Nuove ricette

Rand Paul chiama Donald Trump, afferma che i suoi figli non hanno lavorato al "Local Pizza Hut"

Rand Paul chiama Donald Trump, afferma che i suoi figli non hanno lavorato al

I due candidati presidenziali repubblicani si scontrano

Rand Paul e Donald Trump sono entrambi candidati repubblicani per le elezioni presidenziali del 2016.

Il senatore Rand Paul, R-Kentucky, ha reagito dopo che Donald Trump lo ha definito un "moccioso viziato". L'11 agosto, Paul ha affermato che i figli di Trump hanno vissuto a vita di privilegio.

Paul, un candidato presidenziale repubblicano del 2016, stava conducendo una campagna al Riley's Gun Shop a Hooksett, nel New Hampshire, quando ha detto ai giornalisti che i figli di Trump non sono cresciuti "lavorando nel locale Pizza Hut.”

"Se stiamo parlando di chi è un marmocchio viziato o no, i miei due figli lavorano tutti a salario minimo", ha detto Paul ai giornalisti. “Pensi che i ragazzi di Trump abbiano lavorato al locale Pizza Hut? Quindi vivo una vita abbastanza normale, e non gli sto invidiando la sua ricchezza, ma non c'è niente di me o della mia famiglia che sia rovinato.

Paul ha anche criticato lo stesso Trump, definendolo un “falso conservatore”. Ha continuato dicendo: "Ho lavorato fin da giovane, i miei figli lavorano tutti e siamo orgogliosi di loro per i lavori con salario minimo, consegnare pizze, lavorare in una pizzeria, lavorare in un call center, tutti i miei ragazzi lavorano e hanno lavorato e siamo orgogliosi di loro per aver lavorato”. Paolo ha tre figli.

"[Trump] chiama le persone grasse e stupide e questo è un po' divertente, ma vogliamo davvero che una star dei reality TV sia responsabile del nostro paese e della nostra economia?" ha detto Paolo.


  • Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra con in mano una lattina di fagioli Goya per mostrare il suo sostegno all'azienda
  • "Se è Goya, deve essere buono", ha scritto in inglese e spagnolo
  • Ma le leggi federali sull'etica proibiscono ai dipendenti del governo di promuovere società private portando a richieste di un'indagine etica sulla prima figlia
  • Goya e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca, affermando che gli Stati Uniti sono "veramente fortunati" ad averlo

Pubblicato: 14:22 BST, 15 luglio 2020 | Aggiornato: 18:06 BST, 15 luglio 2020

Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra in possesso di una lattina di fagioli Goya e offre il suo supporto per il marchio, suscitando la preoccupazione di aver violato le regole etiche del governo approvando l'azienda.

La prima figlia, che funge da consigliere del presidente Donald Trump, ha pubblicato l'immagine di lei sorridente, con in mano una lattina di fagioli neri con la caratteristica etichetta blu di Goya e le parole: "Se è Goya, deve essere buono". Ha incluso anche la traduzione spagnola.

Ma le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di promuovere aziende private e i loro prodotti.

"Un dipendente non deve utilizzare o consentire l'uso della sua posizione o titolo governativo o di qualsiasi autorità associata al suo ufficio pubblico per avallare alcun prodotto, servizio o impresa", recita la legge.

La Casa Bianca ha affermato che Ivanka Trump "ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale" per l'azienda.

"Solo i media e il movimento per la cultura dell'annullamento criticherebbero Ivanka per aver mostrato il suo sostegno personale a un'azienda che è stata ingiustamente derisa, boicottata e ridicolizzata per aver sostenuto questa amministrazione, che ha costantemente combattuto e consegnato per la comunità ispanica. Ivanka è orgogliosa di questa forte attività di proprietà ispanica con profonde radici negli Stati Uniti e ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale", ha affermato la portavoce Carolina Hurley.

