta dalla confezione, non stavo più facendo l'operazione di addestramento.

In conclusione, vorrei ringraziarvi ancora una volta per le conoscenze che ho ricevuto durante il corso ma anche dopo. Il corso è molto diverso da quello che conoscevo. Altro, dove hai preso il banchetto? Voglio comprarne un altro.

Buona fortuna.

Dio ti ha lasciato (e) il talento per insegnare agli altri ad amare il pane alla maionese. Ne hai parlato così bene e così facilmente e accessibile hai presentato la teoria del "fare" questo pane, che se hai un piccolo desiderio, non puoi muovere qualcosa nel tuo cuore e non puoi farlo e tu e questa tavola. È una bella cosa che tu abbia arricchito anche noi. Forse non tutti ci riescono, ma penso che siano in molti a dirtelo.

Per quanto riguarda il pane alla maionese, non so come ho fatto a farne a meno così a lungo. Mi piace così tanto, soprattutto farlo, che è come un hobby.
Ho anche iniziato a regalarlo agli amici, perché non ci occupiamo più di cibo :) :) Voglio ancora esercitarmi e non posso farne a meno se non lo regalo più, perché mi dispiace non lo vedo senza.
Non potrò mai ringraziarti abbastanza per quello che hai fatto per noi,

PS Prima di conoscerti, non avevo mai toccato un impasto in vita mia e questo dovrebbe dire molto.

Oggi sono riuscita a controllare la mia mail e ho ritirato felicemente qualche istante del corso di fotografia, per cui vi ringrazio!

Grazie anche per aver condiviso con noi le tue conoscenze sul pane alla maionese.

Quanto al pane, solo parole di lode, solo profumo e gusto per la vita. Da quando l'abbiamo assaggiato non possiamo più farne a meno (e io non sono un pazzo consumatore di pane ma mastico questo pane come se fosse vivo, ogni palato ha un sapore!! Finora non l'ho sentito nel pane lievitato) . È una delizia, mi sembra che sappia di noci (quella intera). È venuto meraviglioso!!

Sono al 3° impasto del pane con la maionese, perché si mangia solo pane fatto in casa e fino a quando non sono andata in classe ho "soffrivo" della voglia di imparare a fare il pane con la maionese.

Faccio ogni volta 3 pagnotte di pane, 2 integrali e una nera. Oggi aspettano di essere infornate, alle 14, 3 pagnotte gonfie. Siamo lieti di aver fatto un altro passo avanti per una vita sana!

Grazie dal profondo del mio cuore per che hai trovato il tempo per condividere con noi questa sana esperienza.

Sono alla seconda settimana (contata dal 18 gennaio) di pratica. All'inizio ho anche fotografato i primi due pani. Poi le cose hanno iniziato a riprendersi. Cioè fino a quando non ho trovato un ritmo e una soluzione (parto dalla quantità di maionese ottenuta dai due vasetti e calcolo la farina) fino ad ottenere più abilità.

Soddisfazione e sostegno arrivano anche dalla famiglia (figli + marito). Ho messo alla prova i miei nonni con farina integrale, segale, rosmarino e cumino, che ha portato al rifiuto totale. Quindi sono passato alla farina bianca "7 spezie" e al sale.

E così ti ringrazio nella mia mente ogni giorno, quando vedo quali pani ben cresciuti appaiono nella mia cucina, e quando ho tempo ti scrivo per farti sapere che sto andando avanti con le prove.

Sei una persona eccezionale e sono molto felice di conoscerti! Il workshop di sabato è stato una gioia! Il 'bambino' nel barattolo sembra a posto per ora, spero che gli piaccio e che 'viva' il più a lungo possibile! Il mio pane è venuto molto bene. solo un po' bruciato fino in fondo. ma la colpa è del forno! La prossima volta sarà perfetto! Ho iniziato a 'studiare' il vostro sito e spero di non commettere troppi errori. Ancora una volta, grazie e ti auguro tanta salute, per trasmettere quante più persone possibile dalla tua conoscenza ed energia! Che Dio ti benedica con tutti i suoi doni!

Devi sapere che da novembre faccio sempre il pane con la maionese di bottega.

