Russell verde, Denver" /> Russell verde, Denver" />
Nuove ricette

Cura di San Bruno

Cura di San Bruno


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Green Russell, Denver" />Green Russell, Denver" />

"Ammettiamolo; fa piuttosto freddo in Colorado. Questa bevanda funge anche da cura per il raffreddore ed è anche un'ottima bevanda preventiva, il rimedio perfetto per la congestione". —Adam Hodak, Green Russell, Denver

Ingredienti

  • 1 oncia di liquore Chartreuse giallo
  • 2 gocce di bitter Angostura
  • 1 oncia di succo di limone fresco

Preparazione della ricetta

  • Combina gin, Chartreuse e bitter in una tazza calda. Porta a ebollizione il sidro di mele, il succo di limone, il miele e i grani di pepe in una piccola casseruola, mescolando per sciogliere il miele. Filtrare il composto nella tazza. Guarnire con fetta di mela.

Sezione Recensioni

Olympia Provisions Campionatore spagnolo

Una collezione di quattro chorizo ​​spagnoli ha ispirato gli stili regionali dell'Andalusia, della Navarra e della Rioja, con diversi livelli di piccantezza.

  • Chorizo ​​Rioja (4.2 oz) - Aromatizzato con un equilibrio di paprika dolce e affumicata, aglio e origano.
  • Chorizo ​​Navarra (4.2 oz) - Un salame in stile spagnolo con paprika dolce e affumicata, aglio e origano.
  • Salchichon (4,2 once) - Un salame da festival con cannella, chiodi di garofano, noce moscata, pepe nero, aglio e paprika.
  • Chorizo ​​Andalucia (4,2 once) - Aromatizzato con paprika, aglio e chiodi di garofano.

Potresti anche divertirti

Coro Salame Box

Campionatore europeo delle disposizioni di Olympia

Si prega di notare che questo prodotto viene spedito separatamente.

Una collezione di quattro chorizo ​​spagnoli ha ispirato gli stili regionali dell'Andalusia, della Navarra e della Rioja, con diversi livelli di piccantezza.


Come descritto in

  • I regali "
    • Confezioni regalo gourmet e piatti di formaggio
    • Festa del papà
    • Club mensili
    • Regali epici
    • Acquista per ossessione alimentare »
      • Il mangiatore avventuroso
      • Gli amici che fanno il brunch
      • L'amante del formaggio
      • Il cioccolato
      • Il buongustaio in formazione
      • L'ospite con più
      • Lo spuntino di mezzanotte
      • Il must-impression
      • Visualizza tutti i regali
      • Regali sotto $ 25
      • Regali a meno di $ 50
      • Regali a meno di $ 100
      • Regali di cibo epico - Regali superiori a $ 100
      • formaggio britannico
      • Mostra tutto
      • I più venduti
      • Blu
      • Cheddar
      • Kilo Club
      • Club mensili
      • Abbinamenti di formaggi
      • DB Signature Cheese
      • Regali e campionatori
      • Brie e cremoso
      • Formaggio da tavola
      • Fonduta di Formaggio
      • Fresco e Chevre
      • Gouda
      • Mozzarella
      • Il Parmigiano
      • Pecorino & Grattugiata
      • Provolone
      • Puzzolente e funky
      • Tartufo
      • I più venduti
      • Articoli firmati DB
      • Prosciutto
      • Salame
      • Bacon
      • Regali e campionatori
      • Mostra tutto
      • Articoli firmati DB
      • Antipasti
      • Olio e Aceti
      • cracker
      • Sughi per pasta e paste
      • Dolci
      • Caffè e tè
      • Cocktail e mixer
      • Condimenti
      • spuntino
      • Varie chicche
      • Mostra tutto
      • giorno della Memoria
      • Giorno di gioco
      • Vincitori del premio
      • Sapori di Philly
      • Tempo di barbecue
      • mi diverto »
        • Tutti i piatti di formaggio
        • Whisky Formaggi
        • Formaggi al vino rosso
        • Formaggi al vino bianco
        • I migliori formaggi alla birra
        • Formaggi al gin
        • Formaggi da tè
        • Formaggi Spumanti
        • Formaggi da dessert
        • Scoperte culinarie
        • Formaggi con una storia pazzesca
        • Scelte del venditore
        • Philly trova
        • Formaggi Alla Griglia
        • fondute
        • I migliori panini
        • I migliori formaggi da insalata
        • Mac & formaggi formaggi
        • Panini che cambiano il gioco
        • Cose con pancetta
        • Asiago a modo tuo
        • Cinnfully Delizioso
        • Miele d'api
        • Lava-muse
        • Direttamente alla Tapenade
        • Il Vecchio Mondo
        • Attacco Snack 1
        • Attacco Snack 2
        Chi siamo
        • I regali "
          • Confezioni regalo gourmet e piatti di formaggio
          • Festa del papà
          • Club mensili
          • Regali epici
          • Acquista per ossessione alimentare »
            • Il mangiatore avventuroso
            • Gli amici che fanno il brunch
            • L'amante del formaggio
            • Il cioccolato
            • Il buongustaio in formazione
            • L'ospite con più
            • Lo spuntino di mezzanotte
            • Il must-impression
            • Visualizza tutti i regali
            • Regali sotto $ 25
            • Regali a meno di $ 50
            • Regali a meno di $ 100
            • Regali di cibo epico - Regali superiori a $ 100
            • formaggio britannico
            • Mostra tutto
            • I più venduti
            • Blu
            • Cheddar
            • Kilo Club
            • Club mensili
            • Abbinamenti di formaggi
            • DB Signature Cheese
            • Regali e campionatori
            • Brie e cremoso
            • Formaggio da tavola
            • Fonduta di Formaggio
            • Fresco e Chevre
            • Gouda
            • Mozzarella
            • Il Parmigiano
            • Pecorino & Grattugiata
            • Provolone
            • Puzzolente e funky
            • Tartufo
            • I più venduti
            • Articoli firmati DB
            • Prosciutto
            • Salame
            • Bacon
            • Regali e campionatori
            • Mostra tutto
            • Articoli firmati DB
            • Antipasti
            • Olio e Aceti
            • cracker
            • Sughi per pasta e paste
            • Dolci
            • Caffè e tè
            • Cocktail e mixer
            • Condimenti
            • spuntino
            • Varie chicche
            • Mostra tutto
            • giorno della Memoria
            • Giorno di gioco
            • Vincitori del premio
            • Sapori di Philly
            • Tempo di barbecue
            • mi diverto »
              • Tutti i piatti di formaggio
              • Whisky Formaggi
              • Formaggi al vino rosso
              • Formaggi al vino bianco
              • I migliori formaggi alla birra
              • Formaggi al gin
              • Formaggi da tè
              • Formaggi Spumanti
              • Formaggi da dessert
              • Scoperte culinarie
              • Formaggi con una storia pazzesca
              • Scelte del venditore
              • Philly trova
              • Formaggi Alla Griglia
              • fondute
              • I migliori panini
              • I migliori formaggi da insalata
              • Mac & formaggi formaggi
              • Panini che cambiano il gioco
              • Cose con pancetta
              • Asiago a modo tuo
              • Cinnfully Delizioso
              • Miele d'api
              • Lava-muse
              • Direttamente alla Tapenade
              • Il Vecchio Mondo
              • Attacco Snack 1
              • Snack Attack 2

              Puoi essere il primo a saperlo

              Scopri le ultime scoperte culinarie, gli eventi, le promozioni e molto altro di Di Bruno!


              Madre spara accidentalmente al figlio di 5 anni che cercava di sparare al cane

              HOUSTON (KTRK) - Una madre del Texas è accusata di aver sparato a suo figlio di 5 anni mentre cercava di sparare a un cane sciolto.

              Bruno è un cucciolo di Boxer di sei mesi.

              Il proprietario di Bruno dice che il cane è scappato di casa quando ha aperto la porta per vedere se arrivava suo fratello.

              "Va a camminare laggiù e sai, è curioso e la signora ha appena sparato", ha detto il proprietario di Bruno.

              I vicini dicono che una famiglia di tre persone, tra cui Angelia Vargas e suo figlio di 5 anni, stavano andando in bicicletta per strada quando Bruno si è presentato.

              La polizia sostiene che Vargas abbia immediatamente aperto il fuoco e uno dei tre proiettili sia rimbalzato e abbia colpito suo figlio allo stomaco.

              “Avrebbe potuto gestirla diversamente. Sai, lei era lì. Suo marito era lì. Ero lì. Non sarebbe successo niente. Niente di male così", ha detto il proprietario del cane.

              Il ragazzo dovrebbe sopravvivere.

              Bruno è stato sfiorato sulla gamba, ma per il resto sta bene.

              Vargas ora deve affrontare accuse penali di condotta mortale.

              Ha fatto una prima apparizione in tribunale dove le è stato detto di stare lontana dalla casa in cui vive Bruno.

              Il proprietario del cane ha trovato l'intera esperienza traumatica.

              "Stavo dormendo e ho fatto un sogno di sentire il bambino piangere ed è quello che mi ha svegliato mentre dormivo ieri", ha detto.

              Un weekend traumatico che ha lasciato un bambino in ospedale e sua madre carica, mentre Bruno e la sua famiglia sperano che non accada mai più per la loro strada.


              Interazioni con i lettori

              Commenti

              ruthanne dice

              Quando rinuncio al caffè per 7 giorni, quando vado a letto, la zona dei reni mi fa male e mi sembra che qualcuno mi stia tirando del vetro attraverso i reni. Quello che ho trovato per fare quella fermata è COFFEA. Sto cercando una dipendenza da zucchero e una dipendenza da cereali.

              Lisa dice

              Non avevo letto prima del chelidonium per la dipendenza da zucchero, ma esiste uno zucchero omeopatico analogo alla combinazione caffè/caffè. Si chiama saccharinum officianalous (sp?). Lo do a mio figlio perché è un mangiatore molto esigente e tende a masticarsi le maniche della camicia … alla fine fino a quando non hanno dei buchi! Quando prende questo rimedio due volte al giorno 30c, va tutto bene. Mangia come un cavallo …. ma non il suo maglione! A proposito, ha 7 anni. ?

              Maria Mini dice

              Ciao Lisa, mio ​​figlio 11 mangia davvero bene ed ha una dieta equilibrata, ma desidera ardentemente cose zuccherate, cioccolato e ama i carboidrati, il che mi ha fatto pensare che ci deve essere uno squilibrio da qualche parte. Per tuo figlio, dai due volte al giorno saccharinum 30c per quanto tempo e come lo dai? Tra i pasti, niente liquidi prima/dopo, prima o dopo aver mangiato? È questo rimedio più per le voglie di zucchero o l'appetito?
              Grazie!

              Linda S dice

              Grazie mille, Lisa, per i tuoi commenti sull'uso di Saccharinum 30c per la voglia di zucchero. Conosco molte persone che potrebbero usarlo, incluso mio figlio (cresciuto).

              Subrata Chatterjee dice

              È bello sapere della dipendenza dal cioccolato.

              Mario dice

              Qualche trattamento per l'astinenza dalla nicotina?

              BEA COLEMAN dice

              1 dose di Tabacum 200C due volte al giorno. 1 dose di Nux Vom 30C due volte al giorno. Questi non vengono presi insieme, quindi separali di almeno 20-30 minuti

              Diane dice

              Hai preso questo per non fumare per favore?

              C. Preston dice

              Molti negozi di alimenti naturali vendono rimedi omeopatici. Puoi ordinarlo anche on line. Basta digitare il rimedio nel tuo motore di ricerca.

              Melissa dice

              Quando dici "cancella la lavagna" cosa fa esattamente la canfora? Ed è stato usato da solo in un corso prima di iniziare il resto del protocollo?

              Vyshnavi dice

              c'è qualcosa in omeopatia per la dipendenza dalle bucce di limone (gialle)? Ho questa dipendenza dagli ultimi 2 anni e non sono sicuro di cosa lo stia causando esattamente. Mangio almeno 1 o 2 grosse bucce di limone al giorno. molto raramente 3 grosse bucce di limone.

              Lascia un commento cancella risposta

              Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.


              Precauzioni e avvertenze speciali

              è NON SICURO chiunque usi la cicuta, ma la cicuta è particolarmente pericolosa per le persone con le seguenti condizioni:

              Gravidanza e allattamento: L'uso della cicuta è NON SICURO e può essere fatale.

              Figli: L'uso della cicuta è NON SICURO e può essere fatale, specialmente nei bambini. I bambini possono essere avvelenati anche da piccole quantità di cicuta. Alcuni bambini sono morti dopo aver mangiato foglie o aver usato steli cavi di cicuta come cerbottane, flauti o fischietti.


              Affresco del dio romano Giano, dio delle porte, degli spazi liminali e del cambiamento — il modo in cui la nostra cultura ci insegna a pensare al cambiamento ha un enorme impatto su ciò che facciamo per cercare di realizzarlo!

              NOTA: Una bozza incompiuta di questo post è stata pubblicata accidentalmente per un po' di tempo dal 2 al 3 marzo, ma non era ancora pronta, ma ecco la versione finita:

              Ciao, lettori meravigliosi! Quello che devo condividere oggi non è un saggio raffinato, ma la trascrizione, leggermente ripulita ma soprattutto come data, di un discorso che ho tenuto di recente a un convegno di fantascienza, Capricon 2021, il cui tema quest'anno era "Creare il futuro che vogliamo ”: un ottimo argomento di riflessione. Nel discorso guardo le nostre idee su chi ha il potere di plasmare il futuro, mettendo insieme brevi dettagli di diversi articoli e cose su cui ho lavorato ultimamente. Ogni piccolo dettaglio è meno lucido e ricco di prove rispetto alle versioni lunghe (link e citazioni fornite dove posso), ma penso che la combinazione, sebbene compressa, abbia un flusso utile e riunisca alcuni punti che spero aiuteranno le persone a riflettere su come le nostre narrazioni sulla storia modellano il potere (e l'impotenza) che crediamo di avere. Spero ti piaccia!

              Come un'altra chicca, ecco un meraviglioso video realizzato dai miei amici dell'Istituto Paideia che recentemente mi hanno invitato a tenere una conferenza sul processo di recupero di un testo classico nel Rinascimento, con esempi dal vivo di me che mostrano libri stampati e manoscritti di epoca rinascimentale grazie al miracolo della webcam. Spero di poter utilizzare lo stesso sistema di webcam per fare demo di libri più rari in futuro!

              Trascrizione del discorso:

              Sono rimasto colpito da come Capricon 2021 (Capricon è una favolosa truffa di F&SF! dovreste andarci tutti!) avesse un tema quest'anno—“Realizzare il futuro che vogliamo”—che si sovrappone a parte del lavoro di storia che ho svolto, quindi ho pensato che alla gente potesse piacere un discorso un po' serio su una questione molto interessante. Alcuni di voi potrebbero aver letto il mio post sul blog “On Progress and Historical Change” che fornisce una storia del concetto di progresso, e questo discorso si sovrapporrà un po' a questo. Ma quello di cui voglio parlare qui è la questione di come immaginiamo come cambiano la società e la storia, chi immaginiamo abbia il controllo su questo, quanto controllo immaginiamo di avere e come questo sia cambiato nel tempo. E i nostri sentimenti su quanto potere abbiamo, o quanto potere sentiamo che le altre persone hanno sul cambiamento nella storia reale, sono spesso molto diversi da ciò che suggerisce la documentazione storica. Quindi parlerò di parte del mio lavoro di storico e di ciò che mostra su come cambia la cultura, rispetto ai concetti che di solito tendiamo ad avere al riguardo.

