Nuove ricette

L'aggiunta di olio d'oliva extra a una dieta mediterranea può ridurre il rischio di cancro al seno

L'aggiunta di olio d'oliva extra a una dieta mediterranea può ridurre il rischio di cancro al seno

L'hai sentito dal tuo medico, da vari celebrità, e sulle notizie: il dieta mediterranea è la strada da percorrere per un cuore sano. Il piano alimentare millenario consiste in frutta, verdura, cereali integrali, legumi, fonti proteiche magre come pesce e pollame e grassi sani come l'olio d'oliva. Il consumo di carne rossa è ridotto a una volta alla settimana, mentre lo zucchero è idealmente eliminato completamente. Mentre il benefici per la salute cardiovascolare sono evidenti, prova del suo altro potenziale protettivo, dal respingere perdita di memoria anche per ridurre il rischio di Parkinson, sta emergendo rapidamente.

Fare clic qui per 9 motivi di salute per utilizzare la presentazione dell'olio d'oliva.

L'ultima prova arriva da un nuovo studio esaminando gli effetti della dieta mediterranea sulla salute delle donne. Lo studio, che appare oggi in JAMA: Journal of American Medical Association, dimostra che seguire una dieta mediterranea integrata con quattro cucchiai al giorno di extra vergine olio d'oliva riduce il rischio di tumore al seno. Lo studio è stato condotto da Miguel Martinez Gonzalez, ricercatore di punta sugli effetti sulla salute della dieta mediterranea presso l'Università di Navarra in Spagna.

In questo studio, Martinez ha assegnato a 4.000 donne di età compresa tra 60 e 80 anni di seguire la dieta mediterranea con aggiunta di olio d'oliva o un Dieta povera di grassi. Al follow-up di cinque anni, ha scoperto che le donne che seguivano la dieta mediterranea avevano una probabilità inferiore del 68% di sviluppare il cancro al seno rispetto a quelle che seguivano una dieta povera di grassi. Secondo i ricercatori, i micronutrienti protettivi all'interno dell'olio d'oliva chiamati polifenoli probabilmente contribuiscono alla diminuzione del rischio di cancro al seno. I polifenoli stanno guadagnando terreno come composto potenzialmente benefico nella prevenzione di un ampio spettro di malattie degenerative. Altri alimenti che contengono alti livelli di polifenoli includono Chiodi di garofano, anice stellato, polvere di cacao, seme di sedano, semi di lino pasto, e Castagna.

Sebbene questo sia solo uno studio preliminare e siano necessarie ulteriori ricerche, JAMA l'editore Michael Katz ha espresso il potenziale per ulteriori risultati in una nota del redattore separata. Soppesando questa nuova scoperta, Katz ha scritto: "Speriamo di vedere maggiore enfasi sulla dieta mediterranea per ridurre il cancro e le malattie cardiovascolari e migliorare il benessere". Se stai cercando di migliorare la tua salute generale e proteggerti dalle malattie, sostituire l'olio vegetale con l'olio d'oliva nella tua cucina Assicurati di acquistare il olio d'oliva freschissimo possibile sfruttare appieno i suoi numerosi vantaggi.

La presentazione di accompagnamento è fornita da Lauren Gordon, membro dello staff editoriale del Daily Meal.


L'olio d'oliva può ridurre il rischio di cancro al seno?

L'olio d'oliva è stato lodato per tutto, dall'essere un eroe della salute del cuore a un risparmiatore di doppie punte. Ma secondo una nuova ricerca spagnola, potrebbe essere anche la tua nuova migliore amica del seno.

I ricercatori hanno seguito 4.200 donne per un periodo di sei anni e hanno monitorato la loro incidenza di cancro al seno. Tutte le donne nello studio seguivano la dieta mediterranea, ricca di pesce, noci e grassi salutari per il cuore, ma alcune donne sono state assegnate a una dose extra di olio extra vergine di oliva, mentre ad altre è stata assegnata una dose extra di noccioline.