Ho messo la foto con l'ultima, questa settimana, che è venuta benissimo (era la prima volta che usavo esclusivamente farina bianca biologica di mia madre e i ragazzi in effetti non smettevano di mangiare). Grazie ancora per tutto quello che fai.

Dal mio punto di vista, l'industria della panificazione ha già iniziato a vacillare (a proposito, hai scritto sul blog) perché non compro più il pane (se non per caso).

Continuavo a rimandare l'invio della foto di come usciva il pane dal laboratorio. Era bello e gustoso, l'ho regalato a mia sorella. I tagli ancora non mi funzionano, ma il tempo risolve tutto. :)

Ero così eccitato dopo il workshop che ho fatto esperimenti tutta la settimana, con risultati abbastanza buoni:

Lunedì ho fatto la pizza con la farina di farro integrale, secondo la tua ricetta sul blog. Il formaggio a soffietto della nonna era bestiale. E ieri sera ho fatto delle lumache con l'uvetta, con farina bianca di campagna ma con maionese di farina nera. Sono cresciuti sorprendentemente fino a questa mattina. Ho preso una ricetta dalla rete e ho sostituito il lievito con la maionese, 4 volte la quantità e ho aggiunto altro latte, per essere circa il 50% della quantità di farina. Sfortunatamente, non avevo più un dado a casa. Sono venute un po' asciutte, perché dentro hanno solo un po' di burro e uvetta. La prossima volta li farò con una crema di noci e datteri.

Il tuo pane di segale con le noci era così buono. tanto che vorrei fare la maionese che ho ricevuto da voi, l'ho già trasformata in maionese di segale. So che la segale è molto ostile, ma puoi dirmi alcuni dettagli su come è fatto questo pane? Ho visto sul tuo sito che usi cracking di segale, ma non so cosa significhi.

Grazie mille per le informazioni di sabato scorso. Liviu mi ha parlato del laboratorio in cui è andato, e io ho fatto il pane prima, ma ora le informazioni sono state impostate diversamente e ho capito alcune cose che prima facevo solo, ma non ho capito esattamente perché devo farlo. così.

È la prima volta che partecipo a un workshop in campagna, molto diverso da quelli al lavoro. Sono contentissimo, soprattutto perché per me cucinare è un piacere e un buon metodo terapeutico di rilassamento. È stato un piacere conoscerti e apprezzo le tue qualità di insegnante, ho imparato in fretta. Ho fatto il pane in casa, il giorno dopo! E si è rivelato molto gustoso.

Ho usato farina bianca + intermedia (portata da un mulino in Bucovina), avevo più tempo per la lavorazione, quindi il pane cresceva più del "progettato" in officina. Ma non l'ho tagliato abbastanza in profondità, quindi si è rotto un po'. Da quello che ricordo l'ultima volta che ho fatto visita a mia figlia: il pane intermedio era diverso - nel colore e nell'odore. Ma dovresti sapere che poi non le ho chiesto della ricetta, del processo di produzione, ecc. Alla prossima visita chiederò e scoprirò i dettagli, di sicuro.

Ti scrivo per ringraziarti prima di tutto per avermi aperto la testa sul pasticcio del pane che molti di noi in realtà conoscono ma non avevamo davvero molte alternative, finora… Ho già comprato la mia farina integrale, "integrale", da "7 spice" e non vedo l'ora di testarlo. Stasera preparo la maionese perché domani voglio fare il pane.

Ho sfornato il pane con i semi del laboratorio quella sera a forma di torta, purtroppo l'ho bruciato un po', ma comunque è stato considerato un successo e il vento lo ha soffiato, anche se nero e brutto com'era.. Non troppo Sapevo come sarebbe dovuto essere dopo la lievitazione, pensavo che si sarebbe rovesciato sulla forma, ma non era così, l'ho comunque cotto ed era ok. Grazie ancora per tutto e ti consiglierò caldamente!

C'erano tante, tante cose interessanti e sono molto felice di essere venuta in officina ovviamente ho scritto quello che dicevi perché mi sembrava importante e non ne conoscevo molte. Alcuni infatti li ho trovati nel materiale scritto da te, ma altri è stato bene che li scrissi perché non lo erano e altrimenti li dimentico.

Oggi ho provato per la prima volta il pane bianco. Sono andata in Metro, ho comprato le 7 spezie :-) e ho fatto da te il pane bianco con maionese bianca - che sembro un diamante ora che è da te - e voglio dire che da te è uscito un pane doloroso.