I critici hanno chiesto un'indagine etica di Ivanka Trump dopo che la prima figlia ha pubblicato la foto sopra sui suoi account sui social media: le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di sostenere società private

Ivanka Trump stava mostrando il suo sostegno a Goya e la società e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca

Goya Foods e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue è apparso a un evento dei leader ispanici la scorsa settimana alla Casa Bianca con il presidente Trump, che ha elogiato ripetutamente, dicendo "siamo tutti veramente fortunati" ad averlo come presidente.

Quasi subito dopo, #BoycottGoya, #GoyaFoods e #Goyaway hanno iniziato a fare tendenza sulle piattaforme di social media.

Diversi grandi nomi hanno pesato sul dibattito, citando la storia di Trump di commenti sprezzanti e dure politiche nei confronti degli ispanici, in particolare la politica dell'amministrazione di separare le famiglie di immigrati al confine tra Stati Uniti e Messico.

I critici si sono anche lanciati sul post di Ivanka Trump e sono state sollevate domande sul fatto che ci dovesse essere un'indagine etica sulle azioni della prima figlia.


  • Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra con in mano una lattina di fagioli Goya per mostrare il suo sostegno all'azienda
  • "Se è Goya, deve essere buono", ha scritto in inglese e spagnolo
  • Ma le leggi federali sull'etica proibiscono ai dipendenti del governo di promuovere società private portando a richieste di un'indagine etica sulla prima figlia
  • Goya e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca, affermando che gli Stati Uniti sono "veramente fortunati" ad averlo

Pubblicato: 14:22 BST, 15 luglio 2020 | Aggiornato: 18:06 BST, 15 luglio 2020

Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra in possesso di una lattina di fagioli Goya e offre il suo supporto per il marchio, suscitando la preoccupazione di aver violato le regole etiche del governo approvando l'azienda.

La prima figlia, che funge da consigliere del presidente Donald Trump, ha pubblicato l'immagine di lei sorridente, con in mano una lattina di fagioli neri con la caratteristica etichetta blu di Goya e le parole: "Se è Goya, deve essere buono". Ha incluso anche la traduzione spagnola.

Ma le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di promuovere aziende private e i loro prodotti.

"Un dipendente non deve utilizzare o consentire l'uso della sua posizione o titolo governativo o di qualsiasi autorità associata al suo ufficio pubblico per avallare alcun prodotto, servizio o impresa", recita la legge.

La Casa Bianca ha sostenuto che Ivanka Trump "ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale" per l'azienda.

"Solo i media e il movimento per la cultura dell'annullamento criticherebbero Ivanka per aver mostrato il suo sostegno personale a un'azienda che è stata ingiustamente derisa, boicottata e ridicolizzata per aver sostenuto questa amministrazione, una che ha costantemente combattuto e consegnato per la comunità ispanica. Ivanka è orgogliosa di questa forte attività di proprietà ispanica con profonde radici negli Stati Uniti e ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale", ha affermato la portavoce Carolina Hurley.

I critici hanno chiesto un'indagine etica di Ivanka Trump dopo che la prima figlia ha pubblicato la foto sopra sui suoi account sui social media: le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di sostenere società private

Ivanka Trump stava mostrando il suo sostegno a Goya e la società e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca

Goya Foods e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue è apparso a un evento dei leader ispanici la scorsa settimana alla Casa Bianca con il presidente Trump, che ha elogiato ripetutamente, dicendo "siamo tutti veramente fortunati" ad averlo come presidente.

Quasi subito dopo, #BoycottGoya, #GoyaFoods e #Goyaway hanno iniziato a fare tendenza sulle piattaforme di social media.

Diversi grandi nomi hanno pesato sul dibattito, citando la storia di Trump di commenti sprezzanti e dure politiche nei confronti degli ispanici, in particolare la politica dell'amministrazione di separare le famiglie di immigrati al confine tra Stati Uniti e Messico.

I critici si sono anche lanciati sul post di Ivanka Trump e sono state sollevate domande sul fatto che ci dovesse essere un'indagine etica sulle azioni della prima figlia.


  • Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra con in mano una lattina di fagioli Goya per mostrare il suo sostegno all'azienda
  • "Se è Goya, deve essere buono", ha scritto in inglese e spagnolo
  • Ma le leggi federali sull'etica proibiscono ai dipendenti del governo di promuovere società private portando a richieste di un'indagine etica sulla prima figlia
  • Goya e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca, affermando che gli Stati Uniti sono "veramente fortunati" ad averlo

Pubblicato: 14:22 BST, 15 luglio 2020 | Aggiornato: 18:06 BST, 15 luglio 2020

Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra in possesso di una lattina di fagioli Goya e offre il suo supporto per il marchio, suscitando la preoccupazione di aver violato le regole etiche del governo approvando l'azienda.

La prima figlia, che funge da consigliere del presidente Donald Trump, ha pubblicato l'immagine di lei sorridente, con in mano una lattina di fagioli neri con la caratteristica etichetta blu di Goya e le parole: "Se è Goya, deve essere buono". Ha incluso anche la traduzione spagnola.

Ma le leggi federali sull'etica vietano ai dipendenti del governo di promuovere aziende private e i loro prodotti.

"Un dipendente non deve utilizzare o consentire l'uso della sua posizione o titolo governativo o di qualsiasi autorità associata al suo ufficio pubblico per avallare alcun prodotto, servizio o impresa", recita la legge.

La Casa Bianca ha sostenuto che Ivanka Trump "ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale" per l'azienda.

"Solo i media e il movimento per la cultura dell'annullamento criticherebbero Ivanka per aver mostrato il suo sostegno personale a un'azienda che è stata ingiustamente derisa, boicottata e ridicolizzata per aver sostenuto questa amministrazione, che ha costantemente combattuto e consegnato per la comunità ispanica. Ivanka è orgogliosa di questa forte attività di proprietà ispanica con profonde radici negli Stati Uniti e ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale", ha affermato la portavoce Carolina Hurley.

I critici hanno chiesto un'indagine etica di Ivanka Trump dopo che la prima figlia ha pubblicato la foto sopra sui suoi account sui social media: le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di sostenere società private

Ivanka Trump stava mostrando il suo sostegno a Goya e la società e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca

Goya Foods e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue è apparso a un evento dei leader ispanici la scorsa settimana alla Casa Bianca con il presidente Trump, che ha elogiato ripetutamente, dicendo "siamo tutti veramente fortunati" ad averlo come presidente.

Quasi subito dopo, #BoycottGoya, #GoyaFoods e #Goyaway hanno iniziato a fare tendenza sulle piattaforme di social media.

Diversi grandi nomi hanno pesato sul dibattito, citando la storia di Trump di commenti sprezzanti e dure politiche nei confronti degli ispanici, in particolare la politica dell'amministrazione di separare le famiglie di immigrati al confine tra Stati Uniti e Messico.

I critici si sono anche lanciati sul post di Ivanka Trump e sono state sollevate domande sul fatto che ci dovesse essere un'indagine etica sulle azioni della prima figlia.


  • Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra con in mano una lattina di fagioli Goya per mostrare il suo sostegno all'azienda
  • "Se è Goya, deve essere buono", ha scritto in inglese e spagnolo
  • Ma le leggi federali sull'etica proibiscono ai dipendenti del governo di promuovere società private portando a richieste di un'indagine etica sulla prima figlia
  • Goya e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca, affermando che gli Stati Uniti sono "veramente fortunati" ad averlo

Pubblicato: 14:22 BST, 15 luglio 2020 | Aggiornato: 18:06 BST, 15 luglio 2020

Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra in possesso di una lattina di fagioli Goya e offre il suo supporto per il marchio, suscitando la preoccupazione di aver violato le regole etiche del governo approvando l'azienda.

La prima figlia, che funge da consigliere del presidente Donald Trump, ha pubblicato l'immagine di lei sorridente, con in mano una lattina di fagioli neri con la caratteristica etichetta blu di Goya e le parole: "Se è Goya, deve essere buono". Ha incluso anche la traduzione spagnola.

Ma le leggi federali sull'etica vietano ai dipendenti del governo di promuovere aziende private e i loro prodotti.

