Nuove ricette

Insalata di capesante all'alloro in crosta di semi di papavero scottati in padella con salsa Romesco

Insalata di capesante all'alloro in crosta di semi di papavero scottati in padella con salsa Romesco

Ingredienti

Salsa

  • 1 peperone rosso arrostito, privato dei semi, sbucciato e tritato grossolanamente
  • 1/4 tazza di pomodorini arrostiti
  • 8-9 mandorle intere, tritate grossolanamente
  • 1 cucchiaio di aceto di vino Sherry
  • 1/2 cucchiaino di polvere di aglio McCormick® Gourmet Collection™
  • 1/2 cucchiaino di pepe di Cayenna macinato McCormick® Gourmet Collection™
  • McCormick® Gourmet Collection™ Tellicherry Pepe Nero in grani, appena macinato

Insalata

  • 2 cucchiaini di semi di papavero McCormick® Gourmet Collection™
  • 1 cucchiaino di polvere di aglio McCormick® Gourmet Collection™
  • 1 cucchiaino di scorza di limone McCormick® Gourmet Collection™
  • McCormick® Gourmet Collection™ Tellicherry Pepe Nero in grani, appena macinato

Preparazione della ricetta

Salsa

  • Mettere nel frullatore il peperone arrostito, i pomodori, l'olio d'oliva, le mandorle, l'aglio, l'aceto di vino Sherry, l'aglio in polvere e il pepe di Cayenna macinato. Frullare fino a che liscio. (Nota: puoi mettere le mandorle intere e gli spicchi d'aglio nel frullatore, ma dando loro prima un taglio grossolano evita che grossi pezzi finiscano sotto le lame del frullatore.) Condisci con sale e pepe. Accantonare.

Scaloppine

  • Mescolare i semi di papavero, l'aglio in polvere e la scorza di limone in un piatto fondo. Rivestire un lato delle capesante nella miscela di semi di papavero. Friggere le capesante in olio d'oliva fino a doratura e cottura. Condisci la rucola con una spruzzata di limone fresco, sale kosher e pepe nero macinato al momento. Per servire, adagiare le capesante sull'insalata. Versare sopra un cucchiaio abbondante di salsa Romesco.

Sezione Recensioni

50 donne rivoluzionarie (nel cibo): il post conclusivo

Un anno. Cinquanta (-sei) donne. È allo stesso tempo difficile credere che sia finita e un po' di sollievo allo stesso tempo. Ogni settimana è stato un turbinio di mini-studi su queste donne incredibilmente diverse, ma simili. Ciascuno affascinante. Alcuni più di altri.

Avevamo le nostre icone. Avevamo scrittori di cibo, recensori di cibo e blogger di cibo. Avevamo editori ristoratori e imprenditori. Avevamo personaggi televisivi, cuochi, chef e persino un fornaio. Avevamo uno chef di ferro. Abbiamo anche avuto alcuni che rientrano in più categorie. E poi qualche.

Sì, era quasi esattamente (uno dei miei ossimori preferiti) un anno fa, Mary ha annunciato che avrebbe cucinato/cotto/ricercato per farsi strada nella lista delle 50 donne rivoluzionarie di Gourmet Live (negli alimenti) e invitando altri a unirsi a lei. Nel momento in cui ne ho sentito parlare, ho firmato per il passaggio. Dopotutto, essendo una donna "nel cibo", ho pensato che fosse importante ed emozionante dare un'occhiata alle donne che mi spianavano la strada davanti e intorno a me. Così ogni settimana perlustravo la biblioteca. Internet. amazzone. scambio tascabile. per trovare fatti, informazioni e curiosità su queste donne. Alcune settimane sembravano affrettate. Alcuni erano un gioco da ragazzi. Alcuni erano un lavoro di routine assoluto. Perché sì, la vita va avanti tutta, anche se stai cercando di approfondire la vita delle altre persone. Non importa quanto disperatamente lo volessi, le settimane non si sono fermate (o anche una lenta scansione) solo perché avevo bisogno di qualche ora in più. Ma non importa quanto tempo ho potuto trascorrere con ognuna di queste donne, ho sempre imparato qualcosa di nuovo. Le persone sono affascinanti. La vita è affascinante.