Ci siamo precipitati quando ha fatto freddo (verso mezzogiorno) e già su due pani da 500 gr, uno è andato e il secondo è iniziato. ci vediamo domani fare la torta già per gli altri.

L'ho fatto con la crosta, come piace ad Adina ed è venuto micidiale, ho sbagliato da qualche parte nella tacca, ma perché non si aprivano bene, invece sono "esplosi" attraverso altri angoli :-). Non ho una lama e con il coltello non taglia così bene, penso che sia così, ma era comunque gustoso al massimo!

Ti mando due foto del pane avanzato dove puoi vedere la crosta esplosa, ma anche gli alveoli - questa informazione con la crosta più appiccicosa e liquida per un pane più alveolare è stata super interessante, non mi sono fatto prendere, anche se è nella mente del gallo ed è grande logica.

Ho anche tenuto due vasetti più piccoli, uno con la maionese bianca da te e un altro con tutta la mia maionese (mamme), e ora sto preparando due vasetti più grandi con maiale (figlie) per fare dei pani (più) per domenica per alcune amiche.

Oggi ho mangiato un pane "intermedio" (metà bianco, metà integrale) con cipolle assolutamente favolose!!

E. mi ha detto che (finalmente) oggi ho preso il miglior pane di tutti. Gli chiedo: "È un professionista?" dice: "DAAAA!!" :-)

Quindi il workshop non è stato solo "un po'" utile, ma molto di più!! Oggi, concretamente, abbiamo fatto la crosta morbida, come ci hai detto, e ne è uscito un buonissimo e bellissimo (e profumato di cipolle!) Pane con i buchi, da manuale, che altro.

Il laboratorio è stato molto carino e il pane è uscito bene. Quello intermedio l'ho cotto poi, la sera. Quella bianca l'ho lasciata in frigo e l'ho infornata al mattino. va bene, è solo acido nei parametri normali, penso che avrei dovuto lasciarlo in forno per circa 5 minuti. Ho cotto in imbarazzo e in tappi con coperchi. sono venuti bene entrambi, quindi continuo così per un po' e vedo se oso con pietra, vapore e ghiaccio.

Penso di mandare mia madre a una lezione futura, sembrava interessata ieri sera.

Grazie per essere riuscito a condensare/strutturare una storia del genere in sole tre ore.

Li ho sfornati ieri sera, sono venuti come in foto.

Mi è veramente piaciuto. L'ho lasciata davvero fermentare ancora un po', l'ho infornata verso le 23, l'ho portata in giro per il frigo…. è venuto un po' acido ma molto buono.

Domani ne faccio una bianca, più per tutti i gusti.

Ti sono grato per molto. Hai il dono di condividere non solo la conoscenza.

Grazie per il libro, che quando tornerò (sono ancora a Lima) sarà il primo libro che leggerò. Mia madre, l'ho lasciata alle cure di un'amica.

Sento di aver imparato qualcosa che sarà molto importante nella mia vita. Non ho avuto pazienza, alle 9:30 ho messo il pane in forno, ed è venuto benissimo! Non vedo l'ora di godermelo domani mattina.

Ci vediamo alle torte, sono impazienti.

Qualche tempo fa sono stata a uno dei tuoi workshop. Voglio solo salutarvi e dirvi che il pane alla maionese fa ormai parte della nostra routine, non più un puzzle frustrante o spaventoso. Facciamo il pane ogni 3 giorni in modo che al marito non piaccia congelarli. E facciamo lo yogurt invece dell'acqua o il siero di latte di capra e giochiamo e otteniamo dei pani sensazionali! Li lasciamo sempre in frigo una notte prima di infornarli perché così sono ancora più gustosi. Vi abbraccio e spero di vedervi al club.

Bene, anch'io do un segno di vita. Anche se non ti ho scritto prima, ti penso spesso.

Non ti ho scritto né inviato foto delle mie mezzelune, come ti avevo promesso, perché non sono venute buone come le prime.

Ma non mi sono arreso. Questa malattia mi è penetrata così profondamente che non ho scampo. È passato un anno da quando ho comprato il pane nei negozi. Il pane si fa ancora due volte a settimana in casa.