"Un dipendente non deve utilizzare o consentire l'uso della sua posizione o titolo governativo o di qualsiasi autorità associata al suo ufficio pubblico per avallare alcun prodotto, servizio o impresa", recita la legge.

La Casa Bianca ha sostenuto che Ivanka Trump "ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale" per l'azienda.

"Solo i media e il movimento per la cultura dell'annullamento criticherebbero Ivanka per aver mostrato il suo sostegno personale a un'azienda che è stata ingiustamente derisa, boicottata e ridicolizzata per aver sostenuto questa amministrazione, che ha costantemente combattuto e consegnato per la comunità ispanica. Ivanka è orgogliosa di questa forte attività di proprietà ispanica con profonde radici negli Stati Uniti e ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale", ha affermato la portavoce Carolina Hurley.

I critici hanno chiesto un'indagine etica di Ivanka Trump dopo che la prima figlia ha pubblicato la foto sopra sui suoi account sui social media: le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di sostenere società private

Ivanka Trump stava mostrando il suo sostegno a Goya e la società e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca

Goya Foods e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue è apparso a un evento dei leader ispanici la scorsa settimana alla Casa Bianca con il presidente Trump, che ha elogiato ripetutamente, dicendo "siamo tutti veramente fortunati" ad averlo come presidente.

Quasi subito dopo, #BoycottGoya, #GoyaFoods e #Goyaway hanno iniziato a fare tendenza sulle piattaforme di social media.

Diversi grandi nomi hanno pesato sul dibattito, citando la storia di Trump di commenti sprezzanti e dure politiche nei confronti degli ispanici, in particolare la politica dell'amministrazione di separare le famiglie di immigrati al confine tra Stati Uniti e Messico.

I critici si sono anche lanciati sul post di Ivanka Trump e sono state sollevate domande sul fatto che ci dovesse essere un'indagine etica sulle azioni della prima figlia.


  • Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra con in mano una lattina di fagioli Goya per mostrare il suo sostegno all'azienda
  • "Se è Goya, deve essere buono", ha scritto in inglese e spagnolo
  • Ma le leggi federali sull'etica proibiscono ai dipendenti del governo di promuovere società private portando a richieste di un'indagine etica sulla prima figlia
  • Goya e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca, affermando che gli Stati Uniti sono "veramente fortunati" ad averlo

Pubblicato: 14:22 BST, 15 luglio 2020 | Aggiornato: 18:06 BST, 15 luglio 2020

Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra in possesso di una lattina di fagioli Goya e offre il suo supporto per il marchio, suscitando la preoccupazione di aver violato le regole etiche del governo approvando l'azienda.

La prima figlia, che funge da consigliere del presidente Donald Trump, ha pubblicato l'immagine di lei sorridente, con in mano una lattina di fagioli neri con la caratteristica etichetta blu di Goya e le parole: "Se è Goya, deve essere buono". Ha incluso anche la traduzione spagnola.

Ma le leggi federali sull'etica vietano ai dipendenti del governo di promuovere aziende private e i loro prodotti.

"Un dipendente non deve utilizzare o consentire l'uso della sua posizione o titolo governativo o di qualsiasi autorità associata al suo ufficio pubblico per avallare alcun prodotto, servizio o impresa", recita la legge.

La Casa Bianca ha affermato che Ivanka Trump "ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale" per l'azienda.

"Solo i media e il movimento per la cultura dell'annullamento criticherebbero Ivanka per aver mostrato il suo sostegno personale a un'azienda che è stata ingiustamente derisa, boicottata e ridicolizzata per aver sostenuto questa amministrazione, che ha costantemente combattuto e consegnato per la comunità ispanica. Ivanka è orgogliosa di questa forte attività di proprietà ispanica con profonde radici negli Stati Uniti e ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale", ha affermato la portavoce Carolina Hurley.