Dai vecchi preferiti alle nuove scoperte, non vedo l'ora di tornare indietro nell'elenco ora che il nostro tempo con loro è finito e tirare fuori alcuni nomi che mi hanno incuriosito. Questo mi ha fatto desiderare di saperne di più. È vero. Ho una lista lunga circa un miglio con libri, libri di cucina, vecchi programmi televisivi e post di blog che voglio visitare (o rivisitare).

Di seguito è riportato un elenco di tutti i 50 (beh, 56 da quando una coppia era elencata in "coppie") donne con cui io/abbiamo trascorso del tempo nell'ultimo anno. Sono inclusi i link ai post e alle opinioni di tutte le altre donne (blogger) che hanno aderito a questo progetto. Il che, potrei aggiungere, faceva parte del divertimento! Alcune di queste ragazze le conoscevo già. Alcuni mi sono stati presentati attraverso questa impresa. Mi sono divertito moltissimo a conoscere non solo le persone che hanno cambiato le regole del gioco, ma anche le donne che le hanno studiate.

1. Giulia Bambina - La grande Julia non ha bisogno di presentazioni. Soprattutto non dopo che la grande Meryl l'ha interpretata nel film.



2. Alice Waters - La grande Alice non ha bisogno di presentazioni. OK, solo questo: Chez Panisse, i mercati degli agricoltori, il movimento dei locavori, Edible Schoolyard. Finora hanno realizzato solo documentari sulla sua vita.


3. Fannie Farmer - Se non fosse per lei, cucineremmo ancora con “manciate” e “pizziche.” Farmer’s 1896 Boston Cooking–School Cook Book ha introdotto misurazioni standardizzate. Ha anche spiegato la roba chimica un secolo prima di Harold McGee.

Un morso perfetto - Torta alla crema al rabarbaro
More Than Burnt Toast - Cialde Alzate
Mangia bene con gli altri - Paella di verdure
Un cuoco stagionale in Turchia- Pura crema di pomodoro
Avere cucina, nutrirà - Pane integrale
The Spice Garden - Boston Brown Bread
girlichef - Muffin inglesi


4. Martha Stewart - La cucina come ingrediente del lavoro in casa il lavoro in casa come artigianato l'artigianato come sport competitivo l'arte della saturazione multimediale—di tutto questo diamo la colpa a Martha.


5. M.F.K. Pescatore - Mary Frances Kennedy Fisher ha inventato la scrittura sul cibo. Tutti i food blogger vorrebbero essere lei.

Un morso perfetto - Pane al secchio
More Than Burned Toast - Socca
Un cuoco stagionale in Turchia - Ratatouille
The Spice Garden - Piselli e patate novelle e gamberi piccanti con riso al cocco
girlichef - Torta Di Zuppa Di Pomodoro
Mango e Chutney - Frittata di Zucchine
Rendere orgoglioso Michael Pollan - Budino al cioccolato freddo
Andata e ritorno - Uova strapazzate


6. Marcella Hazan - Marcella ha dato un senso alla cucina italiana. L'ha scomposta per noi, ha spiegato le regioni e le sue ricette meticolose sono così affidabili. Ha bandito per sempre l'immagine della salsa rossa.

7. Madhur Jaffrey - Come Marcella sta in Italia, così Madhur sta nel subcontinente indiano. È anche un'ottima portavoce della cucina vegetariana e di altre cucine asiatiche. Ed è bellissima. E può agire.

8. Judith Jones - Senza di lei potrebbe non esserci stata Julia (per non parlare di Hazan, Jaffrey e tanti altri), perché Jones è stato presto per Child's, unico campione ed editore per tutta la vita. Ha anche salvato Anne Frank: The Diary of a Young Girl dal mucchio di fango, ma questa è un'altra storia.

