Nuove ricette

Fare ricordi di cibo a Bangkok

Fare ricordi di cibo a Bangkok


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

È facile sentirsi sopraffatti quando si entra per la prima volta in un paese straniero. Quando sono atterrato a Bangkok, sono stato un po' intimorito dalle sue dimensioni, dalla differenza di cultura e, soprattutto, dalla varietà del cibo di strada. Dal momento che Bangkok ha una reputazione per la cultura del cibo di strada più autentica al mondo, il viaggio mi ha permesso di esplorare il cibo di strada oltre la mia zona di comfort.

Tutti quelli che hanno mai mangiato pad thai pensano di aver provato il cibo tailandese, ma il cibo servito nel tuo ristorante locale non assomiglia a quello reale. Gli autentici piatti tailandesi sono molto più pungenti, complessi e saporiti rispetto alle loro controparti statunitensi.

Migliorato dalla qualità e dall'uso di salsa di pesce, pasta di gamberi e cozze fermentate, il vero cibo tailandese ha marcate differenze dal cibo tailandese americanizzato. Quando ho visto una signora anziana preparare il mio primo pasto tailandese a base di pad thai senza noodle al mercato galleggiante di Amphawa, ho capito che stavo sperimentando un nuovo livello di cucina.

Sovraccarico sensoriale

Parte dell'avventura con il cibo è usare tutti i tuoi sensi per sperimentarlo. Questo è stato facile da fare a Bangkok; le immagini, i suoni e i gusti erano molto diversi da quelli a cui ero abituato.

Anche gli aromi del cibo di Bangkok variavano in piccantezza. L'odore delle spezie pervadeva le strade della città, l'aroma delle salsicce acide fermentate si diffondeva dalle botteghe dei venditori e, ovunque andassi, il pesce crudo e la carne venduti nei mercati galleggianti lasciavano una scia di odori indimenticabili. Dire che il mio naso è stato sopraffatto è un eufemismo!

Alcuni profumi erano molto più piacevoli di altri (non molti apprezzano il fetore del pesce crudo o della carne al sole), ma faceva tutto parte dell'avventura. I miei sensi sovraccarichi erano un teaser per il vero pasto. E mettiamo in chiaro una cosa: il cibo di strada a Bangkok è come vero come il cibo ottiene.

Provando il tailandese

Quando abbiamo deciso di provare il cibo (piuttosto che solo annusarlo!), ci siamo avventurati nei mercati galleggianti, dove i venditori su ogni lunga barca preparavano piatti come se avessero una cucina completa a loro disposizione. Abbiamo provato l'insalata di papaya verde e il pad thai senza noodle, due piatti tailandesi familiari che puoi trovare spesso in America. Ma volevo esplorare ancora di più la scena e provare un piatto che sostenesse la gente del posto, quindi ci siamo avventurati.


Mentre ci avviciniamo a un anno dall'inizio del nostro servizio di consegna a base vegetale e vegano a Bangkok, condividiamo la nostra ricetta per l'insalata di ceci. Questo piatto semplice è stata una delle ricette più popolari in quest'ultimo anno tumultuoso.

Speriamo che questo piatto ricco, senza olio e salutare diventi anche un punto fermo anche nella tua cucina. La ricetta è ottima per le persone con restrizioni dietetiche, può essere utilizzata come antipasto e abbastanza versatile da includere altre verdure che potresti avere a portata di mano.

Se trovi utile questa ricetta, ricordati di fare una donazione a Courageous Kitchen. Per i nostri amici e fan di Bangkok, puoi ordinare questo piatto dal nostro menu, dove puoi trovare anche il nostro programma di consegna e altri dettagli.

Goditi questa semplice ricetta di insalata di ceci e una bella aggiunta a un pasto sano.


Zuppa di noodle

Guay Teow, o zuppa di noodle, è il piatto di street food thailandese più popolare. Viene dalla Cina (da cui il nome cinese) ma è diventato unicamente tailandese nel corso degli anni. La zuppa è composta da un brodo di pollo, maiale o manzo e i noodles sono noodles di riso o noodles all'uovo (devi scegliere). La maggior parte dei venditori aggiunge verdure e carne affettata, polpette o wonton. Quindi, come è unicamente tailandese? Vengono aggiunti condimenti come peperoncino essiccato, zucchero, succo di lime e salsa di pesce.