I risultati: le donne che scolavano l'olio d'oliva in più ogni giorno avevano un rischio inferiore del 68% di cancro al seno (!) rispetto a quelle che seguivano le semplici linee guida della dieta mediterranea o a quelle che consumavano più noci.

La chiave per combattere il cancro probabilmente deriva dal grasso monosaturo (a.k.a. "buono") che si trova nell'olio d'oliva. È anche ricco di composti chiamati fitonutrienti, che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna.

Questo è l'unico esempio dei poteri dell'olio d'oliva. Mary Flynn, Ph.D., RD, dietista presso The Miriam Hospital, ha propagandato per anni i benefici della dieta mediterranea, e in particolare dell'olio extra vergine di oliva, per i suoi pazienti. In effetti, raccomanda ai suoi pazienti con cancro al seno di consumarne almeno tre cucchiai al giorno.

E nel caso in cui tutti i benefici contro le malattie siano sufficienti, i grassi presenti nell'olio d'oliva ti aiutano a rimanere più sazi più a lungo, il che significa che hai maggiori probabilità di perdere peso. Venduto!

Per raccogliere i benefici per il seno (e molti altri), sostituisci l'olio d'oliva ogni volta che cucini e cerca cibi ricchi di grassi monosaturi. (E qui c'è tutto quello che c'è da sapere sulla cucina con l'olio d'oliva.)


L'olio d'oliva può ridurre il rischio di cancro al seno?

L'olio d'oliva è stato lodato per tutto, dall'essere un eroe della salute del cuore a un risparmiatore di doppie punte. Ma secondo una nuova ricerca spagnola, potrebbe essere anche la tua nuova migliore amica del seno.

I ricercatori hanno seguito 4.200 donne per un periodo di sei anni e hanno monitorato la loro incidenza di cancro al seno. Tutte le donne nello studio seguivano la dieta mediterranea, ricca di pesce, noci e grassi salutari per il cuore, ma alcune donne sono state assegnate a una dose extra di olio extra vergine di oliva, mentre ad altre è stata assegnata una dose extra di noccioline.

I risultati: le donne che consumavano l'olio d'oliva in più ogni giorno avevano un rischio inferiore del 68% di cancro al seno (!) rispetto a quelle che seguivano le semplici linee guida della dieta mediterranea o a quelle che consumavano più noci.

La chiave per combattere il cancro probabilmente deriva dal grasso monosaturo (a.k.a. "buono") che si trova nell'olio d'oliva. È anche ricco di composti chiamati fitonutrienti, che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna.

Questo è l'unico esempio dei poteri dell'olio d'oliva. Mary Flynn, Ph.D., RD, dietista presso The Miriam Hospital, ha propagandato per anni i benefici della dieta mediterranea, e in particolare dell'olio extra vergine di oliva, per i suoi pazienti. In effetti, raccomanda ai suoi pazienti con cancro al seno di consumarne almeno tre cucchiai al giorno.

E nel caso in cui tutti i benefici contro le malattie siano sufficienti, i grassi presenti nell'olio d'oliva ti aiutano a rimanere più sazi più a lungo, il che significa che hai maggiori probabilità di perdere peso. Venduto!

Per raccogliere i benefici per il seno (e molti altri), sostituisci l'olio d'oliva ogni volta che cucini e cerca cibi ricchi di grassi monosaturi. (E qui c'è tutto quello che c'è da sapere sulla cucina con l'olio d'oliva.)


L'olio d'oliva può ridurre il rischio di cancro al seno?

L'olio d'oliva è stato lodato per tutto, dall'essere un eroe della salute del cuore a un risparmiatore di doppie punte. Ma secondo una nuova ricerca spagnola, potrebbe essere anche la tua nuova migliore amica del seno.

I ricercatori hanno seguito 4.200 donne per un periodo di sei anni e hanno monitorato la loro incidenza di cancro al seno. Tutte le donne nello studio seguivano la dieta mediterranea, ricca di pesce, noci e grassi salutari per il cuore, ma alcune donne sono state assegnate a una dose extra di olio extra vergine di oliva, mentre ad altre è stata assegnata una dose extra di noccioline.