              Sono quello che si chiama uno storico intellettuale, il che significa che mi concentro su ciò che pensiamo sia vero. Questo è legato alla storia delle idee, quindi studio concetti come il concetto di progresso, il concetto di atomi, il concetto di diritti o uguaglianza, il concetto di ateismo, non solo le idee atee che esistevano ma anche le persone in diversi momenti della storia chi non si considerava ateo pensava che un ateo dovrebbe o sarebbe simile in termini di etica, la personalità dell'ateo immaginario con cui Tommaso d'Aquino sta discutendo in alcuni dei suoi scritti, per esempio, questi sono esempi di cose che studia uno storico intellettuale. Ma anche gli storici intellettuali guardano molto alla visione del mondo. Se uno storico della cultura materiale sta lavorando alla ricostruzione dell'abbigliamento di un'altra epoca e uno storico dell'alimentazione sta lavorando alla dieta e alle ricette di un'altra epoca, e uno storico dell'arte sull'architettura e uno storico della scienza sulla tecnologia o sulle armi di un altro periodo di tempo, lo storico intellettuale sta cercando di entrare nella mentalità di quel periodo di tempo. In quale mondo vivono quelle persone, dalla loro percezione, da ciò che credono sia vero? Qual è il potenziale del loro mondo, cosa credono sia vero su come funziona o come cambia, in che modo differisce dal mondo in cui crediamo di vivere? Qualcuno di una cultura che crede che la malattia sia causata da influenze astrologiche invece che da germi prende decisioni sulla medicina e sulla salute come se vivesse in un mondo diverso da quello in cui crediamo di vivere.

              Quanti di noi, quando acquistano un oggetto da cucina, pensano ai nostri discendenti che lo utilizzano da generazioni quando decidiamo che taglia/stile prendere? Partiamo dal presupposto che ci saranno teiere migliori, stili più recenti, che ciò che stiamo ottenendo è principalmente per il presente.

              Quindi, per esempio, nel presente abbiamo un'aspettativa molto particolare che l'esperienza di ogni generazione sarà sostanzialmente diversa dall'esperienza della generazione precedente, che ci sia un costante processo di cambiamento, il progresso è uno dei tanti nomi per questo, o un nome per un elemento di questo processo, ma ci aspettiamo, per esempio, che in due generazioni mentre alcune cose saranno simili, molte cose saranno molto diverse. Ad esempio, pochissimi di noi si aspettano che i nostri nipoti o pronipoti vivranno ancora nella stessa casa in cui viviamo e utilizzeranno la stessa teiera che stiamo usando. In contrasto, diciamo, con una figura europea medievale, che molto probabilmente ha l'aspettativa che i suoi discendenti vivranno nella stessa casa per un certo numero di generazioni, e che generalmente ha l'aspettativa che il cambiamento possa avvenire se c'è 8217 è una guerra, il cambiamento può arrivare se c'è un grande re, il cambiamento può arrivare se c'è un re cattivo, il cambiamento può arrivare se Dio maledice la terra, ma il cambiamento non è inevitabile, per come la pensiamo inevitabile nel nostro periodo.

              Quindi, in diversi momenti della storia le persone hanno avuto idee diverse su quanto sia costante il cambiamento, cosa causa il cambiamento nella condizione umana nel tempo, quali aspetti della condizione umana cambiano nel tempo e quali persone, se ce ne sono, hanno potere sul modo in cui la condizione umana cambia nel tempo.

              Discuterò brevemente in un primo momento l'origine del concetto di progresso antropogenico, e tornerò su quel termine tra un momento. Quindi ho intenzione di ingrandire un esempio molto molto microcosmo all'interno del mio campo, nel mio periodo di specializzazione, che è l'Italia rinascimentale, che mostra alcuni dei problemi generati dalla disconnessione tra il modo in cui immaginiamo il mondo che cambia da nel modo in cui funziona davvero, e poi da quel microcosmo rimpicciolisci di nuovo alla domanda più ampia.

              (Se hai letto la versione più lunga di questo in On Progress and Historical Change abbastanza di recente, potresti voler saltare i prossimi due paragrafi da qui alla nota in corsivo, con l'immagine di un pretenzioso oratore romano sui rostri, o potresti preferire continuare a leggere in modo che il contenuto sia fresco)

              Quindi, come dico spesso quando inizio questa discussione, intorno al 1620 Francis Bacon inventò il progresso. Ciò che intendo dire è che Francis Bacon, un intellettuale e statista britannico, pubblicò il Novum Organum, e alcune altre opere in cui sostiene, praticamente per la prima volta, che non solo è possibile per gli esseri umani cambiare la condizione umana, ma che se lo fanno intenzionalmente e sistematicamente attraverso la scienza, questo è il punto di nascita del moderno metodo scientifico, vale a dire la collaborazione tra gruppi di persone che condividono la conoscenza per lavorare come una squadra per espandere gradualmente la conoscenza umana - e ricorda, Bacon è l'origine del detto "la conoscenza è potere", con cui intende il potere su Natura, non potere individuale, lui significa esseri umani collettivamente avere più potere quando comprendiamo più di ciò che lui chiama "i moti segreti delle cose" o ciò che potremmo chiamare come funzionano le malattie, come funziona la fisica, come funziona l'elettricità, ecc. Con “conoscenza è potere”, intende il nostro potere di comandare l'elettricità, il nostro potere di curare le malattie, queste cose che nel 1620 sperava che un giorno la scienza potesse ottenere. E Bacon (e arriverò al perché in un momento, e anche quali concetti simili esistevano prima in un momento) articola per la prima volta il suggerimento che se gli esseri umani collaborano come una squadra per osservare la natura, per fare esperimenti scientifici, per ricontrollare (diremmo la revisione tra pari) gli esperimenti reciproci, per pubblicare questa conoscenza e condividerla, e per cercare collettivamente di espandere la comprensione scientifica dell'umanità, allora ogni generazione successiva sarà un po' più potente in termini di come molte malattie che possiamo curare, quanto bene possiamo conservare il cibo, quanto bene possiamo coltivare il cibo, e quindi l'esperienza di ogni generazione sarà un po' migliore della generazione precedente.

              Bacon ha caratterizzato questo in termini cristiani come un atto di carità, che essere uno scienziato è l'ultimo atto di carità perché dà il dono di una vita più felice a ogni generazione e a ogni essere umano che nascerà dopo di te, una radice molto interessante per il metodo scientifico, che molti sono abituati a vedere presentato come un nemico della religione anziché come imposto dal cristianesimo, che è il modo in cui lo presenta. E suggerisce che conducendo ricerche in gruppo e condividendole, può accadere intenzionalmente che l'esperienza di ogni generazione sia diversa.

              Ora, diremmo che l'esperienza di ogni generazione è stata diversa fin dall'inizio dell'umanità, che il progresso, mentre potrebbe accelerare in seguito, con l'accelerazione dei progressi tecnologici è stato costante, e l'esperienza di qualcuno nel 1500 è diversa da qualcuno nel 1400. E in effetti, diremmo che l'azione umana, le scoperte, lo sviluppo degli stati, i processi graduali come l'accentramento del governo o la ricerca dell'agricoltura sono sempre stati causa di progresso. La gente stava inventando l'aratro a versoio, le tecniche di conservazione, coltivando gradualmente il mais per renderlo un raccolto leggermente migliore e leggermente migliore fino a diventare lo strano super raccolto che era già prima dell'ingerenza genetica scientifica moderna, che il progresso era sempre lì, rispetto al progresso antropogenico, il che significa progresso causato dall'uomo, progresso che è il risultato dell'azione degli esseri umani.

              Ma nessuno lo aveva descritto come un fenomeno prima di Bacon, e Bacon e i suoi colleghi credono infatti che non ci sia progresso antropogenico. Che tipo di progresso o cambiamento pensano che ci sia? Un'idea dominante in Europa all'epoca, e in effetti per molti secoli prima, è che i cambiamenti primari che vedete sperimentati dagli esseri umani sono un piano scritto da Dio, sono la Provvidenza. A volte Dio, o il Fato, decide che è tempo che un Impero sorga, perché Dio ha un piano per questo. Ora è tempo che l'Impero cada, perché Dio ha un piano diverso per questo. Dio decide di mandare un grande re sulla scena della vita, o Dio decide di mandare un re cattivo per insegnare alla gente le lezioni morali che insegnano i tiranni. Questo è il modello dominante di ciò che la gente pensa causi il cambiamento in questo periodo, che è una decisione esterna presa da una divinità o da un piano le cui intenzioni sono in gran parte didattiche, in gran parte educative, che lo scopo di inviare un re buono o un re cattivo è quello di inviare alle persone esempi morali per l'educazione morale personale delle persone, per aumentare la probabilità che le anime umane facciano il paradiso.

              Ehi, guarda, la mia tesi è utile per qualcosa di più di se stessa!

              Se ci spostiamo prima, all'Antichità, ci sono idee di ciò che non chiamerei del tutto progresso o progresso antropogenico, ma ci sono idee di sviluppo che gli epicurei discutono, ad esempio, proprio come un organismo potrebbe svilupparsi da uno stato giovanile a uno stato maturo, così allo stesso modo i pianeti si sviluppano nel tempo e le civiltà umane si sviluppano nel tempo. In Lucrezio’s De Rerum Natura, il nostro testo epicureo classico più longevo, descrive l'idea che la Terra subisca un processo simile alla durata della vita di un organismo, che, per esempio, solo nei primi giorni, quando la Terra era giovane e fertile, sono nate nuove specie e che solo quelle specie adatte al loro ambiente sono sopravvissute fino ai giorni nostri. Sembra molto vicino a Darwin. Lucrezio continua dicendo che non vengono più create nuove specie perché la Terra è vecchia e ha subito la menopausa e non ha più placente giganti che crescono dal terreno ovunque, da dove provenivano in primo luogo gli animali. Quindi, prima di dargli troppo credito per la sopravvivenza dell'idea adattata correttamente, che ha, ed è un'idea molto sofisticata, ce ne sono molti altri a cui ridacchiamo. Ma descrive l'idea che all'inizio gli umani vivevano pacificamente nella natura, mangiavano i frutti che trovavano e dormivano sotto gli alberi. Potete riconoscere questa come una delle radici dell'uomo pastorale o di un'età dell'oro. Ma poi gli umani scoprirono gradualmente lussi, oro e tesori. E quando lo fecero, e c'erano scorte limitate di lussi, allora la gente aveva bisogno di difenderli, e svilupparono armi, e svilupparono eserciti, leggi e strutture sociali. Poi, da ciò, si sviluppò la guerra e la discesa da un'età dell'oro a un'età dell'argento a un'età del ferro. Lucrezio non è l'unica fonte mediterranea classica di questo, ma ne è un esempio. Quindi c'è un'idea di sviluppo, e anche di sviluppo dove le persone lo stanno causando, ma non è un'idea di sviluppo costante, ed è un'idea di sviluppo negativo e non positivo.

              Quell'idea esiste nell'Antichità, è molto meno diffusa nel Medioevo, quando molti di quei testi non sono disponibili, viene riscoperta all'inizio del 1400 e si diffonde nuovamente. Quindi è una delle tante influenze su Bacon. Ma ciò che è innovativo in Bacon è la sua idea che ci sia una forte intenzionalità, che il team di umani che sono scienziati lavori insieme intenzionalmente per creare l'esperienza della prossima generazione, e in effetti che se non lo fanno, la prossima generazione& L'esperienza di #8217 non sarà diversa dall'esperienza di questa generazione, che a meno che il progresso non sia causato intenzionalmente, il progresso non si verificherà. Questo è molto diverso dal nostro senso in cui il progresso è costante e inevitabile e positivo, ma anche negativo. Siamo molto abituati a pensare al progresso che ci offre tecnologie e medicine migliori, ma ci dà anche i lati negativi. Come scrive Freud nel suo scritto "La civiltà e i suoi scontenti" subito dopo la prima guerra mondiale, "è davvero miracoloso che io e mia figlia che è dall'altra parte dell'oceano in un altro continente possiamo parlare su questi nuovi cavi telefonici elettrici, che è un fantastico frutto della scienza ma, dice, se non avessimo la scienza, lei non sarebbe nell'altro continente, sarebbe ancora qui, perché non avremmo realizzato la nave che l'ha trasportata .” La civiltà e il suo sviluppo creano problemi oltre a creare innovazioni positive.

              Questa è un'idea che ci è molto familiare nel XXI e nel XX secolo e che si sviluppa in gran parte nel XIX secolo come risultato dell'interesse romantico del XVIII secolo per l'idea della pastorale e l'influenza di Jean -Jacques Rousseau, ma anche all'indomani della Rivoluzione francese. Nel 1620 Francis Bacon disse “Se facciamo scienza possiamo avere progressi,” e la gente disse: “Grande! Possiamo usare la scienza per valutare ogni cosa e creare una medicina più razionale, e un'ingegneria più razionale, e un'architettura più razionale, e un'agricoltura più razionale, e leggi più razionali, e una religione più razionale, e poi hanno avuto un'enorme guerra in cui un numero enorme di persone sono morte, e la scala della guerra è diventata un ordine di grandezza più grande di quanto chiunque fosse abituato, e ha creato molta ansia e paura che forse non abbiamo tanto controllo su questo progresso come pensavamo. Quindi è nel diciannovesimo secolo che si ottiene l'immagine di essere un ingranaggio della macchina intrappolato nel progresso, il progresso è inevitabile.

              (Se stavi saltando perché hai letto On Progress e Historical Change di recente, questo è il punto giusto per ricominciare a leggere da vicino)

              Il tipo di persona a cui ci viene detto di pensare che abbia potere nella storia.

              All'interno di questa revisione dei concetti di progresso sorge quindi la domanda: chi ha il potere di determinare ciò che accade? La risposta è “Nessuno”? Quel progresso avviene in così tante arene diverse e in così tante direzioni diverse che praticamente è solo caos? La risposta è “Governi o governanti”? che un grande re o un grande leader virtuoso sarà ciò che determinerà se il nostro paese prospererà. O crediamo che certi individui esercitino un'influenza?

              Ed è qui che ho intenzione di ingrandire il Rinascimento, vale a dire, il mio periodo, che è dove vediamo idee su chi ha potere sul progresso, e specialmente su chi ha potere sulla mentalità e lo scontro tra supposizioni che spesso facciamo al riguardo rispetto alle prove storiche che abbiamo.