Un morso perfetto - Polpettone francesizzato
More Than Burnt Toast - Patate per Julia Child
Mangia bene con gli altri - Insalata di riso con sushi di verdure
girlichef - Frittelle di zucchine
Mango e Chutney - Linguine con Salsa di Salmone Affumicato
Jeanette's Healthy Living - Penne con tonno, pomodorini e olive nere.
Rendere orgoglioso Michael Pollan - Soufflé al formaggio
TheView from Great Island - Insalata di pollo
Bake Away with Me - Summer Pudding
The Life is Good Kitchen - Filetto di maiale arrosto
L'Orto delle Spezie - Gratinata di Cotoletta con Melanzane o Zucchine
Andata e ritorno - Clafouti

9. Irma S. Rombauer - In tutte le sue otto versioni e in tutti i suoi oltre 75 anni (e oltre), Joy of Cooking è senza dubbio il libro di cucina americano essenziale. Irma scrisse (e pubblicò) la prima versione nel 1931, dando vita—letteralmente—a una dinastia culinaria.

10. Hannah Glasse e la signora Beeton - The Art of Cookery (1747) di Mrs. Glasse e Book of Household Management (1861) di Mrs. Isabella Beeton sono importanti libri di cucina della Fondazione.

11. Patricia Wells - Wells, nato a Milwaukee, ci ha regalato la Francia, diffondendo l'amore per i bistrot come critico gastronomico con sede a Parigi di L'Express e Herald Tribune. Ci ha insegnato—e ha ricordato ai francesi—la cucina provenzale, e… quoi? Una donna americana dice ai francesi cosa mangiare? Oui.

12. Lidia Bastianich - La nonna di tutti, Lidia ha fondato un impero e fa di tutto: libri di cucina, programmi TV, ristoranti e vini a bizzeffe. Poi la scorsa estate - con il figlio Joe, Mario Batali e Oscar Farinetti - ha aperto Eataly, la cucina italiana multiverso di Manhattan e, in sostanza, ha conquistato il mondo.

13. Rachael Ray - Lei è ih-eere. La tua TV è ossessionata da lei e, ami o odi la donna, le sue ricette sempre facili hanno curato milioni di loro fobia della cucina.

14. Elisabetta David - Non che questa sia una competizione, ma la cucina country francese di David ha preceduto di un decennio la padronanza dell'arte della cucina francese di Child's. Il terribilmente influente scrittore britannico non insegnò tanto a una nazione a cucinare il francese quanto ispirò a pensare mediterraneo.

Un morso perfetto - Torta al cioccolato
More Than Burnt Toast - Peperoni Arrostiti Piemontesi
Mangia Bene Con Gli Altri - Pasta Con Ricotta
Il Giardino delle Spezie - Poulet l'estrogon
Avere cucina, nutrirà - Zuppa di funghi
girlichef - Torta di polenta ai funghi
Mango e Chutney - Funghi al Coriandolo
Jeanette's Healthy Living - Pizza Farinata, Socca o Ceci
Bake Away with Me - Torta di mandorle e arancia
Vista dalla Grande Isola - Crostata di Cipolle
Andata e ritorno - Omelette aux Pomme de Terre
Beloved Green - Gratin Dauphinois
Feste Mobili - Frollini ai Lamponi

15. Sheila Lukins e Julee Rosso - È difficile sopravvalutare l'influenza del The Silver Palate, il libro di cucina del 1982 che prende il nome dall'emporio gourmet che questa coppia ha aperto nel 1977 nell'Upper West Side di Manhattan. Prima non c'era la ratatouille, dopo c'era il pollo alla Marbella.

Un morso perfetto - Torta di carote
More Than Burnt Toast - Coeur a la Creme con more e condimento Framboise di semi di papavero
Mangia bene con gli altri - Pane al curry con miele
Il Giardino delle Spezie - Anatra con Quaranta Spicchi d'Aglio
Have Kitchen, Will Feed - Zucchine ripiene
girlichef - Insalata Nicoise
Mango e Chutney - Granita di Pane al Rabarbaro e Ananas
La Vita Sana di Jeanette - Pasta Puttanesca
Rendere orgoglioso Michael Pollan - Panini al tè
La vista da Great Island - Torta di mele
Andata e ritorno - Torta di Bishop&#
Feste Mobili - Insalata di Mare e Pasta
Lines from Linderhof - La torta di carote al palato d'argento

16. Maida Heater - L'amata dea della torta di mele—e torta a strati di cocco, bavarese al cioccolato, quadrati di limone, crostata di ciliegie—come lo chiami. Lei rende perfetto ogni dessert della terra.