Jennifer Garner prepara il cibo per creare ricordi

L'attrice Jennifer Garner dice che il cibo &ldquopianta ricordi nella tua anima&rdquo e prova costantemente nuove ricette per creare più ricordi.

Se hai guardato "Pretend Cooking Show" di Jennifer Garner sul suo Instagram e se non l'hai fatto, prendi questo come il segnale che devi guardarlo al più presto, allora sai quanto la pluripremiata attrice ami il cibo. Nella sorta di "serie Instagram" in corso, mostra ai fan come prepara alcune delle sue ricette preferite, spesso con l'aiuto di amici tra cui sua madre intelligente e icona della cucina Ina Garten. I video sono girati nella sua cucina dall'aspetto accogliente e includono sempre comuni errori culinari che fanno sentire gli spettatori come se fossero davvero coinvolti nell'intera esperienza, che si tratti di Garner che dimentica di preriscaldare il forno, o che confonde alcuni passaggi o che rovescia un poco qua e là. Con uno stile molto Julia Child gioia di vivere , i suoi video di cucina eliminano il soffocamento dalla cucina e tutto sta nel giocare con le ricette e nel divertirsi.

Quindi, quando Garner ha parlato con Woman's Day per conto di Capital One Venture, ovviamente abbiamo dovuto ottenere lo scoop su tutto ciò che riguarda il cibo. "Oddio, il cibo è molto importante", dice Garner al giorno della donna. "Impianta ricordi nella tua anima." Garner dice che il cibo, per lei, significa creare ricordi e godersi le cose semplici della vita. "Quando sento l'odore del pane fatto in casa, mi riporta a essere a casa mia da bambina, a sentirmi al sicuro e a sapere che dal forno usciva qualcosa di buono", dice. "È salute fisica, è salute emotiva e stai solo creando un sistema sano per far crescere e divertire i tuoi figli. È anche una cosa gioiosa, è qualcosa che crei dal nulla".

Garner apparentemente proverà qualsiasi ricetta, e ultimamente è stata su un calcio Contessa a piedi nudi, lavorando attraverso le ricette del nuovo libro di cucina Cibo moderno e confortevole. "L'ho mangiato una settimana e mezza, o due settimane, e ne ho già cucinato la metà, penso, e un paio di cose due volte", dice. I suoi preferiti includono il pollo arrosto, i rigatoni al ragù di agnello e il bourguignon di manzo. "Non mangio solo piatti di carne", ride. "Sembra proprio così adesso." È anche una fanatica di "qualsiasi tipo di biscotti" e pane.

L'atteggiamento senza fronzoli di Garner in cucina può essere rassicurante per i principianti che potrebbero non sentirsi pronti ad affrontare ricette apparentemente complicate. Fortunatamente, Garner ha qualche consiglio per i principianti: "Direi, scegli una ricetta che vuoi sapere come fare, come il pollo arrosto, scegli una cosa e poi falla, e poi falla di nuovo, e poi falla di nuovo , in modo che tu ti senta davvero a tuo agio e possiedi quella ricetta", dice.

E un piccolo consiglio da professionista che ha appena imparato per gli amanti dei muffin là fuori: "Una cosa che la mia amica Ina Garten mi ha appena insegnato è che puoi fare un impasto per muffin e metterlo in un contenitore, e puoi semplicemente metterlo dentro il tuo frigorifero e lascialo lì", dice. "Diversi giorni dopo puoi tirarlo fuori e fare muffin freschi invece di avere muffin che stai riscaldando. È un punto di svolta. Se prepari un impasto per muffin il sabato e poi un diverso tipo di pastella la domenica, allora hai due o tre giorni di muffin freschi per la fine della settimana." E davvero, cosa si può volere di più?