              Quindi, Rinascimento italiano, o Rinascimento in generale, siamo abituati a pensare questo come un momento di grande cambiamento quando le cose accelerano, quando il Medioevo, che tendiamo a pensare come stagnante, e forse arretrato e senza dinamismo e senza molti progressi o cambiamenti - tutte queste cose sono false, ma sono il presupposto che la maggior parte delle persone ha - improvvisamente cambia e otteniamo molto di più. Otteniamo innovazioni più rapide, uno sviluppo più rapido delle tecnologie e un cambiamento di mentalità. Ora tutte queste cose sono vere, otteniamo un'accelerazione, ma è 8217 un cuneo, non una linea piatta e poi un picco.

              Le tartarughe ninja rinascimentali: fantastiche ma non controllano la storia!

              Le figure fondamentali che conosciamo dal Rinascimento e il modo in cui spesso conosci il Rinascimento quando non sei uno specialista, sono geni famosi. Leonardo da Vinci è la figura rinascimentale più conosciuta, seguita da Machiavelli e Michelangelo e Raffaello, e pensiamo a questa come un'età del genio, un'età in cui persone eccellenti e brillanti crearono magnifiche opere d'arte e magnifiche architetture, e c'è un focus su quei geni come il nucleo del cambiamento, su quei geni come fondamentalmente ciò che fa accadere il progresso. Ci sono infatti molte ragioni culturali, e questo non è il momento per me di darti la mia lista di quali sono le cause del Rinascimento, anche se c'è un post sul blog a riguardo se ti va di cercarlo in la mia discussione sul COVID-19 e sul motivo per cui abbiamo la distinzione medievale/rinascimentale e i problemi con essa, ma il punto di dati chiave con cui voglio iniziare qui è quando sono a una cena e incontro il coniuge di qualcuno e mi chiedono cosa studio e io dico che studio il Rinascimento, e mi chiedono cosa studio nel Rinascimento, e dicono bene, studio il pensiero radicale rinascimentale, studio la censura e l'Inquisizione, e studio l'ateismo, e studio gli eretici e processi di eresia e la diffusione del pensiero radicale. È molto comune che ci sia una pausa e una faccia eccitata, e poi la domanda “Oh! Quindi non è vero che x famoso genio rinascimentale era ateo? È incredibile quante volte sia questa la domanda. E la ragione di ciò è una narrativa con cui molti di noi hanno familiarità che il Rinascimento è un'era di secolarizzazione o pensiero laico, che è il momento in cui le catene della religiosità vengono sfidate, quando arriva l'Umanesimo come centratura sugli esseri umani. (questo non è in realtà ciò che l'Umanesimo era nel Rinascimento, ma questo è ciò che è ora e questo è ciò che la gente pensa che fosse) e che il nucleo della differenza tra il Medioevo e il Rinascimento era la liberazione della fede e l'inizio di un'era della Ragione.

              Questa è un'aspettativa in gran parte basata su idee sul Rinascimento che sono state pubblicate in gran parte da storici tedeschi e britannici nel diciannovesimo secolo. Questo è molto, molto diverso dal modo in cui si presenta il Rinascimento, e anche molto diverso da quello che troviamo quando guardiamo le cose. Ma il dettaglio importante qui è l'eccitazione di tutti di vedermi confermare alla cena che sì, Leonardo era ateo, o sì Machiavelli era un ateo, o sì, Michelangelo era un ateo. Perché? Principalmente è perché la narrativa dominante sul Rinascimento è che c'erano un gruppo di geni che avevano una mentalità pseudo-moderna. Significato più laico, non necessariamente ateo, alcune persone sono semplicemente entusiaste che sia moderno, scientifico, ecc., e che quei geni abbiano visto davanti a loro la possibilità di un'età più laica più razionale che sarebbe meglio, sarebbe moderno , sarebbe esente da tutte le limitazioni che hanno trascinato il Rinascimento verso il basso. E che questi geni, vedendolo nel loro futuro, vedendolo, hanno poi lavorato per renderlo tale. Vedo questa narrazione in molti posti. Lo vedo in articoli accademici o libri che presumono che sia vero. Ma se rimpicciolisco ulteriormente, lo vedrai negli editoriali, quando le persone stanno scrivendo un editoriale sulla Morte Nera e sul COVID e hanno fatto ricerche per 48 ore, sarà quello che dicono, o è 8217 sarà nell'introduzione di un libro di economia.

              (Per ulteriori informazioni su questo vedere "Perché continuiamo a chiedere 'Was Machiavelli an Atheist", o per la versione nota a piè di pagina il mio capitolo "The Persecution of Renaissance Lucretius Readers Revisited" nella raccolta frustrantemente costosa ma totalmente in prestito interbibliotecario Philip Hardie, Valentina Prosperi, e Diego Zucca eds., Lucrezio Poeta e Filosofo: Antecedenti e Fortuna del “De Rerum Natura”, De Gruyter, 2020)

              Se rimpicciolisci ancora di più, lo ottieni nel Cosmo Serie TV, la nuova con Neil de Grasse Tyson che ha scelto di iniziare il suo primo episodio con questo scorcio di vita di Giordano Bruno (analizzato nell'articolo sopra), presenta Bruno come una sorta di martire per la scienza, e che descrive come una persona molto moderna, che ha visto che potrebbe esserci quest'altro mondo della ragione e ha cercato di opporsi al sistema e combatterlo, e la Polizia del Pensiero Inquisizione, e usa la frase “Polizia del Pensiero” che è un dettaglio molto importante, lo inseguirono e lo sopprimerono perché non volevano che queste idee si diffondessero. Ma sapeva che un giorno l'avrebbe fatto, e altre persone che la pensavano come lui hanno lavorato molto duramente, e i loro sforzi clandestini alla fine lo hanno reso così.

              E se rimpicciolisci ancora di più, lo capisci nelle cose della cultura pop. La trama del mediocre vecchio film fantasy di David Warner Missione dei Cavalieri del Delta. La trama di ciò è che c'è stata un'antica società segreta razionalista scientifica e secolarizzante fondata da Archimede che fin dall'antichità ha mantenuto segretamente viva la luce della ragione attraverso il Medioevo, e alla fine irromperà e rivelerà tutti i documenti e la scienza perduti. da Atlantide e inaugurare l'era moderna, e l'eroe aiuta a far sì che ciò accada, a sconfiggere il Medioevo e a far accadere l'era moderna perché questa cabala di persone che fondamentalmente pensano come le persone moderne è esistita fin dall'antichità e ha preservato la luce e ora è #8217 sta per trionfare. È anche la trama del Assassin's Creed videogiochi, che esiste una società segreta di persone razionaliste che combattono il papa - letteralmente, prendendolo a pugni! - e fanno avanzare la scienza, e Machiavelli ne è responsabile.

              E questi sono esilaranti e divertenti, ma sono echi dell'idea che le persone incaricate del cambiamento intellettuale, le persone responsabili di farci passare dal Medioevo all'Illuminismo pensavano come noi, che pensavano in anticipo sui tempi, che vedevano il potenziale futuro, che avevano un piano e lo hanno implementato segretamente, in altre parole che le persone che hanno il potere di determinare quale sia il futuro, sono alcuni geni particolari, che nella loro genialità vedono quale sarà il futuro. Quello non è vero. Prima di tutto, nessuna di queste persone ha predetto nulla di come sarà il futuro, e nessuno di loro ha infatti cercato di minare la chiesa - sto parlando di Leonardo, Machiavelli, ecc. - e nessuno di loro ha articolato cose che avrebbero letto come moderni quando davvero ti siedi e li leggi. Sono presentati come proto-moderni dagli storici dell'Ottocento che vogliono rivendicare una discendenza da loro, perché rispettiamo questi nomi, sono entusiasmanti, e quindi se puoi affermare “Sto portando avanti la tradizione di X! ” puoi far sembrare potente il tuo regime. Questo è uno strumento che i nascenti movimenti nazionalisti del diciannovesimo secolo, in Germania, in Gran Bretagna, in Francia, in Italia, usarono per competere tra loro cercando di affermare che “Oxford è un vero discendente delle idee di XYZ rispetto al università in Italia, guardate come portiamo avanti i messaggi segreti sotterranei razionalisti che c'erano in Machiavelli e c'erano in Leonardo che non ci sono.

              Il libro di Copenhaver su come l'Orazione sulla Dignità dell'Uomo non sia un'orazione, e non sulla dignità dell'uomo, ma se vuoi sapere come liberarti delle tue scorie umane e trasformarti in un angelo, Pico ha hai coperto!

              sono messaggi radicali in queste cose. Ecco la chiave. I radicali rinascimentali erano davvero radicali! Machiavelli era davvero radicale, Leonardo era davvero radicale. Gente come Giovanni Pico della Mirandola, che è un po' meno famoso ma molto spesso additato come il genio rinascimentale, da adolescente padroneggiava quattordici lingue, era brillante, era ricco, tutti lo amavano, scriveva un gigante novecento tesi sintesi di tutte le religioni del mondo, che si proponeva di difendere davanti al papa. E ha questo famoso testo conosciuto con il titolo ottocentesco L'Orazione sulla dignità dell'uomo. Ho un libro di 682 pagine sullo scaffale di Brian Copenhaver su come L'Orazione sulla dignità dell'uomo non è un'orazione e non si tratta della dignità dell'Uomo, quella è una sua lettura ottocentesca che ancora colora in avanti. In realtà era un manuale su come trasformarsi in un angelo, ibridando l'Islam e lo Zoroastrismo con la Cabala, incanalandoli attraverso Platone e creando una nuova versione del cristianesimo che sintetizzasse tutte le religioni del mondo. E a proposito, Pico e i suoi amici credevano che se solo avessero spiegato questo ai musulmani ottomani avrebbero capito immediatamente che l'Islam e il cristianesimo erano esattamente la stessa cosa e quindi ci sarebbe stata la pace nel mondo. Questo era il piano, che tutti avrebbero reale Platone e poi si sarebbero resi conto che tutte le religioni erano le stesse e poi ci sarebbe stata la pace nel mondo. Questi ragazzi sono davvero radicali! Le loro versioni del cristianesimo hanno la reincarnazione e la proiezione dell'anima e lo sapevi che se studi abbastanza gli oracoli caldei puoi proiettare la tua anima fuori dal tuo corpo e usarla per spiare Padova? A questo dovrebbero servire la classe latina e la classe greca. I radicali rinascimentali erano incredibilmente radicali. Ma il loro radicalismo non somigliava alla nostra mentalità moderna. I loro radicalismi erano dappertutto. Più li studio e più li amo, ci sono dozzine di visioni del mondo là dentro più aliene di qualsiasi alieno in Star Trek mai inventato, sono bellissime, ma non assomigliano al modo in cui pensavamo nel ventesimo secolo, o nel diciannovesimo secolo, o ora. Quelle persone nel Rinascimento non vedevano un futuro e poi lo realizzavano intenzionalmente. Quelle persone nel Rinascimento avevano idee radicali, le proponevano, le discutevano, mescolavano cose dappertutto, avevano diverse influenze strane e incoerenti, e il calderone di tutto questo, delle persone di cui hai sentito parlare e delle molte dozzine di persone che hai e #8217t e le molte centinaia di persone che li leggono e ne discutono e le molte migliaia di persone che leggono quei libri nelle aule scolastiche e diffondono quelle strane idee, questi sono ciò che effettivamente fa accadere il cambiamento.

              Questo dettaglio di un dipinto di Filippino Lippi mostra S.Bernardo di Clairveaux alla sua scrivania ricevendo consigli dalla Vergine Maria, con una citazione di Epitteto appuntata sulla scrivania appena sopra la sua testa, come se stesse ricevendo la sua saggezza teologica in parte da Epitteto, un filosofo pagano.

              Ora ho intenzione di ingrandire il mio esempio più micro. Così. L'insieme di testi meno interessante a cui riesco a pensare, e ho cercato di esaminarlo, sono state le prefazioni degli editori all'inizio delle copie di Epitteto (alias il mio articolo “Humanist Lives of Classical Philosophers and the Idea della secolarizzazione rinascimentale” in Trimestrale Rinascimentale vol. 70, n. 3 (2017), pp. 935-976). Il manuale di Epitteto è un insieme di massime morali dell'antica Roma su come essere una persona virtuosa, ed è breve, quindi alla gente piaceva insegnarlo a scuola, e molto di esso si allinea con le virtù cristiane, quindi è #8217 è molto compatibile con l'insegnamento in un contesto cristiano, quindi era un libro di testo super popolare. Era un libro di scuola super popolare, l'equivalente di far leggere Dickens ai bambini o di far leggere ai bambini un'opera teatrale di Shakespeare come parte della lezione di inglese della High School. Quindi ci sono molte, molte dozzine di edizioni stampate praticamente non appena è stata inventata la stampa, dal 1490 fino al 1500, 1600 e 1700 ci sono edizioni di Epitteto, e ognuna ha una prefazione da l'editor che spiega perché Epitteto è un ottimo testo da leggere, e di solito cerca di sembrare più fantastico della precedente edizione di Epitteto, in modo da acquistare quell'edizione per la scuola invece dell'altra edizione, o in modo che l'insegnante raccomandi quella edizione al posto dell'altra edizione. L'editoria, come tutti sappiamo, è molto competitiva e cerchi sempre di avere la trama che lo rende attraente. Se qualcuno entra in libreria e ci sono quattro libri con i draghi sulla copertina, qualcosa farà la differenza a cui raccolgono, potrebbe essere la copia sul retro, questo è l'equivalente di quello.

              Quindi, quando guardi le prefazioni, che sono scritte da studiosi che non sono molto importanti e non sono molto famosi e nessuno ne ha più sentito parlare o si preoccupa più, ma hanno un lavoro e la tipografia li ha modifica questa cosa perché questo è il loro lavoro. Quei ragazzi che lo fanno, di cui non hai mai sentito parlare, stanno leggendo i ragazzi di cui hai sentito parlare. Stanno leggendo Pico, o stanno leggendo persone che parlano di Pico. Stanno leggendo tutte queste dozzine di strane idee bizzarre che stanno accadendo. La maggior parte di loro sicuramente non è d'accordo, o se sono d'accordo, sono d'accordo solo su una cosa, perché ce ne sono dozzine di diverse, ma c'è l'ambiente. E notano gli argomenti che sono grandi e dappertutto, e uno di questi è che i rinascimentali erano molto interessati al fatto che i detti di Epitteto fossero notevolmente simili ad alcuni degli insegnamenti etici del cristianesimo, specialmente nelle lettere di San Paolo. Infatti nel Medioevo correva voce che Seneca e San Paolo si conoscessero e scrivessero lettere e Seneca fosse associato a Epitteto, ed Epitteto si sarebbe convertito segretamente. Niente di tutto questo è vero, e nel Rinascimento avevano praticamente capito che non era vero. Ma è stato molto interessante notare che le massime morali di Epitteto erano simili a quelle di San Paolo. Quindi, se dovessi scrivere una prefazione a Epitteto, scriveresti una prefazione che dicesse “Era un pagano, ma era bravo quasi quanto San Paolo!” E poi dieci anni dopo, quando ci fu una nuova edizione e qualcuno voleva che quell'edizione suonasse meglio, e io ho tutte queste edizioni in latino e ho la versione dell'articolo in cui puoi leggere le traduzioni di tutte queste, diranno che vogliono fare un'affermazione più forte, quindi diranno che le massime morali di “Epitteto sono appena meno buone di quelle di San Paolo.” E il prossimo dirà che le massime morali di “Epitteto sono buone quanto quelle di San Paolo!& #8221 E il prossimo dirà che le massime morali di “Epitteto, anche se era un pagano, erano persino migliori di quelle di San Paolo, perché sono più semplici, chiare ed efficaci nell'insegnare l'etica.” quando si arriva al 1700 c'è un'edizione, che si può dire è copiata da queste edizioni precedenti, hanno anche pla giarizzare frasi dalle reciproche prefazioni, è l'evoluzione diretta, che dice “Epitteto alla luce della sola Ragione e senza la necessità della Scrittura o della rivelazione è arrivato a un'etica migliore di San Paolo.” E questa è la tipo di libro che Voltaire possiede quando è un ragazzino.