I risultati: le donne che consumavano l'olio d'oliva in più ogni giorno avevano un rischio inferiore del 68% di cancro al seno (!) rispetto a quelle che seguivano le semplici linee guida della dieta mediterranea o a quelle che consumavano più noci.

La chiave per combattere il cancro probabilmente deriva dal grasso monosaturo (a.k.a. "buono") che si trova nell'olio d'oliva. È anche ricco di composti chiamati fitonutrienti, che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna.

Questo è l'unico esempio dei poteri dell'olio d'oliva. Mary Flynn, Ph.D., RD, dietista presso The Miriam Hospital, ha propagandato per anni i benefici della dieta mediterranea, e in particolare dell'olio extra vergine di oliva, per i suoi pazienti. In effetti, raccomanda alle sue pazienti con cancro al seno di consumarne almeno tre cucchiai al giorno.

E nel caso in cui tutti i benefici contro le malattie siano sufficienti, i grassi presenti nell'olio d'oliva ti aiutano a rimanere più sazi più a lungo, il che significa che hai maggiori probabilità di perdere peso. Venduto!

Per raccogliere i benefici per il seno (e molti altri), sostituisci l'olio d'oliva ogni volta che cucini e cerca cibi ricchi di grassi monosaturi. (E qui c'è tutto quello che c'è da sapere sulla cucina con l'olio d'oliva.)


L'olio d'oliva può ridurre il rischio di cancro al seno?

L'olio d'oliva è stato lodato per tutto, dall'essere un eroe della salute del cuore a un risparmiatore di doppie punte. Ma secondo una nuova ricerca spagnola, potrebbe essere anche la tua nuova migliore amica del seno.

I ricercatori hanno seguito 4.200 donne per un periodo di sei anni e hanno monitorato la loro incidenza di cancro al seno. Tutte le donne nello studio seguivano la dieta mediterranea, ricca di pesce, noci e grassi salutari per il cuore, ma alcune donne sono state assegnate a una dose extra di olio extra vergine di oliva, mentre ad altre è stata assegnata una dose extra di noccioline.

I risultati: le donne che consumavano l'olio d'oliva in più ogni giorno avevano un rischio inferiore del 68% di cancro al seno (!) rispetto a quelle che seguivano le semplici linee guida della dieta mediterranea o a quelle che consumavano più noci.

La chiave per combattere il cancro probabilmente deriva dal grasso monosaturo (a.k.a. "buono") che si trova nell'olio d'oliva. È anche ricco di composti chiamati fitonutrienti, che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna.

Questo è l'unico esempio dei poteri dell'olio d'oliva. Mary Flynn, Ph.D., RD, dietista presso The Miriam Hospital, ha propagandato per anni i benefici della dieta mediterranea, e in particolare dell'olio extra vergine di oliva, per i suoi pazienti. In effetti, raccomanda ai suoi pazienti con cancro al seno di consumarne almeno tre cucchiai al giorno.

E nel caso in cui tutti i benefici contro le malattie siano sufficienti, i grassi presenti nell'olio d'oliva ti aiutano a rimanere più sazi più a lungo, il che significa che hai maggiori probabilità di perdere peso. Venduto!

Per raccogliere i benefici per il seno (e molti altri), sostituisci l'olio d'oliva ogni volta che cucini e cerca cibi ricchi di grassi monosaturi. (E qui c'è tutto quello che c'è da sapere sulla cucina con l'olio d'oliva.)


L'olio d'oliva può ridurre il rischio di cancro al seno?

L'olio d'oliva è stato lodato per tutto, dall'essere un eroe della salute del cuore a un risparmiatore di doppie punte. Ma secondo una nuova ricerca spagnola, potrebbe essere anche la tua nuova migliore amica del seno.