La nuova notizia è che abbiamo tenuto il nostro primo laboratorio del pane. È un sacco di detto workshop. :) Tutto è iniziato con il fatto che queste persone volevano fare loro il pane due volte a settimana. Mi ci è voluto un po'.

Ho messo le mani sul pane per loro. Ho variato la ricetta con le patate fino a quando è nata la ricetta con le patate e senza acqua. Ma non sempre ho tempo per questo. Così ho chiesto loro di raccontare loro la storia. All'inizio avevano paura. Adesso mi chiamano che hanno preparato il primo pane e stanno aspettando il "verdetto".

Altrimenti uso sempre meno farina bianca. Sono passato quasi interamente alla farina integrale o al farro. Più recentemente uso sempre più crusca nel pane, che metto a bagno per circa 10-15 minuti in acqua. Il pane esce buono e pieno, di colore più scuro. Che gradisco.

Ultimamente anche il mio amico ha iniziato a fare il pane. Per ora la pizza è la sua specialità, ma per quanto ne so ne seguiranno altre.

Pane delizioso ancora!

Mi ha fatto piacere conoscerti e ammirare quello che fai.

Il pane del laboratorio è venuto bene, l'ho fatto quella sera, ecco alcune foto.

In totale ho fatto 3 pagnotte, la prima era OK, la seconda (integrale al 100%) non è cresciuta molto perché non ho preso la parte con la tacca, la terza invece, anche quella integrale al 100% era la più successo, ho usato le forbici al posto della lama ed è cresciuto molto bene. Purtroppo non ho posato per la terza pagnotta e adesso è già divorata. Ne farò un altro oggi.

Devo scusarmi per aver pensato di aver parlato un po' ieri. Ultimamente ho passato più tempo a casa e ho rovinato le mie abitudini di autocontrollo da adulto. Mi manifesto come un bambino che trotta impaziente quando sono eccitato. E mi è piaciuto molto il workshop di ieri.

Il pane fatto in laboratorio è stato sfornato questa mattina. Penso che sia ok. Considerando che è con farina 100% integrale, non è cresciuto in modo spettacolare, ma è molto gustoso. Probabilmente la prossima esperienza con maya sarà una ciabatta. Anche se cerco di non consumare affatto la farina bianca, faccio un'eccezione per una ciabatta al mese.

Faccio anche dolci vegani crudi. L'hai mai assaggiato? Saresti interessato a provare? Faccio una torta di carote molto gustosa con crema di formaggio. Ti piacerebbe provarlo? Ne sto facendo uno per la tua famiglia, dobbiamo solo incontrarci per dartelo. Sento di aver ricevuto molto da te e probabilmente ti disturberò con altre domande, quindi è normale dare qualcosa in cambio. È così che ci "arricchiamo" a vicenda. Che ne dici?

Grazie mille per tutto quello che mi hai insegnato. Sei una donna speciale!

Le torte mi sembravano più facili del pane! Tutti i cozonac che mangiavo (anche se fatti in casa) mi bruciavano lo stomaco, non potevo mangiare più di una fetta al giorno. Non ho più questo problema con quelli con mayo. Ieri ho mangiato 4 fette e mi sono trattenuto a stento.

Grazie dal profondo del mio cuore per il workshop, prepara dei pani meravigliosi e molto gustosi. La mia è venuta buonissima, e profumata, ne ho già mangiata metà - metto una foto per vederla. Ho anche fatto un nuovo impasto per una pagnotta di pane.

Buona fortuna e spero di sentirti, magari in un nuovo laboratorio di torte.

Grazie per il piacevole pomeriggio che ci avete dedicato, ma soprattutto per le preziose informazioni che ci avete fornito.

Sono contento di aver avuto la possibilità di partecipare a questo workshop e voglio davvero conoscere tutti i segreti per ottenere questo pane sano e gustoso, soprattutto perché ho con me una persona molto cara che ha bisogno di una dieta attentamente progettata su principi e mangiare pane fino a tre alla volta.

A proposito, per me che ho studiato cibo, questo processo capovolge tutto ciò che ho imparato sul pane, ma non è mai troppo tardi per imparare qualcosa di nuovo, soprattutto perché so su quali principi sono costruiti tutti gli alimenti prodotti in Romania.