17. Dorothy Hamilton - Straordinario educatore, Hamilton ha fondato l'International Culinary Center di Manhattan, precedentemente noto come French Culinary Institute: conta tra i suoi numerosi alunni un triumvirato di iconoclasti dominanti nel mondo alimentare del 21° secolo negli Stati Uniti: David Chang, Dan Barber e Wylie Dufresne.

18. Clotilde Duusoulier - Dusoulier’s 2003–vintage blog Chocolate and Zucchini è il sogno dei francofili. Posta da Montmartre su formaggio e brioche—ma anche, per essere onesti, mochi e muffin. Il suo quinto libro—la sua traduzione e adattamento dell'equivalente francese del 1932 di Joy of Cooking, Je Sais Cuisiner di Ginette Mathiot (“I Know How to Cook”),—è già iconico.

19. Pim Techamuanvivit - Nato a Bangkok, Pim (il cognome è usato raramente chi può scriverlo?) è il blogger che mangia e non cucina e che ha fondato Chez Pim nel 2001. È stata subito notata da Old Media, che l'ha coinvolta per alcuni cred tecnico. L'immancabile libro, The Foodie Handbook, è uscito nell'autunno del 2009.

One Perfect Bite - Panna Cotta alla Zucca e Latte di Cocco
More Than Burnt Toast - Pollo arrosto Christian Delouvrier
Mangia bene con gli altri - Pad See Ew
girlichef - Pad Krapow (maiale saltato in padella piccante con basilico tailandese)
Mango e Chutney - Pollo Fritto Marinato Thailandese
Jeanette's Healthy Living - Pollo brasato alle cinque spezie
Rendere orgoglioso Michael Pollan - Torte pop alla nutella
Andata e ritorno - Come essere un buongustaio
Feste Mobili - Cheesecake alla Zucca in Barattolo
Il mio Picadillo - Pad Thai

20. Molly Wizenberg - Orangette, un blog del 2004 circa, ha ricette fantastiche e accessibili e Wizenberg è famoso per aver tirato fuori un libro (A Homemade Life), un ristorante (Seattle's Delancey) e un marito (Brandon) dal blog. Non in quell'ordine e, come racconta in modo vincente, involontariamente.

21. Ree Drummond - O donna pioniera! Tu governi il World Wide Web.

22. Amanda Hesser - Il genio del food writer del New York Times, Food 52, combina blog e community con raccolte di ricette e concorsi con lo shopping. Oh, e il suo Essential New York Times Cook Book ha vinto il James Beard Award 2011 nella categoria General Cooking.

23. Nancy Silverton - Con la fondazione nel 1989 di La Brea Bakery, Silverton ha dato il via alla mania della cottura artigianale di Cali, e il suo stesso lievito madre semina ancora gli oltre 300 tipi di pane e panini disponibili attraverso il panificio.

24. Paula Deen - La faccina Deen del Sud, come il profumo dei suoi mac e formaggio fritti, arriva ovunque.

25. Paula Wolfert - Il guru del Mediterraneo, Wolfert scrive una ricetta clinicamente precisa, esuberante e saporita, e ha contribuito a portare couscous, stinco di agnello brasato, ratatouille, tapenade e un sacco di altre cose nel tuo bistrot all'angolo.

26. Ruth Rogers e Rose Gray - Potevi a malapena mangiare fuori a Londra prima che questi due aprissero il River Café nel 1987. Ma presto, i diplomati del loro mercato –fresco, vero–italiano, cucina aperta–sul Tamigi avevano popolato tutte le cucine dei ristoranti del Regno Unito e la maggior parte dei canali alimentari del paese. Ed era buono.