              Uno dei tanti libri “Anti-Machiavelli” che furono ANCHE influenti.

              Allora, chi trasmette questa idea radicale? Gradualmente dell'idea che la Scrittura e la rivelazione cristiana sono necessarie per l'etica? Chi lo trasmette? Sono i grandi personaggi famosi? No. Perché ci sono migliaia e migliaia di copie in più di questi volumi di Epitteto in classe di quante ce ne fossero di Machiavelli in questo periodo. Machiavelli è bandito nella maggior parte dei luoghi. Non puoi nemmeno ottenerlo senza cercare a lungo, puoi solo ottenerne un compendio e non viene stampato così spesso. La gente ce l'ha ma è un lavoro extra, come come ci sono persone in giro che usano Linux invece di Windows o Mac ma è un lavoro extra e devi lavorarci sopra e non molte persone lo fanno. Ma Epitteto? È onnipresente e accessibile per impostazione predefinita come Windows. Quindi per ogni persona che sta effettivamente leggendo Machiavelli in quell'epoca, almeno un centinaio di persone stanno leggendo questa prefazione di Epitteto che dice che non hai bisogno della Scrittura cristiana per arrivare a un buon sistema etico. Chi ha diffuso l'idea radicale? Migliaia di persone di cui non hai sentito parlare, dozzine di editori che hanno scritto queste edizioni, la maggior parte di loro non con l'intenzione di far accadere nulla di radicale ma solo con l'intenzione di vendere una copia di un libro, infatti la maggior parte di loro credeva sinceramente che Epitteto fosse un autore che avrebbe fatto avanzare il cristianesimo e fatto credere di più in esso, tuttavia, inconsapevolmente e involontariamente, hanno trasmesso le idee radicali che si sono trasformate in deismo, e che si sono trasformate in quella svolta secolare che associamo all'Illuminismo e che erroneamente associamo al Rinascimento. Quindi lo vedi è i semi rinascimentali che lo hanno portato, ma è un elenco geniale di persone radicali speciali che hanno pensato come facciamo a farlo accadere, sono migliaia di persone che avevano dozzine di visioni del mondo diverse, alcune molto ortodosse, altre molto radicali in modi che non non somiglia a noi, ma tutte queste idee discusse e scritte e pubblicate e dibattute, e quei dibattiti influenzano i libri di testo scritti da nessuno che viene escluso dal tipo di storia che si concentra sui grandi nomi, ma sono quei piccoli nomi che hanno molto di più portata più ampia rispetto ai trattati delle persone che sono le più famose oggi, soprattutto perché il nostro canone di chi è famoso è stato cementato da persone del diciannovesimo secolo che guardavano nel passato e selezionavano le persone per celebrare le cui idee pensavano somigliassero alle loro, al fine di legittimarsi (e sostenere la loro convinzione di avere il diritto e il dovere di dominare il mondo ed "elevare" le culture "minori" con le loro idee "giuste" e il percorso "giusto" di progresso).

              Quindi, ciò che questo esempio e altri studi simili ci mostrano è che sopravvalutiamo quanto intenzionalità pensiamo che le persone speciali lo abbiano. Quindi ogni volta che vedo una copertina di una rivista tecnologica che ha un nuovo miliardario start-up tecnologico che dice “Questo uomo sarà il primo uomo a vivere per duecento anni?” o “morire su Marte? 8221 o altro, e nell'articolo si afferma "Questa persona ha una visione per il futuro e sa come sarà il futuro, ed è questo, e sta lavorando per costruirlo!" “she”, ma di solito “he”) e “il futuro è nelle mani di questi geni.” Quell'idea, che il futuro è nelle mani di persone la cui mentalità in qualche modo già corrisponde al futuro, questo ci fa sentire impotenti, ci fa sentire come se il nostro compito fosse quello di sederci e aspettare che quei geni che possono già vedere il futuro lo realizzino come immaginiamo Machiavelli. Ricordo che quando l'ho capito per la prima volta stavo guardando il primo Uomo di ferro film, in cui Tony Stark, dopo aver inventato l'energia verde non inquinante e aver risparmiato roba con la tuta da uomo di ferro, pronuncia questa dichiarazione in conferenza stampa "Ho privatizzato con successo la pace nel mondo", e questa è la linea che viene spinta, che la soluzione al nostro il conflitto, o il cambiamento climatico, sta aspettando che il genio appaia come un supereroe con il potere speciale di rimodellare il mondo, mentre tutti gli altri si siedono e vengono salvati. Perché veniamo trascinati nella retorica che afferma questo? Perché i nostri libri di testo ci dicono che è così che siamo arrivati ​​dove siamo ora, che il presente è nato perché personaggi storici che erano dei geni e potevano prevedere l'era moderna meravigliosa, liberata e razionale che stava arrivando, poi si sono seduti e hanno cercato intenzionalmente di fare quell'era venire. Beh, non l'hanno fatto. Questo mondo non assomiglia a niente che le persone nel Rinascimento hanno cercato di fare. Hanno cercato di cambiare com'era il loro mondo, ma le cose a cui miravano non erano ciò che effettivamente risultava. È stata la mescolanza di ogni sorta di idee diverse e incompatibili, radicali e ortodosse, mescolando i contributi e i dibattiti di un numero enorme di persone dimenticate e non famose, la chiave per ciò che ha cambiato la mentalità nel tempo. A volte particolari opere chiave erano particolarmente importanti in quel discorso, che si trattasse di Hobbes o Epitteto, ma ciò non significa che l'effetto della pubblicazione di Hobbes Leviatano era progettare un futuro immaginato da Hobbes, era stimolare migliaia di persone ad avere nuove conversazioni, molte delle quali ostili, che a loro volta generavano nuove idee.

              Allora, chi ha il potere di plasmare il futuro? La risposta che il Rinascimento ci mostra non è il genio, non “poche persone che hanno la giusta visione” sono tantissime persone, ma molto spesso il risultato dei loro sforzi non sarà quello che intendevano. Così, per esempio, i primi studiosi del Rinascimento che cercarono di convincere la gente a leggere Epitteto, Petrarca e simili, la loro idea era quell'Italia del Rinascimento combattuta e lacerata dalla guerra, che Shakespeare descrive in modo alquanto accurato in Romeo e Giulietta, dove le famiglie nobili rivali hanno faide e sicari e si uccidono a vicenda per le strade, e la gente è molto disposta a provocare una guerra civile per far avanzare la propria famiglia) Petrarca e altri intellettuali rinascimentali pensavano che questo fosse un problema e che il modo migliore per affrontarlo fosse migliorare l'educazione morale di queste famiglie regnanti. La ragione per cui volevano costruire biblioteche e far avanzare la nuova lettura dei classici e così via era che pensavano che se i loro leader avessero avuto un'etica migliore avrebbero smesso di avere faide, guerre civili, che se fossero riusciti a far leggere i leader della loro società i libri che il giovane Cicerone, o il giovane Seneca, leggevano quando crescevano, per poter poi allevare una nuova generazione di capi che anteponessero il bene del paese a quello della loro famiglia, che vorrebbe il Bruto romano (non quello che ha ucciso Cesare, il primo) essere disposto a giustiziare i propri figli se stavano commettendo tradimento, in contrasto con la norma rinascimentale che era quella di far sì che i tuoi scagnozzi assaltassero la prigione e liberassero tuo figlio se fosse stato arrestato. Queste persone del Rinascimento volevano che le persone leggessero Epitteto e opere simili, per renderle più cristiane e più etiche. Abbiamo risme e risme di questi scritti dove dicono: “Pensiamo che leggere questi testi romani ti renderà un cristiano migliore.” Lo dicono ancora e ancora. Eppure l'effetto involontario di ciò è stato la diffusione di un sacco di pensiero antico radicale, che ha fatto accadere un sacco di cose radicali diverse, che ha causato cambiamenti all'interno del cristianesimo, che ha contribuito alla Riforma così come il deismo e l'ateismo, che nessuno di questi primi Le figure rinascimentali avrebbero mai voluto che accadesse, ma questo è stato il vero effetto del loro progetto.

              Ma il libro che brucia!

              Importante margine perché le persone chiedono sempre: così, molte figure rinascimentali che diffondono idee radicali ma che affermano anche di essere buoni cristiani vengono indicate da persone moderne che vogliono dire “Sono segretamente atei, si autocensurano!” ma la cosa è che tonnellate di queste figure sostengono pubblicamente idee che sono molto più pericolose, molto più in alto nella lista dell'Inquisizione. Non ti autocensuri meticolosamente di essere segretamente ateo o laico e poi pubblichi un manuale di evocazione di demoni con il tuo nome sopra, o un libro che sostiene Martin Lutero o sposa la tua fede nella reincarnazione. Chi esprime incautamente idee molto più pericolose dell'ateismo non si preoccuperebbe di stare così attento al proprio ateismo da non trovarne traccia nemmeno nei suoi scritti privati. L'ateismo non è così rischioso nel periodo come le altre cose che queste persone stanno sposando. Ho un articolo in cui esamino ogni singola persona che conosciamo nel Rinascimento che ha letto Lucrezio e ha avuto problemi con l'Inquisizione e per cosa si sono messi nei guai e non è mai stato Lucrezio. Uno di loro va al rogo per sola fide, La convinzione di Lutero che solo la fede, piuttosto che la fede e le buone opere, è il modo in cui si arriva in paradiso. Nessun ateo sceglierebbe di andare al rogo per sola fide, dicevano “Non mi interessa” e se ne andavano. Giordano Bruno, indicato nella serie TV Cosmos che afferma di essere andato al rogo per aver creduto negli atomi e nell'esistenza di mondi alternativi, quando si legge effettivamente il verbale del processo, non sposa quella roba nel processo, né lo fa glielo chiedono. L'unica volta che Lucrezio compare in tutto il suo processo è un momento in cui Bruno lo chiama a chiamarlo stupido e non è d'accordo con lui. Sono preoccupati per l'uso che Bruno fa di Aristotele, e sono preoccupati per le idee di Bruno sulla divisione dell'anima e il modo in cui l'anima si connette al corpo e cose che non hanno nulla a che fare con l'ateismo, l'atomismo, il materialismo , o qualsiasi altra cosa che consideriamo moderna. Non è questo che mette nei guai Bruno. Quindi pensiamo che sia ateismo, ma nessuno si preoccuperebbe di autocensurare l'ateismo e poi ammettere che quest'altra roba che tutti sanno essere più pericolosa. La maggior parte di loro confessa cose incredibilmente pericolose e se la cava perché sono amici di un Duca o di un re, e questo è un periodo in cui puoi dire quasi tutto se hai la protezione della regalità, ed è così che otteniamo tante, tante, tante opere radicali, perché le persone sono sotto la loro protezione. Quindi l'affermazione che ci fosse un clandestino radicale di atei segreti che nascondevano meticolosamente le loro tracce così accuratamente che possiamo a malapena rilevarle anche nelle loro stesse opere mentre correvano dichiarando il loro sostegno per idee molto più pericolose, e a volte si cacciavano in grossi guai per farlo, semplicemente non ha alcun senso.

              C'erano degli atei nel periodo? Totalmente! Vedi trattamenti favolosi di Matytsin, Hunter/Wootton, Kors, Sheppard, Popkin, DC Allen) e penso di averne personalmente confermato tre definitivi, ma i tre che ho guardato non lo nascondevano molto, lo sappiamo a riguardo perché tutti i loro amici lo sapevano e lo commentavano, non era un segreto. E - la parte più importante - non erano quei tre che avevano monopolizzato il potere e l'influenza e creato la modernità attraverso la loro visione geniale, erano persone abbastanza minori: uno era un pescivendolo analfabeta, uno straordinario, ma non una persona al potere in qualsiasi tradizionale. La chiave è che questi fantastici radicali atei erano solo un tipo di radicale in mezzo a dozzine e dozzine di altri radicali rinascimentali ugualmente fantastici che non assomigliano affatto alla modernità, ma tutto si mescolava e si agitava tra le molte idee più ortodosse e si diffondeva nelle cose come le prefazioni di Epitteto, ed è questo che ha causato il cambiamento, non le poche persone che assomigliano di più alle cose successive, il mix di tutti.

              Per citare brevemente la mia versione raffinata di parlare di questo (dal mio capitolo nel volume Hardie/Prosperi/Zucca) “Facciamo un disservizio a questi coraggiosi liberi pensatori se respingiamo le idee diverse e originali espresse nelle loro opere cristiane epicuree e anti-epicuree come semplici veli su un razionalismo comodamente protomoderno. Piuttosto che fare un passo avanti su un sentiero trionfante che conduce inevitabilmente verso la modernità, i lettori radicali del Rinascimento di Lucrezio fecero molti passi in molte direzioni, aprendo nuove e fruttuose basi. Mentre cerchiamo gli agenti che hanno forgiato la modernità, dobbiamo smettere di cercare persone che sembriamo eroi, per le persone che sembrano dei cattivi, e soprattutto per le persone che ci assomigliano. Le idee ei valori caratteristici della modernità non sono nati da persone con cui saremmo stati d'accordo. Sono nati da una gamma vibrante e diversificata di menti premoderne estranee alla nostra, portando avanti progetti plurali che si muovevano e si plasmavano a vicenda, particelle plurali in costante movimento tutte con dinamismo e slancio, non passive e inerti finché non colpite da un singolo genio modernizzatore che ha contenuto la sterzata”.

              />Giovani in sciopero per il clima a New York City: anche loro stanno cambiando il mondo, proprio come noi.