I ricercatori hanno seguito 4.200 donne per un periodo di sei anni e hanno monitorato la loro incidenza di cancro al seno. Tutte le donne nello studio seguivano la dieta mediterranea, ricca di pesce, noci e grassi salutari per il cuore, ma alcune donne sono state assegnate a una dose extra di olio extra vergine di oliva, mentre ad altre è stata assegnata una dose extra di noccioline.

I risultati: le donne che scolavano l'olio d'oliva in più ogni giorno avevano un rischio inferiore del 68% di cancro al seno (!) rispetto a quelle che seguivano le semplici linee guida della dieta mediterranea o a quelle che consumavano più noci.

La chiave per combattere il cancro probabilmente deriva dal grasso monosaturo (a.k.a. "buono") che si trova nell'olio d'oliva. È anche ricco di composti chiamati fitonutrienti, che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna.

Questo è l'unico esempio dei poteri dell'olio d'oliva. Mary Flynn, Ph.D., RD, dietista presso The Miriam Hospital, ha propagandato per anni i benefici della dieta mediterranea, e in particolare dell'olio extra vergine di oliva, per i suoi pazienti. In effetti, raccomanda alle sue pazienti con cancro al seno di consumarne almeno tre cucchiai al giorno.

E nel caso in cui tutti i benefici contro le malattie siano sufficienti, i grassi presenti nell'olio d'oliva ti aiutano a rimanere più sazi più a lungo, il che significa che hai maggiori probabilità di perdere peso. Venduto!

Per raccogliere i benefici per il seno (e molti altri), sostituisci l'olio d'oliva ogni volta che cucini e cerca cibi ricchi di grassi monosaturi. (E qui c'è tutto quello che c'è da sapere sulla cucina con l'olio d'oliva.)


L'olio d'oliva può ridurre il rischio di cancro al seno?

L'olio d'oliva è stato lodato per tutto, dall'essere un eroe della salute del cuore a un risparmiatore di doppie punte. Ma secondo una nuova ricerca spagnola, potrebbe essere anche la tua nuova migliore amica del seno.

I ricercatori hanno seguito 4.200 donne per un periodo di sei anni e hanno monitorato la loro incidenza di cancro al seno. Tutte le donne nello studio seguivano la dieta mediterranea, ricca di pesce, noci e grassi salutari per il cuore, ma alcune donne sono state assegnate a una dose extra di olio extra vergine di oliva, mentre ad altre è stata assegnata una dose extra di noccioline.

I risultati: le donne che scolavano l'olio d'oliva in più ogni giorno avevano un rischio inferiore del 68% di cancro al seno (!) rispetto a quelle che seguivano le semplici linee guida della dieta mediterranea o a quelle che consumavano più noci.

La chiave per combattere il cancro probabilmente deriva dal grasso monosaturo (a.k.a. "buono") che si trova nell'olio d'oliva. È anche ricco di composti chiamati fitonutrienti, che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna.

Questo è l'unico esempio dei poteri dell'olio d'oliva. Mary Flynn, Ph.D., RD, dietista presso The Miriam Hospital, ha propagandato per anni i benefici della dieta mediterranea, e in particolare dell'olio extra vergine di oliva, per i suoi pazienti. In effetti, raccomanda ai suoi pazienti con cancro al seno di consumarne almeno tre cucchiai al giorno.

E nel caso in cui tutti i benefici contro le malattie siano sufficienti, i grassi presenti nell'olio d'oliva ti aiutano a rimanere più sazi più a lungo, il che significa che hai maggiori probabilità di perdere peso. Venduto!

Per raccogliere i benefici per il seno (e molti altri), sostituisci l'olio d'oliva ogni volta che cucini e cerca cibi ricchi di grassi monosaturi. (E qui c'è tutto quello che c'è da sapere sulla cucina con l'olio d'oliva.)


L'olio d'oliva può ridurre il rischio di cancro al seno?

L'olio d'oliva è stato lodato per tutto, dall'essere un eroe della salute del cuore a un risparmiatore di doppie punte. Ma secondo una nuova ricerca spagnola, potrebbe essere anche la tua nuova migliore amica del seno.