I critici hanno chiesto un'indagine etica di Ivanka Trump dopo che la prima figlia ha pubblicato la foto sopra sui suoi account sui social media: le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di sostenere società private

Ivanka Trump stava mostrando il suo sostegno a Goya e la società e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca

Goya Foods e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue è apparso a un evento dei leader ispanici la scorsa settimana alla Casa Bianca con il presidente Trump, che ha elogiato ripetutamente, dicendo "siamo tutti veramente fortunati" ad averlo come presidente.

Quasi subito dopo, #BoycottGoya, #GoyaFoods e #Goyaway hanno iniziato a fare tendenza sulle piattaforme di social media.

Diversi grandi nomi hanno pesato sul dibattito, citando la storia di Trump di commenti sprezzanti e dure politiche nei confronti degli ispanici, in particolare la politica dell'amministrazione di separare le famiglie di immigrati al confine tra Stati Uniti e Messico.

I critici si sono anche lanciati sul post di Ivanka Trump e sono state sollevate domande sul fatto che ci dovesse essere un'indagine etica sulle azioni della prima figlia.


  • Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra con in mano una lattina di fagioli Goya per mostrare il suo sostegno all'azienda
  • "Se è Goya, deve essere buono", ha scritto in inglese e spagnolo
  • Ma le leggi federali sull'etica proibiscono ai dipendenti del governo di promuovere società private portando a richieste di un'indagine etica sulla prima figlia
  • Goya e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca, affermando che gli Stati Uniti sono "veramente fortunati" ad averlo

Pubblicato: 14:22 BST, 15 luglio 2020 | Aggiornato: 18:06 BST, 15 luglio 2020

Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra in possesso di una lattina di fagioli Goya e offre il suo supporto per il marchio, suscitando la preoccupazione di aver violato le regole etiche del governo approvando l'azienda.

La prima figlia, che funge da consigliere del presidente Donald Trump, ha pubblicato l'immagine di lei sorridente, con in mano una lattina di fagioli neri con la caratteristica etichetta blu di Goya e le parole: "Se è Goya, deve essere buono". Ha incluso anche la traduzione spagnola.

Ma le leggi federali sull'etica vietano ai dipendenti del governo di promuovere aziende private e i loro prodotti.

"Un dipendente non deve utilizzare o consentire l'uso della sua posizione o titolo governativo o di qualsiasi autorità associata al suo ufficio pubblico per avallare alcun prodotto, servizio o impresa", recita la legge.

La Casa Bianca ha affermato che Ivanka Trump "ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale" per l'azienda.

"Solo i media e il movimento per la cultura dell'annullamento criticherebbero Ivanka per aver mostrato il suo sostegno personale a un'azienda che è stata ingiustamente derisa, boicottata e ridicolizzata per aver sostenuto questa amministrazione, che ha costantemente combattuto e consegnato per la comunità ispanica. Ivanka è orgogliosa di questa forte attività di proprietà ispanica con profonde radici negli Stati Uniti e ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale", ha affermato la portavoce Carolina Hurley.

I critici hanno chiesto un'indagine etica di Ivanka Trump dopo che la prima figlia ha pubblicato la foto sopra sui suoi account sui social media: le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di sostenere società private

Ivanka Trump stava mostrando il suo sostegno a Goya e la società e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca

Goya Foods e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue è apparso a un evento dei leader ispanici la scorsa settimana alla Casa Bianca con il presidente Trump, che ha elogiato ripetutamente, dicendo "siamo tutti veramente fortunati" ad averlo come presidente.

Quasi subito dopo, #BoycottGoya, #GoyaFoods e #Goyaway hanno iniziato a fare tendenza sulle piattaforme di social media.

Diversi grandi nomi hanno pesato sul dibattito, citando la storia di Trump di commenti sprezzanti e dure politiche nei confronti degli ispanici, in particolare la politica dell'amministrazione di separare le famiglie di immigrati al confine tra Stati Uniti e Messico.

I critici si sono anche lanciati sul post di Ivanka Trump e sono state sollevate domande sul fatto che ci dovesse essere un'indagine etica sulle azioni della prima figlia.


  • Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra con in mano una lattina di fagioli Goya per mostrare il suo sostegno all'azienda
  • "Se è Goya, deve essere buono", ha scritto in inglese e spagnolo
  • Ma le leggi federali sull'etica proibiscono ai dipendenti del governo di promuovere società private portando a richieste di un'indagine etica sulla prima figlia
  • Goya e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca, affermando che gli Stati Uniti sono "veramente fortunati" ad averlo

Pubblicato: 14:22 BST, 15 luglio 2020 | Aggiornato: 18:06 BST, 15 luglio 2020

Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra in possesso di una lattina di fagioli Goya e offre il suo supporto per il marchio, suscitando la preoccupazione di aver violato le regole etiche del governo approvando l'azienda.

La prima figlia, che funge da consigliere del presidente Donald Trump, ha pubblicato l'immagine di lei sorridente, con in mano una lattina di fagioli neri con la caratteristica etichetta blu di Goya e le parole: "Se è Goya, deve essere buono". Ha incluso anche la traduzione spagnola.

Ma le leggi federali sull'etica vietano ai dipendenti del governo di promuovere aziende private e i loro prodotti.

"Un dipendente non deve utilizzare o consentire l'uso della sua posizione o titolo governativo o di qualsiasi autorità associata al suo ufficio pubblico per avallare alcun prodotto, servizio o impresa", recita la legge.

La Casa Bianca ha sostenuto che Ivanka Trump "ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale" per l'azienda.

"Solo i media e il movimento per la cultura dell'annullamento criticherebbero Ivanka per aver mostrato il suo sostegno personale a un'azienda che è stata ingiustamente derisa, boicottata e ridicolizzata per aver sostenuto questa amministrazione, che ha costantemente combattuto e consegnato per la comunità ispanica. Ivanka è orgogliosa di questa forte attività di proprietà ispanica con profonde radici negli Stati Uniti e ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale", ha affermato la portavoce Carolina Hurley.

I critici hanno chiesto un'indagine etica di Ivanka Trump dopo che la prima figlia ha pubblicato la foto sopra sui suoi account sui social media: le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di sostenere società private

Ivanka Trump stava mostrando il suo sostegno a Goya e la società e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca

Goya Foods e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue è apparso a un evento dei leader ispanici la scorsa settimana alla Casa Bianca con il presidente Trump, che ha elogiato ripetutamente, dicendo "siamo tutti veramente fortunati" ad averlo come presidente.

Quasi subito dopo, #BoycottGoya, #GoyaFoods e #Goyaway hanno iniziato a fare tendenza sulle piattaforme di social media.

Diversi grandi nomi hanno pesato sul dibattito, citando la storia di Trump di commenti sprezzanti e dure politiche nei confronti degli ispanici, in particolare la politica dell'amministrazione di separare le famiglie di immigrati al confine tra Stati Uniti e Messico.

I critici si sono anche lanciati sul post di Ivanka Trump e sono state sollevate domande sull'opportunità di un'indagine etica sulle azioni della prima figlia.


  • Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra con in mano una lattina di fagioli Goya per mostrare il suo sostegno all'azienda
  • "Se è Goya, deve essere buono", ha scritto in inglese e spagnolo
  • Ma le leggi federali sull'etica proibiscono ai dipendenti del governo di promuovere società private portando a richieste di un'indagine etica sulla prima figlia
  • Goya e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca, affermando che gli Stati Uniti sono "veramente fortunati" ad averlo

Pubblicato: 14:22 BST, 15 luglio 2020 | Aggiornato: 18:06 BST, 15 luglio 2020

Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra in possesso di una lattina di fagioli Goya e offre il suo supporto per il marchio, suscitando la preoccupazione di aver violato le regole etiche del governo approvando l'azienda.

La prima figlia, che funge da consigliere del presidente Donald Trump, ha pubblicato l'immagine di lei sorridente, con in mano una lattina di fagioli neri con la caratteristica etichetta blu di Goya e le parole: "Se è Goya, deve essere buono". Ha incluso anche la traduzione spagnola.