              Quindi, tornando al presente, molte persone hanno un senso di impotenza, come se dovessimo aspettare che i geni che vedono chiaramente il futuro lo facciano accadere, e non assomigliamo a quei geni perché, come la storia li presenta, le figure geniali che hanno plasmato la modernità hanno sempre avuto un piano chiaro, non hanno mai vaghi dubbi su se stessi, o forse hanno come una drammatica svolta la crisi del dubbio e poi ne escono come i loro maturi e perfetti sé geniali, sono Sono perfetti, come i protagonisti dei romanzi, e non fanno mai il bucato, e non finiscono mai i calzini, né si preoccupano di pagare l'affitto, e se la documentazione storica mostra che si preoccupano dei soldi allora sono in qualche modo moralmente compromessi e non veri intellettuali , il che non è vero! Ho lettere in cui Machiavelli scrive a casa lamentandosi che il suo stipendio non è arrivato e che ha finito i calzini, e ha dei buchi nella camicia ed è preoccupato di sembrare trasandato davanti al papa, e poi c'è un lettera di risposta “Abbiamo dato il tuo stipendio a Michelangelo e speriamo che possa portartelo,” e poi una lettera arrabbiata “Michelangelo non mi ha portato il mio stipendio!” E “Mi dispiace, Michelangelo ha avuto problemi sulla strada e si è girato e ha dovuto tornare indietro, c'erano dei banditi.” I veri personaggi famosi nella storia hanno avuto un sacco di battute d'arresto e problemi e il bucato come chiunque altro. Ci assomigliano più di quanto pensiamo. (Ecco perché insegno così tanto le lettere di Machiavelli). E queste persone avevano anche meno potere sul cambiamento di quanto attribuiamo loro.

              I veri cambiamenti in ciò che una società pensa, in ciò che una cultura apprezza, provengono da migliaia di persone che discutono qualcosa. Viene da quell'aula in cui si parla di Epitteto. E l'equivalente moderno di quell'aula in cui le persone parlano di Epitteto è questo discorso, questa convenzione, i blog e gli spazi dei social media, persino Twitter, ovunque le persone parlino di libri, eventi e pensieri. Cosa modellerà il futuro? Sono le persone online che discutono su quali azioni siano etiche o non etiche in Game of Thrones. È esattamente come queste discussioni in classe su Epitteto, che si trasformano in introduzioni a Epitteto, che si trasformano nell'educazione di Voltaire, che si trasformano nella penna più potente di tutte le spade. La conversazione casuale è dove accade, non un genio, migliaia di persone che si scambiano idee. E non si traduce nel mondo che quelle persone immaginano. I rinascimentali hanno cercato di riprogettare intenzionalmente il mondo, e hanno avuto una sorta di progetto condiviso, volevano creare un mondo che fosse più etico, che avesse molta educazione morale delle sue élite in quei valori che sia l'Antico Roma e il cristianesimo erano condivisi, e questo si sarebbe tradotto in un'era di pace.

              Raffigurazione ad affresco del giovane Cicerone che legge nella sua casa romana questo era l'ideale che avrebbe salvato l'Italia e l'Europa da un'età di cenere e ombra. Invece ha reso qualcosa di molto più strano!

              Il vero progetto di ingegneria sociale intrapreso dal Rinascimento, il mondo che voleva creare, non è il mondo che ne è risultato. Il mondo che ne è risultato era più diverso, più strano e più fantastico di qualsiasi cosa avessero mai immaginato. Perché sai cosa è uscito dal Rinascimento? Francis Bacon che inventa il progresso, il metodo scientifico e gli inizi dell'Illuminismo, che sono frutti molto più innovativi, molto più eccitanti e molto più potenti di qualsiasi cosa qualsiasi genio rinascimentale si sia messo a fare. Quindi, quando ti chiedi “Il lavoro che sto facendo per cercare di creare un mondo migliore, mi sta aiutando? Creerà il mondo che immagino? La risposta è: non creerà il mondo che immagini, ma è d'aiuto e si unirà agli sforzi di migliaia di altre persone che accade in ogni conversazione, in ogni convention, luogo di lavoro, scuola e post sui media in cui si discute o si diffonde un'idea o addirittura si condivide un concetto, tutto contribuisce. Ma il mondo che finiremo per creare non sarà quello che immaginiamo, sarà, come il mondo di Francis Bacon, più strano, più diverso e più fantastico di quanto possano immaginare coloro che lo hanno creato, proprio come l'Illuminismo era relativo al Rinascimento.

              Quindi spero che ciò che porti via da questo sia un punto di incoraggiamento e speranza, e la comprensione che non faremo esattamente il mondo che immaginiamo, ma il mondo che creeremo sarà un mondo fantastico, e questo stiamo contribuendo tutti a farcela, non solo i geni dell'élite, ma ognuno di noi, ogni giorno.


              Yelp New Orleans

              Qualcuno può dirmi dove si trovano le migliori patatine fritte nel FQ/CBD.

              • John L. H.
              • New Orleans, LA
              • 189 gli amici
              • 1996 recensioni
              • Elite '21'

              Devi portare un Uber a R&O a Bucktown per il meglio della città.

              Scommetto che Johnny nella FQ ne avrebbe di buone.

              "Gravy Fries" è uguale a Debris Fries?

              Penso che le patatine al sugo siano solo sugo. E le patatine fritte hanno carne e sugo.

              • Shannon S.
              • Garden District, New Orleans, LA
              • 419 gli amici
              • 2232 recensioni
              • Elite '21'

              I migliori in città sono da Bruno intorno a Tulane/Loyola poiché sono anche ricoperti da una deliziosa salsa di cavallo insieme a generose quantità di roast beef tra i detriti (guarirà persino i tossicodipendenti di Arby dalla loro dipendenza). L'FQ/CBD non è il posto giusto per le patatine fritte perché è per una cena raffinata con lunghi pranzi e cene alcoliche insieme a 3 per 1 sgradevole Bourbon Cowboy bevuto.

              • John L. H.
              • New Orleans, LA
              • 189 gli amici
              • 1996 recensioni
              • Elite '21'

              Le patatine al sugo e le patatine fritte sono praticamente la stessa cosa. La quantità di carne è meno importante della qualità del sugo.

              Mahony's ha anche delle buone patatine fritte al sugo.

              Penso che migliore è il poboy di roast beef di un posto, migliori sono le loro patatine al sugo. Alcuni ristoranti non lo hanno nel menu, ma se hanno patatine fritte e arrosto di manzo, di solito lo fanno per te. L'ho persino fatto inserire nel menu di un ristorante dopo averlo ordinato alcune volte.

              Ho avuto patatine fritte con zero carne e solo sugo. Che fregatura.

              • Jennifer F.
              • Windsor, Canada
              • 395 gli amici
              • 738 recensioni
              • Elite '21'

              Sembra tutto un'orribile fregatura di Poutine. Non voglio il sugo sulle mie patatine a meno che non abbiano anche la cagliata di formaggio.

              • Shannon S.
              • Garden District, New Orleans, LA
              • 419 gli amici
              • 2232 recensioni
              • Elite '21'

              Trovo che la cagliata di formaggio sia generalmente insipida senza un vero sapore e patatine fritte di formaggio fuso in stile NOLA con un buon sugo di detriti di roast beef che fanno saltare completamente ogni esempio di Poutine canadese che ho avuto dall'acqua. Quindi aggiungi la salsa di cavallo e sta diventando nucleare con il solo soffiarlo in un regno completamente diverso di perfezione culinaria eterea. Di recente ho anche mangiato della cagliata di formaggio fritta ed erano così blah che non ne ho nemmeno mangiate la maggior parte. Forse hai bisogno di neve e ghiaccio per apprezzare di più la cagliata?

              • Jen B.
              • New Orleans, LA
              • 280 gli amici
              • 639 recensioni
              • Elite '21'

              Brisbi's ha un meraviglioso antipasto chiamato "Basin Debris Fries- Roast Beef Debris fatto in casa su patatine al formaggio e condito con salsa di crema di rafano e scalogno tritato" e all'Happy Hour è a metà prezzo.
              Sei il benvenuto!


              Fare l'impasto della pizza in casa

              Fare un impasto per pizza in stile NY è sicuramente una forma d'arte. Ci sono così tante variabili che possono essere cambiate a parte gli ingredienti da soli. Ad esempio, queste variabili includono:

              • temperatura del forno
              • temperatura dell'acqua utilizzata per fare l'impasto
              • metodi di lievitazione (temperatura ambiente vs aumento a freddo)
              • ordine di aggiunta degli ingredienti (sì, questo fa una grande differenza!)
              • tempo di miscelazione
              • uso dell'autolisi
              • uso di poolish (non faccio questo o quello prima, anche se l'ho fatto in passato)

              E poi, naturalmente, i condimenti che possono essere semplici o complessi come preferisci. Ma non preoccuparti troppo di tutto questo – il mio metodo è facile e diretto. Inoltre, farai un impasto migliore del 99% delle catene di pizza là fuori. Non vorrai più portare fuori!


              Affresco del dio romano Giano, dio delle porte, degli spazi liminali e del cambiamento — il modo in cui la nostra cultura ci insegna a pensare al cambiamento ha un enorme impatto su ciò che facciamo per cercare di realizzarlo!

              NOTA: Una bozza incompiuta di questo post è stata pubblicata accidentalmente per un po' di tempo dal 2 al 3 marzo, ma non era ancora pronta, ma ecco la versione finita:

              Ciao, lettori meravigliosi! Quello che devo condividere oggi non è un saggio raffinato, ma la trascrizione, leggermente ripulita ma soprattutto come data, di un discorso che ho tenuto di recente a un convegno di fantascienza, Capricon 2021, il cui tema quest'anno era "Creare il futuro che vogliamo ”: un ottimo argomento di riflessione. Nel discorso guardo le nostre idee su chi ha il potere di plasmare il futuro, mettendo insieme brevi dettagli di diversi articoli e cose su cui ho lavorato ultimamente. Ogni piccolo dettaglio è meno lucido e ricco di prove rispetto alle versioni lunghe (link e citazioni fornite dove posso), ma penso che la combinazione, sebbene compressa, abbia un flusso utile e riunisca alcuni punti che spero aiuteranno le persone a riflettere su come le nostre narrazioni sulla storia modellano il potere (e l'impotenza) che crediamo di avere. Spero ti piaccia!

              Come un'altra chicca, ecco un meraviglioso video realizzato dai miei amici dell'Istituto Paideia che recentemente mi hanno invitato a tenere una conferenza sul processo di recupero di un testo classico nel Rinascimento, con esempi dal vivo di me che mostrano libri stampati e manoscritti di epoca rinascimentale grazie al miracolo della webcam. Spero di poter utilizzare lo stesso sistema di webcam per fare demo di libri più rari in futuro!

              Trascrizione del discorso:

              Sono rimasto colpito da come Capricon 2021 (Capricon è una favolosa truffa di F&SF! dovreste andarci tutti!) avesse un tema quest'anno—“Realizzare il futuro che vogliamo”—che si sovrappone a parte del lavoro di storia che ho svolto, quindi ho pensato che alla gente potesse piacere un discorso un po' serio su una questione molto interessante. Alcuni di voi potrebbero aver letto il mio post sul blog “On Progress and Historical Change” che fornisce una storia del concetto di progresso, e questo discorso si sovrapporrà un po' a questo. Ma quello di cui voglio parlare qui è la questione di come immaginiamo come cambiano la società e la storia, chi immaginiamo abbia il controllo su questo, quanto controllo immaginiamo di avere e come questo sia cambiato nel tempo. E i nostri sentimenti su quanto potere abbiamo, o quanto potere sentiamo che le altre persone hanno sul cambiamento nella storia reale, sono spesso molto diversi da ciò che suggerisce la documentazione storica. Quindi parlerò di parte del mio lavoro di storico e di ciò che mostra su come cambia la cultura, rispetto ai concetti che di solito tendiamo ad avere al riguardo.

              Sono quello che si chiama uno storico intellettuale, il che significa che mi concentro su ciò che pensiamo sia vero. Questo è legato alla storia delle idee, quindi studio concetti come il concetto di progresso, il concetto di atomi, il concetto di diritti o uguaglianza, il concetto di ateismo, non solo le idee atee che esistevano ma anche le persone in diversi momenti della storia chi non si considerava ateo pensava che un ateo dovrebbe o sarebbe simile in termini di etica, la personalità dell'ateo immaginario con cui Tommaso d'Aquino sta discutendo in alcuni dei suoi scritti, per esempio, questi sono esempi di cose che studia uno storico intellettuale. Ma anche gli storici intellettuali guardano molto alla visione del mondo. Se uno storico della cultura materiale sta lavorando alla ricostruzione dell'abbigliamento di un'altra epoca e uno storico dell'alimentazione sta lavorando alla dieta e alle ricette di un'altra epoca, e uno storico dell'arte sull'architettura e uno storico della scienza sulla tecnologia o sulle armi di un altro periodo di tempo, lo storico intellettuale sta cercando di entrare nella mentalità di quel periodo di tempo. In quale mondo vivono quelle persone, dalla loro percezione, da ciò che credono sia vero? Qual è il potenziale del loro mondo, cosa credono sia vero su come funziona o come cambia, in che modo differisce dal mondo in cui crediamo di vivere? Qualcuno di una cultura che crede che la malattia sia causata da influenze astrologiche invece che da germi prende decisioni sulla medicina e sulla salute come se vivesse in un mondo diverso da quello in cui crediamo di vivere.

              Quanti di noi, quando acquistano un oggetto da cucina, pensano ai nostri discendenti che lo utilizzano da generazioni quando decidiamo che taglia/stile prendere? Partiamo dal presupposto che ci saranno teiere migliori, stili più recenti, che ciò che stiamo ottenendo è principalmente per il presente.

              Quindi, per esempio, nel presente abbiamo un'aspettativa molto particolare che l'esperienza di ogni generazione sarà sostanzialmente diversa dall'esperienza della generazione precedente, che ci sia un costante processo di cambiamento, il progresso è uno dei tanti nomi per questo, o un nome per un elemento di questo processo, ma ci aspettiamo, per esempio, che in due generazioni mentre alcune cose saranno simili, molte cose saranno molto diverse. Ad esempio, pochissimi di noi si aspettano che i nostri nipoti o pronipoti vivranno ancora nella stessa casa in cui viviamo e utilizzeranno la stessa teiera che stiamo usando. In contrasto, diciamo, con una figura europea medievale, che molto probabilmente ha l'aspettativa che i suoi discendenti vivranno nella stessa casa per un certo numero di generazioni, e che generalmente ha l'aspettativa che il cambiamento possa avvenire se c'è 8217 è una guerra, il cambiamento può arrivare se c'è un grande re, il cambiamento può arrivare se c'è un re cattivo, il cambiamento può arrivare se Dio maledice la terra, ma il cambiamento non è inevitabile, per come la pensiamo inevitabile nel nostro periodo.

              Quindi, in diversi momenti della storia le persone hanno avuto idee diverse su quanto sia costante il cambiamento, cosa causa il cambiamento nella condizione umana nel tempo, quali aspetti della condizione umana cambiano nel tempo e quali persone, se ce ne sono, hanno potere sul modo in cui la condizione umana cambia nel tempo.

              Discuterò brevemente in un primo momento l'origine del concetto di progresso antropogenico, e tornerò su quel termine tra un momento. Quindi ho intenzione di ingrandire un esempio molto molto microcosmo all'interno del mio campo, nel mio periodo di specializzazione, che è l'Italia rinascimentale, che mostra alcuni dei problemi generati dalla disconnessione tra il modo in cui immaginiamo il mondo che cambia da nel modo in cui funziona davvero, e poi da quel microcosmo rimpicciolisci di nuovo alla domanda più ampia.