Recensioni della comunità

Il pregiudizio di Punyaratabandhu nei confronti della Thailandia, in particolare di Bangkok, è evidente dalla prima pagina. Ma questo non lo rende sbagliato. Il suo amore per Bangkok è il fulcro di tutto questo libro. Al lettore viene dato un pezzo del cuore di Punyaratabandhu mentre mette a nudo le sue passioni per la città e il suo cibo. In un certo senso, Bangkok: Recipes and Stories from the Heart of Thailand è più di un semplice libro di cucina, è una lettera d'amore alla città e al cibo di cui si è innamorata.

Adoro il modo in cui questo libro è organizzato. Invece della solita propensione di Punyaratabandhu alla Thailandia, in particolare a Bangkok, è evidente dalla prima pagina. Ma questo non lo rende sbagliato. Il suo amore per Bangkok è il fulcro di tutto questo libro. Al lettore viene dato un pezzo del cuore di Punyaratabandhu mentre mette a nudo le sue passioni per la città e il suo cibo. In un certo senso, Bangkok: ricette e storie dal cuore della Thailandia è più di un semplice libro di cucina, è una lettera d'amore alla città e al cibo di cui si è innamorata.

Adoro il modo in cui questo libro è organizzato. Invece del solito, Antipasti, Riso, Pollo, Manzo... ecc. Ci è stato dato un sommario che riflette il modo in cui gli abitanti di Bangkok mangiano e considerano il loro cibo. Ai nostri capitoli vengono dati titoli come "Savory Bites", "Rice Accompaniments" e "Dolci". Insieme ai dettagli su come rifornire una dispensa incentrata su Bangkok e su come e dove riconoscere gli ingredienti tailandesi comunemente usati, sapevo di aver trovato un vincitore quando si trattava di conoscere la cucina di Bangkok.

Sfortunatamente, ho lottato con il formato delle ricette. Come americano, sono abituato a seguire i passaggi numerati. Nel caso di Bangkok: ricette e storie dal cuore della Thailandia, ci vengono invece presentati dei paragrafi che descrivono i passaggi per ogni ricetta. Mentre tutti i passaggi (ne sono sicuro) ci sono, non ho mai fatto una ricetta correttamente UNA VOLTA. Perderei il mio posto e salterei o duplicherei un passaggio. Semplicemente non ho la concentrazione mentale per seguire la direzione sotto forma di paragrafo.

In conclusione, consiglierei sicuramente questo libro a chiunque sia interessato a saperne di più sulla cucina di Bangkok o sia uno chef esperto con accesso a molti ingredienti del sud-est asiatico. Ma a parte questo? Bene, lavorerò per trovarti un libro di cucina più accessibile. Dio sa che ne ho bisogno. Nel frattempo, mi limiterò a seguire le mie ricette saltate in padella e pad thai. Almeno fino al prossimo libro di cucina. . Di più


Coraggiose ricette tailandesi

Completa il checkout per scaricare la nostra rivista di ricette con le nostre ricette più popolari!

Ognuna delle ricette include foto di alta qualità dei piatti che sono stati accuratamente testati e degustati. Sì, queste sono le ricette che usiamo nel nostro corso di cucina e un'ottima introduzione alla cucina thailandese.

Insieme alle ricette abbiamo incluso informazioni su Courageous Kitchen, incluse splendide foto del nostro progetto. Speriamo che questo ti aiuti a conoscerci meglio e che ti unirai a noi nella nostra missione di migliorare la vita delle persone bisognose.

La rivista è disponibile in formato pdf e si visualizza al meglio in modalità a schermo intero sul tuo computer.

Il costo del download dipende da te e tutti i contributi ci aiuteranno a raccogliere fondi per il nostro progetto di libri di cucina più ampio, grazie!

Assicurati di controllare anche la sezione ricette del nostro blog per cibi più gustosi.

Questa raccolta introduttiva di ricette include:

1) Zuppa di cocco Tom Kha
2) Pad fritto in padella Vedi Ew
3) Salsa Pad Thai classica
4) Pad Thai classico
5) Krapow al basilico piccante
6) Mango e riso appiccicoso

Hai una ricetta che vorresti che non fosse elencata qui? Assicurati di menzionarlo quando scarichi questo prodotto.

