Nuove ricette

Noma sostiene che i rapporti sull'epidemia di Norovirus sono pieni di imprecisioni

Noma sostiene che i rapporti sull'epidemia di Norovirus sono pieni di imprecisioni

Il Noma, il ristorante di Copenaghen che è stato costantemente classificato come uno dei migliori al mondo, ha avuto un incubo di pubbliche relazioni nelle ultime settimane, quando 63 ospiti si sono ammalati di norovirus, un virus intestinale particolarmente fastidioso, dopo aver cenato al ristorante. Lo chef René Redzepi è stato in modalità di controllo completo dei danni, arrivando al punto di emettere una dichiarazione sul sito web del ristorante, ma abbiamo notato che diverse testate giornalistiche, in particolare National Public Radio, Radio Pubblica, sono stati così veloci a saltare sulle spalle del ristorante che hanno trascurato di fare alcune verifiche di base.

Il breve articolo di NPR, infatti, è riuscito a stipare cinque errori di fatto nei suoi sette paragrafi, che sono stati smentiti nella dichiarazione del ristorante.

L'articolo afferma che durante la settimana in questione, dal 12 al 16 febbraio, "78 persone hanno mangiato al piccolo ristorante". In effetti, "435 ospiti hanno visitato il ristorante in quel momento", secondo la dichiarazione di Noma. L'articolo afferma anche che 67 commensali erano nauseati, quando secondo Noma erano solo 63.

"L'agenzia alimentare danese ha scoperto che non c'era un rubinetto dell'acqua calda per consentire ai dipendenti di lavarsi le mani correttamente", ha affermato NPR. Ma secondo Redzepi, questo è semplicemente sbagliato. Non solo il Noma ha due lavelli in ciascuna delle sue due cucine, secondo la dichiarazione, tutte avevano acqua molto calda tranne una, che aveva solo acqua tiepida. Secondo quanto riferito, il problema è stato risolto immediatamente. Inoltre, TEMPO ha sottolineato che l'acqua molto calda non ha alcun ruolo nell'eradicazione del virus.

Le altre due inesattezze nel pezzo di NPR sono meno infiammatorie ma comunque indicative di un controllo dei fatti scadente. Riferisce che il ristorante ha solo 12 posti a sedere quando in realtà ci sono oltre 40 posti a sedere nella sala da pranzo principale e non è riuscito ad aggiornare una citazione di un vecchio articolo che elenca l'età di Redzepi come 32; in effetti ora è 35.

AGGIORNARE: Un rappresentante della NPR voleva che chiarissimo che la maggior parte delle informazioni dello scrittore Bill Chappell sono state prese da un rapporto di ispezione del governo che era in effetti impreciso e non riflette errori nella segnalazione di NPR.

Dan Myers è il redattore di Eat/Dine al Daily Meal. Seguilo su Twitter @sirmyers.


Guarda il video: 2 ARIT RAPPORTI (Dicembre 2021).