              (Se hai letto la versione più lunga di questo in On Progress and Historical Change abbastanza di recente, potresti voler saltare i prossimi due paragrafi da qui alla nota in corsivo, con l'immagine di un pretenzioso oratore romano sui rostri, o potresti preferire continuare a leggere in modo che il contenuto sia fresco)

              Quindi, come dico spesso quando inizio questa discussione, intorno al 1620 Francis Bacon inventò il progresso. Ciò che intendo dire è che Francis Bacon, un intellettuale e statista britannico, pubblicò il Novum Organum, e alcune altre opere in cui sostiene, praticamente per la prima volta, che non solo è possibile per gli esseri umani cambiare la condizione umana, ma che se lo fanno intenzionalmente e sistematicamente attraverso la scienza, questo è il punto di nascita del moderno metodo scientifico, vale a dire la collaborazione tra gruppi di persone che condividono la conoscenza per lavorare come una squadra per espandere gradualmente la conoscenza umana - e ricorda, Bacon è l'origine del detto "la conoscenza è potere", con cui intende il potere su Natura, non potere individuale, lui significa esseri umani collettivamente avere più potere quando comprendiamo più di ciò che lui chiama "i moti segreti delle cose" o ciò che potremmo chiamare come funzionano le malattie, come funziona la fisica, come funziona l'elettricità, ecc. Con “conoscenza è potere”, intende il nostro potere di comandare l'elettricità, il nostro potere di curare le malattie, queste cose che nel 1620 sperava che un giorno la scienza potesse ottenere. E Bacon (e arriverò al perché in un momento, e anche quali concetti simili esistevano prima in un momento) articola per la prima volta il suggerimento che se gli esseri umani collaborano come una squadra per osservare la natura, per fare esperimenti scientifici, per ricontrollare (diremmo la revisione tra pari) gli esperimenti reciproci, per pubblicare questa conoscenza e condividerla, e per cercare collettivamente di espandere la comprensione scientifica dell'umanità, allora ogni generazione successiva sarà un po' più potente in termini di come molte malattie che possiamo curare, quanto bene possiamo conservare il cibo, quanto bene possiamo coltivare il cibo, e quindi l'esperienza di ogni generazione sarà un po' migliore della generazione precedente.

              Bacon ha caratterizzato questo in termini cristiani come un atto di carità, che essere uno scienziato è l'ultimo atto di carità perché dà il dono di una vita più felice a ogni generazione e a ogni essere umano che nascerà dopo di te, una radice molto interessante per il metodo scientifico, che molti sono abituati a vedere presentato come un nemico della religione anziché come imposto dal cristianesimo, che è il modo in cui lo presenta. E suggerisce che conducendo ricerche in gruppo e condividendole, può accadere intenzionalmente che l'esperienza di ogni generazione sia diversa.

              Ora, diremmo che l'esperienza di ogni generazione è stata diversa fin dall'inizio dell'umanità, che il progresso, mentre potrebbe accelerare in seguito, con l'accelerazione dei progressi tecnologici è stato costante, e l'esperienza di qualcuno nel 1500 è diversa da qualcuno nel 1400. E in effetti, diremmo che l'azione umana, le scoperte, lo sviluppo degli stati, i processi graduali come l'accentramento del governo o la ricerca dell'agricoltura sono sempre stati causa di progresso. La gente stava inventando l'aratro a versoio, le tecniche di conservazione, coltivando gradualmente il mais per renderlo un raccolto leggermente migliore e leggermente migliore fino a diventare lo strano super raccolto che era già prima dell'ingerenza genetica scientifica moderna, che il progresso era sempre lì, rispetto al progresso antropogenico, il che significa progresso causato dall'uomo, progresso che è il risultato dell'azione degli esseri umani.

              Ma nessuno lo aveva descritto come un fenomeno prima di Bacon, e Bacon e i suoi colleghi credono infatti che non ci sia progresso antropogenico. Che tipo di progresso o cambiamento pensano che ci sia? Un'idea dominante in Europa all'epoca, e in effetti per molti secoli prima, è che i cambiamenti primari che vedete sperimentati dagli esseri umani sono un piano scritto da Dio, sono la Provvidenza. A volte Dio, o il Fato, decide che è tempo che un Impero sorga, perché Dio ha un piano per questo. Ora è tempo che l'Impero cada, perché Dio ha un piano diverso per questo. Dio decide di mandare un grande re sulla scena della vita, o Dio decide di mandare un re cattivo per insegnare alla gente le lezioni morali che insegnano i tiranni. Questo è il modello dominante di ciò che la gente pensa causi il cambiamento in questo periodo, che è una decisione esterna presa da una divinità o da un piano le cui intenzioni sono in gran parte didattiche, in gran parte educative, che lo scopo di inviare un re buono o un re cattivo è quello di inviare alle persone esempi morali per l'educazione morale personale delle persone, per aumentare la probabilità che le anime umane facciano il paradiso.

              Ehi, guarda, la mia tesi è utile per qualcosa di più di se stessa!

              Se ci spostiamo prima, all'Antichità, ci sono idee di ciò che non chiamerei del tutto progresso o progresso antropogenico, ma ci sono idee di sviluppo che gli epicurei discutono, ad esempio, proprio come un organismo potrebbe svilupparsi da uno stato giovanile a uno stato maturo, così allo stesso modo i pianeti si sviluppano nel tempo e le civiltà umane si sviluppano nel tempo. In Lucrezio’s De Rerum Natura, il nostro testo epicureo classico più longevo, descrive l'idea che la Terra subisca un processo simile alla durata della vita di un organismo, che, per esempio, solo nei primi giorni, quando la Terra era giovane e fertile, sono nate nuove specie e che solo quelle specie adatte al loro ambiente sono sopravvissute fino ai giorni nostri. Sembra molto vicino a Darwin. Lucrezio continua dicendo che non vengono più create nuove specie perché la Terra è vecchia e ha subito la menopausa e non ha più placente giganti che crescono dal terreno ovunque, da dove provenivano in primo luogo gli animali. Quindi, prima di dargli troppo credito per la sopravvivenza dell'idea adattata correttamente, che ha, ed è un'idea molto sofisticata, ce ne sono molti altri a cui ridacchiamo. Ma descrive l'idea che all'inizio gli umani vivevano pacificamente nella natura, mangiavano i frutti che trovavano e dormivano sotto gli alberi. Potete riconoscere questa come una delle radici dell'uomo pastorale o di un'età dell'oro. Ma poi gli umani scoprirono gradualmente lussi, oro e tesori. E quando lo fecero, e c'erano scorte limitate di lussi, allora la gente aveva bisogno di difenderli, e svilupparono armi, e svilupparono eserciti, leggi e strutture sociali. Poi, da ciò, si sviluppò la guerra e la discesa da un'età dell'oro a un'età dell'argento a un'età del ferro. Lucrezio non è l'unica fonte mediterranea classica di questo, ma ne è un esempio. Quindi c'è un'idea di sviluppo, e anche di sviluppo dove le persone lo stanno causando, ma non è un'idea di sviluppo costante, ed è un'idea di sviluppo negativo e non positivo.

              Quell'idea esiste nell'Antichità, è molto meno diffusa nel Medioevo, quando molti di quei testi non sono disponibili, viene riscoperta all'inizio del 1400 e si diffonde nuovamente. Quindi è una delle tante influenze su Bacon.Ma ciò che è innovativo in Bacon è la sua idea che ci sia una forte intenzionalità, che il team di umani che sono scienziati lavori insieme intenzionalmente per creare l'esperienza della prossima generazione, e in effetti che se non lo fanno, la prossima generazione& L'esperienza di #8217 non sarà diversa dall'esperienza di questa generazione, che a meno che il progresso non sia causato intenzionalmente, il progresso non si verificherà. Questo è molto diverso dal nostro senso in cui il progresso è costante e inevitabile e positivo, ma anche negativo. Siamo molto abituati a pensare al progresso che ci offre tecnologie e medicine migliori, ma ci dà anche i lati negativi. Come scrive Freud nel suo scritto "La civiltà e i suoi scontenti" subito dopo la prima guerra mondiale, "è davvero miracoloso che io e mia figlia che è dall'altra parte dell'oceano in un altro continente possiamo parlare su questi nuovi cavi telefonici elettrici, che è un fantastico frutto della scienza ma, dice, se non avessimo la scienza, lei non sarebbe nell'altro continente, sarebbe ancora qui, perché non avremmo realizzato la nave che l'ha trasportata .” La civiltà e il suo sviluppo creano problemi oltre a creare innovazioni positive.

              Questa è un'idea che ci è molto familiare nel XXI e nel XX secolo e che si sviluppa in gran parte nel XIX secolo come risultato dell'interesse romantico del XVIII secolo per l'idea della pastorale e l'influenza di Jean -Jacques Rousseau, ma anche all'indomani della Rivoluzione francese. Nel 1620 Francis Bacon disse “Se facciamo scienza possiamo avere progressi,” e la gente disse: “Grande! Possiamo usare la scienza per valutare ogni cosa e creare una medicina più razionale, e un'ingegneria più razionale, e un'architettura più razionale, e un'agricoltura più razionale, e leggi più razionali, e una religione più razionale, e poi hanno avuto un'enorme guerra in cui un numero enorme di persone sono morte, e la scala della guerra è diventata un ordine di grandezza più grande di quanto chiunque fosse abituato, e ha creato molta ansia e paura che forse non abbiamo tanto controllo su questo progresso come pensavamo. Quindi è nel diciannovesimo secolo che si ottiene l'immagine di essere un ingranaggio della macchina intrappolato nel progresso, il progresso è inevitabile.

              (Se stavi saltando perché hai letto On Progress e Historical Change di recente, questo è il punto giusto per ricominciare a leggere da vicino)

              Il tipo di persona a cui ci viene detto di pensare che abbia potere nella storia.

              All'interno di questa revisione dei concetti di progresso sorge quindi la domanda: chi ha il potere di determinare ciò che accade? La risposta è “Nessuno”? Quel progresso avviene in così tante arene diverse e in così tante direzioni diverse che praticamente è solo caos? La risposta è “Governi o governanti”? che un grande re o un grande leader virtuoso sarà ciò che determinerà se il nostro paese prospererà. O crediamo che certi individui esercitino un'influenza?

              Ed è qui che ho intenzione di ingrandire il Rinascimento, vale a dire, il mio periodo, che è dove vediamo idee su chi ha potere sul progresso, e specialmente su chi ha potere sulla mentalità e lo scontro tra supposizioni che spesso facciamo al riguardo rispetto alle prove storiche che abbiamo.

              Quindi, Rinascimento italiano, o Rinascimento in generale, siamo abituati a pensare questo come un momento di grande cambiamento quando le cose accelerano, quando il Medioevo, che tendiamo a pensare come stagnante, e forse arretrato e senza dinamismo e senza molti progressi o cambiamenti - tutte queste cose sono false, ma sono il presupposto che la maggior parte delle persone ha - improvvisamente cambia e otteniamo molto di più. Otteniamo innovazioni più rapide, uno sviluppo più rapido delle tecnologie e un cambiamento di mentalità. Ora tutte queste cose sono vere, otteniamo un'accelerazione, ma è 8217 un cuneo, non una linea piatta e poi un picco.

              Le tartarughe ninja rinascimentali: fantastiche ma non controllano la storia!

              Le figure fondamentali che conosciamo dal Rinascimento e il modo in cui spesso conosci il Rinascimento quando non sei uno specialista, sono geni famosi. Leonardo da Vinci è la figura rinascimentale più conosciuta, seguita da Machiavelli e Michelangelo e Raffaello, e pensiamo a questa come un'età del genio, un'età in cui persone eccellenti e brillanti crearono magnifiche opere d'arte e magnifiche architetture, e c'è un focus su quei geni come il nucleo del cambiamento, su quei geni come fondamentalmente ciò che fa accadere il progresso. Ci sono infatti molte ragioni culturali, e questo non è il momento per me di darti la mia lista di quali sono le cause del Rinascimento, anche se c'è un post sul blog a riguardo se ti va di cercarlo in la mia discussione sul COVID-19 e sul motivo per cui abbiamo la distinzione medievale/rinascimentale e i problemi con essa, ma il punto di dati chiave con cui voglio iniziare qui è quando sono a una cena e incontro il coniuge di qualcuno e mi chiedono cosa studio e io dico che studio il Rinascimento, e mi chiedono cosa studio nel Rinascimento, e dicono bene, studio il pensiero radicale rinascimentale, studio la censura e l'Inquisizione, e studio l'ateismo, e studio gli eretici e processi di eresia e la diffusione del pensiero radicale. È molto comune che ci sia una pausa e una faccia eccitata, e poi la domanda “Oh! Quindi non è vero che x famoso genio rinascimentale era ateo? È incredibile quante volte sia questa la domanda. E la ragione di ciò è una narrativa con cui molti di noi hanno familiarità che il Rinascimento è un'era di secolarizzazione o pensiero laico, che è il momento in cui le catene della religiosità vengono sfidate, quando arriva l'Umanesimo come centratura sugli esseri umani. (questo non è in realtà ciò che l'Umanesimo era nel Rinascimento, ma questo è ciò che è ora e questo è ciò che la gente pensa che fosse) e che il nucleo della differenza tra il Medioevo e il Rinascimento era la liberazione della fede e l'inizio di un'era della Ragione.

              Questa è un'aspettativa in gran parte basata su idee sul Rinascimento che sono state pubblicate in gran parte da storici tedeschi e britannici nel diciannovesimo secolo. Questo è molto, molto diverso dal modo in cui si presenta il Rinascimento, e anche molto diverso da quello che troviamo quando guardiamo le cose. Ma il dettaglio importante qui è l'eccitazione di tutti di vedermi confermare alla cena che sì, Leonardo era ateo, o sì Machiavelli era un ateo, o sì, Michelangelo era un ateo. Perché? Principalmente è perché la narrativa dominante sul Rinascimento è che c'erano un gruppo di geni che avevano una mentalità pseudo-moderna. Significato più laico, non necessariamente ateo, alcune persone sono semplicemente entusiaste che sia moderno, scientifico, ecc., e che quei geni abbiano visto davanti a loro la possibilità di un'età più laica più razionale che sarebbe meglio, sarebbe moderno , sarebbe esente da tutte le limitazioni che hanno trascinato il Rinascimento verso il basso. E che questi geni, vedendolo nel loro futuro, vedendolo, hanno poi lavorato per renderlo tale. Vedo questa narrazione in molti posti. Lo vedo in articoli accademici o libri che presumono che sia vero. Ma se rimpicciolisco ulteriormente, lo vedrai negli editoriali, quando le persone stanno scrivendo un editoriale sulla Morte Nera e sul COVID e hanno fatto ricerche per 48 ore, sarà quello che dicono, o è 8217 sarà nell'introduzione di un libro di economia.