I ricercatori hanno seguito 4.200 donne per un periodo di sei anni e hanno monitorato la loro incidenza di cancro al seno. Tutte le donne nello studio seguivano la dieta mediterranea, ricca di pesce, noci e grassi salutari per il cuore, ma alcune donne sono state assegnate a una dose extra di olio extra vergine di oliva, mentre ad altre è stata assegnata una dose extra di noccioline.

I risultati: le donne che consumavano l'olio d'oliva in più ogni giorno avevano un rischio inferiore del 68% di cancro al seno (!) rispetto a quelle che seguivano le semplici linee guida della dieta mediterranea o a quelle che consumavano più noci.

La chiave per combattere il cancro probabilmente deriva dal grasso monosaturo (a.k.a. "buono") che si trova nell'olio d'oliva. È anche ricco di composti chiamati fitonutrienti, che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna.

Questo è l'unico esempio dei poteri dell'olio d'oliva. Mary Flynn, Ph.D., RD, dietista presso The Miriam Hospital, ha propagandato per anni i benefici della dieta mediterranea, e in particolare dell'olio extra vergine di oliva, per i suoi pazienti. In effetti, raccomanda ai suoi pazienti con cancro al seno di consumarne almeno tre cucchiai al giorno.

E nel caso in cui tutti i benefici contro le malattie siano sufficienti, i grassi presenti nell'olio d'oliva ti aiutano a rimanere più sazi più a lungo, il che significa che hai maggiori probabilità di perdere peso. Venduto!

Per raccogliere i benefici per il seno (e molti altri), sostituisci l'olio d'oliva ogni volta che cucini e cerca cibi ricchi di grassi monosaturi. (E qui c'è tutto quello che c'è da sapere sulla cucina con l'olio d'oliva.)


L'olio d'oliva può ridurre il rischio di cancro al seno?

L'olio d'oliva è stato lodato per tutto, dall'essere un eroe della salute del cuore a un risparmiatore di doppie punte. Ma secondo una nuova ricerca spagnola, potrebbe essere anche la tua nuova migliore amica del seno.

I ricercatori hanno seguito 4.200 donne per un periodo di sei anni e hanno monitorato la loro incidenza di cancro al seno. Tutte le donne nello studio seguivano la dieta mediterranea, ricca di pesce, noci e grassi salutari per il cuore, ma alcune donne sono state assegnate a una dose extra di olio extra vergine di oliva, mentre ad altre è stata assegnata una dose extra di noccioline.

I risultati: le donne che scolavano l'olio d'oliva in più ogni giorno avevano un rischio inferiore del 68% di cancro al seno (!) rispetto a quelle che seguivano le semplici linee guida della dieta mediterranea o a quelle che consumavano più noci.

La chiave per combattere il cancro probabilmente deriva dal grasso monosaturo (a.k.a. "buono") che si trova nell'olio d'oliva. È anche ricco di composti chiamati fitonutrienti, che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna.

Questo è l'unico esempio dei poteri dell'olio d'oliva. Mary Flynn, Ph.D., RD, dietista presso The Miriam Hospital, ha propagandato per anni i benefici della dieta mediterranea, e in particolare dell'olio extra vergine di oliva, per i suoi pazienti. In effetti, raccomanda ai suoi pazienti con cancro al seno di consumarne almeno tre cucchiai al giorno.

E nel caso in cui tutti i benefici contro le malattie siano sufficienti, i grassi presenti nell'olio d'oliva ti aiutano a rimanere più sazi più a lungo, il che significa che hai maggiori probabilità di perdere peso. Venduto!

Per raccogliere i benefici per il seno (e molti altri), sostituisci l'olio d'oliva ogni volta che cucini e cerca cibi ricchi di grassi monosaturi. (E qui c'è tutto quello che c'è da sapere sulla cucina con l'olio d'oliva.)


L'olio d'oliva può ridurre il rischio di cancro al seno?

L'olio d'oliva è stato lodato per tutto, dall'essere un eroe della salute del cuore a un risparmiatore di doppie punte. Ma secondo una nuova ricerca spagnola, potrebbe essere anche la tua nuova migliore amica del seno.