Ma le leggi federali sull'etica vietano ai dipendenti del governo di promuovere aziende private e i loro prodotti.

"Un dipendente non deve utilizzare o consentire l'uso della sua posizione o titolo governativo o di qualsiasi autorità associata al suo ufficio pubblico per avallare alcun prodotto, servizio o impresa", recita la legge.

La Casa Bianca ha affermato che Ivanka Trump "ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale" per l'azienda.

"Solo i media e il movimento per la cultura dell'annullamento criticherebbero Ivanka per aver mostrato il suo sostegno personale a un'azienda che è stata ingiustamente derisa, boicottata e ridicolizzata per aver sostenuto questa amministrazione, che ha costantemente combattuto e consegnato per la comunità ispanica. Ivanka è orgogliosa di questa forte attività di proprietà ispanica con profonde radici negli Stati Uniti e ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale", ha affermato la portavoce Carolina Hurley.

I critici hanno chiesto un'indagine etica di Ivanka Trump dopo che la prima figlia ha pubblicato la foto sopra sui suoi account sui social media: le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di sostenere società private

Ivanka Trump stava mostrando il suo sostegno a Goya e la società e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca

Goya Foods e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue è apparso a un evento dei leader ispanici la scorsa settimana alla Casa Bianca con il presidente Trump, che ha elogiato ripetutamente, dicendo "siamo tutti veramente fortunati" ad averlo come presidente.

Quasi subito dopo, #BoycottGoya, #GoyaFoods e #Goyaway hanno iniziato a fare tendenza sulle piattaforme di social media.

Diversi grandi nomi hanno pesato sul dibattito, citando la storia di Trump di commenti sprezzanti e dure politiche nei confronti degli ispanici, in particolare la politica dell'amministrazione di separare le famiglie di immigrati al confine tra Stati Uniti e Messico.

I critici si sono anche lanciati sul post di Ivanka Trump e sono state sollevate domande sul fatto che ci dovesse essere un'indagine etica sulle azioni della prima figlia.


  • Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra con in mano una lattina di fagioli Goya per mostrare il suo sostegno all'azienda
  • "Se è Goya, deve essere buono", ha scritto in inglese e spagnolo
  • Ma le leggi federali sull'etica proibiscono ai dipendenti del governo di promuovere società private portando a richieste di un'indagine etica sulla prima figlia
  • Goya e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca, affermando che gli Stati Uniti sono "veramente fortunati" ad averlo

Pubblicato: 14:22 BST, 15 luglio 2020 | Aggiornato: 18:06 BST, 15 luglio 2020

Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra in possesso di una lattina di fagioli Goya e offre il suo supporto per il marchio, suscitando la preoccupazione di aver violato le regole etiche del governo approvando l'azienda.

La prima figlia, che funge da consigliere del presidente Donald Trump, ha pubblicato l'immagine di lei sorridente, con in mano una lattina di fagioli neri con la caratteristica etichetta blu di Goya e le parole: "Se è Goya, deve essere buono". Ha incluso anche la traduzione spagnola.

Ma le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di promuovere aziende private e i loro prodotti.

"Un dipendente non deve utilizzare o consentire l'uso della sua posizione o titolo governativo o di qualsiasi autorità associata al suo ufficio pubblico per avallare alcun prodotto, servizio o impresa", recita la legge.

La Casa Bianca ha sostenuto che Ivanka Trump "ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale" per l'azienda.

"Solo i media e il movimento per la cultura dell'annullamento criticherebbero Ivanka per aver mostrato il suo sostegno personale a un'azienda che è stata ingiustamente derisa, boicottata e ridicolizzata per aver sostenuto questa amministrazione, una che ha costantemente combattuto e consegnato per la comunità ispanica. Ivanka è orgogliosa di questa forte attività di proprietà ispanica con profonde radici negli Stati Uniti e ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale", ha affermato la portavoce Carolina Hurley.