Il pane non è uscito soffice come il tuo e la crosta era piuttosto dura e spessa. Penso che il motivo sia che forse l'ho lasciato troppo tempo in frigo - l'ho messo in forno solo verso le 9.30, perché inaspettatamente per me mi sono svegliato un po' tardi.

Ho comprato farina integrale biologica e penso che prima o poi farò il mio primo pane di marca, senza guida. Vi terrò informati sul risultato.

Per favore fatemi sapere quando organizzerete il laboratorio della torta sono molto interessato a questo prodotto perchè in famiglia la torta vince staccata come favorita davanti ad altri dolci.

Mi sono trovata benissimo in officina, sono venuta emozionata e stamattina ho preparato il pane. Risultati:

2. Il mio pane si è attaccato alla ciotola di Jena

3. Le mie nonne mangiavano con molto piacere

Ho mille domande ma spero di trovare la risposta sul tuo blog, che sto leggendo ora. Faccio piani su come entrare nelle attività settimanali e fare il pane. Penso che mi fermerò prima dal tartler per testare i loro prodotti.

Voglio ringraziarti per sabato sera, mi sono sentito davvero bene. Hai unito il lavoro al divertimento oltre ai sapori del pane (mi piaceva di più la segale, te l'avevo detto?), formaggio e vino tra loro (non significa che non mi piacesse quel giallo burro, ma era un un po' di grasso per me). E il pane fresco era pazzesco!

Mi sono trovata davvero bene e grazie. Il pane si è rivelato molto buono (un po' di crosta dura… credo che non ci fosse abbastanza vapore) e gustoso. Ho anche chiamato un amico per assaggiarlo. Mi sono già vantato di FB come puoi vedere.

per la maionese, per la ricetta e, ultimo ma non meno importante, per l'atteggiamento. Con il tuo aiuto HO RIUSCITO, rispettando tutto quello che mi hai detto e scritto.

Ne è uscito un ottimo pane, è cresciuto quanto occorreva, è bello, ha un buon sapore, vero, di pane, non di lievito. Quindi massima soddisfazione.

Ti mando la foto del pane appena sfornato. Il workshop è stato molto interessante e ora applicherò le nuove informazioni.

I bambini hanno adorato così tanto il mio pane! Danut ha persino fatto un pacco da portare con sé, e non lo ha mai fatto di nuovo. Si sono riuniti tutti in cucina ed erano emozionati quando abbiamo tolto il pane dal forno. Mi sentivo così bene, non pensavo avrebbe avuto questo effetto!

Mi sono trovato bene in officina, mi scuso per essermene andato più velocemente. Al mattino ho sfornato il pane ed è venuto benissimo e lo metterò a pranzo.

Vi allego le foto del pane di patate fatto ieri e quello con la maionese del mattino.

Il corso mi è piaciuto e l'ho trovato molto istruttivo. Penso che avremmo potuto beneficiare di ulteriori informazioni se avessimo dominato meglio il nostro entusiasmo e fossimo stati più obbedienti. Ma per il resto è stata un'esperienza utile e piacevole per me. Ho scoperto nuove informazioni e sono stato felice di incontrare altri appassionati di "mayo". In particolare, penso che mi sarà utile la parte “formante” del pane, le trecce e le focacce/stecche, l'idea dei banchetti di cui avevo letto, ma non ho dato loro importanza finora e altri…

Per favore fammi sapere quando decidi di seguire il corso di torta. Non sono ancora molto sicuro di essere interessato alle torte, ma mi piacerebbe rivederti.

Grazie per questa meravigliosa opportunità. Ammetto che era la prima volta che scoprivo questo tipo di pane. Ho fatto anche il pane fatto in casa, ma solo con lievito commerciale. Ero super entusiasta di quello che ho scoperto e uno mi ha convinto a fare un debutto di successo in questo campo.

Da quando ho fatto il primo pane (quello con cui sono uscito dal laboratorio) l'ho fatto due volte. Cioè, meno ogni giorno oggi, perché non possiamo più farcela a mangiare. La grande fortuna è che questo pane sia apprezzato da tutti in casa altrimenti non varrebbe la pena. In tre giorni ho esaurito tutto il brodo di farina di casa e devo rifornirmi a dovere. Ho fatto diverse combinazioni di farina, diverse forme e sono venute tutte molto bene. E non perché sono uno specialista (perché non lo sono), ma la ricetta è molto semplice e chiara.