Prenderemo il feedback e le donazioni da questo libro per aiutarci a creare il nostro primo libro di cucina. Grazie per aver preso parte a questo importante e gustoso lavoro!


5. Halwa Puri

Se c'è una colazione speciale pakistana che piace a tutti, dovrebbe essere halwa puri.

Noto per provocare sensazioni di estrema soddisfazione, fino alla pigrizia, per il resto della giornata. Halwa Puri è una delle colazioni più comuni che avrai in Pakistan.

I puri sono pasta arrotolata sottile, che forma strati infinitamente croccanti, il cui stile di piegatura lo fa gonfiare immediatamente quando viene immerso nell'olio bollente o nel ghee desi.

Halwa è quindi un dolce budino simile a un piatto a base di semola che viene servito insieme al puris. Tuttavia, insieme a halwa e puri, in genere ottieni anche del curry di ceci.

Prendi una manciata croccante di puri caldi e raccogli la maggior parte del contorno a portata di mano. Leccati le dita, sorridi e ripeti. Potete alternare bocconcini di halwa dolce e ceci piccanti.

Come la maggior parte dei pasti in Pakistan, questa combinazione è perfezionata finendo con almeno una tazza di maledetto percorso (tè solo latte, senza acqua).

Ricevi aggiornamenti esclusivi

Inserisci la tua email e ti invierò il miglior contenuto di cibo da viaggio.

Pecore e capre nel Pakistan centrale possono anche crescere già sognando le spezie al curry…

Gli psicologi spiegano perché i ricordi alimentari possono sembrare così potenti

La maggior parte di noi ha un ricordo di un cibo che ci riporta all'infanzia. Può essere semplice come una barretta di cioccolato che prendevamo come regalo durante la nostra giovinezza, o più coinvolgente come una barretta al limone che ricorda il tuo primo disastro da forno. Non importa l'importanza, i ricordi che riguardano il cibo sono vividi e a volte sembrano più evocativi di altri tipi di ricordi.

"I ricordi del cibo sono più sensoriali di altri ricordi in quanto coinvolgono davvero tutti e cinque i sensi, quindi quando sei così completamente coinvolto con lo stimolo ha un effetto più potente", spiega Susan Whitborne, professore di scienze psicologiche e del cervello all'Università del Massachusetts.

Non stai solo usando la tua vista, o solo il tuo gusto, ma tutti i sensi e questo offre il potenziale per stratificare la ricchezza di un ricordo di cibo.

La psicologa e neuroscienziata Hadley Bergstrom, assistente professore di psicologia al Vassar, fa un ulteriore passo avanti. Bergstrom ha detto a HuffPost che "i ricordi del gusto tendono ad essere i ricordi associativi più forti che puoi creare" e spiega che è a causa di una tattica di sopravvivenza chiamata avversione al gusto condizionato.

L'avversione al gusto condizionata è fondamentalmente ciò che accade quando si ottiene un'intossicazione alimentare e, di conseguenza, si sviluppa un'avversione per un piatto, un ingrediente o un intero ristorante per un certo periodo di tempo.

"Con l'avversione al gusto condizionata l'effetto della malattia è così profondo che anche se ti ammali ore dopo aver mangiato il cibo, continuerai a creare questi ricordi estremamente forti su quale cibo hai mangiato e dove hai mangiato il cibo", disse Bergstrom.

Anche se questo non si riferisce direttamente ad alcuni dei nostri felici ricordi di cibo d'infanzia, è un caso di quanto siano potenti i nostri ricordi di cibo.

I nostri sensi e le nostre tattiche di sopravvivenza non sono gli unici elementi in gioco quando si tratta di ricordi di cibo. La situazione dove eri, con chi eri, quale era l'occasione aggiunge più potere ai nostri ricordi di gusto nostalgico.