              (Per ulteriori informazioni su questo vedere "Perché continuiamo a chiedere 'Was Machiavelli an Atheist", o per la versione nota a piè di pagina il mio capitolo "The Persecution of Renaissance Lucretius Readers Revisited" nella raccolta frustrantemente costosa ma totalmente in prestito interbibliotecario Philip Hardie, Valentina Prosperi, e Diego Zucca eds., Lucrezio Poeta e Filosofo: Antecedenti e Fortuna del “De Rerum Natura”, De Gruyter, 2020)

              Se rimpicciolisci ancora di più, lo ottieni nel Cosmo Serie TV, la nuova con Neil de Grasse Tyson che ha scelto di iniziare il suo primo episodio con questo scorcio di vita di Giordano Bruno (analizzato nell'articolo sopra), presenta Bruno come una sorta di martire per la scienza, e che descrive come una persona molto moderna, che ha visto che potrebbe esserci quest'altro mondo della ragione e ha cercato di opporsi al sistema e combatterlo, e la Polizia del Pensiero Inquisizione, e usa la frase “Polizia del Pensiero” che è un dettaglio molto importante, lo inseguirono e lo sopprimerono perché non volevano che queste idee si diffondessero. Ma sapeva che un giorno l'avrebbe fatto, e altre persone che la pensavano come lui hanno lavorato molto duramente, e i loro sforzi clandestini alla fine lo hanno reso così.

              E se rimpicciolisci ancora di più, lo capisci nelle cose della cultura pop. La trama del mediocre vecchio film fantasy di David Warner Missione dei Cavalieri del Delta. La trama di ciò è che c'è stata un'antica società segreta razionalista scientifica e secolarizzante fondata da Archimede che fin dall'antichità ha mantenuto segretamente viva la luce della ragione attraverso il Medioevo, e alla fine irromperà e rivelerà tutti i documenti e la scienza perduti. da Atlantide e inaugurare l'era moderna, e l'eroe aiuta a far sì che ciò accada, a sconfiggere il Medioevo e a far accadere l'era moderna perché questa cabala di persone che fondamentalmente pensano come le persone moderne è esistita fin dall'antichità e ha preservato la luce e ora è #8217 sta per trionfare. È anche la trama del Assassin's Creed videogiochi, che esiste una società segreta di persone razionaliste che combattono il papa - letteralmente, prendendolo a pugni! - e fanno avanzare la scienza, e Machiavelli ne è responsabile.

              E questi sono esilaranti e divertenti, ma sono echi dell'idea che le persone incaricate del cambiamento intellettuale, le persone responsabili di farci passare dal Medioevo all'Illuminismo pensavano come noi, che pensavano in anticipo sui tempi, che vedevano il potenziale futuro, che avevano un piano e lo hanno implementato segretamente, in altre parole che le persone che hanno il potere di determinare quale sia il futuro, sono alcuni geni particolari, che nella loro genialità vedono quale sarà il futuro. Quello non è vero. Prima di tutto, nessuna di queste persone ha predetto nulla di come sarà il futuro, e nessuno di loro ha infatti cercato di minare la chiesa - sto parlando di Leonardo, Machiavelli, ecc. - e nessuno di loro ha articolato cose che avrebbero letto come moderni quando davvero ti siedi e li leggi. Sono presentati come proto-moderni dagli storici dell'Ottocento che vogliono rivendicare una discendenza da loro, perché rispettiamo questi nomi, sono entusiasmanti, e quindi se puoi affermare “Sto portando avanti la tradizione di X! ” puoi far sembrare potente il tuo regime. Questo è uno strumento che i nascenti movimenti nazionalisti del diciannovesimo secolo, in Germania, in Gran Bretagna, in Francia, in Italia, usarono per competere tra loro cercando di affermare che “Oxford è un vero discendente delle idee di XYZ rispetto al università in Italia, guardate come portiamo avanti i messaggi segreti sotterranei razionalisti che c'erano in Machiavelli e c'erano in Leonardo che non ci sono.

              Il libro di Copenhaver su come l'Orazione sulla Dignità dell'Uomo non sia un'orazione, e non sulla dignità dell'uomo, ma se vuoi sapere come liberarti delle tue scorie umane e trasformarti in un angelo, Pico ha hai coperto!

              sono messaggi radicali in queste cose. Ecco la chiave. I radicali rinascimentali erano davvero radicali! Machiavelli era davvero radicale, Leonardo era davvero radicale. Gente come Giovanni Pico della Mirandola, che è un po' meno famoso ma molto spesso additato come il genio rinascimentale, da adolescente padroneggiava quattordici lingue, era brillante, era ricco, tutti lo amavano, scriveva un gigante novecento tesi sintesi di tutte le religioni del mondo, che si proponeva di difendere davanti al papa. E ha questo famoso testo conosciuto con il titolo ottocentesco L'Orazione sulla dignità dell'uomo. Ho un libro di 682 pagine sullo scaffale di Brian Copenhaver su come L'Orazione sulla dignità dell'uomo non è un'orazione e non si tratta della dignità dell'Uomo, quella è una sua lettura ottocentesca che ancora colora in avanti. In realtà era un manuale su come trasformarsi in un angelo, ibridando l'Islam e lo Zoroastrismo con la Cabala, incanalandoli attraverso Platone e creando una nuova versione del cristianesimo che sintetizzasse tutte le religioni del mondo. E a proposito, Pico e i suoi amici credevano che se solo avessero spiegato questo ai musulmani ottomani avrebbero capito immediatamente che l'Islam e il cristianesimo erano esattamente la stessa cosa e quindi ci sarebbe stata la pace nel mondo. Questo era il piano, che tutti avrebbero reale Platone e poi si sarebbero resi conto che tutte le religioni erano le stesse e poi ci sarebbe stata la pace nel mondo. Questi ragazzi sono davvero radicali! Le loro versioni del cristianesimo hanno la reincarnazione e la proiezione dell'anima e lo sapevi che se studi abbastanza gli oracoli caldei puoi proiettare la tua anima fuori dal tuo corpo e usarla per spiare Padova? A questo dovrebbero servire la classe latina e la classe greca. I radicali rinascimentali erano incredibilmente radicali. Ma il loro radicalismo non somigliava alla nostra mentalità moderna. I loro radicalismi erano dappertutto. Più li studio e più li amo, ci sono dozzine di visioni del mondo là dentro più aliene di qualsiasi alieno in Star Trek mai inventato, sono bellissime, ma non assomigliano al modo in cui pensavamo nel ventesimo secolo, o nel diciannovesimo secolo, o ora. Quelle persone nel Rinascimento non vedevano un futuro e poi lo realizzavano intenzionalmente. Quelle persone nel Rinascimento avevano idee radicali, le proponevano, le discutevano, mescolavano cose dappertutto, avevano diverse influenze strane e incoerenti, e il calderone di tutto questo, delle persone di cui hai sentito parlare e delle molte dozzine di persone che hai e #8217t e le molte centinaia di persone che li leggono e ne discutono e le molte migliaia di persone che leggono quei libri nelle aule scolastiche e diffondono quelle strane idee, questi sono ciò che effettivamente fa accadere il cambiamento.

              Questo dettaglio di un dipinto di Filippino Lippi mostra San Bernardo di Clairveaux alla sua scrivania che riceve consigli dalla Vergine Maria, con una citazione di Epitteto appuntata sulla scrivania appena sopra la sua testa, come se stesse ricevendo la sua saggezza teologica in parte da Epitteto, un filosofo pagano.

              Ora ho intenzione di ingrandire il mio esempio più micro. Così. L'insieme di testi meno interessante a cui riesco a pensare, e ho cercato di esaminarlo, sono state le prefazioni degli editori all'inizio delle copie di Epitteto (alias il mio articolo “Humanist Lives of Classical Philosophers and the Idea della secolarizzazione rinascimentale” in Trimestrale Rinascimentale vol. 70, n. 3 (2017), pp. 935-976). Il manuale di Epitteto è un insieme di massime morali dell'antica Roma su come essere una persona virtuosa, ed è breve, quindi alla gente piaceva insegnarlo a scuola, e molto di esso si allinea con le virtù cristiane, quindi è #8217 è molto compatibile con l'insegnamento in un contesto cristiano, quindi era un libro di testo super popolare. Era un libro di scuola super popolare, l'equivalente di far leggere Dickens ai bambini o di far leggere ai bambini un'opera teatrale di Shakespeare come parte della lezione di inglese della High School. Quindi ci sono molte, molte dozzine di edizioni stampate praticamente non appena è stata inventata la stampa, dal 1490 fino al 1500, 1600 e 1700 ci sono edizioni di Epitteto, e ognuna ha una prefazione da l'editor che spiega perché Epitteto è un ottimo testo da leggere, e di solito cerca di sembrare più fantastico della precedente edizione di Epitteto, in modo da acquistare quell'edizione per la scuola invece dell'altra edizione, o in modo che l'insegnante raccomandi quella edizione al posto dell'altra edizione. L'editoria, come tutti sappiamo, è molto competitiva e cerchi sempre di avere la trama che lo rende attraente. Se qualcuno entra in libreria e ci sono quattro libri con i draghi sulla copertina, qualcosa farà la differenza a cui raccolgono, potrebbe essere la copia sul retro, questo è l'equivalente di quello.

              Quindi, quando guardi le prefazioni, che sono scritte da studiosi che non sono molto importanti e non sono molto famosi e nessuno ne ha più sentito parlare o si preoccupa più, ma hanno un lavoro e la tipografia li ha modifica questa cosa perché questo è il loro lavoro. Quei ragazzi che lo fanno, di cui non hai mai sentito parlare, stanno leggendo i ragazzi di cui hai sentito parlare. Stanno leggendo Pico, o stanno leggendo persone che parlano di Pico. Stanno leggendo tutte queste dozzine di strane idee bizzarre che stanno accadendo. La maggior parte di loro sicuramente non è d'accordo, o se sono d'accordo, sono d'accordo solo su una cosa, perché ce ne sono dozzine di diverse, ma c'è l'ambiente. E notano gli argomenti che sono grandi e dappertutto, e uno di questi è che i rinascimentali erano molto interessati al fatto che i detti di Epitteto fossero notevolmente simili ad alcuni degli insegnamenti etici del cristianesimo, specialmente nelle lettere di San Paolo. Infatti nel Medioevo correva voce che Seneca e San Paolo si conoscessero e scrivessero lettere e Seneca fosse associato a Epitteto, ed Epitteto si sarebbe convertito segretamente. Niente di tutto questo è vero, e nel Rinascimento avevano praticamente capito che non era vero. Ma è stato molto interessante notare che le massime morali di Epitteto erano simili a quelle di San Paolo. Quindi, se dovessi scrivere una prefazione a Epitteto, scriveresti una prefazione che dicesse “Era un pagano, ma era bravo quasi quanto San Paolo!” E poi dieci anni dopo, quando ci fu una nuova edizione e qualcuno voleva che quell'edizione suonasse meglio, e io ho tutte queste edizioni in latino e ho la versione dell'articolo in cui puoi leggere le traduzioni di tutte queste, diranno che vogliono fare un'affermazione più forte, quindi diranno che le massime morali di “Epitteto sono appena meno buone di quelle di San Paolo.” E il prossimo dirà che le massime morali di “Epitteto sono buone quanto quelle di San Paolo!& #8221 E il prossimo dirà che le massime morali di “Epitteto, anche se era un pagano, erano anche migliori di S.Paul, perché sono più semplici, più chiari e più efficaci nell'insegnare l'etica. E quando arrivi al 1700 c'è un'edizione, che puoi dire è copiata da queste edizioni precedenti, plagiano persino le frasi dalle reciproche prefazioni, è l'evoluzione diretta, che dice: "Epitteto alla luce della sola ragione e senza la necessità della Scrittura o della rivelazione è arrivato a un'etica migliore di San Paolo." E questo è il tipo di libro che Voltaire possiede da bambino.

              Uno dei tanti libri “Anti-Machiavelli” che furono ANCHE influenti.

              Allora, chi trasmette questa idea radicale? Gradualmente dell'idea che la Scrittura e la rivelazione cristiana sono necessarie per l'etica? Chi lo trasmette? Sono i grandi personaggi famosi? No. Perché ci sono migliaia e migliaia di copie in più di questi volumi di Epitteto in classe di quante ce ne fossero di Machiavelli in questo periodo. Machiavelli è bandito nella maggior parte dei luoghi. Non puoi nemmeno ottenerlo senza cercare a lungo, puoi solo ottenerne un compendio e non viene stampato così spesso. La gente ce l'ha ma è un lavoro extra, come come ci sono persone in giro che usano Linux invece di Windows o Mac ma è un lavoro extra e devi lavorarci sopra e non molte persone lo fanno. Ma Epitteto? È onnipresente e accessibile per impostazione predefinita come Windows. Quindi per ogni persona che sta effettivamente leggendo Machiavelli in quell'epoca, almeno un centinaio di persone stanno leggendo questa prefazione di Epitteto che dice che non hai bisogno della Scrittura cristiana per arrivare a un buon sistema etico. Chi ha diffuso l'idea radicale? Migliaia di persone di cui non hai sentito parlare, dozzine di editori che hanno scritto queste edizioni, la maggior parte di loro non con l'intenzione di far accadere nulla di radicale ma solo con l'intenzione di vendere una copia di un libro, infatti la maggior parte di loro credeva sinceramente che Epitteto fosse un autore che avrebbe fatto avanzare il cristianesimo e fatto credere di più in esso, tuttavia, inconsapevolmente e involontariamente, hanno trasmesso le idee radicali che si sono trasformate in deismo, e che si sono trasformate in quella svolta secolare che associamo all'Illuminismo e che erroneamente associamo al Rinascimento. Quindi lo vedi è i semi rinascimentali che lo hanno portato, ma è un elenco geniale di persone radicali speciali che hanno pensato come facciamo a farlo accadere, sono migliaia di persone che avevano dozzine di visioni del mondo diverse, alcune molto ortodosse, altre molto radicali in modi che non non somiglia a noi, ma tutte queste idee discusse e scritte e pubblicate e dibattute, e quei dibattiti influenzano i libri di testo scritti da nessuno che viene escluso dal tipo di storia che si concentra sui grandi nomi, ma sono quei piccoli nomi che hanno molto di più portata più ampia rispetto ai trattati delle persone che sono le più famose oggi, soprattutto perché il nostro canone di chi è famoso è stato cementato da persone del diciannovesimo secolo che guardavano nel passato e selezionavano le persone per celebrare le cui idee pensavano somigliassero alle loro, al fine di legittimarsi (e sostenere la loro convinzione di avere il diritto e il dovere di dominare il mondo ed "elevare" le culture "minori" con le loro idee "giuste" e il percorso "giusto" di progresso).