Torno con la richiesta di tenermi in lista per il laboratorio della torta, quando voglio venire con mia sorella. Ma fino ad allora possiamo ancora sentirci.

Il mio primo pane sembra buono, è molto gustoso (ho rotto un po' la crosta, aspetteremo domani), ma come è normale che sia, forse ho sbagliato passo: non ho scaldato la ciotola in cui l'ho infornato.
Devo ancora esercitarmi con il notch. Come puoi vedere una delle tacche è più profonda.

Il pane era delizioso perché fatto con amore ed emozione. Mio figlio mi ha detto che avevo talento. È il più bel complimento ricevuto ultimamente.

Ieri sera ho dato la maionese e la mattina ho fatto il pane bianco, due panini al sesamo e dei grissini. Li ho appena tolti dal forno. Le patatine sono state la rivelazione del giorno, croccanti e gustose.

Grazie per tutte le informazioni che mi avete dato, per la pazienza con cui avete risposto e spero che completerete l'iniziativa con il club laboratorio del pane.

Voglio dirvi che oggi il primo pane l'ho fatto da solo ed è venuto benissimo. L'abbiamo tenuto nel tovagliolo ieri sera e stamattina quando l'abbiamo tagliato non potevamo credere quanto fosse elastico, soffice e gustoso.Facciamo il pane lievitato da 2 anni e solo ora finalmente abbiamo mangiato un pane autentico.

Abbiamo fatto il pane ieri mattina come ci hai insegnato ed è venuta buonissima, è piaciuto a tutti, non vedo l'ora di farne altro. Grazie mille per il workshop.


16 fette (1 porzione / 150 g)

ingrediente di grano:

ingrediente crema:

600 g - purè di avocado (4 dollari di avocado)

350 g & # 8211 miele (o a piacere)

come si fa il piano di lavoro?

mescolare tutti gli ingredienti nel mixer fino a quando la composizione è legata. si mettono a forma di torta, preventivamente cosparse di scaglie di cocco.

come fare la crema

macinare tutti gli ingredienti nel frullatore, tranne la frutta e mescolare fino a quando non diventano una crema, versare metà della composizione sul bancone, quindi cospargere la frutta e coprire con il resto della composizione della crema.

lasciare in congelatore fino a quando non si sarà solidificato.

Imparentato Post

Torta al cioccolato e vaniglia

piano di lavoro: 450 mandorle 5-6 datteri 3-4 fichi crema: 250 g avocado 200 g olio 50 g burro di cacao 220 g miele (a piacere) 70-80 g succo d'arancia 50 g cocco 1/2 cucchiaino vaniglia 1 polvere panna sale: 250 g anacardi 200 grammi di olio di cocco 80 grammi di burro di cacao 220 grammi di miele 50-70 grammi di limone 1 pezzetto di scorza d'arancia 1/2 cucchiaino di vaniglia Guarnire con cioccolato liquido Buon appetito!

Gelato crudo

Base: 3 banane 200 grammi di burro di cocco 200 grammi di anacardi ammorbiditi 250 grammi di miele 5 grammi di vaniglia Tutti gli ingredienti sono mescolati fino ad ottenere un composto omogeneo Aggiungere 1 cucchiaino di succo di limone e 1 cucchiaino di spirulina alla base del gelato e poi frullare.

Caramelle al gusto di cocco

ingredienti per 60 deliziose caramelle! 200 g - cocco fresco 40 g - burro di cacao 150 g - cocco in scaglie 120 g - anacardi idratati 120 ml - acqua 120 gr - olio di cocco 150 gr - miele di cocco.

Funghi al curry con broccoli

1 porzione - 250 gr di cui 150 gr - broccoli al curry e 100 gr - riso BROCOLI AL CURRY - 19 porzioni (150gr/porzione) • 600 gr - broccoli • 400 gr - funghi • 20 gr - olio d'oliva • 5 gr - sale • 20 ml - succo di limone Si marinano funghi e broccoli.