Un morso perfetto - Spaghetti al limone
More Than Burnt Toast - River Café Focaccia col Formaggio
Mangia Bene Con Gli Altri - Minestrone Invernale
Avere cucina, nutrirà - carciofi bolliti e insalata di limone.
girlichef - Torta di mele al limone
Mango e Chutney - Spaghetti con Pomodorini
Il Vivere Sano di Jeanette - Penne all'Arrabiatta
Bake Away with Me - Torta al pistacchio
The View from Great Island - CaffèTorta di noci e nocciole
Feste mobili - La nemesi del cioccolato
Il mio Picadillo - Spahetti al limone
Le mie abitudini alimentari sane - Pere al forno
My Catholic Kitchen - Patate arrosto
Viaggio di un cuoco italiano - Linguine con granchio e finocchio

27. Anne Willan - La Varenne, la scuola di cucina in Borgogna fondata nel 1975 dall'americano Willan di origine inglese, si è trasferita nel sud della California, ma non prima di aver generato un paio di generazioni di star della cucina.

28. Anne–Sophie Pic - OK, Le Fooding è più alla moda della vecchia e soffocante Guida Michelin, ma quel premio a tre stelle significa ancora qualcosa. E Pic è stata la prima donna a vincerlo in 50 anni nel suo ristorante di famiglia secolare, La Maison Pic.

One Perfect Bite - Nuggets de volaille "trois étoiles"
More Than Burnt Toast - Le Pain Perdu con sciroppo d'acero ai mirtilli rossi
Avere cucina, nutrirà - Confit di pompelmo.
girlichef - Pain Perdu
Jeanette's Healthy Living - Mousse al cioccolato con gelee al melograno
Feste Mobili - Cremoso Carambar
Le mie abitudini alimentari sane - Funzione di foto di Ann-Sophie
Viaggio di un cuoco italiano - Chutney di pomodoro

29. Betty Fussell - Uno scaffale dei suoi libri è un'istantanea di tutte le principali tendenze alimentari recenti, spesso prima che accadessero: ha fatto biografie locali e stagionali e approfondite di singoli ingredienti (La storia del mais) e My Kitchen Wars è un'epica memoria gastronomica.

Un morso perfetto - Yam lievito di pane
More Than Burnt Toast - Philly Cheese Steak di White Dog Cafe
L'Orto delle Spezie - Risi e Bisi
Avere cucina, nutrirà - Posole messicano
girlichef - Pane Fritto Navajo con Burro al Miele
Mango e Chutney - Chips di mais Fritos
Jeanette's Healthy Living - Insalata di barbabietole e pompelmo rosso
Bake Away with Me - California Ambrosia
Feste mobiliRipieno di popcorn
Il mio Picadillo - Sam's Chili
Le mie abitudini alimentari sane - Tazze messicane al cioccolato e peperoncino
My Catholic Kitchen - Mais alla griglia
Cose più belle - Fagiolini alla francese
Viaggio di un cuoco italiano - Insalata di fagiolini all'italiana

30. Barbara Tropp - Tropp ha insegnato all'America che il cibo cinese non è il generale Tso. La sua Modern Art of Chinese Cooking del 1982 è ancora definitiva e il suo China Moon Cafe di San Francisco rivaleggiava con Spago per la fama asiatica di Cal.

31. donna fieno - L'Australia è diventata la nazione con il cibo più caldo intorno al 1995, e poi è arrivata Hay. È onnipresente nel Down Under con i suoi libri, la rivista omonima e il volto solare della TV, ma il suo stile semplice e semplice da mettere insieme Pacific Rim si è diffuso fino in fondo.

32. Tracey Ryder e Carole Topalian - Gli splendidi e intelligenti locavori del mondo delle riviste, la serie Edible di Ryder e Topalian ora conta 60 edizioni, da Allegheny a WOW (Michigan sudorientale). E, nonostante l'handicap di essere riviste cartacee gratuite, in realtà fanno soldi!