I ricercatori hanno seguito 4.200 donne per un periodo di sei anni e hanno monitorato la loro incidenza di cancro al seno. Tutte le donne nello studio seguivano la dieta mediterranea, ricca di pesce, noci e grassi salutari per il cuore, ma alcune donne sono state assegnate a una dose extra di olio extra vergine di oliva, mentre ad altre è stata assegnata una dose extra di noccioline.

I risultati: le donne che scolavano l'olio d'oliva in più ogni giorno avevano un rischio inferiore del 68% di cancro al seno (!) rispetto a quelle che seguivano le semplici linee guida della dieta mediterranea o a quelle che consumavano più noci.

La chiave per combattere il cancro probabilmente deriva dal grasso monosaturo (a.k.a. "buono") che si trova nell'olio d'oliva. È anche ricco di composti chiamati fitonutrienti, che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna.

Questo è l'unico esempio dei poteri dell'olio d'oliva. Mary Flynn, Ph.D., RD, dietista presso The Miriam Hospital, ha propagandato per anni i benefici della dieta mediterranea, e in particolare dell'olio extra vergine di oliva, per i suoi pazienti. In effetti, raccomanda alle sue pazienti con cancro al seno di consumarne almeno tre cucchiai al giorno.

E nel caso in cui tutti i benefici contro le malattie siano sufficienti, i grassi presenti nell'olio d'oliva ti aiutano a rimanere più sazi più a lungo, il che significa che hai maggiori probabilità di perdere peso. Venduto!

Per raccogliere i benefici per il seno (e molti altri), sostituisci l'olio d'oliva ogni volta che cucini e cerca cibi ricchi di grassi monosaturi. (E qui c'è tutto quello che c'è da sapere sulla cucina con l'olio d'oliva.)


L'olio d'oliva può ridurre il rischio di cancro al seno?

L'olio d'oliva è stato lodato per tutto, dall'essere un eroe della salute del cuore a un risparmiatore di doppie punte. Ma secondo una nuova ricerca spagnola, potrebbe essere anche la tua nuova migliore amica del seno.

I ricercatori hanno seguito 4.200 donne per un periodo di sei anni e hanno monitorato la loro incidenza di cancro al seno. Tutte le donne nello studio seguivano la dieta mediterranea, ricca di pesce, noci e grassi salutari per il cuore, ma alcune donne sono state assegnate a una dose extra di olio extra vergine di oliva, mentre ad altre è stata assegnata una dose extra di noccioline.

I risultati: le donne che scolavano l'olio d'oliva in più ogni giorno avevano un rischio inferiore del 68% di cancro al seno (!) rispetto a quelle che seguivano le semplici linee guida della dieta mediterranea o a quelle che consumavano più noci.

La chiave per combattere il cancro probabilmente deriva dal grasso monosaturo (a.k.a. "buono") che si trova nell'olio d'oliva. È anche ricco di composti chiamati fitonutrienti, che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna.

Questo è l'unico esempio dei poteri dell'olio d'oliva. Mary Flynn, Ph.D., RD, dietista presso The Miriam Hospital, ha propagandato per anni i benefici della dieta mediterranea, e in particolare dell'olio extra vergine di oliva, per i suoi pazienti. In effetti, raccomanda ai suoi pazienti con cancro al seno di consumarne almeno tre cucchiai al giorno.

E nel caso in cui tutti i benefici contro le malattie siano sufficienti, i grassi presenti nell'olio d'oliva ti aiutano a rimanere più sazi più a lungo, il che significa che hai maggiori probabilità di perdere peso. Venduto!

Per raccogliere i benefici per il seno (e molti altri), sostituisci l'olio d'oliva ogni volta che cucini e cerca cibi ricchi di grassi monosaturi. (E qui c'è tutto quello che c'è da sapere sulla cucina con l'olio d'oliva.)


Guarda il video: La Dieta Mediterranea (Dicembre 2021).