Illecito rawdia

top 500 g di noci rumene 80 g di uvetta Un pizzico di sale, gli ingredienti vengono omogeneizzati in un frullatore o su un robot da cucina. La pasta ottenuta viene stesa a forma di torta, precedentemente ricoperta di scaglie di cocco. poi lasciarla in freezer mentre si prepara la crema. Crema 350 gr.

Cozonac crudo

Ingredienti per 6 porzioni: 250 g di fiocchi d'avena 200 g di datteri 250 g di noci (tritate) 50 g di semi di girasole 100 g di uvetta 70 g di cioccolato grezzo 30 g di cacao di cucchiaino di curcuma 1 cucchiaio di miele 1 sale da cucina per cominciare, sorridi e pensa a qualcosa di bello e luminoso . poi inviamo amore a tutti coloro che gusteranno il meraviglioso.

Cestini di farina d'avena

ricetta vegana per 12 pz (65g) 420 gr - farina d'avena 120 gr - olio di cocco 70 gr - farina integrale 200 gr - acqua 1 cucchiaino di sale ci rimbocchiamo le maniche e diffondiamo un buon pensiero nelle nostre anime. solo allora iniziamo… la farina d'avena viene trasformata in farina, mescolata con farina integrale e.

ZUPPA DI CETRIOLO CRUDO

• 600 gr - cetriolo (pulito) • 8 gr - basilico • 6 gr - aglio • 150 gr - avocado • 100 ml - succo di limone • 70 gr - anacardi idratati • 2 gr - pepe • 850 ml - acqua • 100 ml - olio olive • 14 gr - sale Tutti gli ingredienti vengono frullati fino ad ottenere una composizione cremosa. 1 porzione 300 ml - contiene.

Insalata di lenticchie germogliate

10 porzioni - 170 gr / porzione lenticchie verdi germinate - 1 kg (ottenute da ½ kg di lenticchie crude, che si lasciano germinare dalla sera al mattino) 1 pezzo di peperone rosso 3, 4 pomodori 2 pezzi cipolla rossa 3, 4 cuccioli aglio schiacciato , olio d'oliva, sale, paprica piccante, pepe, bollire il prezzemolo tritato.

Insalata bella

Ingredienti 1 tazza di mais 1 tazza di piselli 1 tazza di peperoni rossi a cubetti ¾ tazza di cubetti di sedano ½ tazza di carote a cubetti ½ tazza di ciambelle sottaceto ½ tazza di cetriolo sottaceto mescolare tutte le verdure con maionese vegetale


Pane ripieno

Sono buonissime, servite a colazione o portate nella confezione per lavoro!E per affettare alcuni ingredienti ho avuto un aiuto che ho amato molto: Salad Chef Smart.

  • 4 pani
  • 2 uova
  • bollito
  • crema di formaggio con verdure di Delaco
  • De Senvis de la Delaco formaggio
  • pastrami di maiale
  • anelli di cipolla rossa
  • pomodorini
  • Pepe
  • spezie, facoltative
  • ketchup
  • Per servire

[/ ingredienti]
[titolo preparazione = & # 8221Preparazione & # 8221]

Tagliamo le pagnotte in tre lunghezze, alla base. Non li tagliamo a fette, li tagliamo e basta.
Ungere con crema di formaggio con verdure di Delaco, su entrambi i lati delle tacche.
Ungere molto, perché la crema di formaggio entrerà nel pane durante il trattamento
termico.
Con l'aiuto dell'affettatrice a V, dal dispositivo Salad Chef Smart, taglieremo la cipolla
rosso in tondo.
Affettiamo a rondelle, questa volta con il coltello, per ottenere fette più grandi e uova sode, peperoni e pomodorini.
Riempi il pane tra le tacche con due fette di ogni ingrediente affettato e posiziona sopra i bastoncini di formaggio, in modo che si sciolgano bene e prendano una piccola crosta sugli ingredienti del pane.
Adagiate i pani così farciti, in una teglia, sopra la carta da forno tagliata per ogni pezzo di pane e mettete la teglia in forno per 10 minuti a 180 gradi, o fino a quando il formaggio si scioglie leggermente e si forma una bella crosticina.
Serviamo pane caldo, insieme a caffè, tè o yogurt.
Sono molto efficaci e buoni allo stesso tempo!


Video: Tutti tagliano languria a fette, ma così è 8 volte meglio! (Dicembre 2021).