33. Christopher Hirsheimer e Melissa Hamilton - Regalità del cibo. Hirsheimer (sì, è una lei) ha cofondato Saveur e ha girato tutto il suo cibo Hamilton ha gestito la cucina di prova di Saveur ed è sorella di Gabrielle, del ristorante Prune e del famoso libro di memorie Blood, Bones and Butter. Ora gestiscono Canal House, la rivista di cibo indipendente e l'etichetta editoriale.

Un morso perfetto - Pomodori arrostiti conditi con aglio
More Than Burnt Toast - Polpette di scalogno con glassa di soia e zenzero
Avere cucina, nutrirà - Bignè al formaggio francese
girlichef - Crostata alla marmellata
Jeanette's Healthy Living - Zuppa di zucca con pimenton e limoni stabilizzati
Bake Away with Me - Crostata di Pomodoro
La vista da Great Island - Focaccia al limone e sale marino
Andata e ritorno - Pimiento Cheese
Feste Mobili - Fricassea dei Finferli
My Picadillo- Lonza di Maiale al Latte
Le mie abitudini alimentari sane - Halibut con lenticchie e finocchio
My Catholic Kitchen - Brodo di manzo ricostituente
Viaggio di un cuoco italiano - Insalata di peperoni rossi arrosto
Più tempo a tavola - Polpette con menta e prezzemolo

34. Ella Brennan - “Non sapevo che dessero dei premi per il divertimento,” era la linea della matriarca del ristorante di New Orleans nell'accettare il premio alla carriera della James Beard Foundation nel 2009. Dal Palazzo del Comandante in poi, la Big Easy sarebbe stata più piccola e più difficile senza il suo aiuto.

35. Delia Smith - Se sei britannico, lei è una santa se non lo sei, probabilmente non hai mai sentito parlare di lei, ma l'autrice di libri di cucina che sembra una suora e possiede una squadra di calcio della Premier League ha portato generazioni di britannici al cucina, e senza dubbio continuerà a farlo per decenni a venire.


36. Edna Lewis - La nipote di uno schiavo emancipato, Lewis, un'altra protetta di Judith Jones, ha portato sotto i riflettori i sofisticati piatti del sud.

Un morso perfetto - Zuppa di patate e pastinaca
More Than Burnt Toast - Cannucce di formaggio vecchio stile
Il Giardino delle Spezie - Lane Cake
Avere cucina, nutrirà - Cannucce di formaggio
girlichef - Costolette di manzo brasate con rutabagas montate
Mango e Chutney - Hoppin John
La vita sana di Jeanette - Stufato di Brunswick
La vista da Great Island - Grits
Feste Mobili - Blanc Mange
My Picadillo - Casseruola di patate
Le mie abitudini alimentari sane - Torte alla piastra al latte acido con mirtilli stufati
My Catholic Kitchen - Rotoli di lievito leggeri come una piuma
Viaggio di un cuoco italiano - Torta di una giornata impegnativa
Più tempo a tavola - I migliori biscotti
Beetle's Kitchen Escapades - Uova alla diavola

37. Severine von Tscharner Fleming - Fondatore e direttore dei Greenhorns, la favolosa missione di von TF è quella di reclutare, promuovere e sostenere i giovani agricoltori. Il risultato: l'agricoltura non industriale è divertente ed è alla moda, è un movimento esplosivo. E questo è indubbiamente un bene.

38. Darina Allen - La scuola di cucina Ballymaloe di Allen in una fattoria biologica di 100 ettari nella contea di Cork, in Irlanda, ha approfondito la cultura del cibo da quando è iniziata nel 1983. Tutti vogliono ancora prendere lezioni lì.


39. Ina Garten - La Contessa a piedi nudi è l'unico analista di politica nucleare della Casa Bianca con una linea di 'torte' confezionate. E molti libri di cucina e programmi TV. Non è una contessa. Il suo (defunto) negozio di generi alimentari di East Hampton prende il nome dal film di Ava Gardner.

40. Elena Arzaki - Elena è lodata quasi quanto il suo famosissimo papà chef neobasco, Juan Mari Arzak. È la cima dell'albero della Spagna.