"I ricordi del cibo sembrano così nostalgici perché c'è tutto questo contesto di quando stavi preparando o mangiando questo cibo, quindi il cibo diventa quasi il simbolo di un altro significato", dice Whitbourne. "Molti dei nostri ricordi da bambini, non è tanto la torta di mele, per esempio, ma l'intera esperienza di essere una famiglia, di essere nutriti, e che acquisisce molto simbolismo oltre alla qualità sensoriale".

"L'idea di nostalgia", dice Bergstrom, "è che la salsa [ad esempio] è associata non solo alla pasta squisita, ma anche alla nonna e alla sua casa ― questo perché il cibo è così rinforzante. Tutti questi stimoli nell'ambiente vengono associati alle proprietà rinforzanti di quel delizioso sugo per la pasta”. Bergstrom, come neuroscienziato, usa il cibo nei suoi studi comportamentali proprio per questo motivo.

Questa è la natura dei ricordi di cibo. Non si basano solo sui fatti o sul nostro bisogno di sopravvivenza, ma sono modellati dal contesto, dall'azienda, dalla situazione e dalle emozioni coinvolte.

La mia matrigna racconta sempre quanto fosse buono il budino alla vaniglia di sua nonna quando lo preparava per lei da bambina. Lei, a 57 anni, ha cercato di ricrearlo da quando era abbastanza grande per cucinare in una cucina. È un sapore che può praticamente assaporare attraverso il ricordo di quel piatto, ma che non è stata in grado di riprodurre con successo. Ed è perché non riesce a ricreare il contesto. Può fare un ottimo budino alla vaniglia, ma non può tornare indietro nel tempo all'eccitazione che provava da bambina per aver ricevuto un tale trattamento, da una persona che era una forza così amorevole e nutriente nella sua vita.

Bergstrom conclude: "Questo è nella natura rinforzante del cibo, ed è ciò che guida la formazione della memoria nel cervello".


Duangporn “Bo” Songvisava

Chiedi a Bo quale piatto del suo menu è più entusiasta e la risposta potrebbe sorprenderti: "Curry verde", dice con una risata birichina.

Ti aspetteresti una risposta più oscura dal proprietario di Bo.lan, il ristorante che gestisce con il marito e co-chef Dylan Jones. Il locale decennale, il cui nome portmanteau significa "antico", è stato un coraggioso pioniere nel rinascimento della cucina raffinata thailandese. Lo spazio suggestivo della casa e del giardino serve ricette complesse e difficili da realizzare scoperte nei vecchi libri di cucina della corte reale e salvate dall'amnesia culturale collettiva. Per questi sforzi, Bo.lan ha vinto e mantenuto una stella Michelin per tre anni, mentre la 39enne Bo si è guadagnata il primo premio Asia's Best Female Chef 2013 ed è apparsa nel suo episodio sul popolarissimo Netflix La tavola dello chef serie nel 2018.

Bo.lan's non è un normale curry verde. "Uso i fichi thailandesi di là", dice Bo, indicando un albero da frutto dall'altra parte del giardino. È arrivato con il complesso di Thong Lor in cui Bo.lan si è trasferito cinque anni fa, ma è stato solo una recente visita dell'antropologo alimentare tailandese Krit Leulamai che Bo ha identificato i frutti che hanno sporcato il cortile ogni anno. "Non puoi davvero trovare un buon curry verde", si lamenta Bo, "e Bo.lan non poteva semplicemente mettere il curry verde con il pollo nel menu". Lontano dalle imitazioni troppo ricche e troppo dolci onnipresenti in tutto il mondo, la versione qui è bilanciata e stratificata, arricchita con pesce, granchio e fichi tailandesi verdi, ricchi di noci e cremosi.

Bo.lan sostiene il sostentamento degli agricoltori e dei produttori alimentari tailandesi tradizionali e sostenibili

La maggior parte degli ingredienti di Bo.lan ha alle spalle storie altrettanto speciali, dal riso gaba allo zucchero di palma. "Se guardassi il mio elenco di fornitori, ti chiederesti se questa ragazza sa come fare affari", dice Bo senza rimorso. Ha un produttore diverso e accuratamente scelto che le fornisce sale, salsa di pesce, salsa di soia e così via. "Se gestisci un'attività correttamente, andresti a uno sportello unico per tutto in modo da avere potere contrattuale".