I critici hanno chiesto un'indagine etica di Ivanka Trump dopo che la prima figlia ha pubblicato la foto sopra sui suoi account sui social media: le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di sostenere società private

Ivanka Trump stava mostrando il suo sostegno a Goya e la società e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca

Goya Foods e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue è apparso a un evento dei leader ispanici la scorsa settimana alla Casa Bianca con il presidente Trump, che ha elogiato ripetutamente, dicendo "siamo tutti veramente fortunati" ad averlo come presidente.

Quasi subito dopo, #BoycottGoya, #GoyaFoods e #Goyaway hanno iniziato a fare tendenza sulle piattaforme di social media.

Diversi grandi nomi hanno pesato sul dibattito, citando la storia di Trump di commenti sprezzanti e dure politiche nei confronti degli ispanici, in particolare la politica dell'amministrazione di separare le famiglie di immigrati al confine tra Stati Uniti e Messico.

I critici si sono anche lanciati sul post di Ivanka Trump e sono state sollevate domande sull'opportunità di un'indagine etica sulle azioni della prima figlia.


  • Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra con in mano una lattina di fagioli Goya per mostrare il suo sostegno all'azienda
  • "Se è Goya, deve essere buono", ha scritto in inglese e spagnolo
  • Ma le leggi federali sull'etica proibiscono ai dipendenti del governo di promuovere società private portando a richieste di un'indagine etica sulla prima figlia
  • Goya e il suo CEO Robert Unanue sono stati presi di mira dopo che Unanue ha elogiato il presidente Trump a un evento alla Casa Bianca, affermando che gli Stati Uniti sono "veramente fortunati" ad averlo

Pubblicato: 14:22 BST, 15 luglio 2020 | Aggiornato: 18:06 BST, 15 luglio 2020

Ivanka Trump ha pubblicato una foto sui social media martedì sera che la mostra in possesso di una lattina di fagioli Goya e offre il suo supporto per il marchio, suscitando la preoccupazione di aver violato le regole etiche del governo approvando l'azienda.

La prima figlia, che funge da consigliere del presidente Donald Trump, ha pubblicato l'immagine di lei sorridente, con in mano una lattina di fagioli neri con la caratteristica etichetta blu di Goya e le parole: "Se è Goya, deve essere buono". Ha incluso anche la traduzione spagnola.

Ma le leggi etiche federali vietano ai dipendenti del governo di promuovere aziende private e i loro prodotti.

"Un dipendente non deve utilizzare o consentire l'uso della sua posizione o titolo governativo o di qualsiasi autorità associata al suo ufficio pubblico per avallare alcun prodotto, servizio o impresa", recita la legge.

La Casa Bianca ha sostenuto che Ivanka Trump "ha tutto il diritto di esprimere il suo sostegno personale" per l'azienda.

'Only the media and the cancel culture movement would criticize Ivanka for showing her personal support for a company that has been unfairly mocked, boycotted and ridiculed for supporting this administration - one that has consistently fought for and delivered for the Hispanic community. Ivanka is proud of this strong, Hispanic-owned business with deep roots in the U.S. and has every right to express her personal support,' said spokesperson Carolina Hurley.

Critics called for an ethics probe of Ivanka Trump after the first daughter posted the above photo to her social media accounts - federal ethics laws prohibit government employees from endorsing private companies

Ivanka Trump was showing her support for Goya and the company and its CEO Robert Unanue came under fire after Unanue praised President Trump at a White House event

Goya Foods and its CEO Robert Unanue came under fire after Unanue appeared at a Hispanic leaders event last week at the White House with President Trump, who he praised repeatedly, saying 'we're all truly blessed' to have him as president.

Almost immediately afterward, #BoycottGoya, #GoyaFoods and #Goyaway began trending on social media platforms.

Several big names weighed in on the debate, citing Trump's history of derogatory comments and harsh policies toward Hispanics, most notably, the administration's policy of separating immigrant families at the US-Mexico border.

Critics also pounced on Ivanka Trump's posting and questions were raised as to whether there should be an ethics probe into the first daughter's actions.


Guarda il video: Philippines: You are the light - Duterte serenades Trump during ASEAN gala dinner (Dicembre 2021).