41.Elisabetta Andoh - Come Barbara Tropp è stata per il cibo cinese, così è Andoh per il giapponese, con specialità —chi lo sapeva?—vegetariano giapponese e la cucina casalinga quasi altrettanto oscura.

42. Harumi Kurihara - …che probabilmente odia essere chiamata incessantemente “la giapponese Martha Stewart.”

43. aprile Bloomfield - Lo chef Spotted Pig e Breslin di New York è arrivato dall'Inghilterra per infettare un intero paese con il gastropub. Il che non avrebbe funzionato se non fosse stata una tale maga culinaria.

44. Nigella Lawson - Nigella ha inventato l'arte di leccare in modo suggestivo i cucchiai di legno in TV, ma la dea domestica britannica (il suo libro di successo è stato How to Be a Domestic Goddess) è penetrata nella cultura del cibo più di quanto ciò significhi. Pensa a Rachael Ray, ma più di classe—o pretenzioso. La tua chiamata.

45. Diana Kennedy - L'intransigente e avventurosa autorità culinaria messicana è descritta da Kemp Minifie in questo numero di Gourmet Live.

46. Gael Greene - È stata una delle prime potenti critiche gastronomiche donna e ha usato quel potere per aiutare milioni di newyorkesi fondando Citymeals–on–Wheels.

47. Zarela Martinez - Il ristoratore di Manhattan ha fatto molto per divulgare e demistificare la cucina messicana regionale.

48. Gatto Cora - Essere l'unica donna Iron Chef fa guadagnare a Cora un posto nella lista. Inoltre, il suo fascino telegenico e le sue ciocche dorate aiutano sicuramente ad attirare la gente sulla cucina e sull'avere quattro figli con sua moglie, beh, è ​​semplicemente fantastico.

49. Soraya Darabi, Alexa Andrzejewski - Foodspotting, in cui FourSquare incontra quelle immagini retroilluminate di piatti nei diner e take away cinesi (con un pizzico di, beh, Gourmet Live), è senza dubbio parte del futuro. Non sono sicuro del motivo per cui lo è. E questi due (più un ragazzo) hanno pensato di farne un business.

50. Julie Powell - Il blog che ha generato un film. E ha acceso qualche milione in più alla grande Julia Child.

Post di riepilogo - Uno sguardo all'anno passato e il nostro pensiero sulle 50 donne.
One Perfect Bite - The Trouble with Lists & Dione Lucas
Più che pane tostato bruciato -
girlichef - Il post finale
Mango e chutney - La fine di una serie
Tutto nel lavello della cucina - Wrap Up con Ruth Reichl e frittata di zucchine piatte
Andata e ritorno - Torta alla vaniglia di Ruth Reichl


Spero che questa serie vi sia piaciuta tanto quanto me. E spero che se non fossi presente per la serie, ti prenderai del tempo per sfogliare alcuni dei post e vedere di cosa si trattava. E come ogni "elenco" è destinato a essere visto, alcuni lo hanno visto come controverso. Alcuni sono stati smentiti come non appartenenti alla lista mentre altri sono stati nominati come mancati. Dopo aver trascorso un po' di tempo con tutte queste donne, posso vedere il merito di ognuna di loro e il loro posto nella "lista". Significa che penso che "la lista" sia all-inclusive? Decisamente NON!

Quindi alcuni pensieri per concludere la serie.

-Se dovessi scegliere un nome singolare da aggiungere alla lista, sarebbe uno dei miei food writer preferiti di tutti i tempi, Ruth Reichli. chi lo fa? tu pensi che avrebbe dovuto essere sulla lista che non lo era?

-Chi era la tua preferita delle donne che fatto fare la lista? Il mio era Nigella Lawson.

-C'è qualcuno che ti è stato presentato durante questa serie che vorresti "conoscere" meglio? Ne ho parecchi inclusi Elisabetta Andoh, Harumi Kurihara, e Christopher Hirsheimer e Melissa Hamilton.


Guarda il video: INSALATA DI MARE SEMPLICE e SAPORITA (Ottobre 2021).