Ma per Bo, sostenere il sostentamento degli agricoltori e dei produttori alimentari tailandesi tradizionali e sostenibili è inestricabile dal far rivivere le pratiche culinarie tradizionali. "Se non fossi uno chef, sarei un'attivista", dice. In occasione di eventi del settore e su Thai PBS, Bo parla regolarmente di sicurezza alimentare, plastica monouso, uso devastante di pesticidi, monocoltura industriale e altre questioni urgenti. Su di lei La tavola dello chef episodio, ha ripetutamente parlato della necessità di "lottare per il cibo tailandese".

Il rigoglioso complesso di Bo.lan è un quartier generale piuttosto pacifico per questa lotta. Sebbene ora sia aperto a pranzo, ha recentemente ridotto i suoi coperti da 80 a 45 e ha deciso di chiudere per un secondo giorno ogni settimana per promuovere l'equilibrio tra lavoro e vita privata tra il personale. Prima del servizio di cena, i due bambini piccoli di Bo giocano spesso in cucina e nuotano nella piscina in loco. Tre mesi fa, uno specialista di permacultura ha trasformato lo spazio del giardino in una piccola fattoria didattica che coltiva basilico tailandese, aneto e altri ingredienti che compaiono sul menu. Una compostiera high-tech sul retro trasforma gli avanzi di cucina in terriccio profumato durante la notte.

Ma siediti al menu Festa di Bo.lan, ed è facile vedere per cosa Bo sta combattendo. Un colpo di artigianale, a base di erbe ya dong spirit dà il via a una serie di piatti amuse-bouche, mangiati da sinistra a destra con una forza crescente di sapore. Il piatto principale, servito in stile familiare, è una strabiliante crema di insalata di anatra con salsa di pepe verde longan e guava con pancetta dolce di maiale coda di bue in stile musulmano e zuppa di stinco di manzo e, naturalmente, lo squisito curry verde - piatti indimenticabili che una volta erano quasi dimenticato.

"Non è facile preparare del buon cibo tailandese", sottolinea. “Ci vuole tempo, fatica, ingredienti e conoscenza. Ho passato molti anni a imparare a preparare cibi deliziosi che hanno ancora una coscienza. Non è a buon mercato."


12 ristoranti che l'America ama. Con Ricette!

Stiamo preparando il cibo dei nostri ristoranti preferiti a casa.

La rubrica è passata dall'aiutare le persone a preparare la cena all'aiutarli a ritrovare parte della felicità che avevano provato una volta quando erano andati a mangiare fuori. Sospetto che questo cambiamento sia il motivo per cui lo hai chiesto ha conquistato il cuore di così tanti lettori. Anche se odi i muffin ai mirtilli, sai cosa vuol dire amare così tanto un pasto al ristorante da volerlo rivivere in seguito.

E se non conoscevi quella sensazione prima, la conosci ora. A New York, come in molte altre grandi città del paese, l'unico posto dove mangiare al ristorante da marzo è nella tua testa. Ho un piccolo file di ricordi che ascolto quando non sopporto la vista della mia cucina:

Aspettando e aspettando che il mio ordine di pollo jerk arrivi all'Exquisite Express di Brooklyn, chiedendomi perché ci siano sempre così tante persone che aspettano quando sembra che ci siano già diverse centinaia di cosce di pollo annerite sulla griglia. E poi, quando vengo chiamato e mi chiedono come voglio il mio pollo, lo prendo con un lungo tubo di gomma dalla bottiglia di salsa piccante e una salutare spruzzata di salsa barbecue, e poi, perché no, un ultimo graffito di salsa al tamarindo .

Prendendo l'ultimo posto vuoto al bar de I Sodi in una notte infrasettimanale del West Village, con in mano un Negroni che lampeggia di rosso come le scarpette color rubino di Dorothy, origliando, leggendo il menu ma sapendo per tutto il tempo che saranno le lasagne. O coniglio. Oppure lasagne e coniglio.