              Quindi, ciò che questo esempio e altri studi simili ci mostrano è che sopravvalutiamo quanto intenzionalità pensiamo che le persone speciali lo abbiano. Quindi ogni volta che vedo una copertina di una rivista tecnologica che ha un nuovo miliardario start-up tecnologico che dice “Questo uomo sarà il primo uomo a vivere per duecento anni?” o “morire su Marte? 8221 o altro, e nell'articolo si afferma "Questa persona ha una visione per il futuro e sa come sarà il futuro, ed è questo, e sta lavorando per costruirlo!" “she”, ma di solito “he”) e “il futuro è nelle mani di questi geni.” Quell'idea, che il futuro è nelle mani di persone la cui mentalità in qualche modo già corrisponde al futuro, questo ci fa sentire impotenti, ci fa sentire come se il nostro compito fosse quello di sederci e aspettare che quei geni che possono già vedere il futuro lo realizzino come immaginiamo Machiavelli. Ricordo che quando l'ho capito per la prima volta stavo guardando il primo Uomo di ferro film, in cui Tony Stark, dopo aver inventato l'energia verde non inquinante e aver risparmiato roba con la tuta da uomo di ferro, pronuncia questa dichiarazione in conferenza stampa "Ho privatizzato con successo la pace nel mondo", e questa è la linea che viene spinta, che la soluzione al nostro il conflitto, o il cambiamento climatico, sta aspettando che il genio appaia come un supereroe con il potere speciale di rimodellare il mondo, mentre tutti gli altri si siedono e vengono salvati. Perché veniamo trascinati nella retorica che afferma questo? Perché i nostri libri di testo ci dicono che è così che siamo arrivati ​​dove siamo ora, che il presente è nato perché personaggi storici che erano dei geni e potevano prevedere l'era moderna meravigliosa, liberata e razionale che stava arrivando, poi si sono seduti e hanno cercato intenzionalmente di fare quell'era venire. Beh, non l'hanno fatto. Questo mondo non assomiglia a niente che le persone nel Rinascimento hanno cercato di fare. Hanno cercato di cambiare com'era il loro mondo, ma le cose a cui miravano non erano ciò che effettivamente risultava. È stata la mescolanza di ogni sorta di idee diverse e incompatibili, radicali e ortodosse, mescolando i contributi e i dibattiti di un numero enorme di persone dimenticate e non famose, la chiave per ciò che ha cambiato la mentalità nel tempo. A volte particolari opere chiave erano particolarmente importanti in quel discorso, che si trattasse di Hobbes o Epitteto, ma ciò non significa che l'effetto della pubblicazione di Hobbes Leviatano era progettare un futuro immaginato da Hobbes, era stimolare migliaia di persone ad avere nuove conversazioni, molte delle quali ostili, che a loro volta generavano nuove idee.

              Allora, chi ha il potere di plasmare il futuro? La risposta che il Rinascimento ci mostra non è il genio, non “poche persone che hanno la giusta visione” sono tantissime persone, ma molto spesso il risultato dei loro sforzi non sarà quello che intendevano. Così, per esempio, i primi studiosi del Rinascimento che cercarono di convincere la gente a leggere Epitteto, Petrarca e simili, la loro idea era quell'Italia del Rinascimento combattuta e lacerata dalla guerra, che Shakespeare descrive in modo alquanto accurato in Romeo e Giulietta, dove le famiglie nobili rivali hanno faide e sicari e si uccidono a vicenda per le strade, e la gente è molto disposta a provocare una guerra civile per far avanzare la propria famiglia) Petrarca e altri intellettuali rinascimentali pensavano che questo fosse un problema e che il modo migliore per affrontarlo fosse migliorare l'educazione morale di queste famiglie regnanti. La ragione per cui volevano costruire biblioteche e far avanzare la nuova lettura dei classici e così via era che pensavano che se i loro leader avessero avuto un'etica migliore avrebbero smesso di avere faide, guerre civili, che se fossero riusciti a far leggere i leader della loro società i libri che il giovane Cicerone, o il giovane Seneca, leggevano quando crescevano, per poter poi allevare una nuova generazione di capi che anteponessero il bene del paese a quello della loro famiglia, che vorrebbe il Bruto romano (non quello che ha ucciso Cesare, il primo) essere disposto a giustiziare i propri figli se stavano commettendo tradimento, in contrasto con la norma rinascimentale che era quella di far sì che i tuoi scagnozzi assaltassero la prigione e liberassero tuo figlio se fosse stato arrestato. Queste persone del Rinascimento volevano che le persone leggessero Epitteto e opere simili, per renderle più cristiane e più etiche. Abbiamo risme e risme di questi scritti dove dicono: “Pensiamo che leggere questi testi romani ti renderà un cristiano migliore.” Lo dicono ancora e ancora. Eppure l'effetto involontario di ciò è stato la diffusione di un sacco di pensiero antico radicale, che ha fatto accadere un sacco di cose radicali diverse, che ha causato cambiamenti all'interno del cristianesimo, che ha contribuito alla Riforma così come il deismo e l'ateismo, che nessuno di questi primi Le figure rinascimentali avrebbero mai voluto che accadesse, ma questo è stato il vero effetto del loro progetto.

              Ma il libro che brucia!

              Importante margine perché le persone chiedono sempre: così, molte figure rinascimentali che diffondono idee radicali ma che affermano anche di essere buoni cristiani vengono indicate da persone moderne che vogliono dire “Sono segretamente atei, si autocensurano!” ma la cosa è che tonnellate di queste figure sostengono pubblicamente idee che sono molto più pericolose, molto più in alto nella lista dell'Inquisizione. Non ti autocensuri meticolosamente di essere segretamente ateo o laico e poi pubblichi un manuale di evocazione di demoni con il tuo nome sopra, o un libro che sostiene Martin Lutero o sposa la tua fede nella reincarnazione. Chi esprime incautamente idee molto più pericolose dell'ateismo non si preoccuperebbe di stare così attento al proprio ateismo da non trovarne traccia nemmeno nei suoi scritti privati. L'ateismo non è così rischioso nel periodo come le altre cose che queste persone stanno sposando. Ho un articolo in cui esamino ogni singola persona che conosciamo nel Rinascimento che ha letto Lucrezio e ha avuto problemi con l'Inquisizione e per cosa si sono messi nei guai e non è mai stato Lucrezio. Uno di loro va al rogo per sola fide, La convinzione di Lutero che solo la fede, piuttosto che la fede e le buone opere, è il modo in cui si arriva in paradiso. Nessun ateo sceglierebbe di andare al rogo per sola fide, dicevano “Non mi interessa” e se ne andavano. Giordano Bruno, indicato nella serie TV Cosmos che afferma di essere andato al rogo per aver creduto negli atomi e nell'esistenza di mondi alternativi, quando si legge effettivamente il verbale del processo, non sposa quella roba nel processo, né lo fa glielo chiedono. L'unica volta che Lucrezio compare in tutto il suo processo è un momento in cui Bruno lo chiama a chiamarlo stupido e non è d'accordo con lui. Sono preoccupati per l'uso che Bruno fa di Aristotele, e sono preoccupati per le idee di Bruno sulla divisione dell'anima e il modo in cui l'anima si connette al corpo e cose che non hanno nulla a che fare con l'ateismo, l'atomismo, il materialismo , o qualsiasi altra cosa che consideriamo moderna. Non è questo che mette nei guai Bruno. Quindi pensiamo che sia ateismo, ma nessuno si preoccuperebbe di autocensurare l'ateismo e poi ammettere che quest'altra roba che tutti sanno essere più pericolosa. La maggior parte di loro confessa cose incredibilmente pericolose e se la cava perché sono amici di un Duca o di un re, e questo è un periodo in cui puoi dire quasi tutto se hai la protezione della regalità, ed è così che otteniamo tante, tante, tante opere radicali, perché le persone sono sotto la loro protezione. Quindi l'affermazione che ci fosse un clandestino radicale di atei segreti che nascondevano meticolosamente le loro tracce così accuratamente che possiamo a malapena rilevarle anche nelle loro stesse opere mentre correvano dichiarando il loro sostegno per idee molto più pericolose, e a volte si cacciavano in grossi guai per farlo, semplicemente non ha alcun senso.

              C'erano degli atei nel periodo? Totalmente! Vedi trattamenti favolosi di Matytsin, Hunter/Wootton, Kors, Sheppard, Popkin, DC Allen) e penso di averne personalmente confermato tre definitivi, ma i tre che ho guardato non lo nascondevano molto, lo sappiamo a riguardo perché tutti i loro amici lo sapevano e lo commentavano, non era un segreto. E - la parte più importante - non erano quei tre che avevano monopolizzato il potere e l'influenza e creato la modernità attraverso la loro visione geniale, erano persone abbastanza minori: uno era un pescivendolo analfabeta, uno straordinario, ma non una persona al potere in qualsiasi tradizionale. La chiave è che questi fantastici radicali atei erano solo un tipo di radicale in mezzo a dozzine e dozzine di altri radicali rinascimentali ugualmente fantastici che non assomigliano affatto alla modernità, ma tutto si mescolava e si agitava tra le molte idee più ortodosse e si diffondeva nelle cose come le prefazioni di Epitteto, ed è questo che ha causato il cambiamento, non le poche persone che assomigliano di più alle cose successive, il mix di tutti.

              Per citare brevemente la mia versione raffinata di parlare di questo (dal mio capitolo nel volume Hardie/Prosperi/Zucca) “Facciamo un disservizio a questi coraggiosi liberi pensatori se respingiamo le idee diverse e originali espresse nelle loro opere cristiane epicuree e anti-epicuree come semplici veli su un razionalismo comodamente protomoderno. Piuttosto che fare un passo avanti su un sentiero trionfante che conduce inevitabilmente verso la modernità, i lettori radicali del Rinascimento di Lucrezio fecero molti passi in molte direzioni, aprendo nuove e fruttuose basi. Mentre cerchiamo gli agenti che hanno forgiato la modernità, dobbiamo smettere di cercare persone che sembriamo eroi, per le persone che sembrano dei cattivi, e soprattutto per le persone che ci assomigliano. Le idee ei valori caratteristici della modernità non sono nati da persone con cui saremmo stati d'accordo. Sono nati da una gamma vibrante e diversificata di menti premoderne estranee alla nostra, portando avanti progetti plurali che si muovevano e si plasmavano a vicenda, particelle plurali in costante movimento tutte con dinamismo e slancio, non passive e inerti finché non colpite da un singolo genio modernizzatore che ha contenuto la sterzata”.

              />Giovani in sciopero per il clima a New York City: anche loro stanno cambiando il mondo, proprio come noi.

              Quindi, tornando al presente, molte persone hanno un senso di impotenza, come se dovessimo aspettare che i geni che vedono chiaramente il futuro lo facciano accadere, e non assomigliamo a quei geni perché, come la storia li presenta, le figure geniali che hanno plasmato la modernità hanno sempre avuto un piano chiaro, non hanno mai vaghi dubbi su se stessi, o forse hanno come una drammatica svolta la crisi del dubbio e poi ne escono come i loro maturi e perfetti sé geniali, sono Sono perfetti, come i protagonisti dei romanzi, e non fanno mai il bucato, e non finiscono mai i calzini, né si preoccupano di pagare l'affitto, e se la documentazione storica mostra che si preoccupano dei soldi allora sono in qualche modo moralmente compromessi e non veri intellettuali , il che non è vero! Ho lettere in cui Machiavelli scrive a casa lamentandosi che il suo stipendio non è arrivato e che ha finito i calzini, e ha dei buchi nella camicia ed è preoccupato di sembrare trasandato davanti al papa, e poi c'è un lettera di risposta “Abbiamo dato il tuo stipendio a Michelangelo e speriamo che possa portartelo,” e poi una lettera arrabbiata “Michelangelo non mi ha portato il mio stipendio!” E “Mi dispiace, Michelangelo ha avuto problemi sulla strada e si è girato e ha dovuto tornare indietro, c'erano dei banditi.” I veri personaggi famosi nella storia hanno avuto un sacco di battute d'arresto e problemi e il bucato come chiunque altro. Ci assomigliano più di quanto pensiamo. (Ecco perché insegno così tanto le lettere di Machiavelli). E queste persone avevano anche meno potere sul cambiamento di quanto attribuiamo loro.

              I veri cambiamenti in ciò che una società pensa, in ciò che una cultura apprezza, provengono da migliaia di persone che discutono qualcosa. Viene da quell'aula in cui si parla di Epitteto. E l'equivalente moderno di quell'aula in cui le persone parlano di Epitteto è questo discorso, questa convenzione, i blog e gli spazi dei social media, persino Twitter, ovunque le persone parlino di libri, eventi e pensieri. Cosa modellerà il futuro? Sono le persone online che discutono su quali azioni siano etiche o non etiche in Game of Thrones. È esattamente come queste discussioni in classe su Epitteto, che si trasformano in introduzioni a Epitteto, che si trasformano nell'educazione di Voltaire, che si trasformano nella penna più potente di tutte le spade. La conversazione casuale è dove accade, non un genio, migliaia di persone che si scambiano idee. E non si traduce nel mondo che quelle persone immaginano. I rinascimentali hanno cercato di riprogettare intenzionalmente il mondo, e hanno avuto una sorta di progetto condiviso, volevano creare un mondo che fosse più etico, che avesse molta educazione morale delle sue élite in quei valori che sia l'Antico Roma e il cristianesimo erano condivisi, e questo si sarebbe tradotto in un'era di pace.

              Raffigurazione ad affresco del giovane Cicerone che legge nella sua casa romana questo era l'ideale che avrebbe salvato l'Italia e l'Europa da un'età di cenere e ombra. Invece ha reso qualcosa di molto più strano!

              Il vero progetto di ingegneria sociale intrapreso dal Rinascimento, il mondo che voleva creare, non è il mondo che ne è risultato. Il mondo che ne è risultato era più diverso, più strano e più fantastico di qualsiasi cosa avessero mai immaginato. Perché sai cosa è uscito dal Rinascimento? Francis Bacon che inventa il progresso, il metodo scientifico e gli inizi dell'Illuminismo, che sono frutti molto più innovativi, molto più eccitanti e molto più potenti di qualsiasi cosa qualsiasi genio rinascimentale si sia messo a fare. Quindi, quando ti chiedi “Il lavoro che sto facendo per cercare di creare un mondo migliore, mi sta aiutando? Creerà il mondo che immagino? La risposta è: non creerà il mondo che immagini, ma è d'aiuto e si unirà agli sforzi di migliaia di altre persone che accade in ogni conversazione, in ogni convention, luogo di lavoro, scuola e post sui media in cui si discute o si diffonde un'idea o addirittura si condivide un concetto, tutto contribuisce. Ma il mondo che finiremo per creare non sarà quello che immaginiamo, sarà, come il mondo di Francis Bacon, più strano, più diverso e più fantastico di quanto possano immaginare coloro che lo hanno creato, proprio come l'Illuminismo era relativo al Rinascimento.

              Quindi spero che ciò che porti via da questo sia un punto di incoraggiamento e speranza, e la comprensione che non faremo esattamente il mondo che immaginiamo, ma il mondo che creeremo sarà un mondo fantastico, e questo stiamo contribuendo tutti a farcela, non solo i geni dell'élite, ma ognuno di noi, ogni giorno.


              Guarda il video: Vedere i segni - La cura del Fuoco di santAntonio (Potrebbe 2022).