Studiare i triangoli e i rettangoli pieni di bolle e le spire e i nodi delle parti di maiale fritte sparsi sotto le lampadine nude e unte nella finestra anteriore piena di vapore di 188 Cuchifritos nel Bronx, poi rotolare dentro, schivando la fila del Lotto, ordinando uno di tutto e guardando mentre una delle donne dietro il bancone fa cadere le arance per il mio morir soñando nell'antico spremiagrumi.

Ma non posso fare nessuna di queste cose ora. Alcuni ristoranti, anche se spero nessuno di questi, hanno già detto che non potranno tornare. Molti altri se ne sono andati e noi, o loro, semplicemente non lo sappiamo ancora. Quelli che sono in grado di tornare non sembreranno, sentiranno o agiranno allo stesso modo per molto tempo.

Cosa cucinare in questo momento

Sam Sifton ha suggerimenti di menu per i prossimi giorni. Ci sono migliaia di idee su cosa cucinare che ti aspettano sul New York Times Cooking.

    • Non perdetevi gli incredibili soba noodles di Yotam Ottolenghi con brodo di zenzero e zenzero croccante. per i funghi è una delizia, e si abbina magnificamente al dentice fritto con salsa creola.
    • Prova la pizza con insalata di Ali Slagle con fagioli bianchi, rucola e peperoni sott'aceto, ispirata a un classico della California Pizza Kitchen.
    • La versione moderna di Alexa Weibel sull'insalata di maccheroni, ravvivata da limone ed erbe aromatiche, si abbina molto bene al pollo fritto al forno.
    • Un ciuffo di burrata fa il lavoro pesante nella semplice ricetta di Sarah Copeland per gli spaghetti con olio aglio e peperoncino.

    Ho una ciotola piena di scatole di fiammiferi vicino al mio letto che ho raccolto nei ristoranti. Guardarli non mi fa sentire nulla se non la voglia di fumare. Le uniche cose che so che possono far prendere vita ai ristoranti quando sono fuori dalle loro mura sono le ricette. Anche quando non li cucino, lo fanno ancora.

    Ma ultimamente ho avuto un sacco di tempo per cucinare pasti che mi hanno messo in contatto con un posto dove andavo. Stasera preparo l'impasto per pizza senza impasto di Jim Lahey, così domani sera, con la mia griglia che funziona al massimo della sua temperatura, posso fare la pizza nello stile di Co., che è stata chiusa per due anni.

    Quando You Asked For It era ancora in corso di pubblicazione, le persone generalmente volevano ricette per piatti che potevano ottenere in qualche ristorante che esisteva. Forse era dall'altra parte della città o dall'altra parte del mondo, ma era lì, e il lettore che amava così tanto quel piatto poteva ancora andarci e mangiarlo. Una ricetta della rubrica era una cartolina di un altro luogo, a cui potresti tornare un giorno.

    Ogni ricetta del ristorante ora è una cartolina di un altro tempo: il tempo prima di questo, quando potevi semplicemente prendere la metropolitana, un taxi, un traghetto o un aereo senza pensarci due volte, e quando potevi arrivare ovunque andassi e camminare per una strada dove le luci erano accese e le porte erano aperte.

    Dentro, probabilmente non c'era spazio al bar, ma potevi infilarti dentro, catturare lo sguardo del barista e, quando il tuo cocktail, così freddo da far quasi male, atterrò davanti a te, potevi sorridere e sapere che le altre persone potrei vederti farlo.

    Se l'avessi chiesto tu fosse ancora in giro, pensa solo a quanto sarebbero impegnati gli editori.


    Guarda il video: Pad Thai - Makanan Thai street (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Cosmo

    L'idea ammirevole

  2. Rygemann

    Io su tale e tale non ho ancora sentito

  3. Pan

    Qualcosa di nuovo, scrivi molto esche.

  4. Akinora

    Hai torto. Mi sono assicurato. Posso difendere la posizione. Scrivimi in PM, comunicheremo.

  5. Reed

    Sorprendentemente, ma l'alternativa?



Scrivi un messaggio